Lista Tag Utenti

Pagina 1 di 24 1234567891011121314151617 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 236

Discussione: Italici destini.

  1. #1
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Chrom
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    4,503
    P.Vaporizer
    510-C ©
    Inserzioni Blog
    106
    Citato in
    393 Post(s)
    Taggato in
    4 Thread(s)
    Thanks
    156
    Thanks ricevuti: 783 in 378 Posts

    Predefinito Gli italici destini economici.

    In che modo si può risolvere la situazione in cui ci ha messo questo nostro disastroso debito pubblico, mi sono chiesto in questi ultimi giorni?
    Sono giunto a quattro possibili risposte, che secondo me sono anche le uniche, possibili, che voglio condividere con voi.

    Scenario 1)
    Lo Stato, continua a varare manovre a nostre spese, sia da destra che da sinistra, e tenta cosi di farci continuare a campare senza ucciderci definitivamente in attesa di improbabili tempi migliori. O più semplicemente aspettando di passare ad altre mani il cerino acceso. Continuando, però, in questo modo, a perpetuare tacitamente questo scellerato patto con questi fantomatici "mercati" che gli garantisce di poter continuare a succhiarci il sangue per chissà quanto tempo ancora e impunemente, ma impedendoci nel contempo di crescere.

    Scenario 2)
    Lo Stato, comunque rappresentato per nostra scelta, decide di affrontare definitivamente la questione, mettendoci anche di fronte alla nostre responsabilità, e vara una manovra capace di riportare almeno al 60% del PIL il nostro debito pubblico in non più di cinque anni: l'unico livello ragionevolmente sopportabile per qualsiasi Paese. Una cosuccia da circa 800 miliardi di euri, insomma. Rischiando, però, cosi, di riportarci economicamente alle condizioni economiche dell'ottocento.

    Scenario 3)
    Lo Stato, comunque rappresentato per nostra scelta, decide di affrontare definitivamente la questione, mettendoci anche di fronte alla nostre responsabilità, portandoci fuori dall'Euro e dichiarando successivamente fallimento. Essendo però sufficentemente illuminato da mettersi nelle condizioni di pilotarlo, giusto per non riportarci tutti addirittura all'età della pietra.

    Scenario 4)
    L'Europa, e per essa gli Stati che la compongono, decide di istituire finalmente un'ente economico con pieni poteri, in grado di varare i tanto auspicati Eurobond che potrebbero assorbire tutti i debiti pubblici degli Stati che la compongono. Riuscendo cosi a stabilizzare definitivamente tutti i mercati rispetto alle speculazioni sui debiti sovrani dell'area Euro e a far risparmiare soprattutto a noi almeno la metà del nostro debito pubblico.

    Io, non credo ce ne siano altre di soluzioni.
    Voi, invece, quale pensate sarà il destino economico verso il quale ci stiamo incamminando?
    Ultima modifica di Chrom; 21-07-2011 alle 02:42

    Bene, andrò all’inferno.

  2. #2
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di guido61
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Anzio, (RM) Italy - Vista, California USA
    Messaggi
    636
    P.Vaporizer
    ProVari VModXL Ego
    Citato in
    29 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    3
    Thanks ricevuti: 60 in 44 Posts

    Predefinito

    La prima che hai detto.

    Scenario 2
    Nessun politicante (i nostri non sono politici) farà mai qualcosa che possa anche minimamente incidere sul proprio tornaconto.
    Per farè cio ci vuole un dittatore.

    Scenario 3
    Il default di un paese fondatore dell EU. e la conseguente uscita dall'euro significherebbe il fallimento globale della UE.
    Non ce lo premetterebbero.

    Scenario 4
    Non possibile. La germania è contraria ed è contro la loro costituzione.
    La germania uscirebbe dall'euro e si ritorna al punto 3.


    Per quanto riguarda il destino economico, per i prossimi 30 anni, cinesi e indiani ci fanno il c... mentre noi diciamo tante belle parole sulla democrazia, i diritti dell'uomo, la dignità del lavoro etc. etc.
    Ultima modifica di guido61; 20-07-2011 alle 09:55

    --------------------
    Ma 'ndo l'ho messi 'sti soldi risparmiati?

  3. #3
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di pichichu
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    Milano, Sicilia
    Messaggi
    353
    P.Vaporizer
    Nautilus, iStick 40w TC, GS Air, Kanger EMOW
    Citato in
    5 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    0
    Thanks ricevuti: 4 in 3 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Chrom Visualizza Messaggio
    In che modo si può risolvere la situazione in cui ci ha messo questo nostro disastroso debito pubblico, mi sono chiesto in questi ultimi giorni?
    Sono giunto a quattro possibili risposte, che secondo me sono anche le uniche, possibili, che voglio condividere con voi.

    Scenario 1)
    Lo Stato, continua a varare manovre a nostre spese, sia da destra che da sinistra, e tenta cosi di farci continuare a campare senza ucciderci definitivamente in attesa di improbabili tempi migliori. O più semplicemente aspettando di passare ad altre mani il cerino acceso. Continuando, però, in questo modo, a perpetuare tacitamente questo scellerato patto con questi fantomatici "mercati" che gli garantisce di poter continuare a succhiarci il sangue per chissà quanto tempo ancora e impunemente, ma impedendoci nel contempo di crescere.

    Scenario 2)
    Lo Stato, comunque rappresentato per nostra scelta, decide di affrontare definitivamente la questione, mettendoci anche di fronte alla nostre responsabilità, e vara una manovra capace di riportare almeno al 60% del PIL il nostro debito pubblico in non più di cinque anni: l'unico livello ragionevolmente sopportabile per qualsiasi Paese. Una cosuccia da circa 800 miliardi di euri, insomma. Rischiando, però, cosi, di riportarci economicamente alle condizioni economiche dell'ottocento.

    Scenario 3)
    Lo Stato, comunque rappresentato per nostra scelta, decide di affrontare definitivamente la questione, mettendoci anche di fronte alla nostre responsabilità, portandoci fuori dall'Euro e dichiarando successivamente fallimento. Essendo però sufficentemente illuminato da mettersi nelle condizioni di pilotarlo, giusto per non riportarci tutti addirittura all'età della pietra.

    Scenario 4)
    L'Europa, e per essa gli Stati che la compongono, decide di istituire finalmente un'ente economico con pieni poteri, in grado di varare i tanto auspicati Eurobond che potrebbero assorbire tutti i debiti pubblici degli Stati che la compongono. Riuscendo cosi a stabilizzare definitivamente tutti i mercati rispetto alle speculazioni sui debiti sovrani dell'area Euro e a far risparmiare soprattutto a noi almeno la metà del nostro debito pubblico.

    Io, non credo ce ne siano altre di soluzioni.
    Voi, invece, quale pensate sarà il destino economico verso il quale ci stiamo incamminando?

    Scenario 3)
    Sarebbe probabilmente la scelta migliore ma occorrerebbe avere una classe politica in grado pilotare un evento come un default, e noi non abbiamo politici

    Scenario 5)
    Sono talmente stupidi e arroganti che non si rendono conto che rischiano una rivoluzione, e gli italiani, popolo di menefreghisti, per lavarsi la propria coscienza per aver permesso a questi parassiti di portarci a questo punto chiudendo gli occhi per 50 anni, appendono qualcuno a testa in giù, un capro espiatorio si trova sempre, in tempi bui facciamo il 3 x 2

    In ogni caso finchè non ci sbarazziamo della democrazia rappresentiva per sostituirla con la democrazia diretta (modello svizzero) il problema non è risolvibile, anche con una rivoluzione e con teste ghigliottinate piano piano si riformerebbero le caste e nel giro di venti anni saremmo punto e capo.

    In Svizzera ogni singola legge dello stato, dei cantoni e dei comuni è impugnabile dai cittadini, per le leggi federeli basta raccogliere 50.000 firme entro 100 giorni dall'approvazione della legge per eliminarla.

    I referendum non hanno giustamente quorum minimi da raggiungere e tramite referendum i cittadini possono anche legiferare, quindi se sti stronzi si alzano lo stipendio a 25.000 € al mese è possibile fare un referendum e collegargli lo stipendio a quello dei precari così si mettono in riga e capiscono che i parassiti non sono tollerati.

    Nella cosidetta democrazia italiana i cittadini che si stanno indignando sempre più che possibilità hanno di mandare a casa questa gente? NESSUNA
    The Black Keys - Il miglior Rock dall'epoca dei Led Zeppelin

  4. #4
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Patalollo
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    1,551
    P.Vaporizer
    Precise 10440
    Citato in
    112 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    55
    Thanks ricevuti: 172 in 111 Posts

    Predefinito

    scenario 6) lo stato prende finalmente coscienza dei perversi meccanismi della circolazione monetaria e -nelle strette maglie di libetà che (forse) ci restano dopo l'entrate nella UE- attua alcuni correttivi tipo a) anzichè indebitarsi con la BCE per coniare nuove banconote al costo facciale delle stesse + costo del denaro accantona le somme necessarie, introduce una nuova moneta di "secondo grado", al solo costo "tipografico", di valore pari all'euro e in quello convertibile su richiesta del portatore (così facendo, in base all'accettazione sociale del nuovo taglio potrebbe dovere spendere solo il 10-20% di quello che spenderebbe coniando euri, per crearsi una minima riserva); b) gli stipendi pubblici inizia a pagarli con "buoni della spesa" di importo pari al valore delle prestazioni ricevute anzichè mettendo tasse o facendo debiti con la BCE; c) crea e finanzia delle società interposte che hanno il compito di rastrellare sul mercato -con discrezione- i bond del debito dismessi dai privati nei tempi di speculazione e poi i titoli vengono girati allo stato e annullati (così con 50 euri ci ripago 100 euri di debito).

    Scenario 7) sarà l'Europa a sbatterci fuori dall'area Euro, ci riprenderemo la sovranità monetaria, in qualche modo il debito pubblico sarà ripagato ma la nostra moneta in ambito internazionale varrà come carta igienica e i generi di importazione (petrolio, e-cig, e-liquids) voleranno alle stelle...

  5. #5
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Chrom
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    4,503
    P.Vaporizer
    510-C ©
    Inserzioni Blog
    106
    Citato in
    393 Post(s)
    Taggato in
    4 Thread(s)
    Thanks
    156
    Thanks ricevuti: 783 in 378 Posts

    Predefinito

    Se permettete, vorrei mettervi un'altra pulce nell'orecchio...

    A noi, cose ce ne frega che le cose vadano troppo bene riguardo ai nostri titoli pubblici?

    Se ci riflettete bene, in questo momento solo la Germania si oppone all'istituzione di una Banca Centrale capace di mettere in piedi un Tesoro europeo in grado di assorbire tutti i debiti sovrani dell'area Euro... solo loro, nei fatti.
    E ne ha tutto l'interesse: può cosi continuare a volare comunque sulle ali dell'Euro in mezzo ad economie nazionali troppo oberate, e per questo anche in varia misura economicamente legate, dai loro rispettivi debiti sovrani e con bassi livelli di crescita... o comunque più bassi dei loro. In queste condizioni, chi glielo fà fare di aiutare la causa, e la casa, comune, se lasciando cosi le cose nessuno può insidiargli la supremazia economica?

    Ma mettiamo che alla prossima riunione dei ministri del Tesoro europei, Tremonti si rivolga ai suoi omologhi e gli dica seraficamente "...ragazzi, sapete che c'é?! Siccome noi continuando in questo modo non riusciremo mai a venire a capo del nostro debito pubblico, ne per questo saremo mai in grado di crescere e competere ad armi pari con i nostri competitor, il mio governo dal prossimo 1° gennaio fà uscire l'Italia fuori dall'Euro e si prepara a pilotare la dichiarazione del suo fallimento economico".

    Voi cosa credete che faccia la Germania in questo caso? Continua ad opporsi all'istituzione di Bond europei che possano assorbire i debiti pubblici dell'area Euro o scende quanto prima a più miti consigli?
    No perché, se avessimo le p@lle, se ce le avessimo per davvero, secondo me è questo che dovremmo fare... o no?!


    NB: Sia chiaro che io non credo che la Germania abbia tutti i torti nel cercare in tutti i modi di far pagare gli errori, anche se storici, a chi li ha commessi. Dal suo punto di vista, credo che sia il minimo che frau Merkel debba fare per tutelare gli interessi dei tedeschi.
    Però, non solo il pagamento di 1936,27 lire per Euro a suo tempo lo accettò anche lei, ma di più c'é l'Europa della moneta unica da tutelare: che in questo primo decennio non solo è costata un occhio della testa a tutti, ma anche perché, pur cosi com'é, ha permesso soprattutto a loro di arricchirsi meglio e più in fretta... e non di poco.
    Ultima modifica di Chrom; 21-07-2011 alle 07:54

    Bene, andrò all’inferno.

  6. #6
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Patalollo
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    1,551
    P.Vaporizer
    Precise 10440
    Citato in
    112 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    55
    Thanks ricevuti: 172 in 111 Posts

    Predefinito

    L'idea del fallimento economico del Paese non mi piace per niente. Per quanto una valanga di bond italiani siano n mano alle banche, tanti altri sono i risparmi di una vita di cittadini pensionati e non... Se iniziano a dire che l'Italia fallisce, che il debito viene ristrutturato e che dei tuoi soldi "prestati" allo Stato te ne restituiscono da un quarto alla mentà e tra venti anni, in questo caso qualche testa deve cadere. Fisicamente!!!

  7. #7
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di guido61
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Anzio, (RM) Italy - Vista, California USA
    Messaggi
    636
    P.Vaporizer
    ProVari VModXL Ego
    Citato in
    29 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    3
    Thanks ricevuti: 60 in 44 Posts

    Predefinito

    Continuo a sostenere che il default di un paese EU non è una opzione.

    --------------------
    Ma 'ndo l'ho messi 'sti soldi risparmiati?

  8. #8
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di pichichu
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    Milano, Sicilia
    Messaggi
    353
    P.Vaporizer
    Nautilus, iStick 40w TC, GS Air, Kanger EMOW
    Citato in
    5 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    0
    Thanks ricevuti: 4 in 3 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Patalollo Visualizza Messaggio
    L'idea del fallimento economico del Paese non mi piace per niente. Per quanto una valanga di bond italiani siano n mano alle banche, tanti altri sono i risparmi di una vita di cittadini pensionati e non... Se iniziano a dire che l'Italia fallisce, che il debito viene ristrutturato e che dei tuoi soldi "prestati" allo Stato te ne restituiscono da un quarto alla mentà e tra venti anni, in questo caso qualche testa deve cadere. Fisicamente!!!
    Guarda che il default non è tutto sto gran casino come potrebbe sembrare, lo stato fallito paga gli italiani ma non gli stranieri (metà circa del debito pubblico).
    In seguito al fallimento lo stato non può chiedere soldi all'estero, quindi è necessario un periodo di "arrangiamose" che può essere utile e ristrutturare il paese (bilanci in pareggio o attivo).
    L'introduzione di una £ svalutata permette in seguito di accordarsi per saldare i debiti con gli stranieri, in 5/10 anni, senza pagari interessi e con accordi bilaterali italia/francia/cina/etc
    Pagati i debiti in 10 anni si esce dal default e si rientra nel sistema internazionale.

    Parlo da profano ignorante in economia che nelle scorse settimane ha cercato di "informarsi".

    Voi cosa credete che faccia la Germania in questo caso? Continua ad opporsi all'istituzione di Bond europei che possano assorbire i debiti pubblici dell'area Euro o scende quanto prima a più miti consigli?
    No perché, se avessimo le p@lle, se ce le avessimo per davvero, secondo me è questo che dovremmo fare... o no?!
    Non ci capisco niente di bond ed economia, per me l'unica soluzione è la "Democrazia Diretta" e la "Repubblica Confederata dei Comuni Italiani"
    Le tasse e la politica vanno decisi a livello locale e non nazionale quindi le tasse vanno pagate al proprio comune, così i cittadini possono controllare da vicino dove vanno i loro soldi, province e regioni (ad eccezioni di quelle a statuto speciale) devono sparire, lo stato centrale deve vivere solo con l'IVA o l'accise sulla benzina, i piccoli comuni si alleano fra di loro in enti tipo distretti e le città più grandi di TOT abitanti diventano città stato come in germania, non è possibile che il sindaco di napoli debba chiedere il permesso a destra e a manca per spostare la fo**uta monnezza, non è possibile che gli hinterland delle grosse città siano staccati dal nucleo principale in tutto e per tutto, no mezzi no strade no nulla, vedi londra negli anni ha iglobato i comuni dell'interland, in italia farlo è un casino
    The Black Keys - Il miglior Rock dall'epoca dei Led Zeppelin

  9. #9
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Chrom
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    4,503
    P.Vaporizer
    510-C ©
    Inserzioni Blog
    106
    Citato in
    393 Post(s)
    Taggato in
    4 Thread(s)
    Thanks
    156
    Thanks ricevuti: 783 in 378 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da guido61 Visualizza Messaggio
    Continuo a sostenere che il default di un paese EU non è una opzione.
    Sono del tutto d'accordo con te... almeno che non si voglia buttare l'Euro alle ortiche.

    Infatti, la Merkel e Sarkozy, dopo aver fatto un pò di conticini, sembra siano giunti alla conclusione, con l'accordo italiano, che in ogni caso non potrebbe in questo momento intervenire direttamente, che sia più conveniente far rilevare i titoli greci al fondo europeo cosiddetto "salvastati" che farla fallire... e cosi mantenere comunque in vita il loro debito, anche se razionalmente inesigibile. Sarà in ogni caso un ottimo stumento di perenne pressione che farà mantenere alto il potere contrattuale europeo sulla pur legittima sovranità greca in Grecia. Perfide menti.

    La Finlandia, nel tentativo di non farsi mancare proprio nulla, avanza adirittura l'ipotesi di chiedere alla Grecia anche il Partenone, l'Acropoli e le sue isole in garanzia...
    Ma ha avuto anche il coraggio di valutarle: circa 300 miliardi di euri.
    Ma si sà che la Finlandia da tempo si dice contraria a dare il suo ok a nuovi piani di salvataggio in favore dei paesi periferici europei, dimenticandosi, però, che di questi paesi lei stessa è la più periferica, oltre che tra le più insignificanti da un punto di vista economico.

    Di Bond europei, però, ancora non si discute... con la speranza che non si stia perdendo troppo tempo.
    Ultima modifica di Chrom; 21-07-2011 alle 19:34

    Bene, andrò all’inferno.

  10. #10
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di guido61
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Anzio, (RM) Italy - Vista, California USA
    Messaggi
    636
    P.Vaporizer
    ProVari VModXL Ego
    Citato in
    29 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    3
    Thanks ricevuti: 60 in 44 Posts

    Predefinito

    [SARCASMO]
    I finalndesi spendono troppi soldi per il VIVIDENT XYLYT e hanno bisogno di garanzie.
    [/SARCASMO]

    --------------------
    Ma 'ndo l'ho messi 'sti soldi risparmiati?

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •