Il premio come migliore start up allo scorso Vaping Expo è stato assegnato alla Goldwave Vaping Lab, composta da ragazzi siciliani che propongono aromi concentrati con originali abbinamenti di sapori, che spesso ricalcano primizie dolci e fruttate tipiche della loro splendida terra d'origine.*

PARADIGMA: viene presentato come un mix di melone, lampone e gelso bianco, che danno vita ad “un aroma intenso e raffinato”. In fase di ispirazione si avverte principalmente un gusto di melone molto naturale e piuttosto fresco, che in fase di espirazione sfocia in un sapore più delicato e leggermente acidulo costituito in primo luogo dal gelso bianco e poi dal lampone (che è appena avvertibile). Il bouquet complessivo è molto delicato, ma decisamente particolare e per alcuni versi mi ha ricordato il sapore della banana, soprattutto all’atto dell’esalazione. Le tre componenti fruttate che costituiscono il prodotto sono comunque ben amalgamate tra loro, cosa che può generare un sapore d’insieme molto diverso da consumatore a consumatore. Si tratta indubbiamente di un aroma sofisticato e “raffinato”, come appare nella descrizione, che però a mio avviso non è esatta quando definisce questo prodotto “intenso”, giacchè è per me molto delicato. Tale “Paradigma” rappresenta quindi a mio avviso un discreto fruttato diverso dal solito, per chi vuole andare un po’ fuori dagli schemi, ma senza rischiare troppo.

SUMMER VIBES: l’evocativo nome estivo che si cela dietro questo aroma trova puntuale riscontro nella sua anima, vale a dire un mix di uva, albicocca e fico. Il primo, dirompente, sapore che ho avvertito all’atto di inspirazione è stato quello di un’albicocca molto matura e succosa, estremamente piacevole ed appagante per via della sua notevole naturalità. Questo sapore scivola poi, in fase di espirazione, in un mix di anguria e fico, sicuramente più delicati, che completano in maniera molto originale il bouquet, donandogli anche un tocco esotico. Questo “Summer vibes” è uno degli aromi della Goldwave che mi ha convinto di più, per l’originalità e la combinazione delle sue componenti fruttate, oltre che per la loro fedeltà. Si tratta di un aroma ricercato ed appagante, ma allo stesso naturale e mai stancante: lo definerei grasso e goloso come se fosse un intenso cremoso. Sicuramente un must da provare in questa primavera che finalmente sembra sia arrivata.

EDEN: come spiega il produttore, ci troviamo di fronte ad una “esplosione di freschezza unita al particolare gusto del fico d’india circondato da un succoso melone con piacevoli note di pera”. Il sapore principale è quello del fico d’india, non particolarmente dolce ma molto fedele al frutto originario, che poi incontra quello più acidulo ma altrettanto realistico della pera, mentre il melone costituisce un gradevole sottofondo che incornicia il tutto, insieme ad un tocco di freschezza generale. I tre ingredienti sono molto ben amalgamati tra loro e il sapore complessivo è assai gradevole e davvero originale. Proprio per via di questa loro estrema sintesi, non è facile rintracciare le singole componenti fruttate, identificabili probabilmente solo con sistemi rigenerabili. Personalmente ho apprezzato anche che l’effetto ice sia molto leggero e non vi sia quella “esplosione di freschezza” presente nella descrizione. Credo che questo “Eden” sia uno degli apici a cui la Goldwave sia arrivata con la sua notevole ricerca dell’originalità nel mischiare i vari sapori, spesso provenienti proprio dall’assolata Sicilia in cui vivono gli aromatieri in questione. Grazie all’estrema naturalità dei sapori che ho percepito e al loro perfetto equilibrio, giudico tale prodotto un ottimo aroma innovativo, sicuramente da provare soprattutto durante la prossima estate.

PARADISIACO: si tratta di un classico mix di uva nera e fragola, con un tocco di freschezza. La bilancia aromatica pende decisamente dalla parte dell’uva nera, rendendo il gusto complessivo meno dolce rispetto ai numerosi prodotti simili a questo. Il sapore della frutta è anche in questo caso molto naturale e realistico, caratteristica positiva che ho rintracciato in pressochè la totalità degli aromi di questo produttore. L’effetto fresco mi è sembrato più accentuato che nel suddetto “Eden”, ma comunque non mi è apparso troppo invadente, quantunque personalmente io non ami il contorno di ice negli aromi. Questo “Paradisiaco” è quindi il meno originale rispetto agli aromi della Goldwave sin qui provati, ma rappresenta una discreta alternativa, meno dolce e particolarmente naturale, rispetto ai numerosi liquidi all’uva-fragola, con l’aggiunta di un po’ di freschezza.