Visualizza Feed RSS

Area Chrom(ata)

Spunti di riflessione... 28

Valuta Questa Inserzione
Citazione Originariamente Scritto da Chrom Visualizza Messaggio
Morire di se stessi

Il nostro, è davvero un paese in crisi. E questa sembra sia economica, soprattutto. Ma noi, noi tutti, aquiamo esponenzialmente questa crisi perché invece non siamo un popolo in crisi. Siamo sbandati! O sarebbe meglio dire che siamo stati resi un popolo sbandato, senza più certezze e per conseguenza privati anche di speranze.

Come fa un popolo a recuperare se stesso se non ha più certezze? Se l'unica certezza rimastagli, che la politica gli ha lasciato, è la sua stessa precarietà e che per di più affoga nella precarietà di tutto ciò che lo circonda. Se addirittura il livello massimo di "sofferenze" che gli tocca raggiungere non è visibile, non è sicuro... e quindi men che meno può essere stabile? Se la politica non è capace di indicargli manco questo? Perché se avessimo almeno questa certezza, seppur magra consolazione sapremmo almeno da dove partire, o ripartire. E questa sarebbe l'unica cosa certa.

Questa politica, tutta, ha lavorato bene. A ben guardare, si scopre che ha superato perfino la sua stessa mediocrità: togliendo al popolo che dovrebbe (ben?) amministrare anche le certezze. Perfino la più ferma, la più sicura, la più intoccabile. Insomma, se questa nostra politica prima faceva solo penare, ora si è finalmente rivelata; facendoci decadere inesorabilmente per nostra stessa causa. A causa di ciò che siamo, visto che la politica siamo anche noi. Noi tutti.
Se nessuno ci ferma, se nessuno ci cura, sarà come essersi ammalati e morti di se stessi.

Invia "Spunti di riflessione... 28" a Digg Invia "Spunti di riflessione... 28" a del.icio.us Invia "Spunti di riflessione... 28" a StumbleUpon Invia "Spunti di riflessione... 28" a Google

Aggiornato il 21-11-2014 alle 10:49 da [ARG:5 UNDEFINED]

Categorie
Articoli

Commenti