Nel 1969 gli Who pubblicano un album che sarà fondamentale per la loro carriera. Il disco si intitola “Tommy” ed è un’ambiziosa opera rock che narra la surreale vicenda di un ragazzo, Tommy, che a seguito di un trauma diventa sordo, muto e cieco, e la sua privazione sensoriale lo porta ad intraprendere un “viaggio stupefacente” nei meandri della propria mente.
Nel 1975 Ken Russell ne fa un film, assurdo e psichedelico, se possibile ancor più della storia stessa. Coinvolge oltre agli Who stessi, personaggi di grosso calibro del rock e del cinema come Elton John, Eric Clapton, Tina Turner, Jack Nicholson, Oliver Reed, Robert Powell e Ann Margret fra gli altri.
Questa gustosa sequenza, “Eyesight To The Blind”, è un vecchio blues preso in prestito dagli Who e nel film è interpretato dagli Who stessi, Roger Daltrey nel ruolo di Tommy, Ann Margret la madre, Eric Clapton che fa il ******* e anche un piccolo cammeo per il folle Arthur Brown nei panni di un discepolo.
Tommy, sordo, muto e cieco, viene portato nella chiesa di una setta dove il predicatore promette che la loro divinità (iconograficamente simboleggiata da una statua della Monroe) restituisce la vita ai ciechi e guarisce gli ammalati in genere.
Manco a dirlo è un gran pezzo e la clip che lo accompagna ben ne sottolinea l’atmosfera.



Eric Clapton "Eyesight To The Blind" (Tommy 1975) - YouTube