• Vi invitiamo a prendere visione del Regolamento del Mercatino e delle note recentemente aggiunte - http://www.esigarettaportal.it/forum/vendo-mercatino/339-regolamento-mercatino.html
  • Nicotina: conoscerne i pericoli per utilizzarla in sicurezza - leggi qui: http://www.esigarettaportal.it/forum/eliquidi-mix-e-ricette/28164-nicotina-conoscerne-i-pericoli-per-utilizzarla-in-sicurezza.html - in evidenza nella sezione "Eliquidi Mix e Ricette"

La cinetica della nicotina nell'uomo

chriseida

Very Old Poster
Se a qualcuno puo' interessare ho trovato questo .pdf del Centro Studi sulle Dipendenze Patologiche del Dipartimento di Farmacologia dell'Università degli studi di Siena... spero di fare cosa gradita:

xxx//rapidshare.com/files/377311811/nicotina.pdf
 
questa parte mi rende ancora più euforico anche se mi pare non faccia riferimento a quanti mg per 20 minuti di inalazione



6.5 Assorbimento della nicotina da inalatori

Per aiutare i fumatori a ridurre il consumo di sigarette sono stati ideati anche particolari inalatori di
nicotina e fin dal 1997 è stata approvata la loro commercializzazione in USA.
Questi inalatori consentono di iniettare in bocca vapori conteneti nicotina. In questo modo la
sostanza viene assorbita direttamente attraverso la mucosa orale e in parte nella gola, mentre meno
del 5 % della dose rilasciata arriva fino alle basse vie respiratorie.
La quantità di nicotina assorbita dopo circa 80 inalazioni profonde in 20 minuti è circa 4 mg (63) e
le concentrazioni plasmatiche di picco si osservano dopo circa 15 minuti dall’inalazione (Cmax = 6
ng/ml dopo una singola inalazione di Nicotrol Inhaler) perché il passaggio della sostanza attraverso
la mucosa orale è relativamente lento e questo impedisce il raggiungimento delle alte
concentrazioni arteriose che si hanno durante il fumo di sigaretta. Le concentrazioni plasmatiche di
nicotina osservate in soggetti che fanno liberamente uso di inalazioni sono comprese tra 6 e 8 ng/ml
e sono quindi circa un terzo delle concentrazioni osservate in soggetti fumatori (63).
 
questa parte mi rende ancora più euforico anche se mi pare non faccia riferimento a quanti mg per 20 minuti di inalazione



6.5 Assorbimento della nicotina da inalatori

Per aiutare i fumatori a ridurre il consumo di sigarette sono stati ideati anche particolari inalatori di
nicotina e fin dal 1997 è stata approvata la loro commercializzazione in USA.
Questi inalatori consentono di iniettare in bocca vapori conteneti nicotina. In questo modo la
sostanza viene assorbita direttamente attraverso la mucosa orale e in parte nella gola, mentre meno
del 5 % della dose rilasciata arriva fino alle basse vie respiratorie.
La quantità di nicotina assorbita dopo circa 80 inalazioni profonde in 20 minuti è circa 4 mg (63) e
le concentrazioni plasmatiche di picco si osservano dopo circa 15 minuti dall’inalazione (Cmax = 6
ng/ml dopo una singola inalazione di Nicotrol Inhaler) perché il passaggio della sostanza attraverso
la mucosa orale è relativamente lento e questo impedisce il raggiungimento delle alte
concentrazioni arteriose che si hanno durante il fumo di sigaretta. Le concentrazioni plasmatiche di
nicotina osservate in soggetti che fanno liberamente uso di inalazioni sono comprese tra 6 e 8 ng/ml
e sono quindi circa un terzo delle concentrazioni osservate in soggetti fumatori (63).

alcune cose non mi tornano, vediamo quali:

il nicotrol non utilizzta artifici per nebulizzare vaporizzare la nicotina, ma sfrutta la normale evaporazione (probabilmente facilitata da un solvente volatile).
questo comporta la formazione di un vapore (quindi non di una nebbia) che poi viene inalato.
la differenza tra nebbia e vapore, sta nel fatto che la prima è fatta da minuscole goccioline di acqua (più o meno piccole) che come tali presentano un interfaccia aria liquido e quindi nel complesso modificano il percorso della luce(ecco perchè la nebbia si vede)
il vapore invece è un gas, quindi i suoi coponenti sono molecolari e non goccioline piccole (ma cmq costituite da moltissime molecole) infatti, fintanto che il vapore non condensa (se scende sotto il punto di rugiada) non è visibile.
ora la mia considerazione nasce da questo concetto ben noto in medicina:

quanto più piccola è una particella inalata, quanto più profondamente arriverà nell'albero repiratorio.

quindi in base a questo concetto, il vapore dell'inaler, dovrebbe raggiungere tranquillamente gli alveoli e non fermarsi solo in gola.

al contrario, quella prodotta dalle esig, è una nebbia e come tale le sue particelle saranno indubbiamente più grandi di quelle che compongono il vapore, quindi a parità di condizioni, l'inaler dovrebbe consentire un assorbimento migliore della e-cig, proprio perchè dovrebbe arrivare (fino a prova contraria) più in profondità.

questo apparente paradosso in effetti, è già stato osservato in alcuni studi e questa è a mio parere una delle ipotesi che potrebbe spiegare questo curioso (ma a mio parere interessante) fenomeno.
 
Ultima modifica:
quindi, a maggior ragione, a differenza delle piccole particelle dell'inaler, nelle esig che compone particelle più grossolane dovrebbe esserci minore assorbimento negli alveoli polmonari?
 
quindi, a maggior ragione, a differenza delle piccole particelle dell'inaler, nelle esig che compone particelle più grossolane dovrebbe esserci minore assorbimento negli alveoli polmonari?

dico solo che il ragionamento citato che sostiene che l'inaler arriva solo in gola, non è molto scientificamente ispirato, tant'è vero che gli studi dicono il contrario, cioè che l'inaler fa assorbire più nico della e-cig.
 
....
quanto più piccola è una particella inalata, quanto più profondamente arriverà nell'albero repiratorio.

..

dico solo che il ragionamento citato che sostiene che l'inaler arriva solo in gola, non è molto scientificamente ispirato, tant'è vero che gli studi dicono il contrario, cioè che l'inaler fa assorbire più nico della e-cig.

Concordo con la prima parte del quotato.

Non conosco l'inaler, ma una prima e molto superficiale riflessione mi porta a pensare che il percorso sembra essere breve (si parla di bocca e gola) per la mancanza di un "amplificatore" (vaporizzatore a compressione o atom a calore...)...:rolleyes:...;)
 
la differenza tra nebbia e vapore, sta nel fatto che la prima è fatta da minuscole goccioline di acqua (più o meno piccole) che come tali presentano un interfaccia aria liquido e quindi nel complesso modificano il percorso della luce(ecco perchè la nebbia si vede)

la nebbia è fatta di acqua, lo svapo è misto di più liquidi con densità anche diverse dall'acqua... non è che incida anche questo nella visibilità? : ?

y.
 
Concordo con la prima parte del quotato.

Non conosco l'inaler, ma una prima e molto superficiale riflessione mi porta a pensare che il percorso sembra essere breve (si parla di bocca e gola) per la mancanza di un "amplificatore" (vaporizzatore a compressione o atom a calore...)...:rolleyes:...;)

quando dico "quanto più piccola è una particella inalata, quanto più profondamente arriverà nell'albero repiratorio."
logicamente intendo che il messo con cui inalo non incide in questo processo, essendo il destino della particella legato solo alle sue dimensioni e non al modo in cui viene prodotta.
parlare di bocca e gola per l'inaler è senza dubbio un errore grossolano.

la nebbia è fatta di acqua, lo svapo è misto di più liquidi con densità anche diverse dall'acqua... non è che incida anche questo nella visibilità? : ?

y.

la nebbia in natura è fatta di acqua, ma per nebbia in fisica si intende una sospensione di goccioline liquide molto piccole. l'effetto sulla luce dipende esclusivamente dalla sua natura strutturale (microgocce), mentre la composizione incide in maniera più marginale.
 
.....
parlare di bocca e gola per l'inaler è senza dubbio un errore grossolano.

...

Non ne sto' parlando io ... cito....

Un qualche fondamento non avendo fatto personalmente studi approfonditi, glielo posso anche dare...per quel che mi costa...

Ritenevo la seconda parte del discorso più importante per dialogare, ma evidentemente spunti di riflessione non ti bastano per essere presi in considerazione e pensare...:rolleyes:.....:).....:D.....;)
 
Ho postato il link al pdf perche' ritenevo interessante la parte in cui parla dell'assorbimento della nicotina dal fumo di sigarette in quanto e' abbastanza comprensibile anche a chi (come me) non ha fatto studi approfonditi in merito.
Spesso nel forum vi sono discussioni su come regolarsi per i quantitativi di nicotina e sulle differenze di assorbimento tra analogica e esig...mi sembrava che il pdf fosse utile per chiarirsi un po' le idee.
 
Comunque, vedo che più passa il tempo e più le notizie in merito alle esig sono confortanti.
Chiedo: tramite analisi del sangue è possibile misurare il contenuto di nicotina nel corpo?
 
Ultima modifica:
....
Spesso nel forum vi sono discussioni su come regolarsi per i quantitativi di nicotina e sulle differenze di assorbimento tra analogica e esig...mi sembrava che il pdf fosse utile per chiarirsi un po' le idee.

Hai ragione...e ... grazie...:)

E' chiaro, poi che in un forum sull'e-cig si tenda anche a prendere in considerazione altri "dispensatori" di nicotina..

Per quanto mi riguarda, facevo riferimento a

Questi inalatori consentono di iniettare in bocca vapori conteneti nicotina. In questo modo la
sostanza viene assorbita direttamente attraverso la mucosa orale e in parte nella gola, mentre meno
del 5 % della dose rilasciata arriva fino alle basse vie respiratorie.


e alla differenza con le e-cig che coinvolge anche altri fattori (hardware)...

E' da più di 2 mesi che assumo nicotina quasi totalmente con lle e cig...:rolleyes:;)
 
Chiedo: tramite analisi del sangue è possibile misurare il contenuto di nicotina nel corpo?

si.

è possibile dosare nicotina e cotinina(il suo metabolita primario che rimane in circolo fino a 48 oro dopo l'assunzione)

gli esami sono a pagamento e non li fanno tutti i laboratori.

sarebbe utilissimo avere degli esami comparativi prima e dopo
con un prelievo fatto il giorno che si inizia a svapare e uno dopo 1 mese.
 
Studio sulla nicotina -univ. siena

Dal punto 6.5 citano anche le e cig!
vi lascio questo che mi hanno mandato, non sono in grado di valutare il lavoro nei particolari nè l'ho ancora letto con attenzione, d'altra parte non sono del mestiere. comunque ve lo lascio e se qualcuno sapesse trarne qualche conclusione per noi utile ben venga! bene mettersi i guanti e si spiega qui la velocità di assorbimento per chi volesse info sulla nicotina in genere, non sono info soggette a "scadenza".
http://www.insostanza.it/wp-content/uploads/2013/02/03_Farmacocinetica_della_nicotina20101.pdf
 
Ultima modifica:
Indietro
Top