Visualizza Feed RSS

Area Chrom(ata)

Spunti di riflessione... 13

Valuta Questa Inserzione
Credo che presto, molto presto, alla FIOM - e alla CGIL, per estensione - cosi come a questi giudici della Corte Costituzionale e perfino al nostro attuale Governo, si presenterà un problema serio, molto serio: spiegare in modo convincente come e perché saranno rimasti a spasso i tanti disoccupati che avrà generato il gruppo Fiat messo in fuga principalmente da loro, trattandosi oltretutto proprio di quelli aderenti alle sigle sindacali che hanno accettato sacrifici pur di mantenere il loro posto di lavoro. E spiegare poi al resto degli italiani come hanno fatto a distruggere gli ultimi sprazzi di industria automobilistica che ci erano rimasti, per avergli palesemente impedito di competere ad armi pari sui mercati mondiali.

Sono proprio curioso di sentire a quel punto cosa si inventeranno... Pro quota, eh! Per carità! Ad ognuno il suo...

Invia "Spunti di riflessione... 13" a Digg Invia "Spunti di riflessione... 13" a del.icio.us Invia "Spunti di riflessione... 13" a StumbleUpon Invia "Spunti di riflessione... 13" a Google

Aggiornato il 01-08-2013 alle 14:55 da [ARG:5 UNDEFINED]

Categorie
Articoli

Commenti

  1. L'avatar di loki_fo
    E' singolare, per non dire paradossale che si voglia attribuire la colpa di questo al sindacato dei lavoratori o alla Corte Costituzionale! Forse è il gruppo Fiat che dovrebbe spiegare, come mai, dopo anni e anni passati a crogiolarsi con i soldi dei cittadini italiani, non riescano a produrre un auto decente che possa competere con i modelli di altri marchi! Ma capisco tutto... d'altronde in Italia siamo abituati a questi ragionamenti. Una fabbrica inquina pesantemente, ma nessuno può intervenire perché produce lavoro. Onere dello Stato (cioè nostro) bonificare. I guadagni invece, se lo spartiscono i titolari!