Lista Tag Utenti

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17

Discussione: Gira e rigira, c'é sempre qualcosa di italiano...

  1. #1
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Chrom
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    4,503
    P.Vaporizer
    510-C ©
    Inserzioni Blog
    106
    Citato in
    393 Post(s)
    Taggato in
    4 Thread(s)
    Thanks
    156
    Thanks ricevuti: 783 in 378 Posts

    Predefinito Gira e rigira, c'é sempre qualcosa di italiano...

    Volunia, il motore di ricerca italiano che va all’attacco di Google

    Corriere della Sera - 17/11/2011

    Il tam tam in Rete è ancora sommesso ma il volume si sta alzando. Soprattutto dopo che Massimo Marchiori ha partecipato – da vero protagonista – alla festa romana per i 20 anni del Web. Il matematico di Padova – conosciuto come “l’inventore dell’algoritmo di Google” (qui trovate la storia raccontata direttamente da lui) – sta per lanciare online un nuovo motore di ricerca: Volunia, un progetto tutto italiano che si può già iniziare a scoprire a questo link.

    www.volunia.com

    Intanto il nome, dietro il quale c’è Mariano Pireddu– l’investitore dell’avventura di Marchiori -, imprenditore sardo che nel 2001 ha fondato Voljatel, società di telecomunicazioni slovena. “E poi poco altro: il nome suona bene”, ci spiega Marchiori. “E poi ha le radici di “volo” e “luna”: la nostra voglia di volare veramente alto, di raggiungere un traguardo ambizioso e da sogno”. Poi c’è la fatica, e l’orgoglio, di fare una cosa grande in Italia. “Fossimo stati all’estero forse saremmo riusciti ad andare online un anno prima”. Ma passate le difficoltà burocratiche, rimane la grande felicità di un progetto nato e cresciuto nel nostro Paese. Capitali italiani, sviluppatori per la maggior parte cresciuti all’università di Padova. “Miei ex studenti, tutti soci a vario titolo dell’impresa”. Con base operativa appunto nella città veneta. E i server in Sardegna.

    Il motore di ricerca nuovo, e non per motivi temporali ma proprio inedito nel modo di sondare il Web, partirà entro le prime due settimane di dicembre (“senz’altro prima della fine dell’anno, perché vogliamo andare online nell’anno del 150° del nostro Paese”) in dodici lingue. Massimo Marchiori studia da anni la Rete semantica, un approccio di significato alla mole di informazioni presenti in Rete. Perché la prossima rivoluzione è questa, dopo quella del Page Rank di Google a fine anni Novanta proprio sullo spunto di Hyper Search di Marchiori. Bing di Microsoft ha provato a migliorare i risultati di ricerca dati dalla Big G restando però sulla stessa linea del colosso di Mountain View. E non riuscendo così a spostare la massa necessarie per infastidire davvero Google.

    Ora dall’Italia arriva qualcosa di nuovo davvero. “Ma di più al momento non posso dire, mi scuso davvero…”, Massimo Marchiori non è solo un grande studioso, è anche un’ottima persona. “Anche la beta è rigidamente su invito e questi arriveranno solo una settimana prima di partire sul serio. Il fatto è che una realtà come Google, per fare un esempio, non ci mette niente a mettere 100 ingegneri a lavorare giorno e notte sulla nostra idea e a uscire prima di noi”. Una prudenza che lascia davvero pensare al fatto che il progetto-Volunia vuole puntare in alto: “Guarda, io tendo a essere realistico. E rispondo sinceramente: se non avessi pensato che era una cosa grossa, in grado di competere con i big della ricerca online, non mi ci sarei mai messo”. L’idea di base è molto semplice, totalmente diversa dall’idea attuale dei motori di ricerca: “Se Google usa la clava, ecco noi opereremo con il fioretto. Emergeremo grazie alla differenza del nostro motore. E perché Volunia sarà davvero utile alla gente”.

    Il motore è finito, come detto dopo 3 anni di duro lavoro – “E’ stato un impegno pazzesco….” -, ora si tratta solo di arrivare alla massa critica di tester selezionati nei vari Paesi (tra i 50 e i 100 mila), verificare che tutto vada bene, che il sistema risponda in modo corretto in tutte le lingue e regga fisicamente l’impatto delle richieste degli utenti. Poi Volunia andrà online. E forse allora il Web potrebbe non essere più lo stesso. E così il ruolo dell’Italia nell’economia digitale. Grazie a Massimo Marchiori, il matematico che nel 1996 diede il via a quello che tuttora è il più grande fenomeno che la Rete abbia mai conosciuto. Google. “Ma l’idea di una vendetta non mi ha mai neanche sfiorato”, ride Marchiori. “Davvero. La realtà è che si tratta di un’idea così bella che sarebbe stato un peccato non riuscire a farla. E realizzarla ora è il momento giusto”.


    Massimo Marchiori: le parole del futuro - YouTube

    Insomma, se poi andiamo a vedere con attenzione dentro le cose, anche le più strabilianti, si scopre che gira e rigira c'é quasi sempre lo zampino di un italiano che le ha rese possibili; come nell'altro stupefacente caso della prima CPU della storia, l'Intel 4004 inventata da Federico Faggin.
    Sarà colpa del nostro intero sistema Paese che poi siano sempre gli altri a realizzarle... da sempre?
    Ultima modifica di Chrom; 18-11-2011 alle 22:25

    Bene, andrò all’inferno.

  2. I seguenti User ringraziano:


  3. #2
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di nicoino
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Ostiglia/Albidona
    Messaggi
    1,569
    P.Vaporizer
    a vaporella
    Citato in
    83 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    142
    Thanks ricevuti: 297 in 163 Posts

    Predefinito

    Grazie, molto interessante


    Scritto con tapatalk

  4. Il seguente User ringrazia :


  5. #3
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di tabsquare
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    888
    P.Vaporizer
    eGo/510+Clearomizer Ultimate
    Citato in
    21 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    164
    Thanks ricevuti: 62 in 44 Posts

    Predefinito

    Non è il primo motore di ricerca semantico...bisognerà vedere. Io francamente sono propenso allo sviluppo dei motori di ricerca open-source delocalizzati che fanno uso di protocolli p2p. In questo modo non c'è più la supervisione di nessuno in particolare e anche le ricerche diventeranno veramente libere. Però devo ancora riuscire a farne funzionare uno (non che io ci abbia speso le giornate, anzi, ad ora solo pochi minuti purtroppo)

    PS-quanto alla presenza degli italiani....non so, francamente ho seri dubbi che questa percentuale superi la media delle altre 6 favolose potenze economiche.
    Ultima modifica di tabsquare; 19-11-2011 alle 21:59

    ma ho speso 630,58EU in hardware e liquidi

  6. #4
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Chrom
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    4,503
    P.Vaporizer
    510-C ©
    Inserzioni Blog
    106
    Citato in
    393 Post(s)
    Taggato in
    4 Thread(s)
    Thanks
    156
    Thanks ricevuti: 783 in 378 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da tabsquare Visualizza Messaggio
    ...
    PS-quanto alla presenza degli italiani....non so, francamente ho seri dubbi che questa percentuale superi la media delle altre 6 favolose potenze economiche.
    Invenzioni Italiane

    Lista in ordine cronologico


    -Arco a tutto sesto (Antica Roma)
    -Acquedotto rialzato per lunghe distanze (Antica Roma)
    -Chiodi in metallo (Antica Roma)
    -Campana (V secolo San Paolino)
    -Anestesia (1200 Ugo da Lucca)
    -Ambulanza [a cavalli] (1244 Arciconfraternita della Misericordia di Firenze)
    -Cartiera di tipo moderno per grandi quantitativi (1268 a Fabriano)
    -Occhiali (1300 circa)
    -Bussola (1300 circa, Amalfi forse su suggerimento precedenti orientali)
    -Carro Snodabile (1300 francesco Carraio)
    -Caminetto (1347 a Venezia)
    -Prospettiva scientifica ('400 Filippo Brunelleschi- Leon Battista Alberti)
    -Cambiale (1400 Francesco di Marco Datini)
    -Orologio a molla (1410 Filippo Brunelleschi)
    -Anemometro (1450 Leon Battista Alberti)
    -Camera oscura [parte essenziale delle macchine fotografiche] (1450 Leon Battista Alberti)
    -Banca (1462)
    -Formula risolutiva equazioni terzo grado (1543 Ludovico Ferrari)
    -Giroscopio (1542 Gerolamo Cardano)
    -Giunto Cardanico (1545 Gerolamo Cardano)
    -Giornale (1563 a Venezia)
    -Lotteria (1576 Benedetto Gentile)
    -Telescopio (1609 Galileo Galilei)
    -Barometro (1643 Evangelista Torricelli)
    -Gelato (1686 Francesco Procopio dei Coltelli – cosi come lo conosciamo oggi)
    -Caffettiera Napoletana (1691 a Napoli)
    -Pila Elettrochimica (1799 Alessandro Volta).
    -Carta Carbone (1806 Pellegrino Turri)
    -Macchina da scrivere (1808 Pellegrino Turri)
    -Orologio elettrico (1831 Giuseppe Zamboni)
    -Telefono (1844 Innocenzo Manzetti, 1871 Antonio Meucci)
    -Nitroglicerina (1847 Ascanio Sobrero)
    -Motore Pneumatico[come parte di un automa] (1849 Innocenzo Manzetti)
    -Motore a scoppio (1853 Eugenio Barsanti e Felice Matteucci)
    -Cappelli in feltro da uomo (Giuseppe Borsalino 1857)
    -Sismografo (1857 Luigi Palmieri)
    -Macchina per fare la pasta in casa (1857 Innocenzo Manzetti)
    -Dinamo [che, mossa dalle fonti di energia, produce la quasi totalità dell'elettricità del mondo] (1860 Antonio Pacinotti).
    -Scala Mercalli (1860 Giuseppe Mercalli)
    -Fax [pantelegrafo] (1861 Giovanni Caselli)
    -Autovettura a vapore stradale (1864 Innocenzo Manzetti)
    -Carburatore (1876 Luigi De Cristoforis)
    -Lampadina elettrica (1881 Alessandro Cruto)
    -Cavo elettrico (1884 Giuseppe Pirelli)
    -Motore Elettrico (1885 Galileo Ferraris)
    -Kinetografo (cinepresa-proiettore)[macchina per ripresa e proiezione di immagini in movimento inventata un anno prima di quella dei Lumière, ma per una svista brevettata l'anno dopo.] (1894, Filoteo Albertini)
    -Radio (1895 Guglielmo Marconi, insieme allo spagnolo Julio Cevera su gentile segnalazione).
    -Aliscafo (Primi '900 Enrico Forlanini)
    -Caffè espresso (1901 Luigi Bezzera)
    -Cono gelato (1903 Italo Marchionni)
    -Radar (1922 G. Marconi, 1936 prof. Tiberio)
    -Autostrada (1925 Milano-Laghi)
    -Elicottero (1930 Corradino d'Ascanio)
    -Caffettiera Moka (1933 Antonio Bialetti)
    -Cambio per bicicletta (1935 Tullio Campagnolo)
    -Elica a passo variabile (anni '30-'40 Corradino d'Ascanio)
    -Pila atomica (1942 Enrico Fermi)
    -Scooter civile [Vespa] (1946 Corradino d'Ascanio)
    -Plastica per gli oggetti comunemente usati (anni '50 Giulio Natta -Moplen)
    -Programma 101 o Perottina (Personal Computer)[considerato il vero primo personal computer alla portata di tutti, programmabile ecc. per ufficio.] (1962 Pier Giorgio Perotto)
    -Microchip (anni '60 Federico Faggin)
    -Autovelox (Brevettato a Firenze negli anni '60)
    -CPU Monolitica in Silicio (1971 Federico Faggin –Intel 4004)
    -Moneta bimetallica [e antifalsificazione] (1982 Zecca di Stato – l’Euro)

    Per non parlare della tecnica motoristica moderna

    Alfa Romeo:
    -Albero a camme in testa
    -Valvole al Sodio
    -Testata a quattro valvole per cilindro
    -Transaxle
    Fiat (CRF):
    -Doppia sovralimentazione - Volumex/Turbo (1985 CRF)
    -Iniezione diretta Diesel (1988 Centro Ricerche Fiat)
    -Common Rail (1990 Mario Ricco - Centro Ricerche Fiat)
    -MultiJet (1999 Centro Ricerche Fiat)
    -UniAir (MultiAir) (2001 Centro Ricerche Fiat)
    Lancia:
    -Scocca autoportante
    Autobianchi (già di Fiat):
    -Trazione anteriore con motore trasversale e cambio in linea - cosi com’è oggi (1964 Dante Giacosa)

    E perfino il tergicristallo a intervallo introdotto con la Fiat 125, l'illuminazione interna a fibre ottiche con la Tipo e l’illuminazione a LED con la Maserati. Così, tanto per parlare anche di alcune amenità.

    Ovviamente, tralascio la Ferrari. E qualcos’altro che di sicuro mi sarà sfuggito.
    Ultima modifica di Chrom; 23-11-2011 alle 10:37

    Bene, andrò all’inferno.

  7. #5
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di aqix
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    277
    Citato in
    8 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    57
    Thanks ricevuti: 22 in 19 Posts

    Predefinito

    Interessante.. Non riesco ad immaginare cos altro può fare

  8. #6
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Raf
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    Vicenza
    Messaggi
    1,807
    Citato in
    84 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    220
    Thanks ricevuti: 118 in 81 Posts

    Predefinito

    @Chrom,
    vorrei segnalarti che il multiair è stato il rpimo brevetto post laurea dell'ing. livio sovilla, nel lontano 1967... (c'è veramente da piangere...)
    c'è da aggiungere l'alimentazione a idrogeno del 75, e penso da togliere il telefono, ormai universalmente attribuito a tesla (non il filtro...)

  9. #7
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di tabsquare
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    888
    P.Vaporizer
    eGo/510+Clearomizer Ultimate
    Citato in
    21 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    164
    Thanks ricevuti: 62 in 44 Posts

    Predefinito

    giusto per indizio
    Liste d'inventions françaises - Wikipédia

    insomma non è così scontato quello che dici chrom

    ma ho speso 630,58EU in hardware e liquidi

  10. #8
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Chrom
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    4,503
    P.Vaporizer
    510-C ©
    Inserzioni Blog
    106
    Citato in
    393 Post(s)
    Taggato in
    4 Thread(s)
    Thanks
    156
    Thanks ricevuti: 783 in 378 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da tabsquare Visualizza Messaggio
    giusto per indizio
    Liste d'inventions françaises - Wikipédia

    insomma non è così scontato quello che dici chrom
    ...beh, io mica ho sostenuto che gli altri siano degli incapaci.
    Infatti, se vai a vedere l'elenco dei tedeschi ti garantisco che lo troverai più lungo di quello francese. A ragione.

    Voglio però sottoporti alcune considerazioni sulle scoperte o sulle invenzioni:

    Intanto, precisiamo in premessa che l'elenco che ho postato io non è frutto di ricerche scientifiche, come invece si pretende sempre debba essere per rimanere pubblicato su Wikipedia, ma più semplicemente delle cose che ricordo di aver letto per averle studiate, per lavoro o per passione nella mia vita.

    C'é una notevole differenza tra scoperta o invenzione rispetto all'evoluzione, per quanto perfezionata sia. Buona parte delle voci contenute nell'elenco dei francesi, infatti, sono frutto di evoluzioni o di diverse applicazioni delle invenzioni di altri. E lo stesso rapporto troveresti in quello tedesco, o inglese.
    A questo proposito, per fare un esempio che renda l'idea di ciò che intendo, ho evitato di aggiungere il Volumex dell'Abarth, che per quanto da lei brevettato è anch'esso fondamentalmente di origine roots. Come tutti i moderni compressori volumetrici. Oppure, inversamente, non assegnerei l'invenzione della girobussola, messa a punto nel 1903, al tedesco Herman Anschütz-Kaempfe, visto che alla base vi è certamente il giroscopio inventato da Gerolamo Cardano ben 350 anni prima e la moderna e italianissima bussola inventata addirittura nel 1300. Insomma, cose di questo genere sarebbe più corretto considerarle evoluzioni, perfezionamenti... oppure diverse combinazioni o applicazioni di cose già inventate da altri, per quanto anch'esse brevettabili.

    Noi non siamo anche degli sviluppatori, come solitamente i francesi e gli inglesi, o dei perfezionisti come i tedeschi. Noi, in tutta la nostra storia, ci siamo sempre distinti per aver scoperto o inventato da zero. Perfino nell'era moderna. E il più delle volte solo quello sappiamo fare...
    Prova ne sia che se vai a guardare con attenzione anche solo nel mio piccolo elenco, ci troverai le invenzioni che hanno prodotto cose tra le più importanti che fanno girare il mondo ai giorni nostri. E come evidenziavo prima, spesso evolute e perfezionate poi da altri.
    Questo, però, non è sufficiente a toglierci il merito dell'invenzione o della scoperta, quelle vere, che ne sta alla base.
    Ultima modifica di Chrom; 23-11-2011 alle 05:44

    Bene, andrò all’inferno.

  11. #9
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Chrom
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    4,503
    P.Vaporizer
    510-C ©
    Inserzioni Blog
    106
    Citato in
    393 Post(s)
    Taggato in
    4 Thread(s)
    Thanks
    156
    Thanks ricevuti: 783 in 378 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Raf Visualizza Messaggio
    @Chrom,
    vorrei segnalarti che il multiair è stato il rpimo brevetto post laurea dell'ing. livio sovilla, nel lontano 1967... (c'è veramente da piangere...)
    c'è da aggiungere l'alimentazione a idrogeno del 75, e penso da togliere il telefono, ormai universalmente attribuito a tesla (non il filtro...)
    Di teorie ce ne sono state all'infinito su ogni cosa nella storia. Ma tanto non basta.
    L'UniAir (poi MultiAir) inventato al CRF, è stato brevettato in ogni sua parte, ingegnerizzato in ogni sua parte e poi prodotto in ogni sua parte da Fiat, alla Fiat Powertrain Tecnologies per la precisione... e i brevetti sono stati studiati anche in modo piuttosto serrato, memori di ciò che combinarono con il Common Rail.

    Cosi come la paternità del telefono è stata assegnata con certezza ad Antonio Meucci anche da una recente sentenza di un tribunale americano, che ha cosi disconosciuto anche le tesi e le carte del loro Bell. Insomma, c'é voluto un secolo ma infine giustizia è stata fatta.
    Perfino Piero Angela ci ha fatto tutta una puntata di Superquark, poco tempo fa su RAI3 in prima serata, che suppongo tu ti sia perso.

    Non ho ben capito, però, a quale alimentazione a Idrogeno ti riferisci.
    Ultima modifica di Chrom; 23-11-2011 alle 07:00

    Bene, andrò all’inferno.

  12. #10
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di tilt
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    1,166
    P.Vaporizer
    Twist/SLB eGo-V V2 + T3, evod, Ce5, iclear16, mini nova
    Citato in
    77 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    260
    Thanks ricevuti: 146 in 122 Posts

    Predefinito

    potrei sbagliare ma ultimamente ho sentito di una scoperta italiana riguardo ad un biocarburante derivato da sottoprodotti del mais, fecero vedere una dimostrazione anche sulla RAI, utilizzabile anche per le stufette di casa.


    edit: mi sa che è questo.
    http://alternativenergetiche.forumco...et/?t=16799535
    Ultima modifica di tilt; 23-11-2011 alle 06:01

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Record Italiano di durata atom
    Di gegeg nel forum Sondaggi
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 04-08-2011, 00:13
  2. 999 OHM il BB multivoltage tutto italiano
    Di kanaglia nel forum Big Battery
    Risposte: 349
    Ultimo Messaggio: 08-08-2010, 11:11
  3. produttore italiano
    Di beivars nel forum Prime Esperienze e Consigli
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18-03-2010, 10:47

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •