Visualizza Feed RSS

Area Chrom(ata)

Spunti di riflessione... 42

Valuta Questa Inserzione
Il canone RAI nella bolletta della luce
No, seppur costretto non mi è mai andato né mi va di pagare anche per la RAI. Ancor meno ora che mi si vorrebbe estorcere il balzello attraverso una inevitabile bolletta a tutt'altro riferita. Chiudetela!

Cosi come non mi va di dover cedere oltre il 60% dei miei scarsi guadagni ogni anno a uno Stato ormai socio maggioritario per poi essere massacrato economicamente con ulteriori tasse ogni volta che metto le mani in tasca per acquistare ogni mio bisogno, oltre che vessato in ogni modo nei troppi rapporti con il Pubblico ai quali sono costretto.
Non mi va di essere un'automobilista tassato e sanzionato solo per fare cassa per poi dover pagare ogni cosa che riguarda l'auto a peso d'oro e dover percorrere strade che fanno venire da piangere con conseguenti limiti di velocità che al giorno d'oggi fanno venire da ridere.
Non mi va di farmi sfilare continuamente soldi dalle mie tasche attraverso balzelli sotto mentite spoglie e per di più a tradimento.
No, non mi va di pagare questa pseudo-politica che fa ogni tipo di interesse tranne il mio; tranne quello dei cittadini che dovrebbe ben amministrare.


E non mi va di farmi governare da chi invece mi raggira in ogni modo mistificandolo a copertura del suo regno, sottoponendomi al suo regno.
Non mi va questa burocrazia che ha saputo dimostrare solo di essere l'unica a saper battere in peggio la politica.
Non mi va di sottostare a leggi cosi perfide e cervellotiche da far ridere perfino i popoli africani degli stati più oscurantisti.
Non mi va di essere giudicato da una magistratura presuntuosa e perennemente appostata sulla sua trincea partigiana; oltre che convinta che sia nemico ogni disgraziato cittadino che ha la sventura di dipendere dal suo giudizio, piuttosto che considerarli componenti del popolo che la legittima.

Ma non mi vanno troppe altre cose di questo Stato che non hanno nulla a che vedere con la Democrazia e tanto meno con la mia supposta Sovranità di cittadino italiano. E non mi va che tutto questo abbia prodotto un giornalismo sempre più supino al sistema e ormai talmente assuefatto da essere incapace di vergognarsene; mistificando e perfino mentendo spesso sfacciatamente pur sapendo di mentire.

Niente più tasse se non si cambia registro: questo e quello che dovremmo fare tutti, se non fossimo cosi tanto pavidi. Dovremmo riuscire tutti a prendere coscienza che è questo l'unico modo per far crescere davvero questa Nazione e renderla finalmente equa, non tutti gli altri mezzi veicolati attraverso le troppe inutili chiacchere alle quali siamo costretti ad assistere quotidianamente e coniate a tavolino specificatamente per continuare a tenerci sotto questo giogo.

Invia "Spunti di riflessione... 42" a Digg Invia "Spunti di riflessione... 42" a del.icio.us Invia "Spunti di riflessione... 42" a StumbleUpon Invia "Spunti di riflessione... 42" a Google

Categorie
Articoli

Commenti