Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: informazioni sulla smokies pulse e sulla nicotina

  1. #1
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    1
    P.Vaporizer
    smokies pulse

    Predefinito informazioni sulla smokies pulse e sulla nicotina

    Ciao a tutti, inizio con la prima domanda.

    Ho letto, in alcuni post, che la durata del vaporizzatore e' limitata. Io lo sto usando dal 18 dicembre, e quindi da una ventina di giorni, vaporizzando circa 2 ml di liquido al giorno.
    Quando credete sia il caso di cambiarlo?
    Si acquista nel negozio smokies?
    Avete un'idea di massima del costo?

    Un'altra domanda riguardante la nicotina: Io uso quella all'8%.
    Quindi, se ho ben inteso, svapando 3 ml ne vaporizzo circa 24mg. Ho letto, e non so se e' vero, che se ne assimila circa il 25%, e quindi circa 6mg, che corrisponde a circa 10 camel blu. Allora la domanda e' questa: siccome io ne fumavo piu' di 20, per quale motivo non sento alcun desiderio di fumare? Sono palesemente sbalgiati i calcoli che ho fatto?

    ciao e grazie mille... se riesco davvero a smettere con le fumose merito dello svapo ma anche vostro!!!!!

  2. #2
    Ispiratore di Chrom© ®
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Sturusu
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    roma-palermo
    Messaggi
    6,503
    P.Vaporizer
    tutto ciò che è utile a non dare soldi ai politici e/o anafe

    Predefinito

    1 li trovi ovunque sia al negozio che su internet il costo è tra i 4 e i 6 euro di media.
    la nico non è in % ma nel tuo caso 8mg/ml
    i calcoli sull'assorbimento o equivalenza con sigaretta non esistono sono molto ma molto ma molto approssimativi e privi di seguito scientifico.

    si cambiano mediamente ogni 15-20 giorni (c'è chi li usa di più chi di meno) in ogni caso quando la resa non è più ottima. alcuni cercano una sorta di rigenerazione (cerca dry burn) ma per molti altri (io incluso) è sconsigliato, meglio spendere qualche euro in più e non svapare magari residui strani.
    Uno stato in cui difendersi costa più della pena da cui ci si vorrebbe difendere non è civile.
    Che palle chi dà il benvenuto a tutti i costi


    Quello che sta nel cuore del sobrio è sulla lingua dell'ubriaco.(Plutarco)
    ci sedemmo dalla parte del torto poichè tutti gli altri posti erano occupati B.Brecht

  3. #3

    Predefinito

    Buongiorno a tutti,

    in realtà ci sono diversi studi che descrivono molto bene l'assorbimento di nicotina nei VP e utilizzano un metodo scientifico perché ben dettagliato replicabile.

    In particolare uno studio molto interessante è quello che riporto sotto e che confronta l'assorbimento su un campione di vaper "esperti" e "neofiti". Lo studio evidenzia chiaramente la quantità di nicotina assorbita dai soggetti che hanno tirato 10 puff in condizioni controllate e molto, molto affini al normale uso del VP nella vita quotidiana. Se ne assorbe parecchia e la sua presenza nel sangue aumenta progressivamente nell'arco di una trentina di minuti. Leggete l'articolo in toto per capire il grafico finale, è scritto in maniera molto chiara e i metodi (sono un biologo molecolare di formazione universitaria) mi hanno colpito proprio perché hanno ricreato una classica situazione d'uso della sigaretta elettronica per fare classica "pausa di svapo". Ecco l'articolo:
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4469966/

    Un altro studio confronta l'assorbimento di nicotina usando PV di vecchia e nuova generazione, l'assorbimento è doppio nel caso di utilizzo dei device di seconda generazione in pratica quelli oggi sul mercato, ecco lo studio:
    https://www.researchgate.net/publica...ration_devices

    Tenete presente che le quantità di nicotina riscontrate a livello ematico sono espresse in nanogrammi per millilitro, non confondeteli con i milligrammi, mi raccomando. Se ricordo bene, l'OMS consiglia di non superare una quantità di nicotina pari a 8 nanogrammi per millilitro ma potrei sbagliare e non ho voglia di googlare in questo momento.

    Ovviamente poi uno è libero di fare quello che vuole ma gli studi ci sono e possono fornire uno strumento di comprensione delle dinamiche che vivono la maggior parte delle persone che passano dalla sigaretta in tabacco a quella elettronica: il completo abbandono della prima è in effetti facilitato da un'assunzione di nicotina abbastanza spinta ovviamente in forma proporzionale alla concentrazione dei liquidi.

    Con tutto il rispetto, naturalmente e ci mancherebbe, per chi questi studi non li conosce oppure non ha il bagaglio universitario corretto per interpretarli, credo che il vero problema è che tali studi siano ancora di dominio di una comunità ristretta (quella scientifica) semplicemente per carenza di divulgatori scientifici di massa interessati all'argomento. Ipotizzo tuttavia che con la crescita del mercato, le considerazioni già espresse dalla ricerca soprattutto inglese e nord-americana diventeranno di pubblico dominio e, anticipandole, direi che sì la e-cig è più sicura perché non brucia ma occhio a metalli pesanti dalle resistenze sopratutto per chi rigenera e fa il suo dry burn di prova, occhio agli accumuli carboniosi dal VG e dal cotone bruciato su resistenze dalla vita troppo prolungata, occhio alla temperatura di fumo del PG (molto più bassa del VG), occhio alle aldeidi che si sviluppano sopra i 3.8 volt, occhio al diacetile nei liquidi americani alla crema (in EU è vietato), occhio al sovradosaggio di nicotina che in realtà come dimostrato nel primo studio è una casistica assolutamente comune.

    Svapare fa male? Come diceva Paracelso qualche secolo fa... "Dosis sola facit, ut venenum non fit" (è la dose che fa il veleno).

  4. #4
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di nicolasan
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    1,625

    Predefinito

    Non ho ancora letto tutto... ma ad un primo rapido sguardo mi balzano all’occhio i 18mg/ml di nico che, anche su un dripperino da 14mm con una coil da 1.5mm girata con fili sottili (awg32) ed utilizzata a bassi wattaggi, oggi risulterebbero difficili da mandar giù!
    Ma forse tendo sempre a non pensare da neo svapatore. Trovo comunque troppo generico il termine ‘new generation devices’!
    Mi rendo comunque conto, da ex fumatore e svapatore incallito, che la ‘quantità’ abbia un suo ‘peso’ rilevante a prescindere dalla nicotina: meglio 5 ml a 3mg/ml al dì o 30 senza nico?
    Probabilmente (solo sensazioni da utilizzatore) i primi hanno un impatto ‘migliore’ sul mio organismo e, nel caso in cui la nico non la si elimini del tutto per una reale voglia e convinzione di iniziare un processo che ci porti ad abbandonare anche le nostre nuvole di vapore, ha poco senso ostinarsi a drastiche riduzioni (o eliminazione) di nico se questo ci spinge a mandar giù quantità di liquido ‘importanti’.
    Mi piacerebbe consultar tabelle in cui si specifichi un consumo appropriato/consigliato a seconda dei dispositivi utilizzati, quanti ml sia opportuno vaporizzare con una coil, quali tipi di wick e wire privilegiare, basi, aromi ecc... ecc...
    Invece... in tanto si è pensato di tassare...
    Un peccato che questo aspetto sia tanto trascurato (sempre più?) ultimamente... la ‘riduzione del danno’, dietro la quale troppo spesso ci nascondiamo, è argomento sempre meno chiacchierato e la sensazione è che venga sbandierato/utilizzato ‘solo’ per scopi ‘commerciali/promozionali’.

  5. #5

    Predefinito

    Nicolasan anche sono della tua idea sia sulle quantità (meglio 5 ml a 3 mg/ml di nicotina, decisamente, perché crea minore esposizione agli effetti collaterali non noti dei liquidi) e sul fatto che ci vogliano ancora più studi, più analisi.

    Per inciso, la normazione del settore intesa come un set di nuovi regolamenti più restrittivi rispetto alla confusione che regna su dispositivi e liquidi, sarebbe solo un bene. Il tabacco è stato non solo pesantemente tassato (un pacchetto di Marlboro in India non costa quanto in Europa, il delta è tutto dettato dalle imposte!) ma anche e soprattutto regolamentato. Conosciamo esattamente la quantità di nicotina e sostanze che entrano nell'organismo, ci sono tabelle aggiornate anche sul sito del monopolio. Le informazioni dei laboratori di analisi sono oramai di ampia diffusione nel settore delle sigarette e tutti sanno cosa comporta l'abitudine al fumo. Ed è un bene, indipendentemente dal fatto che il singolo decida di fumare o meno.

    Potrebbe, dovrebbe, succedere anche nel settore della vaporizzazione. Io scelgo i liquidi in base alla trasparenza del produttore e sono ancora una manciata che pubblicano volontariamente i risultati delle analisi chimiche su metalli pesanti e sostanze pericolose introdotte in particolare negli aromi, DEA è una di queste (ok, non sono il massimo come flavour e c'è di meglio ma non sono poi così male e hanno i mezzi per affiancare un po' di ricerca al cinico obiettivo commerciale) ma anche nel loro caso il dato pubblico è un po' generico, le analisi pubblicate sul sito fanno riferimento ad un prodotti non chiaramente identificabile e sono vecchiotte.

    Di sicuro sto alla larga dai prodotti americani e est-europei dove le norme sui componenti indesiderati sono molto meno stringenti o semplicemente assenti. Per inciso, questo si applica anche ad aziende molto famose nel settore. Un esempio è TNT che produce l'ottimo Booms. Alla seconda boccetta ho scritto all'azienda chiedendo informazioni e analisi, ricevendo un no comment che mi ha allontanato dal brand.

    Detto questo, credo siamo in una fase molto embrionale dei prodotti e delle tecnologie, i produttori di dispositivi stanno sperimentando con processi di vaporizzazione basati su ultrasuoni che elimineranno in qualche anno, ne sono certo, il concetto di resistenza riscaldata e il problema delle aldeidi che si formano in quantità pericolose - è dimostrato - a voltaggi con valore superiore a 3,8.

    Ci sono paesi diciamo health-conscious che hanno bannato il vaping senza se e senza ma per "inadequate knowledge" sui suoi effetti come l'Australia, ad esempio, che non ritiene di esporre la salute di potenzialmente milioni di persone ad un mercato che non ha nessun interesse a capire gli effetti ma è focalizzato solamente nel pompare fuori prodotti con un ciclo impressionante.

    Ma io resto comunque grato a questo strumento che mi ha allontanato efficacemente dalla sigaretta in tabacco qualche settimana fa (sono un neofita anch'io) e mi godrò, con qualche lecita attenzione e relativa moderazione, l'esperienza per un po', tenendo presente il corretto "precautionary approach" degli Australiani ;-)

  6. #6
    Administrator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Drakogian
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,898
    P.Vaporizer
    Molti i chiamati... pochi gli eletti.

    Predefinito

    Una precisazione: le "aldeidi", nello svapo, si formano quando c'è una degradazione termica di glicole propilenico e glicerina (PG - VG, i principali ingredienti dei liquidi per la vaporizzazione). Quindi non vanno rapportati al voltaggio ma alla temperatura del vapore generato dalla coil. Un corretto uso/gestione della coil, supportato anche da dispositivi con Controllo della temperatura, riduce e di molto questo pericolo.

    Rimane il fatto, ampiamente dimostrato, che lo svapo è lo strumento più efficace per la riduzione del danno rispetto al fumo delle normali sigarette.
    Il target è "smettere" di fumare perchè il fumo sicuramente è mortale.
    Che poi sia meglio smettere di fumare e/o svapare è assodato.

  7. #7

    Predefinito

    Bravo Drakogian, è certamente la temperatura a determinare la formazione delle aldeidi, la combinazione voltaggio-resistenza la determina ovviamente ma controllando direttamente la temperatura con le box circuitate diventa tutto più semplice. Nota personale, più bazzico questo forum e più trovo persone competenti, ci sono un sacco di post interessanti.

  8. #8
    Ispiratore di Chrom© ®
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Sturusu
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    roma-palermo
    Messaggi
    6,503
    P.Vaporizer
    tutto ciò che è utile a non dare soldi ai politici e/o anafe

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da nicolasan Visualizza Messaggio
    Non ho ancora letto tutto... Trovo comunque troppo generico il termine ‘new generation devices’!
    .
    nemmeno io ho letto tutto, confermo però che questi studi lasciano il tempo che trovano. troppe le variabili in gioco. il pv, l'atom, la coil, il controllo temperatura, il tipo di liquido...
    come si fa a ridurre ad un'equazione esplicita tutte queste variabili? sarebbe un sistema di equazioni con N variabili elevate a potenze logaritmiche (le possibili combinazioni device/liquidi/atom/tipo di tiro etc.).
    Uno stato in cui difendersi costa più della pena da cui ci si vorrebbe difendere non è civile.
    Che palle chi dà il benvenuto a tutti i costi


    Quello che sta nel cuore del sobrio è sulla lingua dell'ubriaco.(Plutarco)
    ci sedemmo dalla parte del torto poichè tutti gli altri posti erano occupati B.Brecht

  9. #9
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Sissi192
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    2,498
    P.Vaporizer
    Pico e doggystyle clone/egoOne v 2/Ares e ijustS

    Predefinito

    POST POLEMICO
    Resto sempre più affascinata dalla ricerca del "pelo nell'uovo" per quanto riguarda le e-cig e i liquidi, soprattutto da parte dei neofiti. I benefici a livello di salute generale che si ottengono svapandi al posto di fumare sono evidenti ad ogni svapatore. È chiaro che smettere totalmente di inalare qualsiasi cosa che non sia aria pulita sarebbe l'ideale ma tutti quelli che si allarmano per i residui di metalli pesanti che potrebbero formarsi nei vaporizzatori personali, quando salgono la macchina fanno le stesse considerazioni?....
    Lo svapo è un mezzo per la RIDUZIONE del danno, mica è un bene primario....


    Inviato dal mio m3 note utilizzando Tapatalk

Discussioni Simili

  1. Avvertenze sulla nicotina
    Di Caio nel forum Esmoking e Salute
    Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 08-04-2013, 19:35
  2. informazioni sulla sigaretta elettronica help me!
    Di lucaman94 nel forum Presentati
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 24-12-2012, 00:26
  3. Calcoli sulla nicotina!
    Di Davide2310 nel forum Discussioni Generali
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 27-11-2012, 14:35
  4. Tutte le informazioni sulla elips
    Di sandrino nel forum Sistemi di Alimentazione
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 12-02-2012, 22:47
  5. Tutte le informazioni sulla eGo-C
    Di sandrino nel forum Sistemi di Alimentazione
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 11-01-2012, 22:39

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •