• Vi invitiamo a prendere visione del Regolamento del Mercatino e delle note recentemente aggiunte - http://www.esigarettaportal.it/forum/vendo-mercatino/339-regolamento-mercatino.html
  • Nicotina: conoscerne i pericoli per utilizzarla in sicurezza - leggi qui: http://www.esigarettaportal.it/forum/eliquidi-mix-e-ricette/28164-nicotina-conoscerne-i-pericoli-per-utilizzarla-in-sicurezza.html - in evidenza nella sezione "Eliquidi Mix e Ricette"

Farsi spedire un pacco dall'America in Italia da un familiare

ciccino380

Very Old Poster
Ne approfitto ed apro questo thread per sapere se è possibile "raggirare" la dogana italiana. Vorrei acquistare da eastmall e fare arrivare la merce a mio fratello che abita negli states, successivamente far rispedire il pacco in Italia. Avendo lo stesso cognome c'e' un "sistema" per far passare il pacco senza problemi?:D
 
Le "Disposizioni preliminari alla Tariffa doganale comune" consentono l'applicazione di un "dazio forfettario" (2,5%) ad valorem sulle merci contenute nelle spedizioni inviate da un privato ad un altro privato, oppure contenute nei bagagli personali dei viaggiatori, a condizione che si tratti di importazioni prive di ogni carattere commerciale e che abbiano le seguenti caratteristiche:
* presentano carattere occasionale;
* sono merci riservate all'uso personale o familiare;
* sono inviate dal mittente al destinatario senza alcuna forma di pagamento.
L´applicazione del dazio forfettario del 2,5% è possibile quando il valore delle merci, per le quali è prevista l´applicazione di dazi all´importazione, non supera 700 Euro, per spedizione o per viaggiatore.
Si precisa che il dazio forfettario non può essere applicato ai "Tabacchi e succedanei del tabacco lavorati", spediti oppure a seguito di viaggiatori, in quantità superiore ai limiti fissati (articolo 31 o 46 del Regolamento CEE 918/83, come modificato dal Regolamento CEE 355/94).
quindi da quel che ho potuto capire, arrivato in dogana, il pacco subisce una specie di controllo da parte degli ispettori doganali che stabiliscono se si tratta di compravendita occasionale e quindi non richiedono alcun pagamento esentando la spedizione stessa.
in base anche a questo:
spedizioni di valore trascurabile
Regolamento Comunitario n.918/83 del Consiglio del 28.03.1983 e succ. mod. artt. 27/28
Direttiva Comunitaria n. 83/181/CEE del Consiglio del 28.03.1983 e succ.
mod. artt. 22/23
- Normativa nazionale di riferimento:
Decreto Ministeriale 5 dicembre 1997, n. 489 artt. 5/6
- Trattamento fiscale:
Esente dai diritti doganali (dazio + IVA)
- Condizioni per la fruizione della franchigia:
Sono ammesse in franchigia dai diritti doganali le importazioni da un Paese
terzo di merci il cui valore non eccede complessivamente 22 Euro per
spedizione, con esclusione dei prodotti alcolici,profumi e acqua di toletta,
tabacchi e prodotti del tabacco.
- Modalita' per la concessione della franchigia:
Per l'autorizzazione alla franchigia, su richiesta dell'interessato,
dispone direttamente l'ufficio doganale periferico competente sul luogo di
arrivo delle merci.
P.S. le notizie di cui sopra le ho trovate su internet e sul sito delle dogane
 
Le "Disposizioni preliminari alla Tariffa doganale comune" consentono l'applicazione di un "dazio forfettario" (2,5%) ad valorem sulle merci contenute nelle spedizioni inviate da un privato ad un altro privato, oppure contenute nei bagagli personali dei viaggiatori, a condizione che si tratti di importazioni prive di ogni carattere commerciale e che abbiano le seguenti caratteristiche:
* presentano carattere occasionale;
* sono merci riservate all'uso personale o familiare;
* sono inviate dal mittente al destinatario senza alcuna forma di pagamento.
L´applicazione del dazio forfettario del 2,5% è possibile quando il valore delle merci, per le quali è prevista l´applicazione di dazi all´importazione, non supera 700 Euro, per spedizione o per viaggiatore.
Si precisa che il dazio forfettario non può essere applicato ai "Tabacchi e succedanei del tabacco lavorati", spediti oppure a seguito di viaggiatori, in quantità superiore ai limiti fissati (articolo 31 o 46 del Regolamento CEE 918/83, come modificato dal Regolamento CEE 355/94).
quindi da quel che ho potuto capire, arrivato in dogana, il pacco subisce una specie di controllo da parte degli ispettori doganali che stabiliscono se si tratta di compravendita occasionale e quindi non richiedono alcun pagamento esentando la spedizione stessa.
in base anche a questo:
spedizioni di valore trascurabile
Regolamento Comunitario n.918/83 del Consiglio del 28.03.1983 e succ. mod. artt. 27/28
Direttiva Comunitaria n. 83/181/CEE del Consiglio del 28.03.1983 e succ.
mod. artt. 22/23
- Normativa nazionale di riferimento:
Decreto Ministeriale 5 dicembre 1997, n. 489 artt. 5/6
- Trattamento fiscale:
Esente dai diritti doganali (dazio + IVA)
- Condizioni per la fruizione della franchigia:
Sono ammesse in franchigia dai diritti doganali le importazioni da un Paese
terzo di merci il cui valore non eccede complessivamente 22 Euro per
spedizione, con esclusione dei prodotti alcolici,profumi e acqua di toletta,
tabacchi e prodotti del tabacco.
- Modalita' per la concessione della franchigia:
Per l'autorizzazione alla franchigia, su richiesta dell'interessato,
dispone direttamente l'ufficio doganale periferico competente sul luogo di
arrivo delle merci.
P.S. le notizie di cui sopra le ho trovate su internet e sul sito delle dogane

Grazie gas e' proprio il mio caso!!
Altra domanda...cosa deve scrivere sul pacco mio fratello per avere il diritto del dazio forfettario?
 
niente, devi farlo presente alla dogana al momento dell'arrivo, invece di inviare la ricevuta di pagamento invii una dichiarazione che è una cosa inviata da un familiare
 
Indietro
Top