• Vi invitiamo a prendere visione del Regolamento del Mercatino e delle note recentemente aggiunte - http://www.esigarettaportal.it/forum/vendo-mercatino/339-regolamento-mercatino.html
  • Nicotina: conoscerne i pericoli per utilizzarla in sicurezza - leggi qui: http://www.esigarettaportal.it/forum/eliquidi-mix-e-ricette/28164-nicotina-conoscerne-i-pericoli-per-utilizzarla-in-sicurezza.html - in evidenza nella sezione "Eliquidi Mix e Ricette"

Saluti da Anafe

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Anafe

New member
Ci presentiamo.

ANaFe (Associazione Nazionale Fumo Elettronico) nasce nel 2012 e raccoglie l’adesione delle aziende operanti in Italia nella produzione e distribuzione di sigarette elettroniche e di aromi. In particolare si segnala che l’Italia è il principale paese europeo produttore di aromi.

Lo scopo dell’associazione è quello di porsi come punto focale e di aggregazione di questo nuovo comparto e di offrire alle autorità un punto univoco e di riferimento per porre le basi per una proficua regolamentazione del settore.

Come ormai appare evidente, il fenomeno del fumo elettronico ha valicato i confini dell’utilizzo di nicchia, prevalentemente relegato nel mercato online tra un numero ristretto di appassionati, per affermarsi ampiamente tra i consumatori quotidiani, tramite l’apertura di negozi specializzati.

Nel mondo sono nate associazioni analoghe e vi sono mercati molto più sviluppati, tipo Germania e Stati Uniti, dove gli utilizzatori di sigarette elettroniche sono circa due milioni (Germania) e tre milioni (USA), che portano a pensare che anche nel nostro paese il fenomeno potrebbe diffondersi in maniera analoga.

Considerando le attuali condizioni economiche Italiane ed Europee, il fenomeno del fumo elettronico sta ponendo le basi per una vitale micro imprenditoria, realizzata con entusiasmo e risorse modeste, con la nascita di negozi e corner specializzati con immediate ricadute sull’economia reale.

Riteniamo quindi che il fenomeno si stia trasformando da moda passeggera a realtà importante e di portata globale e questa tecnologia potrebbe avere risvolti sociali molto importanti oltreché economici.

COSA CHIEDIAMO

A.Na.F.E. chiede che venga rispettata l’intera filiera – produttori e distributori – che negli ultimi anni hanno investito nel settore. A tal fine si chiede alle istituzioni di trovare un quadro legislativo equilibrato, in cui vengono salvaguardati gli interessi di migliaia di lavoratori ed imprenditori presenti sul mercato.
 
Lo scopo dell’associazione è quello di porsi come punto focale e di aggregazione di questo nuovo comparto e di offrire alle autorità un punto univoco e di riferimento per porre le basi per una proficua regolamentazione del settore.

univoco? e i consumatori?

comunque benvenuti.
 
porre le basi per una proficua regolamentazione
Proficua per chi? Per gli associati forse....
Siete una lobby ne più ne meno, del consumatore non vi interessa nulla (a parte la sua carta di credito).

Devo essere onesto: ho un ricordo SCHIFOSO dei due negozi fisici in cui ho messo piede, e che mi hanno fregato bellamente quando non sapevo nemmeno che la sigaretta fosse smontabile. Con prezzi improponibili, prodotti scadenti, e informazioni false.

Se il vostro obiettivo è far si che non si possa più comprare dall'estero, beh, allora (da parte mia) non siete affatto i benvenuti.
Tanto in un negozio fisico italiano non comprerò mai più, mica mi chiamo Pirla.
 
Benvenuti.

Questo forum è una grande risorsa per i consumatori.
Come diceva [MENTION=2026]Sturusu[/MENTION] sarebbe necessario capire l'impegno di A.Na.F.E. sul fronte utilizzatori di ecig.
Grazie.
 
ragazzi ... tranquilli :)
per favore :) :)

Brutto momento eh?

Confrontarsi.. mica schiaffeggiarsi sulle gengive :)
 
parlate solo di imprenditoria.... non accennate minimamente a quanto meno male fa... state solo cercando di non perdere capre e cavoli.....
 
va be benvenuti,però ricordo che loro a me( RIPETO A ME) su face hanno detto che non ero il benvenuto perchè non ero un negozio ma un consumatore,quindi ora sono qui a fare cosa?noi siamo consumatori non venditori,stanno cercando appoggio?
Magari sarebbe bello ogni tanto ammettere di aver sbagliato a confermare che quella frase è stata sbagliata confermarla,però ascolto cosa avete di importante da comunicarci
 
Felice di potermi confrontare con un'importante realtà italiana avrei due domande prima di trarre le mie considerazioni

a) "A.Na.F.E. chiede che venga rispettata l’intera filiera – produttori e distributori – "
Dei consumatori ce ne freghiamo? Per carità libera scelta. Pero' noi vorremmo, quantomeno, saperlo.

b) "porre le basi per una proficua regolamentazione del settore."
a parte che il sottoscritto non capisce a cosa serve ULTERIORE regolamentazione (certificazioni ROHS c'e', tappo antiscemo c'è, pittogrammi di pericolo ci sono), come? Quali sono le vostre idee di regolamentazione?
 
Non posso dare tutti i torti a [MENTION=18875]VacciPiano[/MENTION], anche in virtù di recenti letture che vanno verso un cieco protezionismo.Se si tratta solo di salvaguardare gli shops italiani senza un impegno comune può solo dispiacermi se chiuderà qualche negozio, come in ogni altro settore. Se invece siete disposti a far sentire il peso REALE anche dei consumatori per me va bene ma non mi pare questo il compito e l'intento dell'anafe.
siamo tutt'orecchi e benvenuti!
 
COSA CHIEDIAMO

A.Na.F.E. chiede che venga rispettata l’intera filiera – produttori e distributori – che negli ultimi anni hanno investito nel settore. A tal fine si chiede alle istituzioni di trovare un quadro legislativo equilibrato, in cui vengono salvaguardati gli interessi di migliaia di lavoratori ed imprenditori presenti sul mercato.

Benvenuti.
Vi esorto, però, a salvaguardare non solo gli interessi di lavoratori e imprenditori, ma anche quelli degli svapatori. In fondo l'ultimo anello della filiera siamo noi consumatori paganti!
 
....stanno solo cercando anche il nostro "pacifico" consenso.....ah ah ah guerra e muerte, diceva mio nonno....
 
magari invece di presentarsi con un copia e incolla,di cose che già sappiamo,o già visto in giro per la rete,
 
Se su altri forum c'è gente arrabbiata con voi, non solo utenti consumatori, ci sarà ben un motivo nò?

Alcuni modders che producono confrontandosi con mercato internazionale cina e cloni e prezzi e che da questa legge punitiva saranno penalizzati per non dire peggio sono vostri associati? O i vostri associati sono i negozi smookie's che vendono a cinquanta euro una ego nana o a quaranta una 808...e con la tassa questi prezzi saranno da aumentare per noi dell'ottanta per cento minimo?
 
se quelle sono le vostre proposte non sono interessato.non sono un venditore quindi....come vi hanno gia' detto quando penserete anche ai consumatori ne riparliamo ma ricordate che se spariscono i consumatori sparite anche voi!
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Indietro
Top