Il CLP è il regolamento che disciplina la classificazione, l'etichettatura e l'imballaggio delle sostanze chimiche.
I fabbricanti sono tenuti a classificare le sostanze e le miscele che immettono sul mercato. Nella maggior parte dei casi si tratta di autoclassificazione, vale a dire che sono gli stessi produttori a decidere in merito alla classificazione (e relativa etichettatura). Possono quindi esserci delle valutazioni diverse sui rischi, che portano a delle classificazioni diverse (vedi ad esempio questo vecchio thread).

Quando invece nel regolamento sono indicati i limiti di concentrazione specifici oppure le stime di tossicità acuta, i produttori sono tenuti ad usarli per la classificazione delle miscele. In futuro quindi sui liquidi contenenti nicotina avremo delle etichette come spiegato nel post #8.