• Vi invitiamo a prendere visione del Regolamento del Mercatino e delle note recentemente aggiunte - http://www.esigarettaportal.it/forum/vendo-mercatino/339-regolamento-mercatino.html
  • Nicotina: conoscerne i pericoli per utilizzarla in sicurezza - leggi qui: http://www.esigarettaportal.it/forum/eliquidi-mix-e-ricette/28164-nicotina-conoscerne-i-pericoli-per-utilizzarla-in-sicurezza.html - in evidenza nella sezione "Eliquidi Mix e Ricette"

PI - non poste italiane ma poveri imbecilli

killrob

New member
Il pacco che mi deve arrivare da LF e partito con Royal Mail il 27-4, consegnato alle poste italiane il 28-4 secondo i Poveri Imbecilli non è stato ancora registrato perché è fermo in dogana............ e oltretutto, sempre secondo i Poveri Imbecilli, siccome il codice comincia con R, non è un pacco ma una raccomandata........ ma se non è ancora stato registrato dai Poveri Imbecilli.... come fanno a sapere che è una raccomandata e non un pacco?
oltretutto i Poveri Imbecilli mi hanno detto che, tramite raccomandata, mi arriverà il nuovo codice italiano con il quale posso chiamare il call center e sapere che fine ha fatto il mio pacco.

e io a chi devo andare a spezzare le gambe?
L'assoluta ignoranza del call center dei Poveri Imbecilli mi ha spinto a mandarli a cagare ripetutamente.

scusate lo sfogo e se mi dovete bannare..... bannatemi
 
Ultima modifica:
Non solo non erano e non sono capaci di fare i postini...... ora si sono messi a fare da banca (non accettate i loro assegni, valgono meno della carta igenica usata) da gestore telefonico, così se uno disgraziatamente deve andare in posta si ritrova il triplo della fila di prima.........
 
I servizi bancari delle Poste non sono male, sinceramente parlando [banco posta, postepay etc].. E la telefonia, abbinata ad una postepay o al Banco posta, è abbastanza comoda e ti evita di andare in posta.

Bisogna essere oggettivi nelle cose.
 
I servizi bancari delle Poste non sono male, sinceramente parlando [banco posta, postepay etc].. E la telefonia, abbinata ad una postepay o al Banco posta, è abbastanza comoda e ti evita di andare in posta.

Bisogna essere oggettivi nelle cose.

allora diciamole tutte...

perchè io che sono alla posta da mezz'ora per fare una raccomandata devo vedermi passare avanti nella coda da chi è appena entrato e deve fare un versamento sul suo CC postale?

mi sento un po' preso per il c... quando vedo ste cose

vuoi fare anche la banca? benissimo ! vuoi fare anche la telefonia? meglio !

però non classificare poi i tuoi clienti facendoli diventare "Cliente di serie A" e "Cliente di serie B", con gli sportelli riservati e prioritari per chi ha il conto alle poste. Non sei una banca ! sei le Poste ! Io solo per non essere trattato in questo modo evito il più possibile di andare alla posta.
 
Si tutto quello che vuoi ma resta il fatto che un pacco può attraversare l'europa con un codice di tracciabilità e sparire col nostro confine senza che ti sia dato sapere che fine abbia mai fatto. per sapere che fine ha fatto devi contattare 10 volte un call center fiino a trovare chi sa come fare per poi scoprire che risulterebbe in un deposito e non sai quale, ne dove ne se qualcuno te lo possa consegnare.... per poi, fra l'altro dover attraversare milano perchè le raccomandate nella tua zona sono date in outsorcing a TNT e quindi se non ti trovano in casa (e se non sei disoccupato difficilmente ti troveranno alla 10 del mattino a casa di mercoledì) non vai come prima a 20 metri da casa all'uffcio postale ma a 6 km di distanza che in città vuol dire almeno 1 ora di mezzi o di macchina. Perchè il loro ufficio è la. Inoltre bellissimo essere nazione bandita da e-bay per i più importanti rivenditori esteri perchè la roba NON arriva. Posso anche essere oggettivo finchè vuoi ma se sei le POSTE prima fai bene quello POI se ti avanza tempo fai il resto... non fai tutto mediocremente. Io ho il cellulare aziendale e ho paypall e ho la prepagata della mia banca che non mi chiede manco i soldi per la ricarica e ho il bancomat accettato ovunque quindi NON mi interessa alcun servizio che mi danno le poste. Quindi posso dire che oggettivamente come poste sono delle ciofeche.
 
allora diciamole tutte...

perchè io che sono alla posta da mezz'ora per fare una raccomandata devo vedermi passare avanti nella coda da chi è appena entrato e deve fare un versamento sul suo CC postale?

mi sento un po' preso per il c... quando vedo ste cose

vuoi fare anche la banca? benissimo ! vuoi fare anche la telefonia? meglio !

però non classificare poi i tuoi clienti facendoli diventare "Cliente di serie A" e "Cliente di serie B", con gli sportelli riservati e prioritari per chi ha il conto alle poste. Non sei una banca ! sei le Poste ! Io solo per non essere trattato in questo modo evito il più possibile di andare alla posta.

dalle mie parti c'è un sistema automatico di smaltimento in base alle richieste di servizio; stamattima per spedire un pacco e fare un versamento ho aspettato 6 minuti :)

conto bancoposta e postepay comodissimi, mai nessun problema e poche spese.

corrispondenza decente,
pacchi uno schifo:
l'ultimo pacco consegnato il postino me lo ha incastrato nel cancello, per strada; a casa non c'era nessuno, devo ringraziare la vicina...
 
anche da me sistema di smaltimento coda,e difficilmente si attende per più di 5 minuti (salvo il giorno della paga delle pensioni) per spedire una raccomandata.

il servizio, per quanto riguarda la mia esperienza di "pacchetti in ricezione" è buono; per multe, bollettini, conti correnti e spedizioni utilizzo altri canali
 
Il problema principale delle poste italiane è che si basa su anni di lottizzazione da parte dei vari partiti che l'hanno resa uno schifo come servizio.

Questo come si traduce? Si traduce che ogni posta ha la sua organizzazione e il suo modo di operare che molto spesso non sono soddisfacenti per il carico di lavoro che hanno, e contengono persone incompetenti e/o poco professionali allo sportello o come direttori.

Ma non bisogna fare di tutta l'erba un fascio. Mi è capitato più di una volta che persone competenti mi aiutassero a risolvere dei problemi di corrispondenza. Mi è altresì capitato anche che me ne creassero.

Insomma.. Purtroppo essendo così capillare sul territorio, e così venduto e, come già detto, lottizzato, il servizio postale si ritrova ad avere fannulloni e grandi lavoratori. Va a fortuna, insomma, trovare qualcuno di competente.

Poi per quanto riguarda il servizio bancario solitamente esistono due sportelli ben distinti.. Se poi dalle tue parti non fanno così... Non è colpa delle Poste in sé ma del direttore dell'Ufficio Postale della tua zona che non considera le esigenze, ma tende magari al risparmio. Probabilmente non per il bene dello Stato, che sia chiaro.
 
.
l'ultimo pacco consegnato il postino me lo ha incastrato nel cancello, per strada; a casa non c'era nessuno, devo ringraziare la vicina...

e la ricevuta chi l'ha firmata, la vicina?
comunque se è solo per ricaricare la postepay, ora è possibile farlo in alcuni tabacchai convenzionati,..si paga un euro in piu' ma si risparmia la fila alle poste,
e serve solo il numero della carta...
 
Si tutto quello che vuoi ma resta il fatto che un pacco può attraversare l'europa con un codice di tracciabilità e sparire col nostro confine senza che ti sia dato sapere che fine abbia mai fatto. per sapere che fine ha fatto devi contattare 10 volte un call center fiino a trovare chi sa come fare per poi scoprire che risulterebbe in un deposito e non sai quale, ne dove ne se qualcuno te lo possa consegnare.... .


infatti come ho già detto in un'altro thread basterebbe poco per inserire nel sistema il nuovo codice di tracking e renderlo disponibile agli operatori del call center, siamo nel 2010 e oramai viene gestito tutto online ,mi sembra che le poste non abbiano voglia di aggiornarsi,per non parlare dei pacchetti aperti e svuotati.
l'estate scorsa ho ricevuto un pacco dagli stati uniti in 4 giorni lavorativi,il giorno dopo la partenza usp mi ha richiesto i dati per pagare dazi e iva e quando il pacco è arrivato a venezia le pratiche doganali erano già evase da 2 giorni,quindi il pacco non si è mai fermato fino a destinazione ed ho fatto tutto online!!!
 
Scusa ma francamente me ne infischio dei problemi interni delle poste, dei problemi interni di tutti, il succo è che pago per avere un servizio che non ho, non solo, come detto prima, se non sei in grado di garantire la tua attività principale (le poste) a maggior ragione non puoi metterti a fare dell'altro, non discuto che certi uffici funzionino più di altri, ho conosciuto anche io impiegati con capacità notevoli a cui ho anche fatto i complimenti, ma ciò non toglie che un pacco che è in italia da una settimana non sei in grado di tracciarlo, di dirmi dove sta e perchè c@zzo non me lo porti.
Io lavoro in proprio, ai miei clienti i miei problemi non interessano, se non sono capace, chiudo bottega e vado fare un lavoro più consono alle mie attitudini....

nb. spedizione TW con screwdriver spedita il 30/4 alle 11 di mattina ora italiana, sabato era in italia, da lunedì sta girando...... non si sa dove???
 
e la ricevuta chi l'ha firmata, la vicina?
comunque se è solo per ricaricare la postepay, ora è possibile farlo in alcuni tabacchai convenzionati,..si paga un euro in piu' ma si risparmia la fila alle poste,
e serve solo il numero della carta...

non c'era da firmare, ha schiaffato li pacco tra le inferriate ed e schizzato via...:mad: la vicina se n'è accorta per caso.
 
dalle mie parti c'è un sistema automatico di smaltimento in base alle richieste di servizio; stamattima per spedire un pacco e fare un versamento ho aspettato 6 minuti :)

conto bancoposta e postepay comodissimi, mai nessun problema e poche spese.

corrispondenza decente,
pacchi uno schifo:
l'ultimo pacco consegnato il postino me lo ha incastrato nel cancello, per strada; a casa non c'era nessuno, devo ringraziare la vicina...

ma è proprio quel servizio di smaltimento automatico che produce i clienti di serie A e serie B, poi che c'entra se in 6 minuti sei già allo sportello vuol dire che quell'ufficio postale non aveva molta gente.

tu prova a venire in un qualsiasi ufficio postale qua a Firenze, sono tutti automatizzati, e stracolmi di gente ad ogni ora, prendi il tuo bigliettino per "bollettini,raccomandate,ecc..." alla macchinetta e aspetti il tuo turno, davanti a te ci sono almeno trenta persone, ne hai almeno per una mezz'ora se tutto procede senza intoppi.
Dopo mezz'ora che sei lì ad un certo punto entra uno che pigia sulla macchinetta il pulsante apposito per i correntisti e dopo 30 secondi è già allo sportello a fare le sue cose, tra l'altro anche lui come te doveva fare solo una raccomandata ma per evitare le code e le attese lunghe ne approfitta facendo qualche operazione contabile sul suo CC e passando poi la raccomandata al commesso.

stavo pensando di aprire un CC postale, poi ogni volta che vado alla posta faccio un versamento, così salto le file, quando raggiungo una certa quota sul CC faccio poi un prelievo, avrò pagato delle commissioni minime che mi sono valse il fatto di saltare ogni volta le code, tanto siamo nel paese dei furbi e dei furbetti come dicevamo già in un'altra discussione, quindi quando il livello di rottura di scatole raggiunge il limite ecco che anche io decido di passare dalla parte dei furbi. E che devo sempre essere io quello che fa le code? Quando poi tutti adotteranno questo sistema cosa accadrà? che ci sarà il solito numero di persone sia agli sportelli normali che a quelli dei correntisti, e quindi chiuderò il CC postale e tornerò a fare la fila di là.

:D
 
Il discorso "li il direttore fa così" non centra. Io non ho mai sindacato sul costo del servizio per esempio ma vado a sindacare sul servizio reso. Il fatto che ci trovi gente che sa dirti cosa fare non deve essere ECCEZIONALE. Scusate ma se io faccio il tecnico di robot e mi chiedono come risolvere un problema sul robot nessuno mi dice bravo quando gli dico come risolvere il loro problema. E' mio compito saperlo e se non lo so mi fanno un culo così. Io ho un pacco, che ha un numero di tracciabilità, se le poste dopo anni (il primo orologio dalla germania mi fu "perso" ancora 4 anni fa) non hanno trovato modo di sincronizzare le spedizioni dall'estero è perchè NON vogliono farlo, perchè sanno che una sincronizzazione delle spedizioni e una tracciabilità porterebbe a una certa (nel senso di certezza) responsabilità di uffici e personale in caso di smarrimento e controversie legali facilmente risolvibili a favore degli utenti. Ovvio che se il pacchetto non si sa dove sia, chi lo abbia preso in consegna, dove sia arrivato (o meglio loro lo sanno.. io non lo posso sapere) o mi imbarco in una causa per 300 euro di valore di merce o me la piglio in quel posto. Ma dato che il mio orologio da 300 euro dopo 6 mesi ancora non era "perso" ma solo "in deposito presso nostro magazzino" non potevo neanche dire che il pezzo fosse perso.

Ora ho un pacco da TW da 30 euro.... è arrivato in italia il 28... lo aspetto.. e poi che faccio mi metto a litigare per un pomeriggio? Per poi ottere un "le faremo sapere" che mai avverrà? Cavolo in germania hanno spedizionieri che fanno servizio postale per migliorarlo... noi abbiamo uno spedizioniere che lavora per le poste TNT che ha SCISSO il suo servizio per le poste dal suo come spedizioniere privato propio per non dover gestire i pacchi come tali (detto da uno della TNT al telefono durante una ricerca di pacco perso). Cioè se spedisco con TNT ho il traking, se TNT prende i carico un pacco da altro spedizioniere estero per conto delle poste il traking on line sparisce e solo tramite addetti puoi sapere se ancora c'è. Ovviamente sul sito della TNT questa cosa NON c'è.
 
i pacchi da uk non sono pacchi ma raccomandate...................percio' in italia entra e cambiano il codice con raccomandata italiana,non sono pacchi,fatevi spedire un pacco-pacco da uk e vedete se pagate 4 sterline.
sul disservizio non discuto minimamente,ma secondo me esagerate,400 spedizioni andate a buon fine tutte con P.I,solo qualcuna con un po di ritardo invece di 1 giorno 3.
qualcuno per curiosita ha provato a mandare raccomandata in uk e tracciarla su royal mail?
 
non c'era da firmare, ha schiaffato li pacco tra le inferriate ed e schizzato via...:mad: la vicina se n'è accorta per caso.

fagli uno scherzo..la prox volta che lo vedi digli che aspettavi un pacco ma non è mai arrivato..:cool:
 
Si tutto quello che vuoi ma resta il fatto che un pacco può attraversare l'europa con un codice di tracciabilità e sparire col nostro confine senza che ti sia dato sapere che fine abbia mai fatto. per sapere che fine ha fatto devi contattare 10 volte un call center fiino a trovare chi sa come fare per poi scoprire che risulterebbe in un deposito e non sai quale, ne dove ne se qualcuno te lo possa consegnare.... per poi, fra l'altro dover attraversare milano perchè le raccomandate nella tua zona sono date in outsorcing a TNT e quindi se non ti trovano in casa (e se non sei disoccupato difficilmente ti troveranno alla 10 del mattino a casa di mercoledì) non vai come prima a 20 metri da casa all'uffcio postale ma a 6 km di distanza che in città vuol dire almeno 1 ora di mezzi o di macchina. Perchè il loro ufficio è la. Inoltre bellissimo essere nazione bandita da e-bay per i più importanti rivenditori esteri perchè la roba NON arriva. Posso anche essere oggettivo finchè vuoi ma se sei le POSTE prima fai bene quello POI se ti avanza tempo fai il resto... non fai tutto mediocremente. Io ho il cellulare aziendale e ho paypall e ho la prepagata della mia banca che non mi chiede manco i soldi per la ricarica e ho il bancomat accettato ovunque quindi NON mi interessa alcun servizio che mi danno le poste. Quindi posso dire che oggettivamente come poste sono delle ciofeche.

Quoto al 100%. Faccio spesso acquisti all'estero di vari articoli e sempre più spesso mi sento dire che in Italia non spediscno perchè, se vogliono essere buoni, dicono che i pacchi in Italia vanno persi, altrimenti ti dicono chiaramente che se li rubano gli ufficiali postali e questo avviene proprio perchè se ne perde traccia non appena superano il confine.
Addirittura in qualche sito, nella compilazione del form per la spedizione, l'Italia viene proprio cancellata. Nella lista c'è l'Angola, lo Zimbawe, la Romania, la Russia, la Turchia e manca l'Italia. Che vergogna!!! (Vedere FireSteel.com FireSteels, mettendo un articolo nel carrello e cercate di calcolare le spese di spedizione, ad esempio).
Concordo e ripeto: imparino a fare il mestiere principale, cioè il recapito della posta e poi facciano quel che vogliono di tutto il resto. E per cominciare che utilizzino gli accordi internazionali per il tracciamento dei pacchi da e per l'estero.
 
qualcuno per curiosita ha provato a mandare raccomandata in uk e tracciarla su royal mail?

Ad avere un indirizzo UK si potrebbe anche fare.... a meno di non aprire a caso le pagine bianche londinesi e mandare a caso.... il che è un'idea.

Quello che effettivamente irrita è il fatto che appena il pacco entra in Italia gli cambiano il codice, perché effettivamente (ho controllato sul mio ultimo pacco da TW) da li parte come raccomandata (e per la cronaca già così sono 9,99 sterline) e quindi se ne perde la rintraccibilità con seguente ansia da attesa.
Poi al call centere sparano scemenze su dogane e tutto il resto e uno si sente anche preso in giro....

Per quel che riguarda le file agli sportelli io ho provato anche ad aspettare tre quarti d'ora per ritirare una raccomandata, il che è tutto dire. Però non so' come funziona latrove, ma qui a MIlano se l'ufficio postale è abbastanza grosso c'è una sezione dedicata alla corrispondenza ed una sezione dedicata alle operazioni bancarie e gli operatori non fanno quello per cui non sono preposti (ovvero, se ti prensenti al bancoposta con una raccomandata la raccomnandata non la spedisci). Se ci sono pochi sportelli e nessuno è dedicato si va in ordine di ingresso a prescindere.
Che Milano sia un'isola felice? (Nel qual caso mi scapperebbe un po' da ridere)
 
ho tracciato una raccomandata spedita dall'italia a shenzen e non ho avuto problemi (se non con la lingua del sito cinese)
il numero è sempre rimasto lo stesso che avevano assegnato in italia
 
Indietro
Top