• Vi invitiamo a prendere visione del Regolamento del Mercatino e delle note recentemente aggiunte - http://www.esigarettaportal.it/forum/vendo-mercatino/339-regolamento-mercatino.html
  • Nicotina: conoscerne i pericoli per utilizzarla in sicurezza - leggi qui: http://www.esigarettaportal.it/forum/eliquidi-mix-e-ricette/28164-nicotina-conoscerne-i-pericoli-per-utilizzarla-in-sicurezza.html - in evidenza nella sezione "Eliquidi Mix e Ricette"

E-cigarette

Ciskopa

New member
:D Salve a tutti,oggi in occasione di un mercatino del radioamatore a Fasano (BR) ho comprato 2 E-cigarette e 10 euro cadauna.
Non per la sigaretta di per sè,ma perchè c'era oltre alla sigaretta completa,10 cartucce e alimentatore 220 e da auto.. compatibilissime con la EVO. :)
che dite? Forse non ho fatto un affare,ma almeno a ricambi ci ho guadagnato.
 
:D Salve a tutti,oggi in occasione di un mercatino del radioamatore a Fasano (BR) ho comprato 2 E-cigarette e 10 euro cadauna.
Non per la sigaretta di per sè,ma perchè c'era oltre alla sigaretta completa,10 cartucce e alimentatore 220 e da auto.. compatibilissime con la EVO. :)
che dite? Forse non ho fatto un affare,ma almeno a ricambi ci ho guadagnato.

sei sicuro che siano compatibili con la evo?
ricordo che qualcuno nel forum adopero alimentatori all'apparenza uguali ma che alla fine han fatto fuori la batteria.
 
Sì sono certo al 100% e qualcosa in più.. Perchè so esattamente come funzionano.. Ora. :D
Se volete vi spiego come funziona la ricarica della litio,ma ci vorrebbe troppo.. riassumo.... basta un caricabatteria NOKIA.. e ho detto tutto.. :)
 
Sì sono certo al 100% e qualcosa in più.. Perchè so esattamente come funzionano.. Ora. :D
Se volete vi spiego come funziona la ricarica della litio,ma ci vorrebbe troppo.. riassumo.... basta un caricabatteria NOKIA.. e ho detto tutto.. :)

Cisco,perche non fai un bel 3d con tutte le info utili,cosi magari ci risparmiamo acquisti e soldini?
Grazie gia da ora per il tuo impegno :D:D:D
 
Posso iniziare da qui,poi qualche moderatore lo sposta ove più utile.
Premetto che non vendo alcunchè.Dagli accessori ai liquidi.
Le mie sono considerazioni tecniche,elettriche ed elettroniche.
Le batterie al litio sono in singola cella da 3,6 volt ciascuna,al contrario delle NI-Mh o Ni-Cd che partivano da 1.2 volt/cella.
La ricarica delle celle al litio è una sequenza piuttosto articolata di manovre,senza le quali la ricarica NON avviene correttamente.
Data la complessità delle sequenze,le aziende specializzate hanno realizzato un apposito circuito integrato che provvede a queste attività.
Poichè lo hanno acquistato praticamente TUTTE le aziende costrurrtici di apparati elettronici.Il prezzo dell'integrato è calato e la sua qualità è salita.
Questo IC si trova anche nella e-sigaretta,preleva una 5 Volt e provvede a caricare correttamente la cella ad esso collegata.
Ora,serve solo mandare una 5 volt al connettore della batteria,e il resto lo fa lei stessa.
Questo è poco ma sicuro,il problema della compatibilità è spesso solo meccanica,ci sono quote diverse per fare contatto,in pratica il polo centrale a seconda dei modelli è più o meno affogato nel resto del corpo.
In alcuni modelli è tenuto da un semplice O ring e quindi facilmente registrabile in caso affondi troppo e non garantisce più il contatto.
Infatti questo avviene quando si usano accessori di diverso costruttore.. In particolare la EVO ha il contatto molto affiorante rispetto alla Eco-cigarette che lo ha più affogato,va da sè che montando un atom o il caricatore,il contatto centrale viene premuto e quindi poi con l'atom originale non c'è più contatto e sembra che si sia rotta.
In queste manovre di accoppiamento apparati di diverso costruttore và usata la massima delicatezza e sensibilità manuale..
E se ve lo dico io che ho dichiarato che la eco-cigarette non è affatto male.
Ora che ho la EVO,posso dire che la eco,certo non tiene la gara,ma per la ciofeca che è alla fine si può fumare.
Non sono alla ricerca del colpo di karate alla gola,non lo volevo con la sigaretta vera,figuriamoci.
Ma sostengo che passare all'elettronica aiuta tantissimo,specie se prima di tutto ci si convince che è un'apparecchio elettronico,quindi delicato.
Per ora è quello che mi viene in mente,poi se avete domande,fate pure.
Sono disposto a dare il mio contributo,tecnico elettrico,ovvio,per il resto ci sono ottimi consiglieri di liquidi,miscele e quant'altro serva a passare a questa "onesta "maniera di fumare.
Grazie ancora per la pazienza. :) :)
 
A parte che esistono anche celle al litio da 3 volts, come questa, ma il problema di compatibilità tra batterie evo e caricabatterie eco è nei chip interni, non meccanico, che è facilmente ovviabile stringendo meno o appunto ritirando in fuori il polo. La dimostrazione è che dopo averla caricata una o due volte comincia a dare evidenti segni di squilibrio, nonostante i contatti siano perfetti. Per appurare che i chip siano diversi non è nemmeno necessario smontare nulla, basta vedere i differenti comportamenti a inizio carica: 5 lampeggi e luce spenta per la evo, 3 lampeggi e luce fissa per la eco.
 
E quindi??? Cosa vuol dire? Stai dando ragione alla mia teoria,se il chip è integrato nella batteria,oltretutto non potrebbe essere altrove,basta dare la 5 volt.. e provvede lui ai vari processi.
 
I chip non sono solo nelle batterie, ma anche nei caricatori (questo l'hai scritto anche tu), e si interfacciano reciprocamente nel processo di carica. E' evidente, tanto più che se metti una batteria evo sul carica eco, dopo un po' si accende fissa la spia anche lì. Non dico che non la carica, lo fa, solo che alla fine ti ritrovi con una batteria carica ma inutilizzabile.
 
Ultima modifica:
Io ti dico che nella batteria c'è il chip che si occupa della ricarica e controllo batteria scarica.. nel caricabatterie c'è solo il chip che controlla l'assorbimento e accende il led corrispondente.. se assorbimento 0 è verde se massimo è rosso entrambi nel ciclo di livellamento carica.. e quasto vale per i vari caricatori..
 
Io sostengo le mie tesi,ovvio non condivisibili da tutti,ma che tecnicamente risultano abbastanza solide,se poi qualche persona più addentro potrebbe dira la sua,ben venga,io spero che qualcuno possa dimostrare altro,non per qualcosa,ma almeno per vedere come siamo messi.
Se fra qualche mese mi ritrovo con la EVO schiattata non vi preoccupate,ve lo dirò lo stesso.. Per ora vado avanti visto che si comportano regolarmente.
Ovvio che come dico spesso,sono prove e considerazioni MIE..
Prove fatte al banco,con alimentatori ecc ecc e considerazioni tratte dai risultati..
Accetto scommesse SOLO per le MIE batterie ovvio,perchè so cosa gli faccio e dove le collego.. :)
 
Benvengano interventi di tutti tesi ad aumentare la conoscenza del forum, vi prego di non esternare considerazioni personali, che oltre ad essere OT "indispettiscono" e di conseguenza inaspriscono le discussioni.

Grazie!
 
Io ti dico che nella batteria c'è il chip che si occupa della ricarica e controllo batteria scarica.. nel caricabatterie c'è solo il chip che controlla l'assorbimento e accende il led corrispondente.. se assorbimento 0 è verde se massimo è rosso entrambi nel ciclo di livellamento carica.. e quasto vale per i vari caricatori..

Se ti ho appena detto che la batteria evo nel pacchetto eco dopo un po' si comporta come una eco (si accende il led fisso), evidentemente non è come dici.
Siamo su due piani diversi: tu parti da un assunto e lo poni come assioma, io invece ti parlo di osservazioni oggettive sperimentate sul campo, assolutamente non teoriche. Tutto qui :)
 
EVITate le e-cigarette

Salve ho comprato da poco la e-cigarette da yb e fanno veramente schifo, dopo una settimana già sono fuori uso .
Su 2 comprate 1 già non pippa più.
SI scaricano dopo un paio d'ore e ci mettono una vita per ricaricarsi.
NOn conoscevo le Evo o la titan e considerato il costo della e-cigarette non è affatto conveniente fermorestando che dovrebbe anche funzionare.
è un pacco.
Adesso compre la evo e vi faccio sapere come mi trovo
saluti :rolleyes:
 
Se ti ho appena detto che la batteria evo nel pacchetto eco dopo un po' si comporta come una eco (si accende il led fisso), evidentemente non è come dici.
Siamo su due piani diversi: tu parti da un assunto e lo poni come assioma, io invece ti parlo di osservazioni oggettive sperimentate sul campo, assolutamente non teoriche. Tutto qui :)

:D Dai,non ci posso credere,un chip che cambia comportamento mi sembra esagerato,come ho detto le batterie si ricaricano ognuna a modo proprio,una col led acceso e spento alla fine (eco) e l'altra spento con luce accesa alla fine (evo).Logica negata.Mostrano la stessa condizione con indicazioni opposte.
Ma da qui a cambiare comportamento,siamo all'autoapprendimento.E non mi sembra questa l'eletronica in grado di farlo,posso anche capire una finta carica,ovvero l'indicazione di avvenuta carica senza che effettivamente sia accaduto,ma un cambiamento di indicazioni non mi pare possibile.
A tuttora la evo e la eco vanno bene.
Aggungo un piccolo calcoletto,fatto a mente.
Mediamente una batteria di e-sigaretta ha una capacità di 280 mAh..
Una boccata dura circa 5/6 secondi.. l'atomizzatore assorbe circa 1A..
Quindi a batteria efficiente avremmo un'autonomia di 20 minuti di boccate,se tra una boccata el'altra facciamo passare circa 25 secondi avremmo 25+5=30
20 minuti di boccate sono 1200 secondi che sono 240 boccate che fanno 7200 secondi.. guarda caso 2 ore di fumo.. che sono quelle misurate da me.
che sia eco o evo.. non ci sono santi.. :D due ore di efumate.
Che possiamo fare arrivare a quanto ci pare,andandoci piano .. ma un ciucciatore folle può sopravvivere 1,5 max 2 ore.
Spero di avervi confuso abbastanza.. :D :D
 
Cos'è che non capisci? E' il caricabatteria che controlla la carica, mica la batteria da se medesima, che ha altre funzioni.. Tu ritieni sia tutto così lampante? Allora perché non lo spieghi anche a noi comuni mortali, di grazia? Già che ci sei, spiegaci anche quale caricabatterie 'Nokia', per la maggior parte progettati per batterie agli ioni di litio, sarebbe adatto a caricare delle celle a polimeri di litio. Poi, se proprio vogliamo fugare ogni dubbio, potresti mettere un filmatino di come ricarichi le batterie evo col pacchetto eco (lol)?

P.S.: Nella batteria è programmata anche una funzione, detta cutoff. Ma certamente lo sapevi già..
 
Ultima modifica:
:D Dai,non ci posso credere,un chip che cambia comportamento mi sembra esagerato,come ho detto le batterie si ricaricano ognuna a modo proprio,una col led acceso e spento alla fine (eco) e l'altra spento con luce accesa alla fine (evo).Logica negata.Mostrano la stessa condizione con indicazioni opposte.
Ma da qui a cambiare comportamento,siamo all'autoapprendimento.E non mi sembra questa l'eletronica in grado di farlo,posso anche capire una finta carica,ovvero l'indicazione di avvenuta carica senza che effettivamente sia accaduto,ma un cambiamento di indicazioni non mi pare possibile.
A tuttora la evo e la eco vanno bene.
Aggungo un piccolo calcoletto,fatto a mente.
Mediamente una batteria di e-sigaretta ha una capacità di 280 mAh..
Una boccata dura circa 5/6 secondi.. l'atomizzatore assorbe circa 1A..
Quindi a batteria efficiente avremmo un'autonomia di 20 minuti di boccate,se tra una boccata el'altra facciamo passare circa 25 secondi avremmo 25+5=30
20 minuti di boccate sono 1200 secondi che sono 240 boccate che fanno 7200 secondi.. guarda caso 2 ore di fumo.. che sono quelle misurate da me.
che sia eco o evo.. non ci sono santi.. :D due ore di efumate.
Che possiamo fare arrivare a quanto ci pare,andandoci piano .. ma un ciucciatore folle può sopravvivere 1,5 max 2 ore.
Spero di avervi confuso abbastanza.. :D :D


Il tuo discorso sta in piedi ... non ho mai pensato di fare
un calcolo di questo tipo.

Il problema e che 280 ma non li trovi nelle batterie ...
al meno nella evo sicuramente no.
Se non mi ricordo male ... la M401 che e la evo bianca ha 140 ma.
la M402 110 ma. Devo pero riguardare la documentazione

Mi incuriosisce la cosa... per caso hai misurato in
qualche maniera l'assorbimento mentre funziona ? Il mio tester e rimasto senza batteria... e quella da 9V :)

Grazie
Denis
 
Ho un alimentatore di precisione,con il quale ho testato gli atomizzatori,ho anche provato con un montaggio molto volante per intercettare i punti dove misurare tensioni e correnti.. Misurato anche che la ricarica avviene con circa 250 mA.. e quindi 2 ore bastano e avanzano..senza le cariche di fondo di 8 ore.. sono celle al litio,non hanno cariche inziali ed effetto memoria,vengono gestite sempre dal chip,che vede il minimo e il massimo.. infatti una buona efficineza la si ha dopo almeno 2 cicli di scarica totale..
Poi si stabilizza e poi... he he.. cala e la si butta. :)
 
Indietro
Top