Lista Tag Utenti

Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Recensione Batteria Ego Riva Voltaggio Variabile

  1. #1
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di viggo11
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    3,368
    P.Vaporizer
    Evic vtwo mini
    Citato in
    264 Post(s)
    Taggato in
    7 Thread(s)
    Thanks
    483
    Thanks ricevuti: 957 in 433 Posts

    Predefinito Recensione Batteria Ego Riva Voltaggio Variabile

    Oggi vi parlo delle mie impressioni riguardo questa batteria:



    Si tratta di una batteria Ego Riva a Voltaggio Variabile da 900mah che ormai molti shop hanno a disposizione. Voltaggio variabile per chi non lo sapesse significa che consente di svapare a 3 livelli differenti di tensione, che sono 3.2V, 3.7V e 4,2V. Per capire come passare da una tensione all’altra è necessario vedere nel dettaglio la batteria



    Come si evince dalla foto precedente al di sotto del pulsante di attivazione è presente una corona circolare che cambia colore a seconda della tensione impostata. Di seguito vi mostro i colori che assume il led quando si cambia il valore della tensione:


    ROSSO------> 3.2V


    VIOLA------> 3.7V


    BLU------> 4.2V

    Per quanto la foto non lo evidenzi in maniera nette vi posso assicurare che blu e viola si distinguono nella realtà
    Per poter passare da una tensione all’altra basta semplicemente premere ripetutamente il pulsante di attivazione finchè la corona non cambia colore (dovrebbero essere 5click).
    Molto utile anche l’indicatore dello stato di carica che si trova nella parte inferiore della batteria e che è mostrato nelle 2 foto seguenti:





    Nella prima foto come appare l’indicatore quando la batteria è a riposo. Per poter vedere lo stato di carica è necessario premere il pulsante di attivazione della batteria ed è possibile vedere quanto mostrato nella seconda immagine. Questa è una funzione che ho apprezzato particolarmente in quanto anche se con l’esperienza e l’utilizzo si riesce a capire grossomodo lo stato di carica di una batteria, questo sistema di sicuro facilita le cose.
    Finora ho mostrato le caratteristiche tecniche già note e che è possibile reperire nella maggior parte degli shop in cui sono commercializzate o sulla rete. Passiamo ora però alle impressioni che derivano da un utilizzo costante della stessa per diversi giorni. Devo dire innanzitutto che il feeling dei materiali mi sembra abbastanza buono, il rivestimento è nero gommato simile alla maggior parte delle batterie ego presenti in commercio mentre il pulsante di attivazione è completamente metallico e non presenta led in quanto è la corona circolare la parte preposta alla segnalazione dell’attivazione, del cambio tensione e della carica esaurita. Anche per quanto riguarda le prestazioni tale batteria si è dimostrata particolarmente performante, evidenziando uno spunto nettamente superiore alle batterie ego regolate. Nonostante ciò c’è da dire che i valori di tensione dichiarati non sono quelli reali che si hanno nella pratica utilizzandola. A tal proposito per poter avere un quadro complessivo più chiaro ho effettuato diverse misurazioni col multimetro per diversi giorni in modo da capire come si comporta la batteria man mano che la carica diminuisce. Oltre a fare un confronto tra i valori dichiarati e quelli effettivi quindi ho fatto delle misurazioni per ogni livello di carica. L’indicatore dello stato di carica presenta 5 livelli, o 5 tacche come si direbbe nel gergo dei cellulari, pertanto per ognuno di questi livelli sono riportati i 3 valori di tensione effettivi misurati col tester. Di seguito sono riportati i risultati che ho ottenuto:

    5 tacche (100% carica)
    Rosso= 2.97 V
    Viola= 3.57 V
    Blu= 4.05 V

    4 tacche (80% carica)
    Rosso= 2.85 V
    Viola= 3.43 V
    Blu= 3.85 V

    3 tacche (60% carica)
    Rosso= 2.74 V
    Viola= 3,30 V
    Blu= 3.75 V

    2 tacche (40% carica)
    Rosso= 2.66 V
    Viola= 3.15 V
    Blu= 3.64 V

    1 tacca (20% carica)
    Rosso= 2.43 V
    Viola= 2.94 V
    Blu= 3.31 V


    La prima cosa che si può notare è che le prestazioni sono molto differenti e dipendono moltissimo dallo stato di carica della batteria. Per quanto mi riguarda fino al 60% di carica le prestazioni sono tutto sommato accettabili, mentre dal 40% in giù diventa più performante una batteria non regolata. In sostanza questa batteria si comporta un po’ come le classiche batterie Riva non regolate, che mostrano uno spunto imponente a piena carica e calano sensibilmente man mano che la carica diminuisce. Gli unici valori di tensione che poi si andranno ad utilizzare nella pratica sono i due più alti in quanto impostando la batteria sul rosso a 3.2V le prestazioni sono a mio giudizio insufficienti e inferiori a una normale batteria regolata a 3.4V. Facendo un confronto con una batteria regolata si può dire che sul viola (3.7V) la Riva VV si comporta proprio come una batteria regolata, mentre con tensione impostata sul blu a 4.2V le prestazioni sono superiori. Il vero problema se vogliamo è che mentre la batteria regolata ha prestazioni costanti nel tempo la Riva cala sensibilmente col diminuire dello stato di carica.
    Per dovere di cronaca va sottolineato anche che le prove sono state effettuate a vuoto, per cui ripetendo le misurazioni con un carico i risultati potrebbero discostarsi ancora di più da quelli dichiarati. In ogni caso però le impressioni più importanti sono quelle che si ottengo svapando e a riguardo devo dire che, a prescindere dai valori che si possono misurare, ho notato effettivamente uno spunto superiore. Si può ovviare al problema del calo delle prestazioni ricaricando la batteria quando restano solo 2 tacche di carica; questo non va infatti a ridurre notevolmente la durata della stessa in quanto si tratta di una batteria da 900mah che regge il confronto anche con atom a basse resistenze. L’unico neo di questa batteria è rappresentato probabilmente dalle sue dimensioni non proprio contenute; nella foto seguente è mostrato un confronto con altre batterie ego per capire meglio di cosa stiamo parlando:



    Quella più a sinistra è una ego da 650mah mentre quella centrale è un usb pass sempre da 650mah che ho voluto inserire nel confronto in quanto molto simile come lunghezza a una normale batteria da 900mah per ego. Posso assicurare che se si è abituati a batterie da 650mah la differenza di lunghezza è davvero notevole e soprattutto per lo svapo outdoor questa riva è particolarmente ingombrante. Nel complesso però non è un acquisto di cui mi sono pentito in quanto ha alcuni difetti ma anche tantissimi pregi; io la uso prevalentemente in casa in quanto la reputo eccessiva da portare in giro, però per l’uso quotidiano e soprattutto con atom o cartom da 1.5V l’ho apprezzata particolarmente.
    Spero che questa recensione sia utile per chi è interessato a un simile prodotto.


    P.S. Non è presente il sistema 5click per ovvi motivi in quanto in tal caso sarebbe difficile se non impossibile impostare un circuito in gradi di distinguere quando mandare in blocco la batteria e quando invece cambiare tensione.
    Ultima modifica di viggo11; 24-12-2011 alle 16:50


  2. #2
    Esperto in Fisica
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di giangi
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    3,414
    P.Vaporizer
    eVic!
    Citato in
    816 Post(s)
    Taggato in
    15 Thread(s)
    Thanks
    664
    Thanks ricevuti: 2,228 in 679 Posts

    Predefinito

    Grazie @viggo11, ottima analisi.
    Personalmente non piacciono molto le batterie con display per lo stato di carica, l'allungamento conseguente, per i miei gusti, pesa negativamente rispetto al vantaggio di sapere quanto è carica la batteria. Ovviamente per un neo-svapatore può essere, al contrario, abbastanza utile. In un VV anche se a step, quello spazio sarebbe utilizzato meglio (per uno svapatore più smaliziato) per un voltmetro, ma non mi è difficile immaginare che il costo sarebbe stato lievemente superiore.

  3. Il seguente User ringrazia :


  4. #3
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di Fabioski
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    Citta' di Castello
    Messaggi
    549
    P.Vaporizer
    rigorosamente MTL
    Citato in
    36 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    133
    Thanks ricevuti: 102 in 74 Posts

    Predefinito

    Ne ho una da 650mAh di LF da una decina di giorni ma devo dire che mi aspettavo di meglio, il range di prestazioni ottimali è sicuramente spostato verso il basso rispetto a quanto leggo della 900mAh il che si traduce in una troppo breve durata di utilizzo soddisfacente con i voltaggi alti, se usata con i cartom DC si scarica velocemente e sotto le 2 tacche di carica praticamente si tira solo aria, con phantom/master tank già va un pò meglio.
    Come ha detto @viggo11 il display indicatore di carica, pur se utile, allunga di circa 2cm il corpo batteria ed inoltre si illumina di una vistosa luce rosso vivo che unita al multicolor dell'anello crea un effetto albero di natale, sinceramente troppo vistosa per essere portata in giro dopo il crepuscolo.

  5. Il seguente User ringrazia :


  6. #4
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di tabsquare
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    888
    P.Vaporizer
    eGo/510+Clearomizer Ultimate
    Citato in
    21 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    164
    Thanks ricevuti: 62 in 44 Posts

    Predefinito

    no rep+ purtroppo, l'ho data a te l'ultima volta. Utile recensione comunque.
    Tremenda lunga. Nella foto in cui confronti le dimensioni, quella centrale è da 900 mAh; ma è a voltaggio variabile? perchè ne stavo valutando l'acquisto e mi interessava capire le dimensioni in confronto alla 650: a me il display non interessa.

    ma ho speso 630,58EU in hardware e liquidi

  7. Il seguente User ringrazia :


  8. #5
    Very Old Poster Very Old Poster L'avatar di Rossofuoco
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Provincia di Bologna
    Messaggi
    1,310
    P.Vaporizer
    ProVari V2-Provari mini-V-Max + DCTank/ gripper+cartom smok single coil
    Citato in
    22 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    95
    Thanks ricevuti: 94 in 54 Posts

    Predefinito

    Grazie viggo11, ottima rece molto esauriente! ma niente rep+ perchè te l'ho data di recente
    Io le ho ricevute ieri e le sto testando..confermo le tue impressioni: buona finitura, gradevole da vedere e da maneggiare; dimensioni simili a una 1100 mha (a me piacciono molto); ottimo spunto a piena carica nel settaggio blu (gli altri praticamente non li considero); prestazioni calanti come le non regolate classiche, fino a divenire appena accettabili a 3 tacche..
    In pratica queste sono delle riva che al settaggio blu si comportano come le riva tradizionali, con in più la possibilità di limitare l'erogazione al fine di ridurre il calo e aumentare l'autonomia della batteria, e lo schermo con indicatore di carica..in sostanza mi aspettavo di più: speravo che avessero un qualche sistema per diminuire la discesa delle prestazioni e rimanere più a lungo vicine ai 4 volt, invece il calo è praticamente quello (magari con una misurazione sulle riva tradizionali si potrebbe verificare, ma a occhio sono identiche)..lo schermino è bruttino e ti fa assomigliare a un alberino di Natale, anche se pensavo peggio, tuttavia cosa aggiunge..praticamente niente! Con una Riva normale te la svapi finchè ti piace, poi quando non ti piace più la metti sotto carica, non è che sapere le tacche rimanenti serva a molto sinceramente..a questo punto molto meglio una riva non regolata da 1100 mha: stesse dimensioni, niente schermini e luci invadenti, più costanza (la carica scende più dolcemente)..
    Insomma vanno bene queste batterie, come sono sempre andate le riva del resto, questo modello aggiunge molto poco purtroppo..una classica cinesata, dove ti aggiungono un pò di led kitsch e nomi/descrizioni roboanti per far tornare in voga prodotti già triti e ritriti..
    Questa è una mia opinione e non voglio dire che sia un brutto prodotto, anzi..ma sono molto meno innovative di quanto promettono..oltre all'estetica che può piacere o meno, le solite riva insomma
    Ultima modifica di Rossofuoco; 23-12-2011 alle 21:11


    Too good

  9. Il seguente User ringrazia :


  10. #6
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di viggo11
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    3,368
    P.Vaporizer
    Evic vtwo mini
    Citato in
    264 Post(s)
    Taggato in
    7 Thread(s)
    Thanks
    483
    Thanks ricevuti: 957 in 433 Posts

    Predefinito

    @giangi Concordo, ci sono molti altri modi più utili di utilizzare quello spazio destinato al display.

    @Fabioski Probabilmente nel tuo caso il fatto che fosse da 650mah ha inciso in maniera troppo negativa. Per quanto riguarda la Riva che ho io, tutto si può dire ma non che duri poco.

    @tabsquare La batteria posta al centro dell'ultima foto non è da 900mah, è un usb pass da 650mah che ha una lunghezza molto prossima a una 900mah. Se ci fai caso sempre nella stessa foto equivale più o meno alla Riva VV senza la parte col display. Di sicuro le dimensioni di una 900mah sono molto più umane, come ti dicevo molto simili a quella centrale, mi potrò sbagliare al massimo di qualche millimetro.

    @Rossofuoco Concordo con tutto quello che dici. Il mio intento era infatti avere una batteria che già nel suo valore intermedio di tensione avesse prestazioni superiori a quelle delle batterie regolate. Invece così non è, perchè come ho avuto modo di specificare solo il valore di tensione più alto (blu) consente di ottenere una svapo molto più soddisfacente. Peccato anche per il sensibile calo delle prestazioni con l'esaurirsi della carica. A questo punto come dici tu tanto valeva optare per una classica Riva non regolata
    Ultima modifica di viggo11; 23-12-2011 alle 23:14

  11. #7
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di viggo11
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    3,368
    P.Vaporizer
    Evic vtwo mini
    Citato in
    264 Post(s)
    Taggato in
    7 Thread(s)
    Thanks
    483
    Thanks ricevuti: 957 in 433 Posts

    Predefinito

    @tabsquare Di seguito ti mostro la differenza tra la batteria Riva VV e una normale batteria ego da 900 mah (nel caso specifico una batteria Smok):



    Come dicevo nei messaggi precedenti la differenza sta proprio in quella parte in più sul lato inferiore dov'è situato il display. La successiva foto evidenzia meglio questo aspetto:



    In sostanza le dimensioni di una 900mah normale sono tutto sommato accettabili. Quello che rende meno pratica la Riva VV è proprio quel display che indica la carica rimanente, sulla cui utilità tutti abbiamo espresso le nostre perplessità.

Discussioni Simili

  1. circuito per voltaggio variabile
    Di cry79 nel forum Fai da te
    Risposte: 52
    Ultimo Messaggio: 28-12-2015, 11:04
  2. Kit yC-VV a voltaggio variabile da 3v a 6v
    Di youcigarette.it nel forum Youcigarette.it
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 12-02-2013, 16:20
  3. Risposte: 95
    Ultimo Messaggio: 10-01-2012, 23:37
  4. Passtrought Voltaggio Variabile (3.5 3.7 4.2) ego/510
    Di polosuden nel forum Discussioni Generali
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-12-2011, 16:04
  5. Idea voltaggio variabile
    Di freeze nel forum Fai da te
    Risposte: 92
    Ultimo Messaggio: 28-04-2011, 14:25

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •