Per chi ha voglia di perdersi in atmosfere musicali poco consuete.
È la musica della Penguin Café Orchestra. Matrice classica, divagazioni folk e melange minimalisti con richiami alle opere di Philip Glass in salsa etnica, il tutto servito su un piatto di ingredienti acustici.
Nel 1984 pubblicano “Broadcasting From Home” e sarà l’album a formazione allargata (fra gli altri anche Sakamoto) che li renderà noti anche al grande pubblico, soprattutto il suo leader, l’intelletuale Simon Jeffes.
Sono composizioni che hanno del giocoso al loro interno, fatte e create con strumenti tradizionali ma trattati come giocattoli, tanto da rendere la musica dell’orchestra del caffè dei pinguini di difficile catalogazione.
“In The Back Of A Taxi” è un piccolo e breve esempio di un’arte priva di tempo e di spazio, potrebbe assere arcaica così come moderna e futuribile. Di sicuro affascinante e divertente.



In the back of a taxi - YouTube