• Vi invitiamo a prendere visione del Regolamento del Mercatino e delle note recentemente aggiunte - http://www.esigarettaportal.it/forum/vendo-mercatino/339-regolamento-mercatino.html
  • Nicotina: conoscerne i pericoli per utilizzarla in sicurezza - leggi qui: http://www.esigarettaportal.it/forum/eliquidi-mix-e-ricette/28164-nicotina-conoscerne-i-pericoli-per-utilizzarla-in-sicurezza.html - in evidenza nella sezione "Eliquidi Mix e Ricette"

Di nuovo sui materiali delle wick

Io il dubbio ce l'ho da quando ho iniziato a svapare, tale e quale da quando iniziai a fumare.

Da qualche tempo mi sorge il dubbio anche su cosa metto nello stomaco quando mangio....

Che ci vuoi fare, di una morte dovremo pur morire...:incrocia:
 
Mi pare una risposta molto sterile..io volevo solo il parere di altri, tanto per confrontarsi. :)

Perdonami per la freddezza del mio intervento, ma credo che nessuno abbia la verità in tasca in materia.

Se esaminassimo ogni componente che immettiamo nel nostro corpo inalando, ingerendo, respirando, iniettando ecc. non vivremmo più!

Non è una banalità. Spero solamente di non essere costretto a recarmi in Svizzera per decidere sulla MIA fine.
 
A me sembra molti seria questa cosa..con l amianto non si scherza...nessuno che ha la possibilita di analizzarle?
 
comunque sia i problemi correlati all'amianto fanno parte della categoria: una goccia contamina un mare cristallino
anche se ce ne fosse traccia fino a poco prima dello scandalo per cui è stato "messo in sicurezza" non si usava in 2 o 3 contesti come si pensa...
non dico in città ma appena fuori(tutte le città) ci sono case, casupole ed edifici vari con tetti o attinenze in eternit
magari qualcuno sa che veniva usato nelle tute ignifughe e isolanti del genere ma quanto e per cosa si usasse lo sanno in pochi
c'erano e ci sono ancora deterioramento permettendo in giro migliaia di tonnellate di amianto sotto forma di fogli(tipo cartongesso per intenderci) corde cordini guarnizioni
mix con altri componenti
una volta con l'amianto ci facevano praticamente tutto e ora è sparito? ha fatto puff >.<
chissà quanto ne respiriamo al giorno... se è presente magari in tracce in una wick non credo che siamo in grado di assorbirne quantitativi pericolosi
tra l'altro i problemi grossi li da e li ha dati con esposizioni prolungate, chi lavorava nelle fabbriche e chi installava tetti più di tutto(tagliavano i pennelli di eternit con la flex e per intenderci... mascherina o no fa un polverone che sembra una tempesta di sabbia nel deserto)
a me onestamente fanno più paura i metalli pesanti in atom e liquidi che le wick e le lanette varie...
 
È stato appurato (anche dalla lega italiana antifumo) che i metalli presenti nei liquidi sono in quantita talmente bassa che è più cancerogeno un crsto di insalata…

Ma sulle wick sappiamo poco, pochissimo, e i produttori non sprecano a rassicurare i consumatori…
 
si scusate faccio un mea culpa
non volevo fare allarmismo era per amplificare il discorso su: se vedi tagliare eternit con la flex da persone che lo fanno di mestiere da 40anni e stanno bene non ti preoccupi della wick e delle ipotetiche fibre d'amianto in essa contenute ;)
scusate se non mi sono fatto capire
 
Sai è come chiedere ad uno di Monfalcone se svapare questo o quello fa male;di mio dopo + di 40anni di sigarette fare questi aerosol è come stare nelle terme del salisburghese.
 
si beh conosco qualcuno di monfalcone in effetti
comunque si diceva delle wick perchè nessuno parla di mesh...
la famosa ossidazione della mesh è un processo chimico nato in siderurgia è un "effetto collaterale" delle lavorazioni a caldo e forma la calamina
cito wikipedia parzialmente per comodità comunque viene da wikipedia:Calamina
Composizione [modifica]

Questo strato è costituito principalmente da:
ossido ferroso (FeO) nella parte più vicina al metallo;
magnetite (Fe3O4) nello strato intermedio;
ematite (Fe2O3) nello strato esterno.
Caratteristiche [modifica]

La calamina, se si conservasse intatta ed aderisse saldamente all'acciaio, svolgerebbe un'azione protettiva dello stesso, ma sia a causa dell'azione degli agenti atmosferici, durante il trasporto e l'immagazzinamento, sia per l'inevitabile rottura della scaglia stessa durante le operazioni di officina, questa raramente rimane intatta.
In tal caso l'umidità penetra nelle fenditure e reagisce con lo strato di ossido ferroso più vicino alla superficie dell'acciaio formando idrossidi ferrosi e ferrici che per l'aumento di volume procurano il distacco della calamina.
Pertanto non è conveniente effettuare la pitturazione di protezione anticorrosiva del laminato direttamente sopra la calamina, che deve essere rimossa prima dell'applicazione del ciclo di pitturazione.
in 2 parole fa male anche l'aria che respiriamo, non poco o tanto
dipende dal caso, dalla persona e dalla situazione
hanno pure detto che il vapore del glicerolo ha ridotto la capacità polmonare delle cavie di laboratorio... si in un ambiente atmosfericamente controllato con il 60% in volume di vapori di glicerolo... capacità polmonare un piffero, quasi non c'era aria
se per ipotesi inalassimo volontariamente 2cm di wick al giorno, ponendo che siano fatte interamente di amianto credo che comunque non arriveremmo mai nella vita ai quantitativi inalati dalle vittime di malattie provocate da amianto
 
Guarda, ammetto che il dubbio (o meglio, la preoccupazione) era venuto anche a me all'inizio.
è anche un argomento molto forte, come le radiazioni, che ci spaventa nel profondo. è normale, è umano.

Non ho conoscenze specifiche, quindi prendi il mio discorso come un'argomentazione logica. Nulla di più.

Non credo proprio che nelle ecig mettano le fibre del materiale con la A. Non avrebbe senso, alcun senso. E comunque è verificato che non è così. Ci mettono la fibra di silice, quella è.
La fibra di silice è una fibra molto fine, molto resistente al calore.. e in queste caratteristiche è simile al famigerato materiale con la A.

Come mai nessuno, NESSUNO, con tutte le campagne contro l'ecig che stanno facendo, ha MAI nominato queste fibre?
Non entro nel merito delle campagne, per il mio discorso non serve. Parlo in generale di campagne contro l'ecig (giuste, sbagliate, corrette, mendaci, supportate da dati veri, falsi, astratti..), le fanno ed è un fatto.
Se ne sono sentite di ogni: e la batteria che esplode, e la nicotina cinese, e l'overdose di nicotina, e i metalli pesanti.. e sempre generalizzate a tutto il parco ecig.

Vuoi allora che a nessuno sia venuto in mente di parlare delle pericolossissime fibre simil-amianto, presenti in TUTTI i sistemi di vaporizzazione??
Mi sembra strano.. se ne parlassero, altro che batteria esplosiva.. la gente le getta a mare le ecig!
E allora perchè nessuno l'ha fatto?
Secondo me perché, "scienza alla mano", il paragone non sussiste.
E questo, personalmente, mi tranquillizza molto di più di uno studio pro-ecig.

:)
 
Guardando le immagini di questo post (http://www.esigarettaportal.it/forum/mods/3303-materiali-dellatomizzatore.html) e leggendo questo articolo (Come è possibile riconoscere le fibre di amianto ? | Blog Frareg) mi è sorto qualche dubbio...voi che ne pensate?

Vi sono molte discussioni dove ne abbiamo parlato, le fibre che sono presenti nei nostri atom sono "quasi sicuramente" silica wick, nulla a che fare con l'amianto, cito alcune parole del blog che hai inserito : " Le fibre di amianto sono 50-100 volte più fini di un capello: è impossibile vederle ad occhio nudo." le fibre nei nostri atom sono "brutte" ma si vedono bene, questo perché è un tipo di fibra filata, con diametri predederminati, progettati appositamente, che anche frantumandosi non producano pezzi inalabili.
Esempio: Texpack srl - Texil® - Prodotti in fibra di silice 1000°

Uguale ingrandimento:
Fibre di amianto
amianto2.jpg

amianto1.jpg



Fibra di silice "smaciullata appositamente" :)
silice1.jpg
 
Ultima modifica:
Benchè non sia una delle marche più adorate, l'unico produttore che si degna di dichiarare tutti i materiali dei suoi atomizzatori è Puff, il quale nel manuale di istruzioni della sua sigaretta Quantum dichiara che la wick è in fibra di vetro e la resistenza in titanio.

Magari dico corbellerie, ma penso che Google traduttore per chi realizza libretti è pessimo :naughty: ..... dire che la wick è fibra di vetro è controproducente al costruttore (fondono a 550° e sono poco adatte agli atom) probabilmente la definizione originale era "fibra vetrosa" e non è la stessa cosa,........ per quello che riguarda il titanio come resistivo, mbè, mi fa riflettere diciamo :pazz:
 
Ho provato a fare un piccolo esperimento casalingo, testando la resistenza al calore della wick.

Ho prelevato una wick di un vecchio atom 510 di marca Ovale e l'ho sottoposta alla fiammella di un accendino:

1 - la wick ha iniziato a "friggere" poichè evidentemente presentava ancora residui di liquido
2 - dopo un minuto ho spento la fiammella e ho strofinato la wick, che è tornata bianca e luminosa (come nuova).
3 - ho riacceso l'accendino e la wick dopo pochi secondi ha cominciato a diventare incandescente.
4 - dopo circa un minuto è diventata nera e si è carbonizzata.
5 - da notare che durante la (presunta) carbonizzazione la fibra non si è mai sfaldata o rotta. Si rompeva solo con lo sfregamento.

Da questo deduco che non si tratti di amianto, viste le sue note capacità ignifughe.

Voi che ne pensate?
 
Intanto ho deciso di contattare tre laboratori di analisi qui nella mia città, cosi' se la cosa non è troppo proibitiva tagliamo la testa al toro.

Tanto è inutile andare avanti a supposizioni, con i se e con i ma.

Vi aggiorno su quello che mi risponderanno.
 
Indietro
Top