• Vi invitiamo a prendere visione del Regolamento del Mercatino e delle note recentemente aggiunte - http://www.esigarettaportal.it/forum/vendo-mercatino/339-regolamento-mercatino.html
  • Nicotina: conoscerne i pericoli per utilizzarla in sicurezza - leggi qui: http://www.esigarettaportal.it/forum/eliquidi-mix-e-ricette/28164-nicotina-conoscerne-i-pericoli-per-utilizzarla-in-sicurezza.html - in evidenza nella sezione "Eliquidi Mix e Ricette"

Per me è stato facilissimo smettere di fumare

Samaritan

New member
Salve a tutti, volevo riportare la mia esperienza sul passaggio quasi automatico dalla sigaretta tradizionale alla ecig.
Ovviamente capisco che dipenda moltissimo dal carattere e dalla personalità di ciascuno di noi ed in particolare dalla capacità di farsi entusiasmare dalle novità, ma forse ancor di più dal rapporto che ciascuno di noi imposta intimamente tra il piacere di fumare ed il corrispondente danno sulla salute.
Infatti ho notato che la maggior parte dei fumatori tende a conferire al piacere del fumo una sorta di intoccabile sacralità.
In tutti ho notato un rapporto con il fumo che si manifesta in una tendenza al rifiuto di tutte le possibilità che fanno intravedere una via di allontanamento dalla sigaretta.
Questo non può che scaturire purtroppo da due aspetti:
1-Una scarsa consapevolezza dei tremendi effetti del fumo sul corpo.
2-Un secondo grave effetto del fumo sulla mente che viene letteralmente schiavizzata e resa inerme di qualsiasi forma di ribellione a questa mortale dipendenza.
La cosa mi ha veramente colpito, ve lo confesso.
Gli uomioni sono in una situazione in cui sono caduti ormai da tempo in un vizio che da piaceri molto intensi, ma sanno da sempre che se perseverano è come se si puntassero alla tempia una stana pistola che è solo un po diversa dalle altre per il semplice fatto che una volta premuto il grilletto questo impiega parecchio più tempo ad esplodere il colpo, perchè è molto più lento, ma per il resto non cambia proprio nulla.
Tra questi ce ne sono alcuni che si rendono conto del reale pericolo che stanno correndo e tra vari tentativi riescono a smettere, ma sono veramente pochissimi.
La maggior parte invece continua a godere di questo grande piacere pur continuandolo a temere moltissimo e sperando che nonostante tutto riesca a vivere comunque la loro vita semplicemente con questo grande piacere in più e senza le conseguenze che ormai tutti gli sbandierano in faccia.
Poi come per magia viene fatta una nuova sensazionale scoperta che permette di godere allo stesso modo se non di più del medesimo piacere del fumo, ma che però è priva della maggior parte delle conseguenze mortali!!
Qualcuno riesce a scorgere dal baratro del vizio che ormai è arrivato il momento quantomeno di tentare, vista la posta in gioco.
Qualcuno riesce ad accorgersi che sarebbe semplicemente pazzesco se proprio lui dovesse perdere la vita per il fumo proprio ora che potrebbe addirittura fumare ed assumere la stessa droga senza ricadere in quella cerchia statistica ormai da tempo contrassegnata da colori molto intensi e da una strana croce con una testolina sopra.
Ma ce ne sono comunque tanti, tantissimi che sembrano inermi, impotenti e stranamente felici.
Sono troppi quelli che nonostante l'incredibile scoperta dell'ecig continuano imperterriti ad accendersi sigarette con un'aria di commuovente sicurezza.
Felici di star facendo alla fine quello che si fa da sempre per fumare.
Io, scioccato e profondamente dispiaciuto per questa triste condizione della mente umana, riporto la mia felicissima esperienza di ex fumatore che ha semplicemente provato un nuovo modo di fumare che dopo soli 4 giorni lo ha completamente rapito, sottraendolo in un modo piacevolissimo ad una sicura ecatombe.
So che questo non servirà purtroppo a rivoluzionare magicamente quella triste condizione che ho descritto.
Ma se per caso riuscirò a dare un briciolo di grinta e sicurezza in più a tutti coloro che si sono fatti incuriosire da questo nuovo modo di godere del fumo, allora forse tutta questa mia ordinata manciata di lettere non sarà stata buttata giù in vano.
Prosit!
;)
 
Ultima modifica:
bravo Samaritan!
è stato lo stesso per me, indolore passare dalle analogiche all'ecig, non tocco più una siga da 13 mesi e non mi manca per niente.
l'entusiasmo mi ha preso subito, e dopo un anno che svapo sono ancora più soddisfatto!
e condivido in pieno il tuo discorso.

Ragazzi, ma quant'è bello ogni tanto leggere un nuovo e-fumatore con tutto questo entusiasmo ed ottimismo?
Abituato a leggere nuovi arrivati che hanno questo e quest'altro problema, e la nicotina non va bene, e il sapore fa schifo (buono quello del carbone invece!), e la cartuccia non va bene, e però mi piaceva di più la sigaretta, e ma siamo sicuri che, e se entro domani non migliora torno alle bionde, e sono perplesso, maronna che stress!

evviva l'ottimismo e la consapevolezza di aver fatto un passo giusto e importante, aver smesso le sigarette!
 
Quoto in pieno entrambi! :)
Anche io ho abbandonato le sigarette praticamente il primo giorno, tanto che se non avessi esaurtito la prima boccetta di liquidi, prima che arrivassero quelli di FA mi sarei risparmiato un ulteriore pacchetto sfumacchiato per circa una settimana di malavoglia.
Tante domande sull'opinabile danno che può provocare l'esig non me le sono poste, mi sono dato subito tante risposte, tutte positive, fermo restando che indagare e raccogliere quante più informazioni possibile, rimanga comunque una priorità.
Oggi fanno 2 MESI! Senza sforzo, senza rinunce, mi guardo allo specchio con occhi diversi... e ancora stento a crederlo. In una parola: FANTASTICO!
 
Ultima modifica:
l'unico sforzo psicologico è quello di abbandonare un'abitudine per passare ad un'altra abitudine.

è chiaro che non sono la stessa cosa, passare dalla sigaretta alla e-cig è un po' come passare alla pipa, è un modo diverso di assecondare il vizio.

però non è difficile, anche per me fin dal primo giorno ho detto addio alle vecchie sigarette, ne sento un minimo di desiderio solo in alcuni momenti, quando ho ad esempio problemi di svapo per un atomizzatore che non rende più o una cartuccia terminata e non è il momento giusto per mettermi lì con contagocce e boccettine (ad esempio in macchina).

però tutto sommato mi rendo conto di aver detto addio ad una cattivissima e dannosissima, e purtroppo facilissima, abitudine per passare ad una un po' più complicata ma certamente mille volte meno dannosa.

come tutte le cose bisogna vedere se vedi il bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno, se lo vedi mezzo vuoto continuerai a sognare le tue vecchie e puzzolenti sigarette, se lo vedi mezzo pieno ti diverti come un matto a svapare e ti dimentichi completamente dell'antiquato tabacco.

io svapo il mio bicchiere mezzo pieno felice e contento.

:D
 
complimenti samaritan! A me svapare piace molto ma devo ammettere che le mie 3 dico tre sigarette tradizionali ancora me le fumo ( da 30 che erano il tabaccaio e' preoccupato).......chissa' se riusciro' a tagliare pure quelle.......
 
Grazie mille a tutti per le vostre gentili approvazioni! ;)
Dani, vedila così: qualche anno fa se avessi voluto fare qualcosa di buono per te stesso e per la tua vita avresti semplicemente e brutalmente dovuto smettere, privandoti di un fantastico piacere della vita.
Oggi come tutti noi hai avuto una fortuna spudorata!
E' stata inventata una sigaretta che con buona approssimazione puoi considerare innocua o quasi, mentre quella che carbonizzavi prima era semplicemente mortale.
Questa nuova sigaretta, una volta che impari a gestirla ed a fumarla ti assicuro che ti darà molto più piacere di quella tradizionale.
Devi solo provare a fumarti la tua ecig al posto di quelle 3 dannate sigarette che ancora ti porti dietro e vedrai che neanche te ne accorgerai e capirai subito che è solo un fatto mentale.
RIPETO: SOLO UN FATTO MENTALE, FIDATI!
Magari preparati una quantità di eliquido 'special' con una dose più alta di nicotina in modo da appagare pienamente il bisogno fisiologico, te lo consiglio come stratagemma se posso permettermi.
Forse il primo giorno potrai avere qualche dubbio che ti affligge, forse un po anche il secondo.
Che ci vuoi fare, la mente è un universo pieno di trabocchetti e strane peripezie.
Lo dicono da sempre i saggi della storia: "il peggior nemico è dentro ciascuno di noi".
Ma non sai cosa ti aspetta se riesci a mandare a quel paese l'analogica.
Sarai finalmente libero dalle sostanze che i furboni del tabacco aggiungono per assicurarsi che i clienti continuino a passargli soldini ogni giorno.
Ti accorgerai di una cosa davvero strana che neanche ti aspettavi minimamente e cioè che anche se passi totalmente al vizio di svapare, questo è molto simile ad una piacevole abitudine e non ha nulla a che vedere con la dipendenza da tossicomane che avevi quando fumavi.
Io quando fumavo le analogiche, se succedeva di trovarmi senza sigarette dopo un pasto, semplicemente mi sentivo impazzire!
Nulla a che vedere con quello che provo se non posso svapare, ma proprio nulla.
Ora la dipendenza è molto meno intensa ed è molto più simile a quello che proverei se dopo un pranzo non bevessi il caffè.
E' semplicemente un gran piacere, ma se non puoi appagarlo fiinisce li.
Quindi coraggio!
Sfrutta pienamente la celestiale fortuna di cui possiamo disporre oggi solo volendolo.
Passa al digitale e vedrai che dopo pochissimo tempo ti accorgerai di aver fatto una delle cose migliori della tua vita, sia in termini di condizioni fisiche che ritornano esattamente come quando non fumavi proprio e sia per la dipendenza che praticamente scompare totalmente nel giro di pochissimi giorni.
;)
 
Ultima modifica:
Idem come sopra, ho finito di fumare lo stesso giorno che mi è arrivata la 901.
Devo ammettere che i primi 3 giorni ho avuto degli strani sintomi, andavo "in fissa", mi sentivo un pò estraniato e subito dopo aver svapato avevo voglia di una analogica.
Comunque odiavo spendere quelle maledette 25 euro a settimana e uscire fuori al freddo a prendere la mia "dose", oltre che puzzare e far puzzare tutto, per questo ero molto motivato a mollarle.
Per la cronaca però non ho mai avuto intenzione di smettere :D
Noto con dispiacere che alcuni miei amici non riescono a passare al digitale..
 
anche io ho smesso subito con la sigaretta analogica e manco ci penso.
Il problema è che prima fumavo cmq poco, 5/6 sigarette al giorno e non ho mai fumato in ufficio e a casa, adesso svapo dappertutto e penso anzi sono sicuro di fumare/svapare di più.;)
 
Io sto ancora fumando 2-3 analogiche al giorno perché sono in carenza di filtri, quando mi arriverà questo benedetto pacco da FA credo che smetterò del tutto, anche perché il sapore delle analogiche fa un po' schifo.
 
Io sto ancora fumando 2-3 analogiche al giorno perché sono in carenza di filtri, quando mi arriverà questo benedetto pacco da FA credo che smetterò del tutto, anche perché il sapore delle analogiche fa un po' schifo.

Esatto!
Basta provare a ricordarsi quando abbiamo provato la nostra prima sigaretta analogica.
Ricordate che colpi di tosse che si davano?
Ricordate che senso di schifo che c'era in realtà, con quello strano sapore di bruciato a cui non eravamo per niente abituati?
Poi purtroppo sono intervenuti vari meccanismi mentali di emulazione, di atteggiamenti che la società e la tv ci avevano da sempre inculcato come belli e stilosi e questo ha fatto in modo che nonostante il senso di schifo della prima sigaretta, poi si è continuato a provare e riprovare ad accendercene altre.
Quasi un po delusi che un gesto così praticato dai grandi, dai fighi e dai miti della tv a noi sembrava non attrarci così tanto.
Ma pian piano, aspirando e riaspirando inizialmente con fatica, la nicotina e le sostanze aggiunte vigliaccamente dai produttori per instaurare la dipendenza al più presto, hanno iniziato ad agire e ci siamo belli e fregati con le nostre manine.
A quel punto ovviamente, essendosi ormai instaurata la dipendenza, la nostra mente ha creato automaticamente un senso di gusto verso ciò che la attraeva ormai anche fisiologicamente ed ha associato quindi una serie di emozioni positive che hano fatto in modo che quel fumo schifoso diventasse magicamente 'buonissimo'.
Quando invece facendo mente locale non era per niente buono la prima volta, anzi!
Era praticamente vomitevole.
 
Ultima modifica:
dopo 23 giorni senza più nemmeno una analogica (dopo 26 anni di fumo continuo) posso dire che le mie sensazioni sono:

primi 2/3 giorni piuttosto difficoltosi, capacità di concentrazione zero, ansia e un po' di depressione mentre cercavo di imparare a svapare, mi dicevo "ma chi me l'ha fatto fare? Mi manca la mia sigarettina!", ma ho tenuto duro e già dal quarto giorno ho iniziato a svapare felice.

credo che nel passaggio alla e-cig si perda molta molta molta nicotina, anche se il liquido preparato ne contiene di più in un ml di quanta ne fumavi in un giorno con le sigarette. Io svapo sui 3 ml al giorno, ogni ml contiene il doppio della nico che fumavo con le sigarette normali, nonostante questo non sento particolarmente la nicotina o l'astinenza, posso anche stare due ore senza svapo e non me ne frega nulla, prima se non mi accendevo una sigaretta al massimo ogni ora andavo in crisi.
Spesso avevo dei mal di testa dovuti alle troppe sigarette, ora non ne ho più avuti.

Credo di essermi disintossicato un po' dalla nico, quei 3 giorni iniziali di panico erano dovuti al calo tremendo nell'apporto di nico al mio organismo, è stata una crisi d'astinenza iniziale che però poi sparisce subito, sono rimasto stupito da quanto il nostro organismo possa disintossicarsi velocemente.

sarebbe bello capire realmente quanta nicotina ci assorbiamo con lo svapo, c'è chi dice il 50%, chi il 30%, e chi addirittura nulla.
 
Bravo.
Mi permetto di richiamare nuovamente al discorso il fatto che non è solo un problema di nicotina con le analogiche.
Le analogiche contengono non so quante sostanze aggiunte per rafforzare la dipendenza e dalla mia esperienza diretta, non so se crei più dipendenza la nicotina o le sostanze droganti aggiunte.
Di certo le due componenti si sommano, ma sta di fatto che con lo svapo è tutto comunque bellissimo, ma si è in una situazione di libertà e serenità come per tutti gli altri piaceri normali tipo bere un goccetto di tanto in tanto o bere il caffè quando ci sta bene ecc.
Chi ha notato questo notevole aspetto positivo nel passaggio dall'analogica alla digitale oltre a me ed a Maxnaldo?
Non vi rendete conto da quando siete passati alla ecig che non siete più dei tossicodipendenti della sigaretta?
Non notate che è tutto più sereno e meno ossessiva come dipendenza?
 
Samaritan, ti meriti un pozzo di reputazione!
Ho smesso da pochi giorni con le analogiche (completamente intendo) e a volte mi sento un po'... come dire?... triste, affranta, insomma mi manca qualcosa, anche se so che quella cosa è mortale.
Leggendo il tuo post mi sono sentita pervadere da nuova fiducia e da ottimismo, mi è tornato l'entusiasmo del primo giorno con la elettronica!!!
Grazie mille!!!
 
Ti ringrazio molto DreamlikeMoon e mi sento onorato e felicissimo di averti aiutato così tanto.
Anche se i tuoi complimenti mi lusingano, il mio obiettivo è proprio questo:
fare un'opera di persuasione e di risveglio delle menti intontite dalle schifezze chimiche della sigaretta tradizionale.
Non che io mi senta un guru o un eletto chissà da chi per compiere questa sorta di missione!
Quelli che non per colpa loro si ritrovano con una predisposizione antagonista o con un carattere poco predisposto ad accogliere con simpatia un estraneo che si permette di dare consigli senza apparente motivo, potranno fraintendere le mie idee e scambiarmi per un ciarlatano che ha solo voglia di farsi notare o semplicemente di realizzarsi anche in questo modo.
In realtà, io cerco solo di aiutare a far succedere la cosa meravigliosa che non so per quale santo o per quale fortuna è successa a me da quando ho scoperto il mondo della ecig.
Sono passato in modo naturale ed addirittura piacevolissimo dall'analogica alla digitale e mi sento praticamente come quando non fumavo proprio.
Io non ero fumatore meno di altri, intendiamocci.
Fumavo da quando avevo 16 anni e ne compirò 37 domani 21 aprile, quindi parecchi anni di autodistruzione.
Sono uno di quelli che però ha sempre fumato consapevole del fatto che la felicità che mi veniva conferita dalla sigaretta era una cosa illusoria e di cui prima o poi mi sarei dovuto distaccare per non correre rischi eccessivi.
Infatti negli anni ho smesso un paio di volte di cui l'ultima per 4 anni.
Poi ho ripreso per scelta, perchè mi è sempre piaciuto tantissimo fumare e ci tengo a precisare che io mi consideravo proprio un drogato della sigaretta perchè a me non è mai interessato l'aspetto coreografico del fumo, ma mi faceva proprio impazzire la sensazione di enorme appagamento che percepivo ad ogni aspirata.
Quindi ero proprio un vero tossico della sigaretta e volevo solo assumere la nicotina e le sostanze che mi davano quel piacere.
Dico questo per evidenziare il fatto che io ero un vero fumatore e non uno di quelli agli inizi o che magari fumano per modo di dire o per atteggiarsi all'occorrenza.
Quindi penso che se io ho avuto una tale facilità nel passare all'elettronica, non credo ci possa essere qualcuno che possa avere così tanti problemi in più.
Certo la mente è una cosa complicata, ma non siamo affatto in una situazione in cui si tratta di passare da uno stato di piacere ad un altro di assenza di piacere.
Non si tratta di smettere brutalmente di fumare, cosa difficilisisma lo ammetto!
Si tratta semplicemente di variare leggermente il gusto e qualche altra piccolezza per poter fumare.
L'appagamento resta lo stesso e dopo 2 o 3 giorni iniziali in cui la nostra complicata mente reclamerà con qualche strano pensiero basato sul nulla, poi finalmente ci si sentrà liberi!
Finalmente liberi da questo avvelenamento di massa legalizzato in tutto il mondo che per anni ha ucciso con morte tremenda tantissime persone che erano cadute sotto gli effetti di quelle droghe e che ormai intontite non riuscivano più a sottrarsi ad un vero e proprio suicidio collettivo.
FORZA!
LA BATTAGLIA PUO' ESSERE VINTA DEL TUTTO CONTINUANDO A GIOIRE DI QUESTO PIACERE!
IL MOMENTO E' ARRIVATO!
ORMAI NON CI SONO PIU' GIUSTIFICAZIONI PER BRUCIARE TABACCO!
FORZA DreamlikeMoon!
FORZA TUTTI!
:)
 
Ultima modifica:
beh, diciamo che per adesso siamo un po' come i pionieri della e-cig. Se non sbaglio questo forum è nato nel 2009, di gente che svapa qui vedo che le firme riportano tutte: "2 mesi", "6 mesi", "18 giorni"

insomma di veterani che svapano da più di un anno ce ne sono pochi il che significa che siamo solo all'inizio.

quando la e-cig sarà abbastanza evoluta e diffusa allora la battaglia sarà vinta e ahimè mi sa che ci ritroveremo anche la tassa di stato come per i tabacchi.

per adesso la e-cig richiede troppo impegno, fumare è facile basta andare dal tabaccaio e comprarsi un pacchetto e un accendino, poi tutti sono capaci di accendersi una sigaretta e fumarsela.
La e-cig è più complicata, ricaricare le batterie, pulire gli atom e la lanetta, quanto liquido? Dove compro sta roba? Il liquido me lo faccio da me e come?

per fortuna le e-cig stanno evolvendo e io credo che entro pochi anni ci ritroveremo con dei prodotti che risulteranno facili da usare e mantenere. Quando la e-cig avrà la stessa facilità d'uso di una sigaretta normale allora la battaglia sarà vinta.

per adesso svapiamo e godiamo, anche io ho dei giorni in cui penso "però sta e-cig non va una mazza", sono lì che tiro e non sento nulla, poi magicamente ,non so perchè, arriva la sera dopo cena e mi faccio delle svapate goderecce dal primo all'ultimo tiro. Non ho ancora capito sta cosa da che dipende, perchè la sera mi piace tantissimo e invece durante la giornata ci sono dei momenti in cui non mi dice nulla?
 
Prepara un liquido diverso per durante la giornata allora, magari con un po più di nicotina o con un aroma diverso.
Fai tentativi vari, non c'è alcun motivo per cui durante la giornata non ti piaccia e durante la sera si.
Cerca di capire il perchè in tutti i modi e fai in modo che questo non possa assolutamente rappresentare un rischio anche remoto di tornare all'analogica.
Il discorso che fai sulle piccole difficoltà di svapare rispetto al fumare lo capisco, ma penso che non può assolutamente rappresentare una giustificazione od un pretesto per non cercare al più presto di abbandonare l'analogica, visto che in gioco c'è la cosa più importante di tutte e cioè la nostra salute e la nostra vita.
Daccordo che esistono fumatori che fumano per una vita e campano fino a 90 anni, ma queste non sono casistiche significative e rappresentano remote singolarità di persone geneticamente protette.
La stragrande maggioranza dei fumatori di analogica purtroppo vedrà la propria salute decadere entro i 50-60 anni di età e nella stragrande maggioranza dei casi contrarrà una malattia tumorale dell'apparato respiratorio o ancor di più una malattia cardiovascolare di quelle che abbandoni questa vita senza neanche sapere perchè e come.
Questa è la verità statistica delle cose.
Come ho già scritto, un aspetto micidiale del vizio del fumo non sta solo nella sua tossicità intrinseca della singola sigaretta, ma è da ricercare nella costanza e nella persistenza del vizio.
Quelle sigarette, ogni giorno per anni ed anni ci distruggono per forza lentamente.
Anche se il nostro corpo ha la naturale capacità di autodisintossicarsi dai veleni, questa stessa capacità viene sempre più affievolita dalla somministrazione continua di questi veleni negli anni.
E' dimostrato che le ciglia di cui sono dotate le cellule degli alveoli polmonari vengono letteralmente spezzate e disintegrate dopo pochi anni di fumo!
Quindi questa capacità di autopurificazione in cui a quanto pare qualcuno confida, non va considerata proprio con l'analogica, la cui costanza distrugge tutto.
La situazione è questa:
1-L'analogica è letale.
2-L'elettronica forse è quasi innocua, forse più, forse meno, ma di certo fa molto, molto meno male dell'analogica.
3-L'elettronica permette comunque di assumere la nicotina e gli aromi che ciascuno preferisce e mantenere questo bellissimo vizio con in più la possibilità di goderselo ovunque senza i serissimi problemi sociali che ormai l'analogica portava con se.
Conseguenza logica ==>
3-L'analogica va semplicemente dimenticata e se questo era vero già prima che esistesse la sigaretta elettronica, oggi è praticamente una ovvietà, una certezza logica che non necessita assolutamente di ulteriore vaglio mentale, a prescindere da quante sigarette al giorno si fumino, a prescindere dal tipo di sigaretta, a prescindere da tutto.
A costo di sembrare un despota con le mie convinzioni, un tiranno con le mie opinioni, questa è la verità delle cose ed è quello che potrà salvare la vita di tantissime persone.
 
Ultima modifica:
Le analogiche contengono non so quante sostanze aggiunte per rafforzare la dipendenza e dalla mia esperienza diretta, non so se crei più dipendenza la nicotina o le sostanze droganti aggiunte.

quoto...
ho sempre sospettato che non fosse solo la nicotina, a rendermi cosi'
difficile smettere con le analogiche..
 
Rep per te meritatissima....

Certo che la gente dice che son grafomane io nei forum... posso mandarli da te qualche giorno per notare la relatività delle cose :D
 
Ho letto da qualche parte che un "non fumatore" è colui che ha fumato meno di una sigaretta al giorno nell'ultimo anno.

Io ho tentato varie volte senza e-cig e con risultati pessimi...recandomi spesso in Svezia per lavoro ho provato anche con lo snus svedese (per chi lo conosce), un'altro metodo semi innocuo di assumere nicotina. Piuttosto scomodo e brutto, direi...

Ora saranno circa tre settimane che uso solo la ecig e sono davvero contento. Ogni tanto, diciamo una volta ogni 4-5 giorni, mi sono concesso un'analogica a cui avrei anche potuto rinunciare.

Vorrei fare l'avvocato del diavolo per il discorso "sociale"...sono sempre stato un fumatore civile verso chi mi stava vicino e non credo di aver infastidito mai qualcuno.
Anzi...spesso il fatto di essere o meno fumatore è quasi un fatto sociale...un'occasione per fare due chiacchiere con qualcuno da soli, per uscire un attimo, per alzarsi 5 minuti. Per quale motivo infatti, molti di noi hanno iniziato?

Chiudo la parentesi dei "benefici del fumo" perché sento la vostra incudine che sta per cadermi sul cranio.

Come capirete se ho smesso è perché ne sono convinto e capisco i limiti di quest'ultimo ragionamento...

Se sarò un "vero" non fumatore, ve lo dirò tra 342 giorni circa...:)

E viva le svaporette ;)
 
Ultima modifica:
Indietro
Top