Dopo svariati problemi sono riuscito a settare l'igo F in modo ottimale....

I problemi, in effetti, erano colpa mia, in se l'atom è semplice da gestire.

Partiamo dalla costruzione (premetto che non posto foto perchè ho visto che ce ne sono già diverse in giro che rendono bene l'idea di come è fatto). Solido, interamente in acciaio, compatto e ben fatto a mio avviso, con un drip tip integrato che ne aumenta solidità e compattezza. Non riscontro parti particolarmente sensibili all'usura, quindi lo vedo come un atom abbastanza duraturo, anche perchè nella confezione ci sono due oring di ricambio. (PS. Viene fornito senza resistenza, o meglio, con wick e filo per farla, ma non è montata).

Presenta una vite sul fondo (brugola anch'essa in dotazione) che serve per ricaricarlo, anche se la cosa può risultare scomoda, non a caso io lo carico spesso direttamente dal drip tip...
La capienza, considerando che è un atom da drip è buona.

La resistenza, personalmente, l'ho assemblata con il metodo suggerito su celticvapes, ma potete anche farla in altri modi, fermo restando che le torrette vicine limitano la fantasia. Attenzione nel rigenerare a eventuale resistivo che resta attorno alla vite (a me è capitato due volte e non mi capacitavo del saporaccio).

Tolto questi problemi, che probabilmente ho avuto solo io, segnalo anche un pin piuttosto basso che consiglio di spingere un pò verso l'esterno, il che comunque non cambia di molto le cose. é un atom che a differenza di altri va stretto parecchio.


Rende un buon aroma, decisamente, ma è meno fumoso di altri atom da drip, nonostante un buon hit e un buon retrogusto.
Pur essendo interamente in acciaio, drip compreso, non scalda le labbra come temevo e il vapore è freddo e aromatico, tendenzialmente costante anche con tiri abbastanza ravvicinati (si scalda il corpo dell'atom, ma la parte del drip rimane abbastanza normale).

Complessivamente lo giudico un discreto atom da drip, con pregi che superano i difetti e un ottimo rapporto qualità prezzo.
Consigliato.