Visualizza Feed RSS

Area Chrom(ata)

Spunti di riflessione... 38

Valuta Questa Inserzione
Leggo un articolo di Piero Ostellino che mi ha fatto riflettere e nel quale si sostiene in uno stralcio:

"L'assoluzione di Silvio Berlusconi, da parte della Cassazione, ha sollevato il coperchio di quel vaso di Pandora che sono stati gli avvenimenti del 2011.
Dalla defenestrazione dello stesso Berlusconi da capo del governo, alla nomina del professor Mario Monti a senatore a vita e poi a presidente del Consiglio
(sorvolando sulla pur continuativa meteora Letta); regista e protagonista l'allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano tutt'altro che garante, nella circostanza, della Costituzione; dal ruolo delle società di rating nella creazione del «caso» che aveva giustificato e legittimato agli occhi di un'opinione pubblica incline al linciaggio, la caduta del governo di centrodestra e il conseguente sputtanamento finanziario ed economico dell'Italia in Europa e nel mondo; dai rimborsi, da parte di Monti - fino al giorno prima consulente di qualcuna di esse (!) - per la funzione esercitata nel creare le condizioni di quello che, a destra, era stato poi definito, non del tutto a torto, un golpe.
Non si salva nessuno. Dal vaso di Pandora è uscito un odoraccio di marcio, il cui obiettivo era stato la distruzione politica del Cavaliere e del suo governo per compiacere chi, all'estero, non sopportava l'indipendenza dell'Italia dagli interessi tedeschi e francesi e chi, in Italia, non aspettava che l'occasione per trasformare certi disinvolti comportamenti del Cavaliere, ai margini del buon gusto, in reati perseguibili giudiziariamente per liberarsene politicamente."


Insomma, leggo questo stralcio e mi viene in mente che vedo da anni tutti in piazza e non a manifestare il proprio malcontento sull'azione dei governi succedutisi nel dopo-Berlusconi sbraitando a destra e a manca contro chiunque, e attualmente contro Renzi, l'ultimo della serie "ma chi t'ha eletto?!, e nessuno muove un dito contro i veri responsabili dello sfascio ormai palese agli occhi di tutti. Eppure sono tutti lì, continuamente menzionati su tutti i media nazionali, e alcuni perfino internazionali, spesso addirittura in vere e proprie liste. Mica solo in questo articolo di Ostellino.

Napolitano, Monti, i passati capi poco occulti di questa pseudo-sinistra italiana, le maggiori agenzie di rating internazionali, i rappresentanti della magistratura e della stampa di sinistra rivelatisi palesemente conniventi, per arrivare a Letta e forse anche a Tremonti e allo stesso Renzi, sono tutti insieme appassionatamente, chi più chi meno, i veri responsabili di quanto accaduto e però proprio contro di loro, e solo contro di loro, non si muove un dito. Neanche da parte dei distratti cittadini protestanti nelle varie piazze nostrane. Come mai, continuo a chiedermi? Ma anche tutti quei loro fiancheggiatori che a vario titolo si sono dati il cambio in questi anni, cosa stanno aspettando per mollarli? Forse le prossime mosse dei magistrati di Trani, prima di scappare dalla nave che affonda? E non sapendo ancora quale altro marcio verrà fuori dalle inchieste in corso, queste mosse giudiziarie le aspettano anche l'interessata signora di Berlino e quel giullare patentato di Sarkosy, che insieme tentarono di coinvolgere anche l'invece inflessibile Obama? Chissà!...

Invia "Spunti di riflessione... 38" a Digg Invia "Spunti di riflessione... 38" a del.icio.us Invia "Spunti di riflessione... 38" a StumbleUpon Invia "Spunti di riflessione... 38" a Google

Categorie
Articoli

Commenti