Lista Tag Utenti

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 25

Discussione: primo atom rigenerabile

  1. #11
    Member
    ESP User

    Data Registrazione
    Dec 2014
    Località
    firenze
    Messaggi
    125
    P.Vaporizer
    Nautilus Mini/K3, GS Basal/ GS Air MS, ISub-S, Ego V2; EX: justfog 1453, egrip, egrip VT, GS Air 2
    Citato in
    13 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    52
    Thanks ricevuti: 12 in 11 Posts

    Predefinito

    @numberinn
    hai scritto che sei appena tornato allo svapo dopo 3 anni di sigarette: immagino che ancora ti vorrà un po' per raccapezzarti in mezzo a questa mole di prodotti in continua evoluzione...ad ogni modo, su cosa ti sei buttato???

    Il mio intento non è quello di spronarti in alcun modo, ma bensì di farti comprendere che il "mondo" dei rigenerabili è ricco di soddisfazioni, ma ci vuole del lavoro per arrivarci e ci saranno occasioni in cui non riuscirai proprio
    tranqui, non l'avevo letto come una sorta di "pubblicità" per comprarmi un rigenerabile
    è che sono patologico: se compro qualcosa che non mi soddisfa, ci resto male...se invece ci penso tanto e poi mi accatto quello giusto, ormai ci ho pensato così tanto e l'ho caricato così tanto di aspettative che ci resto male lo stesso...se poi non lo compro mi resta il dubbio vita natural durante e ci resto male per la terza volta
    la parte che ho citato del tuo intervento quindi la apprezzavo in quanto prendeva posizione netta, a discapito dei (troppi forse) dubbi


  2. #12
    Member
    ESP User
    L'avatar di numberinn
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Brescia
    Messaggi
    131
    Citato in
    39 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    25
    Thanks ricevuti: 24 in 24 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    @numberinn
    hai scritto che sei appena tornato allo svapo dopo 3 anni di sigarette: immagino che ancora ti vorrà un po' per raccapezzarti in mezzo a questa mole di prodotti in continua evoluzione...ad ogni modo, su cosa ti sei buttato???
    In realtà non c'è voluto poi molto: i principi base son sempre quelli. Certo, ho dovuto fare le mie brave ricerche e prove per adattarmi all'uso del cotone (quando son tornato alle bionde, erano giusto i primi tempi in cui si iniziava ad usarlo) e scoprire quali fossero i nuovi produttori principali (per esempio, sono rimasto basito nel sapere che ProVape ha chiuso i battenti).

    Al momento sto usando due atom di Geekvape: Blitzen e Peerless RDTA (quest'ultimo con notevole soddisfazione fin dalla prima build).

  3. #13
    Member
    ESP User

    Data Registrazione
    Dec 2014
    Località
    firenze
    Messaggi
    125
    P.Vaporizer
    Nautilus Mini/K3, GS Basal/ GS Air MS, ISub-S, Ego V2; EX: justfog 1453, egrip, egrip VT, GS Air 2
    Citato in
    13 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    52
    Thanks ricevuti: 12 in 11 Posts

    Predefinito

    Al momento sto usando due atom di Geekvape: Blitzen e Peerless RDTA (quest'ultimo con notevole soddisfazione fin dalla prima build).
    ho fatto una pccola ricerca sul peerless, e su uno shop ho letto questa recensione:
    A prima vista buon prodotto, ottima vaporizzazione (fumo) ed aroma ma...
    fastidiose gocce di liquido e/o condensa dalle fessure regolatore aria e non completamente smontabile per la pulizia. Gommino foro ricarica che vien subito via sollevando il beccuccio utilzzato. Poco valido il drip 510...ottimo il "tipo" Goon ma molta condensa nella camera. Il plug single coil non chiude perfettamente i fori.
    Attenzione a non piegarlo.
    Ed infine non sempre facile il taglio a misura delle coil se decidete di montarne due abbastanza grandi, dovete necessariamnete tagliarle a misura prima di montarle.


    confermi??

    - - - Updated - - -
    @numberinn
    il peerless è da guancia o da palmone??

    altra questione: i dripper mi hanno sempre attirato un po' (la possibilità di cambiare quasi istantaneamente aroma con facilità)...prendendo un RDTA si ha praticamente le stesse possibilità che con un RDA, oppure se si vuole cambiare spesso aroma converrebbe prendersi un RDA??

    e ancora: per i materiali, che dovrei prendere nello specifico? kanthal da 0.30mm? 0.32mm? cotone muji?
    e di attrezzi? posso fare tutto in casa o magari qualcosa di specifico(che so, l'ohm meter..??) farebbe molto molto comodo?

  4. #14
    Member
    ESP User
    L'avatar di numberinn
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Brescia
    Messaggi
    131
    Citato in
    39 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    25
    Thanks ricevuti: 24 in 24 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    ho fatto una pccola ricerca sul peerless, e su uno shop ho letto questa recensione (...)
    confermi??
    Solo parzialmente:
    • confermo che non è completamente smontabile: la ghiera del controllo dell'aria è integrata nel top cap quindi, per pulire tutto a modo, bisogna pulire e girare la ghiera - ripetere il procedimento per 2-3 volte (tradotto: 2 minuti in più che a pulire un top cap qualsiasi).
    • l'unica condensa che si sia fatta finora è sul drip tip quando "esagero" con il chain vaping.
    • non è necessario alcun preventivo "taglio a misura" delle coil - è sufficiente montarle e poi recidere o piegare gli eccessi. Bisogna lavorare su spazi ridotti, ma ci si riesce tranquillamente; per coil con sezioni notevoli come clapton et similia ci sono fori appositi.
    • il gommino del foro di ricarica si solleva solo se si spinge troppo a fondo la boccetta, ma comunque lo si rimette a posto in 2 secondi.
    • il tip 510 l'ho provato giusto per la durata di un tank; nessun problema ma, andando di polmone, preferisco l'810.
    • il plug single coil non l'ho nemmeno estratto dalla confezione


    L'ho preso perché è quanto di più simile ad un genesis abbia trovato e l'intento era di montargli un paio di mesh, però anche con il cotone rende bene.

    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    il peerless è da guancia o da palmone??
    Per la quantità di vapore prodotta ed il wicking, direi che è più indicato per il polmone.

    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    prendendo un RDTA si ha praticamente le stesse possibilità che con un RDA, oppure se si vuole cambiare spesso aroma converrebbe prendersi un RDA??
    Non ti so rispondere perché non ho mai usato un dripper
    In giro tutti dicono di sì, ma credo sia meglio affidarsi al consiglio di qualcuno che conosce bene la materia e possa notare dettagli che ad un profano risultano privi di significato.

    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    per i materiali, che dovrei prendere nello specifico? kanthal da 0.30mm? 0.32mm? cotone muji?
    e di attrezzi? posso fare tutto in casa o magari qualcosa di specifico(che so, l'ohm meter..??) farebbe molto molto comodo?
    Per il cotone, come detto in precedenza, ho appena cominciato ad usarlo ed ho seguito la massa per non trovarmi con brutte sorprese. Prendi qualcosa che sia universalmente accettato: muji, cotton bacon, kendo, ...

    Per le coil dipende da quello che hai usato finora e dalla batteria/box che stai usando: resistenza? Materiale? TCR disponibile? Hai già qualcosa in giro per casa?

    Per gli attrezzi ti serviranno: forbice (per il cotone, quindi dev'essere ben affilata), tronchesina per fili metallici (per i fili più spessi, diciamo oltre i 0,4mm - per quelli più piccoli è sufficiente la forbice od un tagliaunghie), una pinzetta con punte fini angolate (ti serviranno anche per sfoltire il cotone), qualcosa su cui "arrotolare" le coil (per comodità e praticità ti consiglio un coil jig apposito, ma anche una punta di trapano ben pulita fa il suo lavoro), un ohmmetro abbastanza preciso (io uso direttamente l'elettronica della box oppure, in caso di problemi, un multimetro che uso per lavoretti di elettrotecnica) e qualche cacciavitino da elettronica/elettrotecnica torna sempre utile.
    Per comodità anche nella gestione dell'attrezzatura puoi prendere direttamente uno dei tanti kit disponibili anche su Amazon (coil master, ud, tanto per fare due nomi blasonati) dove trovi tutto a cifre che vanno dai 15 ai 50 € circa, scegliendo in base a quello che ti manca.
    Ultima modifica di numberinn; 23-08-2018 alle 01:58

  5. Il seguente User ringrazia :


  6. #15
    Member
    ESP User

    Data Registrazione
    Dec 2014
    Località
    firenze
    Messaggi
    125
    P.Vaporizer
    Nautilus Mini/K3, GS Basal/ GS Air MS, ISub-S, Ego V2; EX: justfog 1453, egrip, egrip VT, GS Air 2
    Citato in
    13 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    52
    Thanks ricevuti: 12 in 11 Posts

    Predefinito

    @numberinn
    beh, intanto grazie mille per le risposte precisissime e approfondite!!!!
    bella la possibilità della doppia coil (piccola e grossa) del peerless (che, per inciso, mi ha fatto sorgere due nuovi spunti: 1) il suddetto dripper 2) accattarmi un piccolo rigenerabile economicissimo da polmone per provare pure quello!!)

    Non ti so rispondere perché non ho mai usato un dripper
    In giro tutti dicono di sì, ma credo sia meglio affidarsi al consiglio di qualcuno che conosce bene la materia e possa notare dettagli che ad un profano risultano privi di significato.
    ehm...a costo di fare una figuraccia, te lo chiedo lo stesso...ma l'RDA non è l'acronimo per i dripper???il peerless è un dripper, no? non ha il tank, quindi....????

    Per le coil dipende da quello che hai usato finora e dalla batteria/box che stai usando: resistenza? Materiale? TCR disponibile? Hai già qualcosa in giro per casa?
    uso una istick 40W da 2600mAh, e ho di scorta (la batteria non è perfetta) una innokin cortex 80W da 3000mAh, entrambe con TC di Ni e Ti, (provato poco il nichel e mai il titanio, e finora non soddisfatto, anche se devo ammettere che non credo di averlo affatto usato bene)...inutile dire, che ANCHE dal punto di vista della box, ho i dubbio che forse dovrò prendermi qualcosa di più potente, che vedo che queste due, a 30W ad esempio, durano poche ore, mentre sono abituato con l'istick a 14-15W a farci l'intera giornata (può facilmente capitarmi di star fuori tutta la giornata senza poterlo più di tanto preventivare)...stavo valutando addirittura se prendermi una eleaf ipower 80W da 5000, così da non avere problemi di durata!!!

    di materiale non ho niente, se si eccettua due piccoli pad di cotone (credo #estratto/macerato, non so di che tipo), e 2mt di kanthal da 0.20 mm (inutile, a quanto ho capito, per coil recenti)...vorrei evitare di prendere, come dicevamo qualche post sopra, 10 tipi di roba diversa per poi usarne solo due

    io uso direttamente l'elettronica della box oppure, in caso di problemi, un multimetro che uso per lavoretti di elettrotecnica
    hai un multimetro di qualità, che di solito non arrivano sotto l'ohm (e se lo fanno, sono spesso imprecisi; o almeno, quelli che ho avuto io)

    Per gli attrezzi ti serviranno: forbice (per il cotone, quindi dev'essere ben affilata), tronchesina per fili metallici (per i fili più spessi, diciamo oltre i 0,4mm - per quelli più piccoli è sufficiente la forbice od un tagliaunghie), una pinzetta con punte fini angolate (ti serviranno anche per sfoltire il cotone), qualcosa su cui "arrotolare" le coil (per comodità e praticità ti consiglio un coil jig apposito, ma anche una punta di trapano ben pulita fa il suo lavoro), un ohmmetro abbastanza preciso (io uso direttamente l'elettronica della box oppure, in caso di problemi, un multimetro che uso per lavoretti di elettrotecnica) e qualche cacciavitino da elettronica/elettrotecnica torna sempre utile.
    Per comodità anche nella gestione dell'attrezzatura puoi prendere direttamente uno dei tanti kit disponibili anche su Amazon (coil master, ud, tanto per fare due nomi blasonati) dove trovi tutto a cifre che vanno dai 15 ai 30 € circa (oppure a 40/50 se vuoi anche l'ohmmetro), scegliendo in base a quello che ti manca.
    quindi, per i primissimi passi potrei tranquillamente arrangiarmi con normalissimi attrezi che ho a casa, e poi vedere se mi serve qualcosa di + specifico...tanto, cmq, immagino che al decimo tentativo, una coil non mi riesce, non sarà per colpa delle pinzette poco adatte o delle tronchesine un pelo troppo grosse
    i kit li ho visti, ne ho guardati diversi, sono carini ma appunto prima devo valutarne l'effettiva necessità...purtroppo non sono come altri che possono permettersi di sfogare le scimmie, e anche per questo pondero bene prima di acquistare!

    P.S. il NiCromo o l'SS316 hanno bisogno di configurazioni diverse nella box, oppure il primo va nel Ni e il secondo nel VW ranquillamente??
    P.P.S. grazie mille davvero per tutte queste dritte/consigli, @numberinn , @nagaraka , @Moebius

  7. #16
    Member
    ESP User
    L'avatar di numberinn
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Brescia
    Messaggi
    131
    Citato in
    39 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    25
    Thanks ricevuti: 24 in 24 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    ehm...a costo di fare una figuraccia, te lo chiedo lo stesso...ma l'RDA non è l'acronimo per i dripper???il peerless è un dripper, no? non ha il tank, quindi....????
    Il peerless è un RDTA, quindi un dripper con sotto il tank (per far passare il liquido al cotone, infatti, di tanto in tanto bisogna ribaltarlo). Ribadisco che non ho idea se si possa considerare al 100% pari ad un dripper oppure no.

    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    (può facilmente capitarmi di star fuori tutta la giornata senza poterlo più di tanto preventivare)
    Ho lo stesso problema, quindi ho preferito una box con le classiche batterie "estraibili" (il costo iniziale è molto più alto, ma la differenza si appiana nel tempo).
    Prendendo come base quanto indicato da steam-engine per la iStick, il range di resistenze utilizzabili con profitto è 0,19 - 1,6 Ω, l'ideale è 1 Ω; queste informazioni serviranno sucessivamente per decidere quale sezione di filo prendere.

    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    di materiale non ho niente, se si eccettua due piccoli pad di cotone (credo #estratto/macerato, non so di che tipo), e 2mt di kanthal da 0.20 mm (inutile, a quanto ho capito, per coil recenti)...vorrei evitare di prendere, come dicevamo qualche post sopra, 10 tipi di roba diversa per poi usarne solo due
    Se non sai che tipo di cotone hai, meglio prenderne di nuovo ed evitare gli eventuali problemi dati da un cotone di cui non conosci la provenienza.
    Per il filo resistivo, visto che il nichel non ti piace e che il titanio è "una brutta bestia" (se prende fuoco non lo spegni finché non si esaurisce da solo), starei sul kanthal A1.
    Sempre usando il buon steam-engine, per ottenere una singola resistenza da 1Ω, 6 spire e con diametro interno da 3mm (il classico, insomma), avrai bisogno di kanthal A1 AWG 27.
    Potresti anche provare l'acciaio 316L: in tal caso ti servirà un AWG 30.

    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    P.S. il NiCromo o l'SS316 hanno bisogno di configurazioni diverse nella box, oppure il primo va nel Ni e il secondo nel VW ranquillamente??
    Il VW va sempre, indipendentemente dal materiale.
    Il TCR, invece, funziona solo con materiali ben precisi, ossia quelli che variano la propria resistenza a seconda della temperatura. Ovviamente la box deve "conoscere" la corrispondente curva di variazione della resistenza per poter calcolare la temperatura.
    NB: il kanthal è un materiale la cui resistenza varia poco in funzione della temperatura, pertanto non è utilizzabile con il TCR (almeno per ora).

    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    P.P.S. grazie mille davvero per tutte queste dritte/consigli
    De nada

  8. Il seguente User ringrazia :


  9. #17
    Member
    ESP User

    Data Registrazione
    Dec 2014
    Località
    firenze
    Messaggi
    125
    P.Vaporizer
    Nautilus Mini/K3, GS Basal/ GS Air MS, ISub-S, Ego V2; EX: justfog 1453, egrip, egrip VT, GS Air 2
    Citato in
    13 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    52
    Thanks ricevuti: 12 in 11 Posts

    Predefinito

    Il peerless è un RDTA, quindi un dripper con sotto il tank (per far passare il liquido al cotone, infatti, di tanto in tanto bisogna ribaltarlo). Ribadisco che non ho idea se si possa considerare al 100% pari ad un dripper oppure no.
    ahhhhhhhh ok...che c'è anche la versione rda, pensavo avessi quella...!!!!
    cmq, qualche settimana fa mi sono fatto una ricerca su google con termini RDA RDTA ecc ecc, e da quel che ho capito l'RDTA è un RDA con il tank...praticamente è la stessa cosa: se negli atom classici (e anche RBA) la wick sta immersa nel liquido, nel dripper (RDA) sei tu che metti via via il liquido sulla coil...l'RDTA sarebbe una specie di evoluzione di questo sistema che rende il tutto automatico: l'atom fa da solo questo passaggio, che comunque però è lo stesso del dripping, e non degli atom "classici"...almeno, questo è quello che ho capito io leggendomi i glossari di svapo online

    Se non sai che tipo di cotone hai, meglio prenderne di nuovo ed evitare gli eventuali problemi dati da un cotone di cui non conosci la provenienza.
    Per il filo resistivo, visto che il nichel non ti piace e che il titanio è "una brutta bestia" (se prende fuoco non lo spegni finché non si esaurisce da solo), starei sul kanthal A1.
    cotone adesso ho un po' di muji, proverò intanto con quello...poi andrò in negozio nei prox giorni (negozio qualificato e competente, dove tra l'altro hanno in vendita anche l'expro che prob mi prenderò) e semmai chiederò che mi consigliano, e lo prendo da loro
    il nichel poi ho letto che è un po' più rognoso da utilizzare...quindi resterò terra terrà su kanthal "base" intorno a 0.30 e amen...che mi basterà cmq un po'...dovrò sperimentare le varie resistenze, che finora avendo usato sempre i soliti atom, con le solite coils, non è che abbia testato un grande range di resistenze!!!

    Prendendo come base quanto indicato da steam-engine per la iStick, il range di resistenze utilizzabili con profitto è 0,19 - 1,6 Ω, l'ideale è 1 Ω; queste informazioni serviranno sucessivamente per decidere quale sezione di filo prendere.

    mi son fatto anche io qualche giro su quei siti che calcolano precisamente le spire in relazione al matriale, la lunghezza ecc ecc, tanto per farmi un'idea!!!


    Ho lo stesso problema, quindi ho preferito una box con le classiche batterie "estraibili" (il costo iniziale è molto più alto, ma la differenza si appiana nel tempo).
    in che modo si appiana??
    cioè, leggo spesso di persone che "sfottono" batterie terra terra come la istick o la pico, ma la mia esperienza (per quanto limitata) è che sono mooolto durevoli...quella da 40W la uso ormai da 2 anni pieni, TUTTI i giorni, come batteria unica, e ancora non ha esaurito il suo dovere...oltretutto, in un mondo come questo dove in continuazione escono cose nuove (e diciamolo, sei piuttosto sospinto a comprarne), dopo 2-3 anni (periodo in cui potresti appianare la differenza di prezzo, come dicevi tu) probabilmente uno e ha già cambiate 2 o 3, di batterie, no???
    oltretutto c'è pure la (fortemente caldeggiata, persino dai produttori) spesa aggiuntiva del caricabatteria esterno!!
    poi, dimmi se mi son perso qualcosa...

    semmai, mi tirano le box con batterie estraibili, perchè (usando wattaggi + alti e scaricandosi ovv.+ velocemente) così ti puoi portare dietro un paio di batterie di scorta, piccole e leggere, piuttosto che portarti un'altra box intera di scorta

    tra l'altro, anche qua (TANTO PER CAMBIARE), mi trovo un po' spaesato: nel solito sito, box che a me sembrano tecnicamente simili ad altre, costano di + o di -...
    è da un po' (in previsione dell'acquisto del rigenerabile) che sto guardando box più grosse, e onestamente, finisco all'80% a valutare le eleaf, mi paiono le migliori come rapporto qualità-prestazioni/prezzo (elenco preso da un store abbastanza grosso e fornito, con buoni prezzi):
    - 40 euro per ipower 80w 5000mAh
    - 50 euro per istick pico 100W 4000mAh (sostituibili)
    - 35 euro per istick 100w (senza batteria)
    - 38 euro aster RT 100w 4400 mAh (con tank incassato con limite di 22mm)
    - 40 euro iKuun i200w 4600 mAh
    - 35 euro iKuun i80w 3000mAh
    ecc ecc
    tutte le box sopra elencate hanno la batteria integrata e non sostituibile (tranne indicazione), funzione TC, praticamente senza limite basso di resitenza (0.1ohm per VW e 0.05 per TC)
    e poi però ci trovi una come la mia istick 40w, 2600mAh, vecchia come il cucco, praticamente allo stesso prezzo (35 euro, come quando l'ho comprata io più di due anni fa), o addirittura la 30W da 2200mAh ai soliti 35 euro...boh, mi deve sfuggire qualcosa!!

    e poi, perchè le eleaf costano sempre una spanna meno delle altre????

    P.S. scusate la (lunga) divagazione OT
    Ultima modifica di pipporan; 24-08-2018 alle 02:55

  10. #18
    Senior Member
    ESP User

    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    206
    P.Vaporizer
    Goon 1.5, Vampire 2, Nefarius, Charm, Chalice IV, , Hussar, Ares, BB varie.
    Citato in
    22 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    7
    Thanks ricevuti: 49 in 47 Posts

    Predefinito

    Come rigenerabile da guancia semplice semplice MTL e a un costo onesto mi sento di consigliare l'Ares di Innokin. Mai avuto un rigenerabile più facile. Di contro, forse permette meno sperimentazioni, ma come "nave scuola" secondo me è top. E ha una resa buona e costante, mai avuto un problema.

    Edit: non è da 22mm ma non era requisito fondamentale, mi pare


    Momentaneamente sono in pari col costo dell'hardware, ora devo ammortizzare i liquidi...

  11. Il seguente User ringrazia :


  12. #19
    Member
    ESP User

    Data Registrazione
    Dec 2014
    Località
    firenze
    Messaggi
    125
    P.Vaporizer
    Nautilus Mini/K3, GS Basal/ GS Air MS, ISub-S, Ego V2; EX: justfog 1453, egrip, egrip VT, GS Air 2
    Citato in
    13 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    52
    Thanks ricevuti: 12 in 11 Posts

    Predefinito


    Come rigenerabile da guancia semplice semplice MTL e a un costo onesto mi sento di consigliare l'Ares di Innokin. Mai avuto un rigenerabile più facile. Di contro, forse permette meno sperimentazioni, ma come "nave scuola" secondo me è top. E ha una resa buona e costante, mai avuto un problema.

    Edit: non è da 22mm ma non era requisito fondamentale, mi pare
    no, non è uno dei requisiti fondamentali il 22m...lo preferisco + piccolo per questioni di dimensioni (deve stare nelle tasche dei pantaloni insieme ad altre cose), la capienza non è un problema (sono abituato a portare sempre liquido con me), e magari potrei decidere di comprare una box "incassata" da 22, ma non è fondamentale
    sembra carino questo ares, in particolare sembra semplicissimo...la lista dei possibili candidati si allunda, invece di accorciarsi!!!!
    cmq, per ora l'expromizer sembra essere in pole position: stanotte ho fatto un colpo di testa e mi sono preso uno skyline coppervape clone per 15 euri su ********...l'ho fatto pensando che così potrei abbinare il vapore secco stile expro a quello doce e morbido (a quanto lo descivono i possessori) dello skyline...e per una 50ina di euri dovrei averli entrambi

  13. #20
    Member
    ESP User
    L'avatar di numberinn
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Brescia
    Messaggi
    131
    Citato in
    39 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    25
    Thanks ricevuti: 24 in 24 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    ahhhhhhhh ok...che c'è anche la versione rda, pensavo avessi quella...!!!!
    Scusa, ma se stavamo parlando anche di "gommino di ricarica"... il Peerless RDA non ha nessun gommino, proprio perché non c'è il tank

    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    cmq, qualche settimana fa mi sono fatto una ricerca su google con termini (...) questo è quello che ho capito io leggendomi i glossari di svapo online
    A costo di essere ripetitivo: sulla carta RDA e RDTA hanno la stessa resa ma, nella pratica, può invece differire.
    Anche una "baggianata" come sgocciolare il liquido direttamente sulla coil invece che avere il cotone come mezzo per portarvelo, potrebbe rendere le cose differenti.

    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    in che modo si appiana??
    Le batterie al litio subiscono un degrado considerevole in funzione di vari fattori (nr di cariche effettuate, danni da scariche complete, etc) e, quelle integrate, solitamente sono di qualità mediocre.
    Inoltre ci sono dei fattori di rischio: per esempio, se un venditore ti rifila un fondo di magazzino la cui batteria muore dopo 2 mesi, in un caso spenderai solo 10€ di batteria nuova, nell'altro dovrai cambiare la box (oppure ingegnarti per cambiare la sola batteria - oltre che per trovare il ricambio, ovviamente).
    Buon per te che le batterie ti stiano durando da tanto tempo... io ho preferito non fidarmi

    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    cioè, leggo spesso di persone che "sfottono" batterie terra terra come la istick o la pico
    Saranno gli stessi che fanno a gara per vedere chi piscia più lontano. Nella vita ho imparato che se qualcosa assolve pienamente al proprio scopo (es: soddisfare le necessità di svapo), allora va bene così com'è.

    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    e poi, perchè le eleaf costano sempre una spanna meno delle altre????
    Non conosco il motivo preciso, ma 99 a 100 si tratta banalmente di diverse pratiche commerciali.


    Citazione Originariamente Scritto da pipporan Visualizza Messaggio
    il vapore secco stile expro
    Come cambiano le cose negli anni: avevo l'Expromizer 1.2 ed era l'esatto opposto
    Ultima modifica di numberinn; 25-08-2018 alle 00:34

  14. Il seguente User ringrazia :


Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Comprare il primo atom rigenerabile
    Di pcandrea nel forum Rigenerabili
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 01-02-2015, 20:25
  2. Il Mio Primo Rigenerabile Pt.2
    Di TheBlur nel forum Rigenerabili
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12-01-2014, 01:02
  3. primo rigenerabile
    Di Re_saul nel forum Rigenerabili
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 14-04-2013, 01:03
  4. primo rigenerabile
    Di danycere nel forum Sistemi di Alimentazione
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-01-2013, 13:44

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •