Lista Tag Utenti

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 23

Discussione: Esperimenti in alta tensione

  1. #1
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di fumok
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,165
    P.Vaporizer
    Basta che sia BF
    Citato in
    1310 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    2,860
    Thanks ricevuti: 2,648 in 1,270 Posts

    Predefinito Esperimenti in alta tensione

    Buonasera,

    riporto di seguito i miei primi esperimenti in alta tensione.

    Premessa
    Dopo tanto tempo ho avuto un giornata tutta per me, compagna e pargolo sono in vacanza per qualche giorno, ma dalle mie parti il clima non invita a gite, scampagnate o ahimè giretti in moto. Quindi non rimane altro da fare: frittatona di cipolle, birra gelata, svapo e rutto libero!

    Armamentario
    Atom: Hornet e Cyclone
    Box: Puzzle meccanica
    Batterie: AW 18350
    Wick e fili vari

    Studio del setup
    Sto cercando un hit marcato ma non esagerato senza rinunciare troppo alla resa aromatica.
    Ho accantonato presto l'Hornet per questo tipo di rigenerazione. Questo atom ha già di suo un hit abbastanza pronunciato, e date le ridotte dimensioni tende a scaldare parecchio. Mi ritrovo quindi con una situazione per me un po' troppo sbilanciata: hit a vagonate, ma vapore troppo caldo ed aroma quasi nullo.
    Ripiego sul Cyclone, un po' più tranquillo a volte pure troppo. Ha una discreta resa aromatica, un vapore anche abbastanza corposo, ma spesso manca un po' di mordente, il che me lo fa spesso lasciare nel cassetto.

    Realizzazione
    Riporto di seguito la rigenerazione, che reputo per i miei gusti, meglio riuscita.
    Prendo un bel pezzo di Khantal A1 da 0,20 (46,2 Ω/m), lo sfiammo sul fornello di casa tendendo le estremità. Il filo si stende perfettamente, e risulta molto duttile alla lavorazione. Avvolgo 15 spire su una punta da trapano da 15mm. Sfiammo la coil pressandola con delle pinzette, serro sulla base dell'atom, misuro: 4,00Ω spaccati. Per la cronaca sono circa 87mm di filo, la parte attiva si aggira attorno agli 80mm.
    Ravano tra le wick a disposizione e scopro che con un po' di pazienza riesco ad inserire la Zivipf da 2mm. L'operazione non è molto agevole, ma con un misto di delicatezza ed insistenza ci si riesce.
    Ripasso la wick sotto la coil, e spingo delicatamente la resistenza in basso per fermarla. È di vitale importanza che qualche pezzetto di wick non vada ad ostruire il foro dell'aria. Passo i due capi della wick attorno alle torrette e taglio le eccedenze. Inserisco il cup sincerandomi ci sia un angolo di circa 45° tra coil e foro.

    Sensazioni
    Il Cyclone è rinato, spinge forte e bene con le AW cariche. Ha acquisito una buone dose di hit, non perdendo molto nella resa aromatica, ma è uno scambio più che equo e di certo favorevole nel bilanciamento complessivo. È diminuito un pelo il vapore, forse un pregio visto il DNA prettamente filippino, rimane comunque corposo. La frequenza di squonk si attesta attorno ai 5 o 6 tiri, niente male, ma vi avverto che beve. La coil ha un minimo di inerzia termica, ma nulla di preoccupante.

    Variazioni
    Sono curioso di provare ad usare una wick più grossa, ma voglio godermi questo setup ancora per qualche giorno. Userò con una punta da trapano da 20mm su cui riesco ad infilare comodamente la wick da 3mm si Dario. A differenza dell'Hornet, la camera del Cyclone è molto spaziosa e non c'è pericolo di riempirla troppo. Proverò ad abbassare un po' anche il valore della resistenza: con 11 spire di Khantal A1 0,20 dovrei attestarmi attorno ai 3,8Ω.

  2. I seguenti User ringraziano:


  3. #2
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di fumok
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,165
    P.Vaporizer
    Basta che sia BF
    Citato in
    1310 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    2,860
    Thanks ricevuti: 2,648 in 1,270 Posts

    Predefinito

    Ribuonasera a todos,

    aggiungo ancora qualche riga al malloppo soprastante dopo 5 giorni di utilizzo esclusivo. Mi è capitato di dover partire per una trasferta improvvisa e complice la fretta ho deciso di rischiare, portando con me esclusivamente questo setup.

    La scelta per mia fortuna si è dimostrata azzeccata, molto azzeccata oserei dire. La svapata è molto soddisfacente ed importante, se così vogliamo dire, permettendomi di trarre la dovuta soddisfazione anche durante pause molto brevi. Non è un setup propriamente da meditazione, è più una cosa mordi e fuggi, o da post pasto. Le 2 AW in serie offrono un'autonomia di tutto rispetto e mi hanno permesso di coprire fino a 48 ore, o poco meno.
    Ero intenzionato a provare una resistenza un po' più bassa, attorno ai 3,8Ω, ma penso che le potenze sprigionate sarebbero state troppo per la mia gola. Infatti devo notare che a batterie appena cariche sono quasi al limite del fastidio, sensazione che sparisce dopo un'istante o due, o non compare proprio dopo i pasti. Ho osservato che posso portare le batterie fino a 3,6V senza che il calo, del tutto avvertibile sia chiaro, risulti eccessivo. Anzi arrivare a sera con le batterie un po' scariche asseconda uno svapo un po' più morbido e vellutato.

    Di certo ho avuto una bella fortuna a trovare un setup a me congeniale solo dopo pochissimi tentativi. Fino ad ora avrò consumato 25ml, il momento della prossima rigenerazione si avvicina.

    L'unico difetto è l'elevato consumo di liquido, ma è una conseguenza logica del setup e delle performance che offre.

  4. I seguenti User ringraziano:


  5. #3
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di fumok
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,165
    P.Vaporizer
    Basta che sia BF
    Citato in
    1310 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    2,860
    Thanks ricevuti: 2,648 in 1,270 Posts

    Predefinito

    Altra puntata.

    Questi 2 x 3,7V (nominali) mi stanno in#lacarognasullaspallando alla grande. Ho provato alcuni altri setup, che riporto sinteticamente.

    Cyclone Kanthal A1 0,15
    Trattasi ovviamente di macro coil, wick doppia da 2mm e 6 giri di resistivo per 4,0Ω. Probabilmente il secondo miglior setup provato ad oggi, dopo la versione microcoil con Kanthal A1 0,20, che prendo come riferimento. Fumosità leggermente superiore, hit ben presente e resa aromatica equilibrata. Rigenerazione banale e velocissima: promosso.

    Cyclone NiCr 0,15
    Macro coil su wick tripla da 2mm e 6 giri per 3,9Ω. Molto meno hit rispetto al riferimento, forse per il NiCr o forse per una non corretta circolazione dell'aria dovuta alla camera di vaporizzazione troppo piena, o forse per entrambi i motivi. In definitiva mi ritrovo un Cyclone un po' moscio, e non sembra di essere in alta tensione. Bene l'aroma e la fumosità, ma senza carattere: bocciato.

    Graal TA Kanthal A1 0,15
    Macro coil in diagonale tra le torrette su wick tripla da 2mm e 5 giri per 3,8Ω. Dico subito che non penso sia il setup ideale per questo atomizzatore. Hit c'è ne, anche in abbondanza, ma tende a scaldare parecchio (risolto con tip lungo, improponibile usare quello in dotazione). La resa aromatica è forte e stretta: il sapore percepito è ben presente ma non si avvertono tutte le note che assaporo con il Cyclone, probabilmente per la temperatura troppo alta. Nonostante l'abbondanza di wick la frequenza di squonk è alta e non avverte con molto anticipo quando va in secca. In un momento di disattenzione e stanchezza mi sono preso una steccata memorabile, stile raspa da legno in gola. Setup da rivedere.

    Sono felice di aver trovato un buon sostituto con la macrocoil di Kathal A1 0,15 rispetto alla microcoil con lo 0,20, perché non sempre è agevole infilarci la wick. Per ulteriori esperimenti forse sarebbe utile un Kanthal A1 0,18 ed un tondino da 1,75mm. Valuterò.

    P.S. Stavo pensando ad una sciocchezza. Piuttosto che di un VV o un VW ci vorrebbe un VA (A come Atom e non Ampere) . Sarebbe da acquistare un secondo Cyclone con res da 3,5 - 3,6Ω da montare quando le batterie scendono sotto un certo livello. Fino ad ora ho notato che quando le AW arrivano a 3,6V vanno cambiate, perché la resa complessiva perde troppo.

  6. I seguenti User ringraziano:


  7. #4
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di fumok
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,165
    P.Vaporizer
    Basta che sia BF
    Citato in
    1310 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    2,860
    Thanks ricevuti: 2,648 in 1,270 Posts

    Predefinito

    Questa sera voglio sperimentare con l'Hornet, dico subito, per chi va di fretta, che non ho trovato setup troppo interessanti. Per i miei gusti il Cyclone rimane, dopo 9 giorni di HV, imbattuto.

    Hornet Kanthal A1 0,20 microcoil 1,6mm
    Dopo aver cercato inutilmente una punta da trapano da 1,75mm sono tornato a casa con dei chiodi da 1,6mm ed 1,8mm. Su chiodo da 1,6mm ho fatto 13 spire di Kanthal A1 0,20 per 3,95Ω. La wick da 2mm si infila a meraviglia (vape mesh me l'ha venduta come 1,5mm, ma questa è un'altra storia). L'hit è sufficiente, niente di trascendentale, ma la camera ridotta dell'Hornet non lavora al meglio. Ricorda un po' il setup con il Graal, anche se qui le cose vanno decisamente meglio. Ho sperimentato con varie angolazioni tra foro aria e coil, ma la classica a 45° risulta la migliore (o se preferite la meno peggio). Forse il punto nodale è la posizione della coil, mi spiego: l'Hornet rispetto ad altri atomizzatori, ha una posizione abbastanza alta che, in caso di microcoil, risulta fastidiosa. La resistenza l'ho inclinata in modo da facilitare l'andamento delle 2 code verso la base dell'atom per un pescaggio facilitato, però non è semplice bloccare la coda libera, che passa sotto la coil, tenendola lontana dal foro di areazione. Una soluzione plausibile potrebbe consistere nel passare la coda libera tra le torrette (e nel contempo usarla per bloccare anche l'altro capo della wick), ma per questa sera basta esperimenti.

    Hornet NiCr 0,15 macrocoil
    Confidando nelle intrinseche doti hitose dell'Hornet ho provato il NiCr per aumentare un pelo la resa aromatica. Ho avvolto su 4 code di wick a 1,2mm 9 spire per 4,1Ω. Anche con le AW fresche e riposate l'hit si è perso per strada, inutile continuare su questa strada. Il NiCr non fa per me, almeno non in questo genere di setup.

    Quando avrò sufficiente di tempo libero sarà il caso di sperimentare con il Chalice .

  8. Il seguente User ringrazia :

    ufo

  9. #5
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di fumok
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,165
    P.Vaporizer
    Basta che sia BF
    Citato in
    1310 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    2,860
    Thanks ricevuti: 2,648 in 1,270 Posts

    Predefinito

    Chaliche 6x6

    Sebbene non avessi molto tempo, sentivo una certa urgenza a rigenerare il Chalice in versione HV. Dopo un giorno e mezzo con una rigenerazione classica a 1Ω su singola 18650 (Samsung 25R), non riuscivo a trarre la giusta soddisfazione allo svapo.

    Ho provato ad usare una wick molto fine per non riempire troppo la camera del gioiello di Mark Bugs. Sei riprese di wick da 1,2mm su cui ho avvolto 6 spire del classico Kanthal A1 da 0,15 per un totale di 4,05Ω. Siamo in presenza di un setup molto equilibrato, dove la consistenza del vapore, la percezione aromatica e la presenza (intendendo con questo termine un misto di hit alto e basso) si fondono indissolubilmente. D'altronde non ho inventato nulla di particolare, semmai ho, con fortuna, assecondato la predisposizione naturale del Chalice. Rispetto al setup con il Cyclone, questo è più indicato per una svapo a tutto tondo, che ti può accompagnare durante tutto l'arco della giornata, anche per sezioni più meditative e prolungate. Il Cyclone ha una resa aromatica non inferiore, ma diversa, spunta un po' di hit di gola in più, dovuto al foro dell'aria più ampio.

    I due meritano una foto ricordo:



    P.S. Se continuo su questa strada e la SVA DNA ritarda ad arrivare mi sa che vendo tutte le 18650

  10. Il seguente User ringrazia :

    ufo

  11. #6
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di fumok
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,165
    P.Vaporizer
    Basta che sia BF
    Citato in
    1310 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    2,860
    Thanks ricevuti: 2,648 in 1,270 Posts

    Predefinito

    Aria ed Ekowool

    Quasi annoiato da quanto sia regolare e costante il Cyclone in HV, e lasciato il Chalice a coil tradizionali con singola 18650, l'altra sera mi sono cimentato con l'Aria di Roby74. Ho un rapporto di amore ed odio con questo atom. Ha alcuni vantaggi, in primis una costanza termica molto utile per lo svapo estivo all'aperto, ma continua a mancargli qualcosa nella resa che non so ben definire: forse il vapore è un po' secco (ma non penso di essermi espresso in modo del tutto corretto).

    Dopo alcune sperimentazioni fallimentari in microcoil, decido di rispolverare i miei 3 metri di Ekowool da 2mm presa da Etigara. Per chi non avesse dimestichezza con la Ekowool, sappia trattarsi di una wick intrecciata e quasi piatta, le cui dimensioni nominali poco hanno a che spartire con il sistema metrico decimale . L'intreccio delle fibre forma una cavità centrale.

    Veniamo al setup: singola wick Ekowool da 2mm con 4 spire abbastanza distanziate di Kanthal A1 da 0,15 = 3,9Ω. La wick va avvolta a forma di C (il più chiusa possibile) attorno alle torrette, con i lati stretti rivolti rispettivamente in alto e basso. Lo spazio a disposizione per questo biscione non è molto, va fatta parecchia attenzione affinché la coil non cozzi contro le torrette o il corpo dell'atom, altrimenti la resistenza sballa di brutto (si può abbassare anche di 2Ω) e si rischia di bruciare tutto (le potenze in gioco sono ragguardevoli). In fase di avvolgimento cercate di tenere la wick quanto più piatta possibile. Al fine di evitare indesiderati hotspot il filo resistivo va ben strizzato attorno alla wick. Il foro di areazione in questo caso va messo frontalmente alla coil, al massimo con un'inclinazione di 10° o 15° rispetto alla perpendicolare. Questo posizionamento penso sia obbligato vista la grande area che occupa la coil.

    La prima sorpresa arriva dall'ariosità. Mi ero immaginato un tiro molto contrastato, ed invece usando il corpo con foro da 1,2mm il tiro è bello aperto, simile a quello del Cyclone. La resa aromatica è di tutto rispetto, specialmente nei 2 o 3 tiri iniziali dopo lo squonk. Impossibile prendersi una steccata, la Ekowool si asciuga molto gradualmente. A batterie quasi cariche e circa 15W il vapore è bello caldo, ma il teflon interno dell'Aria ed il delrin del tip proteggono molto bene le labbra. Questa mattina con batterie a metà il vapore è tiepido. Un altro effetto positivo: è sparita quella sensazione di spugnosità, che spesso ritrovavo con l'Aria specie in microcoil.

    Vi avverto, beve come una spugna !

  12. #7
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di fumok
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,165
    P.Vaporizer
    Basta che sia BF
    Citato in
    1310 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    2,860
    Thanks ricevuti: 2,648 in 1,270 Posts

    Predefinito

    HV in economia

    Questa sera provo a riprendere l'RDA Mini acciaio BF. Mesi fa lo riposi nel cassetto, perché oltre all'hit generoso non ci trovai granché. In queste settimane di sperimentazione HV mi sono reso conto di come le mie abitudini di svapo siano/stiano cambiando. Facendo tesoro delle conoscenze acquisite, decido di usare la Ekowool da 2mm accompagnata dal classico Kanthal A1 0,15 (4 spire per 3,7Ω). La wick ha una particolare e consistente resa aromatica che bilancia un po' i fattori in gioco, si impregna bene con beneficio sulla frequenza di squonk.

    Questo potrebbe essere un'ottima soluzione BF estiva (alias da battaglia): 883 + RDA + 2 AW 18350 = circa 80€. L'unica concessione al lusso è stato l'uso del drip tip Rocket Science Mod in pyrex, non strettamente necessario, ma vi assicuro che si sposa bene con l'insieme. Si può limare il costo ulteriormente con l'uso di due Efest Purple (5€ l'una). Per la cronaca con le AW il drop voltage si assesta su un ottimo 0,20V, ed i 15 watt (o più) si raggiungono comodamente. Intendiamoci non è un setup eclatante, non si grida certamente al miracolo, ma se vi serve un sistema BF davvero poco costoso da portarvi appresso ... difficilmente troverete di meglio (beh forse una hammnond ...).

  13. I seguenti User ringraziano:


  14. #8
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di fumok
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,165
    P.Vaporizer
    Basta che sia BF
    Citato in
    1310 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    2,860
    Thanks ricevuti: 2,648 in 1,270 Posts

    Predefinito

    HV in elettronico??

    Posto qui la domanda per non sporcare altrove. Con l'avvento del DNA di Evolv è corretto parlare di HV? Oppure è un termine che viene riferito solo all'uso di batterie (due o, come voi mi insegnate, più) in serie senza alcun circuito? Questa famiglia di circuiti spinge fino ad un massimo di 8.3V, quindi come o più di due AW 18350 (o altre varianti) considerati sia il drop voltage e il calo caratteristico del meccanico.

    Facendo due conti potrei trapiantare il Cyclone a 3,9Ω, ed impostare il DNA a 7,9V/16W. Il consumo di corrente sarebbe pure misero, soli 2A o poco più. Certo la resa sarà diversa dal meccanico ... ma magari vi saprò dire qualcosa in merito il mese prossimo

    EDIT: ho verificato ora che la massima resistenza gestita è 3.3Ω per il DNA20D e 3.0Ω per il DNA30D, sinceramente non capisco sta cosa ...
    Ultima modifica di fumok; 04-06-2014 alle 15:52

  15. #9
    Boxettaro Rigenerato
    ESP User
    Very Old Poster
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    3,492
    P.Vaporizer
    un po' di tutto... probabilmente troppo!
    Citato in
    1138 Post(s)
    Taggato in
    8 Thread(s)
    Thanks
    817
    Thanks ricevuti: 1,714 in 1,023 Posts

    Predefinito

    @fumok ti seguo in questi tuoi esperimenti

    Io ho sempre considerato HV un voltaggio oltre i 6, quindi in pratica le classiche 2 batterie in serie almeno fino all'avvento dei nuovi circuiti

    Non avevo circuiti adatti allo scopo... lo stesso saphira oltre ai 6V non va nonostante i 22W

    A breve vado a impiantare un DNA30 su una box e quindi posso anche seguirti nella pratica

    DNA30... boh! Più in alto vai meno ampere usi quindi non ho idea del perchè indichino il limite del 3ohm
    Ultima modifica di kerz; 04-06-2014 alle 17:22

  16. #10
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di fumok
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,165
    P.Vaporizer
    Basta che sia BF
    Citato in
    1310 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    2,860
    Thanks ricevuti: 2,648 in 1,270 Posts

    Predefinito

    @kerz fa piacere sapere che qualcuno segue i miei vaneggiamenti . Scherzi a parte lo svapo HV mi ha aperto nuove e fantastiche prospettive e sono ben lieto di condividerle.
    Il DNA (20 o 30 che sia) quindi rientra a pieno titolo nell'ambito HV, buono a sapersi. Il discorso sulla massima resistenza gestita non la comprendo. Alcuni numeri:

    • 4,0Ω e 7,4V -> 13,69W e 1,85A
    • 4,0Ω e 8,3V -> 17,22W e 2,07A
    • 3,3Ω e 8,3V -> 20,87W e 2,51A
    • 3,0Ω e 8,3V -> 22,96W e 2,76A


    Chiaro che la richiesta fatta alla batteria sarà maggiore, perché l'efficienza del circuito non sarà mai del 100%, ma ricordo che Evolv vanta un 93% (ed anche se fosse molto più bassa non si sfiorerebbero i limiti di amperaggio).

    Se invece la Max Atomizer Resistance è intesa come la massima resistenza per arrivare a 20W, nel caso del DNA20D allora tutto chiarito (ma la stessa spiegazione non la trovo applicabile al fratello maggiore, vedi 3° e 4° esempio).

    Per praticità ecco i datasheet del DNA20D e DNA30D.

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Primi Esperimenti
    Di K3bab nel forum E-Liquidi Mix e Ricette
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 15-10-2011, 12:57
  2. alta tensione senza alimentazione
    Di ciuccio81 nel forum Discussioni Generali
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-06-2011, 19:49
  3. atom per alta tensione e fog
    Di ciuccio81 nel forum Discussioni Generali
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-05-2011, 00:35
  4. Primi 2 esperimenti...
    Di Goldrake nel forum E-Liquidi Mix e Ricette
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 13-12-2010, 00:42
  5. e.sig e insetti, esperimenti!
    Di Siriou nel forum Il Baretto
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 01-03-2010, 17:56

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •