• Vi invitiamo a prendere visione del Regolamento del Mercatino e delle note recentemente aggiunte - http://www.esigarettaportal.it/forum/vendo-mercatino/339-regolamento-mercatino.html
  • Nicotina: conoscerne i pericoli per utilizzarla in sicurezza - leggi qui: http://www.esigarettaportal.it/forum/eliquidi-mix-e-ricette/28164-nicotina-conoscerne-i-pericoli-per-utilizzarla-in-sicurezza.html - in evidenza nella sezione "Eliquidi Mix e Ricette"

Singhiozzo come effetto collaterale ?!

sbampatore

New member
Salve smokers di tutta Italia e non ! :)
Ultimamente mi sono accorto che svapando in tutta tranquillità a casa o in ufficio subisco questo effetto collaterale.... improvvisamente mi viene il singhiozzo !
Succede qualcosa di simile anche voi ?
A voi la palla !
 
Se non ricordo male è uno degli effetti di un lieve sovraddosaggio di nicotina, succede anche con le nicorette..
Comunque aspettiamo di sentire che dice il Doc
:)
 
A me succedeva spessisimo con le analogiche; soprattutto la sera dopocena!
Che rabbia, non riuscivo a tirare!!!!!!!!!!! :mad:

Adesso e' solo un lontano ricordo!!! :p
 
il singhiozzo, è un fenomeno comune nelle condizioni che direttamente o indirettamente comportano una irritazione dei nervi frenici (che innervano il diaframma)

causa frequente è la sovradistensione gastrica, associata o meno ad iperacidità e o a reflusso gastro esofageo.

il fumo, stimola la secrezione acida gastrica ed ha controindicazione relativa in soggetti predisposti o affetti da patologie gastriche o esofagee.
io soffro purtroppo di esofagite da reflusso e devo dire che la esig non ha modificato di molto la sintomatologia che è indubbiamente in gran parte mediata dalla nicotina.

il singhiozzo quindi, in questo caso, andrebbe intepretato come un segno dispeptico (cattiva o alterata digestione), indotto dalla nicotina.
un alimentazione più sana, e una riduzione della nicotina dovrebbero aiutare a risolvere il problema.
talvolta può essere utile un blando antiacido.

se il fenomeno diventa persistente (e quindi non legato all'adattamento) può essere utile programmare qualche esame aggiuntivo e una terapia più mirata.
 
A me succedeva spessisimo con le analogiche; soprattutto la sera dopocena!
Che rabbia, non riuscivo a tirare!!!!!!!!!!! :mad:

Adesso e' solo un lontano ricordo!!! :p
Anche a me succedeva spesso... ogni tiro: hich... cribbio! Quando capitava, dovevo buttarla!!!
Adesso mi succede veramente di rado!
Quello che dice doc mi preoccupa un po'... sarebbe interessante fare un confronto tra chi accusava il fenomeno prima e dopo, in relazione alla quantità di nicotina assorbita... ma siamo sempre lì: ancora non abbiamo la certezza di quanta ne assorbiamo tramite vapore...
Ci vorrebbe qualche vaper novizio che sia disposto a fare l'esame del sangue adesso e rifarlo dopo un tempo prestabilito, usando solo e-sig...
Col senno di poi... l'avrei fatto questo esame... :(
 
il singhiozzo, è un fenomeno comune nelle condizioni che direttamente o indirettamente comportano una irritazione dei nervi frenici (che innervano il diaframma)

causa frequente è la sovradistensione gastrica, associata o meno ad iperacidità e o a reflusso gastro esofageo.

il fumo, stimola la secrezione acida gastrica ed ha controindicazione relativa in soggetti predisposti o affetti da patologie gastriche o esofagee.
io soffro purtroppo di esofagite da reflusso e devo dire che la esig non ha modificato di molto la sintomatologia che è indubbiamente in gran parte mediata dalla nicotina.

il singhiozzo quindi, in questo caso, andrebbe intepretato come un segno dispeptico (cattiva o alterata digestione), indotto dalla nicotina.
un alimentazione più sana, e una riduzione della nicotina dovrebbero aiutare a risolvere il problema.
talvolta può essere utile un blando antiacido.

se il fenomeno diventa persistente (e quindi non legato all'adattamento) può essere utile programmare qualche esame aggiuntivo e una terapia più mirata.

grande Doc!
 
Indietro
Top