Visualizza Feed RSS

Area Chrom(ata)

Il primo approccio.

Valuta Questa Inserzione
In questo forum, il più geniale tra noi, e siamo ormai in migliaia, con le e-sig ne ha combinate uno sproposito e ne ha viste di ogni colore durante la sua pur giovane carriera di svapatore. Per non parlare di quanti soldi ci siamo sparati anche immotivatamente in acquisto di oggetti neanche tanto ben identificati e identificabili, e in alcuni casi anche costosetti, che mai avremmo creduto di degnare neanche di uno sguardo.

Però abbiamo tenuto duro, ci abbiamo creduto, ci siamo sacrificati pur di non essere più costretti a bruciare tabacco e inalarne i suoi sicuri veleni. Ci siamo fatti perfino deridere pur di vincere questa sfida.
Infatti siamo ancora qui: vivi, vegeti, reattivi, pronti a combattere a fronte di ogni sacrificio e con ogni più infido mezzo pur di non tornare alle bionde... caso più unico che raro in particolare per i maschietti come me, trattandosi di bionde.

Ma ogni tanto arriva qualcuno e ci comunica con distratta nonchalance che pur di fronte all'esempio di migliaia di persone che ci sono riuscite, e spesso non avendo nemmeno iniziato, di essere già pronto a mollare. Mah! Contenti loro!...

A questi, però, mi sembra giusto precisare che il problema principale che si presenta durante l'uso della sigaretta elettronica è il buon funzionamento dell'atomizzatore e che il sistema migliore e più veloce per pulire bene gli atomizzatori è questo e solo questo:
Atom 510 Tank e pulizia
Ma giusto perché gira e rigira qualsiasi metodo si trovi sarà sempre e sostanzialmente questo.
A parte la pulizia ordinaria effettuata giornalmente, soffiando via ogni sera i residui di liquido in eccesso dal proprio atom, non va effettuata nessun'altro tipo di pulizia finché gli atom funzionano in modo accettabile. Non serve, se non a indebolirli e nei casi più fortunati a romperli.

Riguardo all'e-sig da utilizzare, visto che anche su questo fronte ho notato ancora un pò di confusione, il consiglio soprattutto ai nuovi svapatori è di dotarsi di un atom 510 in versione Tank, alimentandolo con una batteria automatica da 220mAh.
Questo non solo perché attualmente è il miglior sistema in commercio tra quelli di facile utilizzo, ma anche perché io consiglio sempre di non rinunciare almeno inizialmente ad un aspetto quanto più simile alla sigaretta analogica della propria sigaretta elettronica.

Non bisogna mai dimenticare che per i fumatori decisi ad abbandonare le bionde, di più se incalliti, per riuscirci fin da subito devono considerare che la gestualità è importante quasi quanto la dipendenza dalla Nicotina. E poi, per abbandonarsi al costoso esoterismo dei BB, o dei Mods, c'é sempre tempo.

Invia "Il primo approccio." a Digg Invia "Il primo approccio." a del.icio.us Invia "Il primo approccio." a StumbleUpon Invia "Il primo approccio." a Google

Aggiornato il 29-12-2012 alle 10:43 da [ARG:5 UNDEFINED]

Categorie
Smettere di fumare

Commenti