Visualizza Feed RSS

tranquillos

Il bello della vita.

Valuta Questa Inserzione
Era un giorno come gli altri, soliti programmi televisivi, la solita monotona vita quotidiana; di colpo un flash :
NON DEVO FUMARE PIU'!.
Mi sono detto ma come faccio io che da quasi 20 anni fumo, a lasciare l'adorato vizio?.
Ormai ero rassegnato.
Ma devo raccontare le cose con un pò di ordine altrimenti non mi capirete.
Tutto ebbe inizio nel mese d'luglio del 2007, un mese dopo essermi felicemente sposato con una bellissima ragazza peruviana. Mentre ero al lavoro fu colpito da un dolore lancinante al fondoschina, che mi lasciò quasi immobile per un minuto circa. Il dolore passò non ci feci più caso e tornai al mio lavoro; passarono diversi giorni e quasi non riuscivo a camminare, zoppicavo con la gamba sinistra, ma strigendo i denti continuai la solita vita. La notte era un martirio non dormivo più, se andava bene riposavo si e no una ora; durante le mie notti insonni, ormai dormivo sulla poltrona, non potendo stare a letto, la mia unica compagna era la sigaretta, fumavo tanto e incosciamente. Passò cosi quasi tutto il mese di agosto, fino al giorno 17, data la quale fui ricoverato.
Tre settimane ininterrotte in ospedale, dove i medici non riuscivano a comprendere cosa io avessi; fino a quando mi dissero chiaramente "Caro amico noi non capiamo cosa tu abbia, se avresti avuto 80 anni avremmo potuto operarti ma ne hai solo 33, non ce l'ha sentiamo" "Ti consigliamo di andare a Bologna"."Nel frattempo possiamo metterle un catetere epidurale che rilascia morfina."
Arrivai a Bologna, un triste giorno di settembre, visitato e rimandato a casa, cosa avessi ancora non lo sapevo.
Mi richiamarono dopo un paio di settimane, era pronta per me una bipsia.
Presi la cosa più o meno bene,la feci e aspettai l'ormai triste condanna.
Dopo una settimana il verdetto : Ostiosarcoma all'osso sacro.
Chemioterapia urgente!
Allora tutto ebbe inizio, chemio, radio, fino a terminare con un autotrapianto di cellule staminali.
Per farla breve durante tutto il mio calvario, non ho lasciato un solo giorno la mia amica adorata, fumavo sempre,con l'ago in vena, o dopo che mi ero sparato litri e litri di cortisone, o appena uscito dalla radioterapia, gesto meccanico mano nel taschino e sigaretta in bocca.
Non c'erano santi in terra e in cielo io fumavo!
Le cose per fortuna sono andate bene,sto benissimo,ed ho una vita regolare.
Nello stare a casa, visto che non posso più lavorare potete immagginare, ore e ore al pc, televisione,insomma una vita oziosa, accompagnata sempre dalla fida sigaretta. Comincio anche a litigare con quell'angelo di mia moglie, la causa era la sigaretta; motivazioni valide fumavo troppo, puzza di fumo sui vestiti, nelle camere, ovunque.
Ma io indomito continuavo, fumo fumo e ancora fumo.
Fino ad avere un giorno la folgorazione del vostro,ora anche mio, forum!! Che Dio vi benedica.!
Mi avete fatto rinascere una terza volta, la seconda volta sono state le cellule staminali, grazie di cuore!
Ora penso che i medici non sono riusciti a farmi smettere, mia moglie neanche, voi con le vostre opinioni, consigli siete riusciti dove altri non hanno potuto. Bhè che dirvi "Non ho parole ". "Grazie "
P.S. NON DIMENTICATEVI CHE LA VITA E' BELLA E VA VISSUTA.

Invia "Il bello della vita." a Digg Invia "Il bello della vita." a del.icio.us Invia "Il bello della vita." a StumbleUpon Invia "Il bello della vita." a Google

Categorie
Non Categorizzato

Commenti

  1. L'avatar di FAX
    Posso solo rimarcare l'ultimo rigo, il resto sono commosso...