Lista Tag Utenti

Pagina 1 di 5 12345 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 42

Discussione: 2013 - odissea nello stato italiano

  1. #1
    Esperto: Barista<-rosso
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di FAX
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,920
    P.Vaporizer
    Reo Grand, Kego
    Citato in
    791 Post(s)
    Taggato in
    4 Thread(s)
    Thanks
    1,401
    Thanks ricevuti: 780 in 487 Posts

    Predefinito 2013 - odissea nello stato italiano

    Cari Amici,
    vi posto quella che è stata la mia odissea negli ultimi 2 mesi con l'Agenzia delle Entrate, poichè ho alla fine deciso di pagare senza ricorrere ulteriormente, perchè mi sono stufato di rimanere con delle continue preoccupazioni, sono sfinito.
    Il mio intento con questa pubblicazione è quello di rendere noto il più possibile a tutti quali sono le leggi assurde a cui il cittadino comune deve sottostare, e il grado di tutela che l'Istituzione riesce a fornire (praticamente nulla) al cittadino, obbligandolo a rivolgersi a un professionista privato e di fatto facendogli spendere comunque risorse qualunque sia l'esito del contenzioso.
    Con questo 3d non sto cercando aiuti (poichè ho ancora le spalle sufficientemente larghe), e non voglio diffamare nessuno, ma vorrei che ci fosse una riflessione quando e se qualcuno tra una settimana disegnerà la X sulla scheda elettorale. Ho cercato di commentare il meno possibile per non influire sull'idea che ognuno si farà della cosa, tuttavia i commenti in rosso sono solo funzionali a capire alcuni passaggi.
    Se con tutto ciò ho disturbato la sensibilità di qualcuno, si senta libero di non leggere o di segnalare all'amministrazione del forum e staff, i quale sono sicuro faranno ciò che è più giusto.


    PREAMBOLO:
    Sono proprietario di un piccolo locale commerciale ereditato, che nel 2007 ho provato a dare in affitto, purtroppo però il titolare conduttore del locale è diventato moroso quasi da subito, dopo aver aspettato invano qualche mese nella speranza che il conduttore ritornasse a pagare, ho attivato la procedura di sfratto, nel luglio del 2007 il Giudice ha emesso sentenza di sfratto, nel dicembre del 2007 il locale è stato rilasciato ad opera dell'Ufficiale Giudiziario seguendo tutti i passaggi di Legge.
    Al 21/12/12 un messo comunale mi notifica un Atto di Accertamento dell'Agenzia delle Entrate (ADE) per la rilevazione di maggiori redditi ai fini irpef non dichiarati nell'anno 2007 relativi al canone di locazione registrato.
    In quel momento ho pensato: Io non ho percepito un euro da quel canone di locazione, cosa dovevo dichiarare? ...Mha!...basterà fornire tutta la documentazione dei Giudici che ufficializzano la non percezione dei soldi, avendo massima fiducia nelle istituzioni, il problema si risolverà subito...
    Ho perso una ventina di giorni per recuperare la documentazione da inviare via e-mail, non prima di aver provato a parlare direttamente con un funzionario dell'ADE (qui comincia la mia Odissea del novello Ulisse) in una delle filiali romane, che mi ha subito liquidato dicendo che Loro non sono competenti per gli accertamenti relativi ai canoni di locazione, la competenza è dell'ADE di Pescara, si deve comunicare con loro...


    -----------------------------------------------------------
    Da: ME
    Inviato: lunedì 7 gennaio 2013 12.18
    A: ADE
    Cc: ADE
    Oggetto: Richiesta di Annullamento totale o parziale Atto n°XXXXXXXX in autotutela
    Al CENTRO OPERATIVO DI PESCARA - UFFICIO CONTROLLI E ACCERTAMENTI CENTRALIZZATI SEDE DI PESCARA
    al Funzionario responsabile del procedimento ....
    Caro Sig. XXXX,
    prego voler riesaminare la pratica relativa al mio indirizzo per l'Atto di Accertamento n° XXXXX notificatami lo scorso 21/12/12.
    Ho allegato copia del modulo formale di richiesta all'esercizio dell'autotutela e altri 3 documenti ufficiali a supporto della richiesta di riesame.
    Si prega di voler confermare immediatamente la corretta ricezione della presente e-mail con 4 allegati in formato PDF.
    E' possibile per qualsiasi richiesta di chiarimento o problema di sorta raggiungermi telefonicamente al numero xxxxxxxxx.
    In dettaglio mi si contesta un maggior reddito percepito e non dichiarato provveniente da canone di locazione per l'anno 2007 come da contratto registrato sempre alla Agenzia delle Entrate. Purtroppo però tale reddito non è mai stato riscosso poichè il conduttore del locale affittato si è reso moroso fin dall'inizio dell'anno 2007 (è possibile rinvenire i periodi più precisi attraverso i documenti inviati in allegato).
    Dopo l'avvio del procedimento di sfratto il Giudice ha dato seguito alla richiesta di sfratto per morosità facendo rilasciare il locale nel Dicembre dello stesso anno.
    Per i motivi sopra indicati faccio richiesta di riesame dell'atto di accertamento e conseguente annullamento dello stesso in quanto i redditi accertati dalla Agenzia delle Entrate non sono, ad oggi, mai stati riscossi dal sottoscritto!
    Inoltre vorrei denunciare il mio disappunto per le modalità di comunicazione che devono essere eseguite dal Cittadino onesto per dimostrare la buona fede di un probabile errore documentale.
    Sono costretto a scrivere una e-mail allegando della documentazione precedentemente scannerizzata che potrebbe far perdere anche molto tempo;
    -il numero verde riportato funziona solo per chiamate da rete fissa e comunque sono certo non mi farebbe comunicare direttamente col Lei Funzionario responsabile della apertura della pratica;
    -non è possibile concordare un appuntamento de visu con un qualsiasi altro funzionario in una qualsiasi delle vostre filiali (vicine al mio domicilio fiscale in ROMA) in quanto pare che per questo tipo di pratiche l'unica sede è Pescara;
    -Non posseggo un FAX;
    Tutto mi fa pensare che il sistema sia stato ideato ad arte per scoraggiare il cittadino al ricorso dei propri diritti imponendo a quest'ultimo l'onere di provare la propria buona fede, anche le tempistiche per la notifica dell'atto sembrano calcolate apposta per cercare di trarre il massimo interesse pecuniario dalla somma probabilmente dovuta (che in questo frangente economico può tranquillamente essere paragonato ad una rapina a norma di legge), al limite della prescrizione, eppure immagino che tale accertamento venga effettuato in maniera automatica a partire da qualche mese dopo la presentazione della dichiarazione dei redditi; al contrario se avessi avuto l'intenzione di non dichiarare i maggiori redditi non avrei fatto la registrazione del contratto di locazione alla stessa Agenzia delle Entrate...se tale accertamento avvenisse infatti quando il problema venisse rilevato, e non allo scadere dei 5 ANNI, e magari con un avviso bonario o fornendo un contatto diretto con un Responsabile, sono certo che lo Stato nell'Istituto della Agenzia delle Entrate in questo caso risparmierebbe molto denaro pubblico aumentando l'efficienza.
    La spersonalizzazione dei rapporti col sistema pubblico porta a esasperare il cittadino e a far utilizzare molte più risorse costose che altrimenti potrebbero essere meglio impiegate.
    Comprendo che quanto scritto sopra rappresenta solo uno sfogo verso un muro di gomma, ovviamente non è Lei il soggetto delle mie lamentele del quale sono certo che concorderà, ma visto che almeno questa mio scritto dovrà essere letto dalla Persona (Sig. xxxxxx) confido che tale mio disappunto possa essere girato a chi scrive tali assurde regole.
    Il Contribuente Onesto
    Firma
    ----Messaggio originale----
    Da: ADE
    Data: 09/01/2013 14.17
    A: ME
    Ogg: IDEM
    Buon giorno.
    Con riferimento all’accertamento in oggetto, al fine di poter riesaminare e definire in tempi stretti la pratica, si richiede copia contratto di locazione n.XXX del 15/05/2006, non in nostro possesso. Distinti saluti.
    Il Funzionario Responsabile
    Firma
    ----Messaggio originale----
    Da: ME
    Data: 10/01/2013 16.17
    A: ADE
    Ogg: IDEM
    Buon Giorno Dott. XXXX,
    troverà in allegato copia del contratto di locazione nr XXX registrato in data 15/05/2006 come richiesto.
    Rimango in attesa di comunicazioni spero positive in merito all'accertamento avviato.
    Sono a disposizione per qualsiasi altro chiarimento di sorta.
    Cordiali saluti
    Firma
    ----Messaggio originale----
    Da: ADE
    Data: 10/01/2013 17.24
    A: ME
    Ogg: R: IDEM - RICHIESTA AUTOTUTELA RESPINTA
    Buon giorno.
    Con riferimento all'accertamento in oggetto, si trasmette il provvedimento di diniego per le ragioni nello stesso riportate.
    Il Funzionario Responsabile
    FIRMA

    (L'allegato a timbro Dell'ADE riporta le ragioni del Diniego, riporto i passaggi essenziali:
    "La circolare Min Finanze Serv.III n150 del 07/07/1999 chiarisce che, pur in presenza di "convalida di sfratto" per morosità relativa ad un immobile locatoad "uso diverso da quello abitativo", il canone di locazione va comunque sempre dichiarato - ancorchè non sia percepito - così come risultante dal contratto di locazione, rilevando, in tal caso, il MOMENTO FORMATIVO DEL REDDITO E NON QUELLO PERCETTIVO. A sostegno di quanto appena espresso, interviene l'art. 26 del DPR 917/1986, stabilendo che "i redditi derivanti da contratti di locazione di immobili ad uso abitativo, se non percepiti, non concorrono a formare il reddito dal momento della conclusione del procedimento giurisdizionale di convalida di sfratto per morosità del conduttore")


    A questo punto ho iniziato a cercare qualcuno che mi aiutasse, un primo amico avvocato si è defilato, il commercialista ha fatto finta di non avere competenze, un avvocato mi ha chiesto non meno di 400 euro per occuparsi della pratica senza avere garanzie sulla soluzione a mio favore.
    A questo punto ho iniziato a ricercare in rete e ad occuparmi da solo del problema.


    ----Messaggio originale----
    Da: ME
    Data: 26/01/2013 16.29
    A: ADE
    Ogg: IDEM
    Caro Dott. xxxxx,
    riporto di seguito i contenuti dell'allegato (scritto e firmato con un modello formale) per la richiesta di annullamento dell'accertamento di cui sono stato fatto oggetto:
    "Tale provvedimento appare illegittimo poichè ai sensi degli articoli 41-ter del Dpr 600/73 e 52, co 4 del Dpr 131/86, gli uffici della Agenzia delle Entrate NON POSSONO PROCEDERE ALL'ACCERTAMENTO con riferimento ai redditi di fabbricanti, derivanti da locazione, dichiarati in misura non inferiore a un importo corrispondente al maggiore tra il canone di locazione risultante dal contratto ridotto del 15% e il 10% del valore dell'immobile locato rivalutato secondo i moltiplicatori riportati nel suddetto articolo.
    A sostegno di quanto appena espresso lo stesso sistema di calcolo viene utilizzato anche nel Vostro Annuario 2012 alla pagina 50 con titolo "Disposizioni per contrastare il fenomeno delle locazioni sommerse"; In virtù di tale calcolo nella dichiarazione dei redditi 2007 a mio nome oggetto dell'accertamento ai fini del calcolo dell'Irpef vengono dichiarate TUTTE le rendite da terreni e fabbricati COMPRENDENDO anche quelli dell'unità immobiliare a categoria catastale "C1" (locale commerciale) locata secondo il contratto di locazione registrato oggetto di accertamento.
    Nel dettaglio applicando i calcoli secondo quanto indicato dalla Legge:
    - il canone di locazione ha un valore annuo ai fini dell'imposta (85% del dichiarato in contratto di locazione regolarmente registrato) pari a xxxx euro (come anche accertato da Voi);
    - il valore dell'unità immobiliare dichiarato nel 730 /2007 è pari a xxx euro il cui valore imponibile, per le categorie catastali C1, rivalutato secondo la legge è pari a xxxxxx
    euro, il cui 10% è pari a xxxx.x euro, che RISULTA SUPERIORE al reddito del canone di locazione.
    Si richiede L'ANNULLAMENTO del provvedimento di accertamento su indicato ai sensi di quanto previsto dal D.M. 37/97 (circolare n. 198/S del 5/8/98)."
    Facendo, invece, seguito al vostro ultimo "provvedimento di diniego" che appellandosi al "momento formativo del reddito e non quello percettivo" di fatto si obbliga il contribuente a pagare un imposta più una sanzione più gli interessi di mora portati al massimo del periodo prima che la pratica si prescriva (sanzione più interessi quasi al 50% dell'imposta...) su redditi da guadagno MAI PERCEPITO!!!, diventando tra l'altro Evasore senza esserne a conoscenza!!!
    Dott. xxxxxxx, non nascondo di essere ironicamente orgoglioso cittadino di uno Stato che obbliga a pagare sanzioni e interessi di mora sulla base di un "momento formativo del reddito..." è come aver desiderato di essere proprietario di una azienda poi condannato per furto. Ne, ovviamente, si fa menzione a articoli di Legge relativi alla Carta Costituzionale in materia dei Diritti del Cittadino, poichè credo ci sarebbero non pochi punti in contrasto e notevoli inibizioni di Coscienza che vengono più comodamente evitati;
    Ma anche volendo rispettare, per dovere, gli articoli di Legge in materia, e avendo sottoposto al vostro Ufficio quest'ultima opposizione (di cui sopra) sono convinto che la Vostra infinita competenza potrà rendere inapplicabile anche tale ulteriore mio tentativo di opposizione.
    Purtroppo sarà noto a Voi il fatto che io sia attualmente senza occupazione e che quindi non ho risorse sufficienti per opporre un adeguata difesa legale (privata ovviamente), ne sono competente in materia di Diritto Tributario (avrei fatto un'altro tipo di lavoro invece che essere dipendente di una agenzia privata), a questo punto vorrei che mi si spiegasse cosa avrei dovuto dichiarare per essere in regola!
    Ma mi conforta il fatto che anche se alla fine il Vostro ufficio avrà con successo dimostrato la mia presunta evasione fiscale e riscosso tale somma per l'Erario, quest'ultimo, nel corso del prossimo anno, non potrà più contare sul mio contributo a causa dello stato di disoccupazione e di nessun guadagno sul quale imporre tasse di sorta se non con profonde iniquità patrimoniali (vedi IMU)...
    Inoltre rimango fortemente amareggiato dal fatto che l'Istituto della Agenzia delle Entrate costituito da credo più di 30.000 dipendenti e con lauti stipendi, pagati anche dal sottoscritto, dovrebbe SCORAGGIARE l'Evasione fiscale e recuperare crediti non dichiarati anche da "Contribuenti" che evadono quantità di denaro di diversi ordini di grandezza superiori a quelli che con presunzione mi vengono contestati! Perdonerà il linguaggio più volgare ma diretto: nei miei confronti L'Ufficio è andato a "caccia di mosche" mentre diversi miliardi di euro prendono strade "misteriose" passandoVi impunemente sotto il naso.
    Informo che a prescindere dall'esito di questa mia ultima richiesta di annullamento farò quanto è in mio potere per rendere noto al pubblico come i Diritti del Cittadino ONESTO vengano così duramente calpestati a partire dall'informazione al Garante.
    Prego Lei Dott. xxxxxx di divulgare a chiunque facente parte dell'ufficio, qualora ne abbia voglia, questo mio scritto, rimanendo sempre disponibile ad ulteriori chiarimenti anche di persona in sedi vicine in cui sia presente un Funzionario competente.
    In Fede
    Firma
    ----Messaggio originale----
    Da:ADE
    Data: 29/01/2013 10.53
    A: ME
    Ogg: IDEM
    Buon giorno.
    In riscontro alla Sua ulteriore richiesta di autotutela via mail del 26/1/13, non possiamo che confermare il provvedimento di diniego dello scorso 10 gennaio 2013, rinviando alle istruzioni relative al mod. 730/2008 (redditi 2007). Ci sarà possibile solo decurtare la rendita catastale qualora, con documentazione certa, ci dimostri che la stessa è quella che Lei ha asserito essere. Saluti.
    Il Funzionario Responsabile
    Firma
    ----Messaggio originale----
    Da: me
    Data: 29/01/2013 15.34
    A: ADE
    Ogg: IDEM
    Buon Giorno Dott. xxxxxxx,
    credo che faccia parte dei Diritti del cittadino conoscere le motivazioni per l'ulteriore diniego o motivare in maniera più estesa e chiara le cause che hanno portato all'ulteriore diniego, poichè gli articoli di Legge a cui ho fatto riferimento nella e-mail del 26/1/13 sono abbastanza chiari in merito alla procedibilità dell'Ufficio ne è possibile far riferimento al vostro primo provvedimento di Diniego poichè questo è solo conseguente al criterio di procedibilità.
    Confesso, senza timore, che i dubbi sulla leggittimità dell'ufficio a procedere con l'avviso di l'Accertamento mi sono venuti solo successivamente al Vostro primo diniego, in buona fede e a causa della continua difficoltà nella comunicazione tramite l'unico canale ammesso della posta elettronica nonostante più volte abbia chiesto un incontro di persona data la complessità dell'atto, rimango infatti dell'idea che un incontro (peraltro già tentato in una delle Vostre innumerevoli filiali in Roma, dove risiedo, con insuccesso) avrebbe risolto molto più velocemente tale pratica.
    Per quanto riguarda la dimostrazione "con documentazione certa" della rendita catastale, tutta la documentazione necessaria è già alla Vostra attenzione per stabilire con precisione tutti i valori in essere (ricordo che l'obbligo di indicare anche i dettagli catastali all'interno del contratto di locazione è stato stabilito molto più recentemente dell'anno in cui lo stesso è stato registrato). Tutte le rendite catastali dichiarate, infatti, sono prese dai vostri stessi uffici dell'Agenzia del Teritorio (incorporata nella Agenzia delle Entrate dal 1/12/12) con una semplice interrogazione delle vostre banche dati o visura on line.
    All'indirizzo che viene riportato nel contratto di locazione "commerciale" e in tutti gli altri documenti prodotti può essere associata univocamente la particella catastale di categoria "C1" data in locazione con la rendita catastale fornita dalle visure e quindi citata nella mia e-mail.
    Se tutto ciò non fosse sufficiente La prego di indicarmi al più presto e con precisione quale altro tipo di documento non prodotto è necessario per ottenere la risoluzione del problema prima di portare il Vostro Ufficio a un inutile e oneroso contenzioso.
    Saluti
    Firma
    ----Messaggio originale----
    Da: ADE
    Data: 30/01/2013 12.43
    A: ME
    Ogg: IDEM
    Buon giorno.
    Facendo seguito alle pregresse comunicazioni, e con riferimento all’avviso di accertamento in oggetto ed alla Sua istanza di autotutela, comunichiamo che in data odierna è stato emesso il provvedimento di annullamento parziale dell’accertamento, che alleghiamo alla presente e che Le inviamo per posta. Rammentiamo di rispettare tassativamente la scadenza per il pagamento del dovuto (in mancanza si decade dall'agevolazione della riduzione delle sanzioni) e di inviarci copia dell'F24. Distinti saluti.
    Il Funzionario Responsabile
    dott. xxxx

    Allegato copia dell'Atto di Accertamento con tabelle rideterminate e imposte e sanzioni ridotte...(ancora non so secondo quali criteri, ma a caval donato...) in pratica ho ricevuto uno sconto di circa il 50% dell'estorsione primaria.

    ----Messaggio originale----
    Da: ME
    Data: 30/01/2013 18.21
    A: ADE
    Ogg: IDEM
    (allegato testo in formato .doc per maggior leggibilità)
    Buon Giorno Dott xxxxxx,
    innanzi tutto desidero ringraziarLa per l'ultima comunicazione relativa al provvedimento di parziale cancellazione dell'accertamento e contemporanea rideterminazione degli importi (imposte e sanzioni...)...ciò mi fa ben credere che ci sia almeno una persona ragionevole che abbia riesaminato la pratica aperta a mio nome.
    Faccio, però, ulteriore appello alla pazienza del Vostro Ufficio e della Vostra Persona affinché mi possano venir chiarite senza ombra di dubbio alcune lacune (sicuramente dovute alla mia ignoranza in materia di diritto tributario o anche ingenuità commesse nella compilazione del modello 730, ma in buona fede) in merito proprio alla legittimità dell'Accertamento.
    Nell'ultima comunicazione infatti non si fa alcun riferimento agli articoli di Legge da me evocati e relativa seconda richiesta di annullamento TOTALE dell'Accertamento per illegittimità dell'atto che inoltre rende ineffettive le richieste fatte con la prima autotutela (quella dei redditi non percepiti...).
    Poichè è possibile che mi sia spiegato male, provo a riscrivere più chiaramente le ragioni della mia richiesta di TOTALE CANCELLAZIONE dell'atto di Accertamento. Riporto per comodità le formule di Legge da applicarsi al mio caso, per ciò che è anche ripreso dal Vostro "annuario del Contribuente 2012" che mi porrebbe secondo la mia umile opinione al riparo da azioni accertative poste in essere dall'Ufficio:
    "ACCERTAMENTO AI FINI DELLE IMPOSTE DIRETTE
    Il reddito dei fabbricati locati è determinato ai sensi dell'art. 37, co. 4-bis, TUIR, in base alle tariffe d'estimo stabilite dalle leggi catastali o, se di importo superiore, in base al canone di locazione ridotto forfetariamente del 15%.
    Il nuovo art. 41-ter, D.P.R. 600/1973 introdotto dal comma 342 dell'art. 1, L. 30/12/2004, n. 311 (Legge Finanziaria per il 2005) ha introdotto per i redditi da fabbricati locati un importo minimo, che pone il contribuente al riparo da azioni accertative poste in essere dall'Amministrazione finanziaria o procedere alla rettifica dei valori.
    L'importo minimo da dichiarare è costituito dal maggior importo tra il canone di locazione indicato nel contratto ridotto del 15%, e il 10% del valore dell'immobile determinato ai fini dell'imposta di registro.Il valore dell'immobile, da confrontare con il canone di locazione,
    deve essere determinato applicando alla rendita catastale rivalutata dei coefficienti di cui al comma 4 dell'art. 52, D.P.R. 131/1986 e cioè:
    # 120 ---> per gli immobili di categoria A B e C. Si precisa che, per effetto della modifica apportata dall'art. 5, co. 6, D.L. 03/10/2006, n. 262, il moltiplicatore ora previsto per gli immobili appartenenti al gruppo catastale B è pari a 140;
    # 60 ---> per gli immobili di categoria D e A/10;
    # 40,80 ---> per gli immobili di categoria C/1 ed E.
    ...
    "
    Nel mio caso infatti calcolando i due valori da confrontare:
    1) canone di locazione indicato nel contratto registrato ma non dichiarato nel mod 730 e ridotto del 15% è pari a euro xxxx;
    2) il 10% del valore dell'immobile utilizzato per la locazione in questo caso e DICHIARATO nel mod 730 al rigo "B3" del quadro "B", unica particella catastale dichiarata avente categoria "C1" ovvero destinazione d'uso "commerciale" e non abitativa, come si può facilmente verificare tramite semplici visure catastali; tale particella immobiliare ha un valore di rendita catastale non rivalutata pari a euro xxx, che rivalutata al 105% è pari a euro xxx,x, moltiplicato per il coefficiente xx.x come richiesto dall'articolo di Legge (riportato qui sopra) diventa pari a euro xxxxxx,x il cui 10% richiesto è pari a euro xxxx,x;
    Appare evidente che la rendita dichiarata nel mod 730 ha un valore SUPERIORE a quella invece calcolata dal canone di locazione non dichiarato... Secondo tale risultato e in accordo alla Legge, l'Ufficio non avrebbe potuto procedere ad azioni accertative nei miei confronti.
    Allora vorrei che mi fosse chiarito una volta per tutte il motivo per il quale tali disposizioni di Legge sono state violate dall'Ufficio che ha emesso l'atto di Accertamento numero xxxxxxxxxxxx notificato in data 21/12/12.
    Un minuto dopo aver ottenuto tale esaustivo chiarimento procederò col pagare in toto quanto dovuto all'Erario secondo le modalità volute.
    Cordiali Saluti
    Firma
    ----Messaggio originale----
    Da: me
    Data: 04/02/2013 16.23
    A: ADE
    Ogg: IDEM
    Buon Giorno Dott. xxxxx,
    ricordo che sono in attesa dell'ultimo chiarimento relativo alla richiesta fatta con e-mail del 30/01/2013...vorrei infatti avere conferma della corretta applicazione delle regole procedurali come è nel mio diritto sapere le motivazioni del diniego della seconda autotutela.
    Ricordo inoltre che in mancanza di motivazioni qualsiasi provvedimento è destituito di fondamento.Nel caso non vi fosse risposta riterrò ACCOLTA la mia ultima domanda di cancellazione totale del procedimento di Accertamento.
    Ringrazio per l'attenzione
    Cordiali Saluti

    ----Messaggio originale----
    Da: ADE
    Data: 05/02/2013 11.39
    A: ME
    Ogg: R: Richiesta di Annullamento totale o parziale Atto n°XXXXXXXXXXXXXX in autotutela
    XXXXXXXXXXXXXX- TRASMISSIONE AUTOTUTELA PARZIALE
    Buon giorno. Con riferimento alla Sua posizione, esaminata nuovamente la pratica, si evince che Lei avrebbe dovuto dichiarare relativamente al contratto di locazione xxxx del 05/05/2006 € xxxxx, considerando già detratto l'abbattimento forfetario del 15%. Abbiamo provveduto, in sede di autotutela parziale, a detrarre la rendita da Lei dichiarata rivalutandola del 5% per un importo di € xxx,00, che comunque risulta essere INFERIORE e non superiore al canone che doveva essere dichiarato. Tanto dovevamo per quel che ci compete, fermo restando che per far valere le Sue ragioni, può proporre ricorso-mediazione.
    Distinti saluti.
    Il Funzionario Responsabile
    Firma
    ----Messaggio originale----
    Da:ME
    Data: 06/02/2013 13.07
    A: XXXXXXXXXXXXXXXXXXX
    Ogg: R: Richiesta di Annullamento totale o parziale Atto n°2XXXXXXXXXXXXXXX in autotutela XXXXXXXXXXXXX- TRASMISSIONE AUTOTUTELA PARZIALE
    Buon Giorno,
    spero che non mi si voglia prendere in giro!...:
    Gli articoli di Legge evocati, per la determinazione della rendita da confrontare con il valore del canone di locazione ridotto forfettariamente del 15%, FANNO RIFERIMENTO A UNA TABELLA DI COEFFICIENTI MOLTIPLICATIVI (si veda nelle innumerevoli e-mail precedenti) DA APPLICARE SECONDO LA CATEGORIA CATASTALE IN RIFERIMENTO. NEL MIO CASO PER LA CATEGORIA C1 IL COEFFICIENTE RISULTA ESSERE 40,8...CHE MOLTIPLICATO PER xxx,00 E RICAVATONE IL 10% FA' xxxx EURO CHE RISULTA SUPERIORE AI xxxx EURO DEL CANONE CHE AVREI DOVUTO DICHIARARE!!!! QUESTO PROIBISCE, ALL'UFFICIO, DI PROCEDERE ALL'ACCERTAMENTO!!!!
    La Legge per quanto assurda, iniqua e anticostituzionale non l'ho fatta io!!!, ma a me risulta essere Vostra Responsabilità verificare che Essa venga applicata (senza dubbi interpretativi) attraverso i Procedimenti autorizzati, e qualora si dovesse ravvisare anche il più piccolo degli errori, sia a favore che contro una delle parti, mi risulta essere sempre Vostra responsabilità porre rimedio arrivando anche alla cancellazione totale dell'atto emesso dal Vostro stesso ufficio, e limitando al minimo i disagi al cittadino onesto, e non costringerlo a pagare per sfinimento o proponendo lunghe e onerose cause di ricorso o peggio promuovendo l'intervento tecnico di un professionista di Legge sempre altrettanto onerosi...E' troppo comodo per l'Ufficio pubblico (forte di Strumenti giuridici sproporzionati e iniqui e che Lei sta rappresentando) esigere da una parte già giuridicamente "debole" l'onere della prova, è addirittura assurdo che lo stesso Ufficio Pubblico trascini in cause di contenzioso la parte debole senza aver verificato a fondo tutte le regole applicabili. SE devo pagare una sanzione più interessi (per giunta onerosa dal mio punto di vista) per aver commesso un "errore", vorrei che il "servizio al cittadino" fornito da Voi sia assolutamente PERFETTO sotto tutti i punti di vista e che MI SIA DIMOSTRATO SENZA ALCUN DUBBIO CHE IO SIA IN ERRORE!
    Saluti
    Firma
    ----Messaggio originale----
    Da: ME
    Data: 08/02/2013 16.41
    A: XXXXXXXXXXXXXXXXXX
    Ogg: R: Richiesta di Annullamento totale o parziale Atto n°XXXXXXXXXXXXXXX in autotutela XXXXXXXXXXXXXXXXXX- TRASMISSIONE AUTOTUTELA PARZIALE
    Buon giorno Dott. XXXXXXXXXXXXX, mi da cortesemente una risposta all'ultima e-mail?Grazie in anticipo
    Saluti
    Firma
    ----Messaggio originale----
    Da:ME
    Data: 10/02/2013 18.07
    A: XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
    Ogg: R: Richiesta di Annullamento totale o parziale Atto n°XXXXXXXXXXXXX in autotutela XXXXXXXXXXXXX- TRASMISSIONE AUTOTUTELA PARZIALE
    Dott. XXXXXXXXXXX,
    nell'attesa di ricevere risposta e spero cercando di fornire supporto alla
    Vostra analisi della pratica, ho allegato l'articolo 41ter del DPR 600/73 in materia di
    "Accertamento", evidenziandone i punti che sostengono la mia tesi...
    Rimango in attesa di risposta
    alla mia richiesta di CANCELLAZIONE TOTALE DELL'ACCERTAMENTO.
    Saluti
    FIRMA
    ----Messaggio originale----
    Da: ADE
    Data: 13/02/2013 12.20
    A: ME
    Cc: TUTTO IL TEAM di ADE
    Ogg: IDEM- CHIARIMENTI
    Buon giorno.
    Con riferimento alla Sua posizione,
    riesaminata ancora una volta la pratica, premesso che Lei nulla ha dichiarato se non la rendita di € xxx, che in sede di autotutela parziale abbiamo già provveduto a detrarre rivalutandola del 5% per un importo di € xxx, da art. 41ter D.P.R. 600/73 per la non applicazione dell'art.41bis Lei avrebbe dovuto dichiarare "redditi di fabbricati derivanti da locazione in misura non inferiore ad un importo corrispondente al maggiore tra il canone di locazione risultante dal contratto ridotto del 15% (€ xxxx) e il 10% del valore dell'immobile (€ xxxx). Per quanto detto confermiamo l'accertamento rettificato come da provvedimento di autotutela parziale del 30/01/2013 già trasmessoLe. Tanto Le dovevamo per quel che ci compete, fermo restando che per far valere le Sue ragioni, può proporre ricorso- mediazione.
    Distinti saluti.
    Il Funzionario Responsabile
    dott. xxxxxx


    MORALE:
    Domani pagherò più di 1000 euro (scontati ) per aver scoperto di essere evasore fiscale senza aver percepito un euro, ovvero pagherò una tassa+sanzione+interessi su un reddito mai riscosso!!!
    Fate le vostre riflessioni e grazie per l'attenzione
    Ultima modifica di FAX; 18-02-2013 alle 19:43
    Sent from my Mind using Neurons (<-in quantità sempre più modeste )


    Sisifo
    Il matto è colui che ripete sempre lo stesso gesto aspettandosi ogni volta un effetto diverso
    ----------------------
    -Per me l'ultrastronzio non può che depositarsi nel fondo del mare anche se all'inizio galleggia [Aut Bonzuccio]-
    -Qualcuno spieghi Chriseida cos'è l"abadgiur"- [Chriseida]


  2. I seguenti User ringraziano:


  3. #2
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Veneto
    Messaggi
    218
    P.Vaporizer
    eGo
    Citato in
    13 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    11
    Thanks ricevuti: 52 in 44 Posts

    Predefinito

    Per quel che posso dirti, sei stato incisivo al punto tale di ottenere una rettifica dell'atto da parte dell'agenzia in merito al ricalcolo delle imposte in base alle rendite catastali "corrette". Attendendoci alla normativa, i canoni non percepiti vanno comunque dichiarati, essendo locato un immobile commerciale. Diverso sarebbe stato in capo ad un immobile ad uso abitativo.

    Curiosità: chi ti ha fatto il 730?

  4. Il seguente User ringrazia :

    FAX

  5. #3
    Esperto: Barista<-rosso
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di FAX
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,920
    P.Vaporizer
    Reo Grand, Kego
    Citato in
    791 Post(s)
    Taggato in
    4 Thread(s)
    Thanks
    1,401
    Thanks ricevuti: 780 in 487 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Flashback Visualizza Messaggio
    Per quel che posso dirti, sei stato incisivo al punto tale di ottenere una rettifica dell'atto da parte dell'agenzia in merito al ricalcolo delle imposte in base alle rendite catastali "corrette". Attendendoci alla normativa, i canoni non percepiti vanno comunque dichiarati, essendo locato un immobile commerciale. Diverso sarebbe stato in capo ad un immobile ad uso abitativo.

    Curiosità: chi ti ha fatto il 730?
    Corretto!
    su chi mi ha fatto il 730 direi che non ha grandi colpe se non forse quella di non avermi avvertito con insistenza sulle possibili sanzioni...ma sinceramente non ricordo cosa è accaduto con esattezza 4 anni prima, poichè al momento della presentazione (2008) io credevo (errando evidentemente) che si dovessero dichiarare ai fini delle imposte solo ciò che effettivamente era stato percepito...

    Comunque caro Flashback la cosa che mi fa mooolta più rabbia è tutto ciò che sta al contorno, perchè un errore o una dimenticanza ci può stare, ma è il palese distacco con la buona fede e il buon senso che Ti manda fuori di testa...se avessi voluto premeditatamente evadere non avrei registrato alla stessa ADE il contratto...i cari "responsabili" fanno valere più una circolare del ministero delle finanze di un Atto di Precetto di un Giudice; il fatto che mi abbiano "scontato" l'imposta successivamente io la vedo come una presa in giro (manco stessi comprando un chilo di pere al supermercato) motivo per cui ho continuato a martellarli, e non nascondo di essere stato tentato a pagare un avvocato per andare a fondo anche col rischio di avere torto, ma io faccio un altro lavoro e loro, invece, sono pagati per vessare e cavare il sangue dalle rape...
    Personalmente, ora posso capire, da dove vengono quelle ondate di odio violento di qualche mese fa, e il motivo per cui altri decidono per gesti estremi e irreversibili...
    ...Questo Sistema non va bene per niente!
    Sent from my Mind using Neurons (<-in quantità sempre più modeste )


    Sisifo
    Il matto è colui che ripete sempre lo stesso gesto aspettandosi ogni volta un effetto diverso
    ----------------------
    -Per me l'ultrastronzio non può che depositarsi nel fondo del mare anche se all'inizio galleggia [Aut Bonzuccio]-
    -Qualcuno spieghi Chriseida cos'è l"abadgiur"- [Chriseida]


  6. #4
    Ispiratore di Chrom© ®
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Sturusu
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    roma-palermo
    Messaggi
    6,377
    P.Vaporizer
    tutto ciò che è utile a non dare soldi ai politici e/o anafe
    Citato in
    553 Post(s)
    Taggato in
    5 Thread(s)
    Thanks
    1,007
    Thanks ricevuti: 3,629 in 1,610 Posts

    Predefinito

    @FAX ti capisco (ahimè) benissimo. inutile elencare casi analoghi tanto puoi dedurli da solo

    riusciremo a cambiare qualcosa? sperem...
    Uno stato in cui difendersi costa più della pena da cui ci si vorrebbe difendere non è civile.
    Che palle chi dà il benvenuto a tutti i costi


    Quello che sta nel cuore del sobrio è sulla lingua dell'ubriaco.(Plutarco)
    ci sedemmo dalla parte del torto poichè tutti gli altri posti erano occupati B.Brecht

  7. Il seguente User ringrazia :

    FAX

  8. #5
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Veneto
    Messaggi
    218
    P.Vaporizer
    eGo
    Citato in
    13 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    11
    Thanks ricevuti: 52 in 44 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FAX Visualizza Messaggio
    Corretto!
    su chi mi ha fatto il 730 direi che non ha grandi colpe se non forse quella di non avermi avvertito con insistenza sulle possibili sanzioni...ma sinceramente non ricordo cosa è accaduto con esattezza 4 anni prima, poichè al momento della presentazione (2008) io credevo (errando evidentemente) che si dovessero dichiarare ai fini delle imposte solo ciò che effettivamente era stato percepito...

    Comunque caro Flashback la cosa che mi fa mooolta più rabbia è tutto ciò che sta al contorno, perchè un errore o una dimenticanza ci può stare, ma è il palese distacco con la buona fede e il buon senso che Ti manda fuori di testa...se avessi voluto premeditatamente evadere non avrei registrato alla stessa ADE il contratto...i cari "responsabili" fanno valere più una circolare del ministero delle finanze di un Atto di Precetto di un Giudice; il fatto che mi abbiano "scontato" l'imposta successivamente io la vedo come una presa in giro (manco stessi comprando un chilo di pere al supermercato) motivo per cui ho continuato a martellarli, e non nascondo di essere stato tentato a pagare un avvocato per andare a fondo anche col rischio di avere torto, ma io faccio un altro lavoro e loro, invece, sono pagati per vessare e cavare il sangue dalle rape...
    Personalmente, ora posso capire, da dove vengono quelle ondate di odio violento di qualche mese fa, e il motivo per cui altri decidono per gesti estremi e irreversibili...
    ...Questo Sistema non va bene per niente!
    Quanto al consulente che ha predisposto ed inviato il mod 730, spetta a lui comunicare a te se quanto viene dichiarato è effettivamente rispondente alla realtà. Se non lo fa, o se lo fa non conoscendo la materia, è responsabile e tu hai il diritto/dovere di chiamarlo a rispondere quantomeno in merito alle sanzioni. Se è un professionista iscritto ad un albo interverrà la sua assicurazione che deve obbligatoriamente possedere. Se non lo fosse beh, risponderebbe di tasca sua...

    Se accetti un consiglio, in futuro fai sottoscrivere al tuo prossimo conduttore una POLIZZA FIDEJUSSORIA a tuo favore!!!! Sia mai, in caso di morosità....

    Per il resto concordo sulla tua buona fede, ci mancherebbe.....Ovvio, disturba assai dover sborsare sanzioni per un'omissione che vista dal lato economico è più che risibile difronte ai MILIONI che i politic(ant)i di destra, centro e sinistra sbafano sulle nostre saccocce uscendone sovente impuniti. Ma questo è il Paese in cui viviamo e, volenti o nolenti, a scapito del nostro sistema epatico ci dobbiamo "convivere"!!

    Saluti

  9. #6
    Esperto: Barista<-rosso
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di FAX
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,920
    P.Vaporizer
    Reo Grand, Kego
    Citato in
    791 Post(s)
    Taggato in
    4 Thread(s)
    Thanks
    1,401
    Thanks ricevuti: 780 in 487 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Flashback Visualizza Messaggio
    Quanto al consulente che ha predisposto ed inviato il mod 730, spetta a lui comunicare a te se quanto viene dichiarato è effettivamente rispondente alla realtà. Se non lo fa, o se lo fa non conoscendo la materia, è responsabile e tu hai il diritto/dovere di chiamarlo a rispondere quantomeno in merito alle sanzioni. Se è un professionista iscritto ad un albo interverrà la sua assicurazione che deve obbligatoriamente possedere. Se non lo fosse beh, risponderebbe di tasca sua...

    Se accetti un consiglio, in futuro fai sottoscrivere al tuo prossimo conduttore una POLIZZA FIDEJUSSORIA a tuo favore!!!! Sia mai, in caso di morosità....

    Per il resto concordo sulla tua buona fede, ci mancherebbe.....Ovvio, disturba assai dover sborsare sanzioni per un'omissione che vista dal lato economico è più che risibile difronte ai MILIONI che i politic(ant)i di destra, centro e sinistra sbafano sulle nostre saccocce uscendone sovente impuniti. Ma questo è il Paese in cui viviamo e, volenti o nolenti, a scapito del nostro sistema epatico ci dobbiamo "convivere"!!

    Saluti
    Suggerimento già nell'archivio dei suggerimenti importanti
    Grazie!
    Per il resto, sono veramente furioso per ciò che è diventato il nostro Paese...
    Sent from my Mind using Neurons (<-in quantità sempre più modeste )


    Sisifo
    Il matto è colui che ripete sempre lo stesso gesto aspettandosi ogni volta un effetto diverso
    ----------------------
    -Per me l'ultrastronzio non può che depositarsi nel fondo del mare anche se all'inizio galleggia [Aut Bonzuccio]-
    -Qualcuno spieghi Chriseida cos'è l"abadgiur"- [Chriseida]


  10. #7
    L'agruma meccanica
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Arancia
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    16,859
    P.Vaporizer
    Ego, Reottos,TubbIT, Morellina
    Citato in
    3074 Post(s)
    Taggato in
    16 Thread(s)
    Thanks
    6,431
    Thanks ricevuti: 6,279 in 4,339 Posts

    Predefinito

    Mi spiace per questa grana che ti è capitata. La burocrazia e questi sistemi oltrepassano i governi, ci sono sempre state fregature del genere, non solo adesso.
    Click VAPIT!

  11. Il seguente User ringrazia :

    FAX

  12. #8
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di fiascotti
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    borgo val di taro (pr)
    Messaggi
    570
    P.Vaporizer
    ego - CE5 U Style
    Citato in
    42 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    186
    Thanks ricevuti: 160 in 119 Posts

    Predefinito

    No comment.....meglio.
    Solo tanta solodarietà!

  13. Il seguente User ringrazia :

    FAX

  14. #9
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di criceto45
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    occhiobello (ro)
    Messaggi
    10,251
    Citato in
    259 Post(s)
    Taggato in
    1 Thread(s)
    Thanks
    525
    Thanks ricevuti: 652 in 557 Posts

    Predefinito R: 2013 - odissea nello stato italiano

    Quando hai ha che fare con la burocrazia hai perso in partenza.anche se vinci spendi piu del dovuto.ecco una legge da eliminare

    Inviato dal mio GT-I9300 con Tapatalk 2

  15. #10
    Esperto in Aromi
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Numenor
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Brindisi
    Messaggi
    6,765
    P.Vaporizer
    Elipse, eVic, eGo, eGrip... eAltro!
    Citato in
    2359 Post(s)
    Taggato in
    9 Thread(s)
    Thanks
    3,769
    Thanks ricevuti: 5,030 in 2,433 Posts

    Predefinito

    Essendo dottore commercialista, ho seguito con interesse il tuo calvario, leggendo fino in fondo il tuo post. Che in Italia l'esigenza di fare cassa sia più importante dell'equità fiscale è cosa nota (ma è purtroppo bipartisan!). Nel caso specifico, per quanto ingiusto, quando l'inquilino smette di pagare, e per tutta la durata del giudizio, bisogna continuare a pagare le tasse sui canoni non percepiti; poi, alla fine del giudizio, spetta però un credito di imposta pari alle tasse pagate sui canoni non percepiti. Ti raccomando quindi di verificare con chi ti fa il 730 se questo credito d'imposta è stato recuperato, o si possa recuperare ora (tenendo conto anche dei 1000 euro che ti stanno facendo pagare adesso!).

    Complimenti anche per aver individuato una norma poco nota ed utilizzata come l'art. 41-ter del DPR 600/1973, in merito alla quale però non mi è chiara una cosa: tu avevi dichiarato nel 730 un importo pari al 10% del valore dell'immobile?? Mi sembra strano, normalmente, in assenza di canoni di locazione, si dichiara solo la rendita catastale (che è di molto inferiore al 10% del valore dell'immobile...).

    Chiudo con una considerazione: è vero che certi funzionari dell'Agenzia delle Entrate sono ottusi e poco collaborativi, ma non sono loro che fanno le leggi. Di fronte ad una legge palesemente ingiusta (come quella sulla tassazione dei canoni non percepiti), non possono -nemmeno volendo- disapplicarla: sono costretti! Per questi funzionari, le circolari ministeriali sono vincolanti, sono come ordini di servizio scritti dal datore di lavoro: chi non le applica è passibile di sanzioni pecuniarie e disciplinari.
    Il mio Blog!


    LE MIE RECENSIONI:
    RACCOLTA RECENSIONI
    AROMI ED ELIQUIDS


    Archivio Generale



Pagina 1 di 5 12345 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 28-01-2011, 19:39
  2. 2011 Odissea nello svapo
    Di AgiFaLW nel forum Discussioni Generali
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 22-01-2011, 04:43
  3. Percorso nello svapo (casistica)
    Di Sturusu nel forum Prime Esperienze e Consigli
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-10-2010, 16:39
  4. PUFF nello spazio
    Di AlbertoB nel forum Discussioni Generali
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 21-08-2010, 00:35
  5. Odissea Poste Milano linate from Hong Kong
    Di Svaporator nel forum Il Baretto
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 26-06-2010, 10:57

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •