• Vi invitiamo a prendere visione del Regolamento del Mercatino e delle note recentemente aggiunte - http://www.esigarettaportal.it/forum/vendo-mercatino/339-regolamento-mercatino.html
  • Nicotina: conoscerne i pericoli per utilizzarla in sicurezza - leggi qui: http://www.esigarettaportal.it/forum/eliquidi-mix-e-ricette/28164-nicotina-conoscerne-i-pericoli-per-utilizzarla-in-sicurezza.html - in evidenza nella sezione "Eliquidi Mix e Ricette"

Comprendere per non confondere

ahhhh forse ho capito.
ti riferisci all'ultima reazione.

quella è la reazione di disidratazione della glicerina.
in pratica, scaldando a dovere la glicerina questa produce acroleina e acqua.
se guardi bene, dalla struttura della glicerina spariscono 4 atomi di idrogeno e 2 di ossigeno.
infatti da ogni molecola di glicerina, si forma una molecola di acroleina e 2 molecole di acqua.
ciao
una domanda!!!

a che temperatura la glicerina, può trasformari in acroleina, una sostanza decisamente tossica e cancerogena?
e a che temperatura arrivano i vaporizzatori
ho provato a mandarti un mex in pvt ma non sono abilitata.
spero che tu riesca a rispondere a questo post
 
Visto che non ti hanno risposto ti dico che ho letto da qualche parte che per generare acroleina bisogna portare la VG ad almeno 280 gradi, mentre i nostri atomizzatori non arriverebbero neanche vicino alla metà di questa temperatura (perlomeno quando sono a contatto con il liquido). Chiaramente se lasci seccare un atom scalderà di più, ma in teoria questo accade proprio perchè non c'è rimasto nulla da trasformare - eventualmente - in acroleina.
 
scusa ma avevo perso questo post nei meandri del forum, morder3d non ti può ripondere, ha lasciato il forum ... ci provo io con le mie limitate conoscenze

l'acroleina come giustamente detto si forma a 280°C gli atomizzatori, secondo alcune misurazioni fatte da Aria utilizzando un termometro ad infrarossi (credo non ricordo bene) raggiungono i 60 gradi sull'arco superiore altre misurarazioni (ruyan) parlano di 40-50°C ma l'ordine di grandezza è lo stesso ... la documentazione a riguardo la trovi sparsa nel forum

da un punto di vista teorico essendo il liquido una soluzione con acqua e ipotizzando che l'acqua sia il componente con il punto di ebollizione più basso l'ebollizione non dovrebbe essere molto distante dai 100°C e rimanere a a quella soglia termica fino al totale esaurimento dell'acqua.

considerando che il liquido tiene bagnata la resistenza per raffreddarla, vedi discussione sugli atomizzatori e sul ruolo del wick secondario in kevlar, fino a totale esaurimento dell'acqua la resistenza dovrebbe avere temperature dell'ordine dei 100°C

bisogna ricordare inoltre che in tutte le analisi che sono state portate a mia conoscenza e che puoi trovare anche nel forum non è mai stata rilevata acroleina (vedi ruyan, Un. NZ, Un. GR, aria e altre) e nemmeno lo studio FDA che ha rilevato glicole etilenico e nicotinammine non mi sembra abbia menzionato l'acroleina
 
Discussione molto bella ed istruttiva! Grazie Morder3d...ti lascerei un rep+...ma è vero che hai lasciato il forum? :-( Io lo do lo stesso...ciao! ;-)
 
......................
il glicole propilenico ha una tossicità molto bassa e sono necessarie dosi molto elevate per produrre effetti tossici (ben al di sotto di quelle impiegate a questi scopi).
la glicerina di per se non ha una tossicità specifica ma è fortemente igroscopica (richiama acqua) quindi potrebbe mediare una tossicità per questa via a dosi decisamente elevate e ben lontane da quelle in gioco.
tuttavia la glicerina se esposta ad elevata temperatura, può trasformari in acroleina, una sostanza decisamente tossica e cancerogena.
Naturalmente non sono in grado di comprendere gli schemi e le relative spiegazioni tecniche da te riportate. Percui mi baso esclusivamente sulle tue conclusioni che ho sopra riportato.
Da quello che dici, e parlando esclusivamente della acroleina, sembra di capire che quest'ultima sia legata esclusivamente alla glicerina,per cui escudi la possibilità che detta sostanza si possa formare dal glicole propilenico. In termini pratici se io usassi eaclusivamente PG il pericolo acroleina è scongiurato? O quello che hai scritto è frutto di una tua personale opinione?. Grazie.[MENTION=609]mordr3d[/MENTION]
 
Ultima modifica:
no non è opinione personale.
l'acroleina si sviluppa dalla glicerina e basta. se usi solo pg acroleina non se ne forma.
tieni presente però una cosa.
fino ad oggi nessuno studio ha evidenziato acroleina, nemmeno quelli pagati dalle major del tabacco per screditare le ecig.
quindi la nostra elucubrazione sull'acroleina potrebbe essere solo una lunga ... lunghissima sessione di autoerotismo mentale.
e ad un anno di distanza posso dirti che è molto probabile che sia così.
infatti svapo velvet :p

Ps. al mio articolo, alla luce delle conoscenze via via acquisite con la frequentazione del forum, dovrei obbiettare che l'acroleina in effetti è classificata come "POTENZIALMENTE" cancerogena,
e la stessa è sotto osservazione per stabbilire se è o non è .
quindi in linea di principio il forse è meglio del sicuro.
 
Ultima modifica:
Mamma mia leggendo questi discorsi come acroleina, cancerogena,etc.etc. mi si rabbrividisce la pelle e mi pongo sempre la solita domanda, la stessa che mi sto ponendo da queste poche settimana in cui ho cominciatoa svapare e cioè:
MA SIAMO SICURI QUELLO CHE CI SVAPIAMO?? E CHE MAGARI NON CI SIA QUALCHE SOSTANZE NELLE ESIG QUADRUPLICAMENTE PIù CANCEROGENA DELLE 4000 SOSTANZE TOSSICHE DELLE PAGLIE??

Scusate se posso sembrare ripetitiv nei miei post e metto sempre in mezzo questo discorso, ma io credo che questo non sia un'argomento da sottovalutare, la prima cosa è la salute ed uno deve conoscere e sapere quello che sta facendo, come uno consoce e sa quelloc he si sta facendo quando fuma le paglie.

P.S. spero che in questi anni qualche altra cosa si sia scoperta a riguardo :grat:
 
Mamma mia leggendo questi discorsi come acroleina, cancerogena,etc.etc. mi si rabbrividisce la pelle e mi pongo sempre la solita domanda, la stessa che mi sto ponendo da queste poche settimana in cui ho cominciatoa svapare e cioè:
MA SIAMO SICURI QUELLO CHE CI SVAPIAMO?? E CHE MAGARI NON CI SIA QUALCHE SOSTANZE NELLE ESIG QUADRUPLICAMENTE PIù CANCEROGENA DELLE 4000 SOSTANZE TOSSICHE DELLE PAGLIE??

Scusate se posso sembrare ripetitiv nei miei post e metto sempre in mezzo questo discorso, ma io credo che questo non sia un'argomento da sottovalutare, la prima cosa è la salute ed uno deve conoscere e sapere quello che sta facendo, come uno consoce e sa quelloc he si sta facendo quando fuma le paglie.

P.S. spero che in questi anni qualche altra cosa si sia scoperta a riguardo :grat:

Innanzitutto, ciao a tutti :)
Sono "nuova" del forum, e vi ringrazio per quello che avete scritto negli anni, perché mi è stato chiarificatore nella scelta sia dell'e-cig sia delle sostanze in essa contenute.
Sono da poco passata dal fumo allo svapo: e l'ho fatto nella convinzione che, se davvero sarebbe meglio darci un taglio netto a quello stramaledetto vizio che mi porto dietro da più di vent'anni, e che se è anche vero che non vorrei sostituire il fumo con altro fumo, forse questo vizio è meno deleterio dell'altro. O, almeno, preferirei esserne consapevole, per fare delle scelte in piena libertà.
Personalmente, ritengo sia davvero difficile che l'e-cig possa raggiungere il livello di tossicità delle sigarette normali. Però, devo ammettere che di chimica non ne capisco davvero nulla e che, quindi, tutto potrebbe essere.
Come le multinazionali farmaceutiche fanno capo alla Fda, immagino lo stesso sia anche delle multinazionali del tabacco: quindi, forse i risultati delle indagini da essa promosse siano da prendere con le dovute precauzioni.
La cosa importante, però, sarebbe che riuscissimo noi, in prima persona, ad essere obiettivi, accettando di ammettere, se fosse il caso, che anche le e-cig sono dannose, non importa se più o se meno: non volerlo ammettere per il solo fatto di esserne dei consumatori, non sarebbe un atteggiamento critico intelligente ... a meno che non si voglia nascondere la testa sotto la sabbia.

Mi scuso se mi sono dilungata, ma credo potrebbe essere interessante per tutti avere delle info in più, fossero anche delle opinioni personali tratte da ragionamenti scientifici vicini alle proprie conoscenze, come mi sembrano essere quelle, gentilissime, del doctor di questo forum (che ringrazio per la sua disponibilità).

Ci sono nuove, buone o cattive? E voi che frequentate il forum, il dubbio lo avete mai avuto?

Grazie a tutti :)

Cinzia
 
Ci sono centinaia di pagine solo su questo forum: mettendo su Google "acroleina" e "esigarettaportal" vengono fuori 1660 documenti.
Non c'è acroleina, perché non può formarsi, come viene spiegato anche qui, non c'è l'antigelo, non ci sono ammine. Nel vapore si trovano numerosi inquinanti: quelli normalmente presenti nell'aria che respiriamo.
 
Si, nel vapore che si emette dopo aver aspirato, immagino di si ... :)
Quello che mi chiedevo era cosa producono le sostanze presenti nella boccetta aromatizzata con cui carico la mia e-cig quando le aspiro ...
 
Innanzitutto, ciao a tutti :)
Sono "nuova" del forum, e vi ringrazio per quello che avete scritto negli anni, perché mi è stato chiarificatore nella scelta sia dell'e-cig sia delle sostanze in essa contenute.
Sono da poco passata dal fumo allo svapo: e l'ho fatto nella convinzione che, se davvero sarebbe meglio darci un taglio netto a quello stramaledetto vizio che mi porto dietro da più di vent'anni, e che se è anche vero che non vorrei sostituire il fumo con altro fumo, forse questo vizio è meno deleterio dell'altro. O, almeno, preferirei esserne consapevole, per fare delle scelte in piena libertà.
Personalmente, ritengo sia davvero difficile che l'e-cig possa raggiungere il livello di tossicità delle sigarette normali. Però, devo ammettere che di chimica non ne capisco davvero nulla e che, quindi, tutto potrebbe essere.
Come le multinazionali farmaceutiche fanno capo alla Fda, immagino lo stesso sia anche delle multinazionali del tabacco: quindi, forse i risultati delle indagini da essa promosse siano da prendere con le dovute precauzioni.
La cosa importante, però, sarebbe che riuscissimo noi, in prima persona, ad essere obiettivi, accettando di ammettere, se fosse il caso, che anche le e-cig sono dannose, non importa se più o se meno: non volerlo ammettere per il solo fatto di esserne dei consumatori, non sarebbe un atteggiamento critico intelligente ... a meno che non si voglia nascondere la testa sotto la sabbia.

Mi scuso se mi sono dilungata, ma credo potrebbe essere interessante per tutti avere delle info in più, fossero anche delle opinioni personali tratte da ragionamenti scientifici vicini alle proprie conoscenze, come mi sembrano essere quelle, gentilissime, del doctor di questo forum (che ringrazio per la sua disponibilità).

Ci sono nuove, buone o cattive? E voi che frequentate il forum, il dubbio lo avete mai avuto?

Grazie a tutti :)

Cinzia

Le opinioni dovrebbero rimanere tali, soprattutto quando provengono da persone di scienza.
La scienza dovrebbe sempre esprimersi in modo scientifico e fondare le proprie affermazioni sull'esperienza sperimentale.
Purtroppo i media sono invasi da scienziati che vendono le proprie opinioni personali come verità scientifiche.
per risponderti però preferisco citare le parole di un collega ed amico.
Statement about Electronic Cigarettes | ClearStream by FlavourArt
ritengo che tutti dovrebbero soffermarsi un attimo e riflettere su queste parole, specialmente coloro che hanno scelto di dedicare la loro vita alla scienza.
 
Indietro
Top