Visualizza Feed RSS

Area Chrom(ata)

Vista da nuove Finestre...

Valuta Questa Inserzione
All'alba della nuova versione di Windows, per la cronaca la numero 9, prevista in presentazione per il 30 di settembre del corrente anno, ho deciso di condividere alcune mie considerazioni sui diversi sistemi operativi disponibili oggi; con l'intento che questo possa servire ai neofiti e a tratti forse anche ai più navigati. Ovviamente, questo lo faccio dall'alto della mia ultra ventennale esperienza professionale nel settore e durante i quali ho usato e uso ancora correntemente quasi tutti questi sistemi pilota.
Attualmente ho in uso corrente 3 sistemi operativi: WinXP Pro (SP3), Win7 (SP1), Linux Ubuntu (13.10) e Debian (sempre aggiornato). In uso saltuario: Win8 (SP1), Mac OSx (10.9), Linux Android (diverse versioni).

Ora, evitando di perdermi in considerazioni sulle vecchie versioni - e che però hanno inevitabilmente contribuito complessivamente alla mia formazione e alla formulazione delle considerazioni che seguono - mi soffermo sinteticamente sulle attuali:

WinXP: attualmente rappresenta ancora il sistema operativo ideale per la produttività personale. Semplice da usare è anche quello più ampiamente compatibile con l'intero mondo software e hardware attualmentge in commercio. Pecca solo nella stabilità complessiva, soprattutto nel tempo, se non saputo usare correttamente e se non si tiene a bada la propria curiosità cliccatrice, in particolare durante le sessioni di navigazione nel web.

Win7: tra tutti i sistemi operativi attuali, si dimostra sul campo complessivamente il numero 1 assoluto, soprattutto in ambito professionale. Stabile, veloce, compatibile e anche dotato di numerosi strumenti di controllo avanzato, sia in ambito fisico che logico, veloci e facili da usare. Come detto, in ambito professionale è quanto di più utile e facile da usare ci sia oggi a disposizione sullo scenario mondiale. Rimane comunque un pò più ostico il suo uso per i neofiti rispetto a WinXP.

Ubuntu: stabile e sicuro per definizione, resta tuttavia riservato a utenti più navigati malgrado sia oggi arrivato ad una semplificazione davvero notevole. Mantiene comunque tutti i potenti strumenti da sempre comuni sui sistemi Linux, in particolare su riga di comando. Questo, soprattutto in versione Debian senza grafica, lo rende ideale invece in ambito professionale: in particolare nella gestione e nel controllo dei server di rete dotati di ogni tipo di servizio condiviso, delle reti e delle telecomunicazioni su piattaforme open source, oggi ormai prevalenti in ambito aziendale.

Win8: a mio avviso, un tentativo di avanzamento frenato soprattutto dall'eccessiva voglia di divergere da parte dei dirigenti Microsoft, con l'aggravante che a ogni gruppo di lavoro che si è occupato delle sue varie componenti è stata lasciata inopinatamente la libertà di scegliere la loro personale divergenza. Infatti, seppur stabile dalla versione 8.1 in poi, è tuttavia illogico nella disposizione delle sue risorse e nella risposta di quasi tutte le sue funzioni. Insomma, si presenta come se fosse l'insieme disunito di diverse singole parti a se stanti. Per non parlare dell'ulteriore tentativo di specializzare in modo ancora più spinto la gestione dei driver hardware, peraltro già subito all'avvento di Win7, che rende in alcuni casi addirittura impossibile installarli e quindi perfino d'obbligo sostituire l'hardware. In sintesi, un'avventura.

Mac OSx: per chi non ha problemi di compatibilità con il "resto del mondo", semplicemente l'ideale. Veloce, stabile, affidabile, potente e per certi versi perfino "bello", rimane tuttavia ancora sostanzialmente relegato all'interno di un mondo tutto suo, in certi casi anche sulle reti e malgrado i tanti sforzi profusi per "aprirlo" dagli uomini della Apple. Un vero spreco... e forse tutt'ora voluto. In definitiva, se non usato in ambito prettamente grafico, dove dimostra davvero tutta la sua potenza produttiva, rimane solo un bel giocattolo. Una Ferrari in salotto.

Android: in quest'ultimo caso, si potrebbe chiosare con un unico aggettivo. imbattibile! Anche, e forse soprattutto, grazie alla sua gratuità. Perfino in ambito desktop, con mouse e tastiera, si dimostra all'altezza. Personalmente, prevedo un futuro sempre più luminoso per questo sistema e forse non solo in ambito mobile. Il miglior sistema Linux nell'area consumer, in assoluto, anche se bisogna pur sempre considerare la potenza economica che c'è stata e c'è tutt'ora dietro il suo sviluppo.

Vedremo ora cosa sono riusciti a fare con Win9...

Invia "Vista da nuove Finestre..." a Digg Invia "Vista da nuove Finestre..." a del.icio.us Invia "Vista da nuove Finestre..." a StumbleUpon Invia "Vista da nuove Finestre..." a Google

Categorie
Recensioni , ‎ ICT

Commenti

  1. L'avatar di Moebius
    Dal punto di vista di una lunga esperienza ... di smanettone, concordo sul tuo giudizio relativo a Win7 e XP.
    Ubuntu: solo da poco esistono programmi CAD free per Linux, e quando si devono usare strumenti di misura con interfaccia PC c'è ampia scelta: W$
    Mac: quando presto un disco USB ai felici utenti ... lo devo poi riformattare.
    Quello a cui non potrei rinunciare è l'ambiente di programmazione NET: gratuito, documentatissimo IT, amichevole quant'altri mai, anche per newbie.