Visualizza Feed RSS

electricaurora

Abbassare lo sguardo di fronte a se stessi

Valuta Questa Inserzione
Riflettere sulla piega che prende la propria vita non è cosa da poco se implica guardare il volto che celi sempre con attenzione.

Cosa di per se non è facile in un mondo di specchi.

Hai imparato l'arte, a volte sei talmente bravo da rasentare il genio, e allora lo chiamiamo fascino, nell'ignoranza pura del significato di questa parola.

Coda dell'occhio, movimenti calibrati e le lucide superfici che compongono la realtà mostrano solo ummagini incantevoli, forti o eteree, che decidiamo a priori essere in grado di tollerare.
L'immagine di noi che vogliamo sia.

Ovviamente è un pò come negli autoscatti, sono immagini effimere che nella loro fugacità non possono, riescono, a dare sostanza all'ego.
Che, affamato, brama sempre più forte.

Qulcuno impara le sue pose, diviene ballerino degli specchi, mago nel giocare con quelle immagini che poi ci rimanda, sodisfatto.
Noi ci pieghiamo al suo cospetto, paghi di cotanta abilità.

Eppure, nelle nostre danze consumate, ogni tanto un passo falso, un calcolo sbagliato di tempi, un nuovo territorio inesplorato che, come una vecchia casa degli inganni in un luna park da quattro soldi, riesce ancora confondere i sensi facendoci sbattere il muso su una di quelle odiate lastre ed ecco che noi, storditi, non possiamo fare altro che ammirare tutto la sgraziata essenza mortale del nostro corpo.

Male.
Fa male.

Eppure è un male cauterizzatore, liberatorio, perché logora danzare inganno vita natural durante.

C'è chi piange, chi resta attonito a perdere preziosi momenti che non si permetterà forse mai più...e chi, con masochistico gusto dell'orrido, si avvicina.

Guarda
.
Allunga una mano per accertarsi che si, è proprio la sua di immagine, distante e semidimenticata nelle sue metamorfosi come un lontano parente invecchiato.

Commuove l'errore umano che vi si riflette, e lo si perdona.

Se non ci si lascia vincere dall'inerzia della sconfitta di non essere riusciti a mentire con colpevole consapevolezza a se stessi.

E' doloroso, il primo passo verso la libertà.

Invia "Abbassare lo sguardo di fronte a se stessi" a Digg Invia "Abbassare lo sguardo di fronte a se stessi" a del.icio.us Invia "Abbassare lo sguardo di fronte a se stessi" a StumbleUpon Invia "Abbassare lo sguardo di fronte a se stessi" a Google

Categorie
Non Categorizzato

Commenti

  1. L'avatar di joyoso
    ciao! mi sono appena iscritto e non ho fatto altro che leggere le tue inserzioni!Le tue poesie hanno risvegliato in me ricordi lontani della mia infanzia...forse perché provengo da una famiglia circense. Grazie a te ora mi sento meno solo! complimenti!
  2. L'avatar di electricaurora
    Grazie davvero.... ma tu mi affascini adesso: una famiglia circense?