Lista Tag Utenti

Pagina 1 di 5 12345 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 41

Discussione: Terremoto in giappone: allarme nucleare.

  1. #1
    Esperto di Medicina
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di mordr3d
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Catania
    Messaggi
    2,163
    P.Vaporizer
    ProVari
    Citato in
    170 Post(s)
    Taggato in
    5 Thread(s)
    Thanks
    73
    Thanks ricevuti: 827 in 202 Posts

    Predefinito Terremoto in giappone: allarme nucleare.

    Sto seguendo con molta attenzione le vicende che in questi giorni hanno sconvolto il giappone e che continuano a farlo ancora oggi.
    l'aspetto che al momento mi impensierisce di più è la situazione degli impianti nucleari.
    purtroppo i telegiornali e la carta stampata danno notizie frammentarie, spesso contraddittorie e la confusione per me aumenta.
    l'unico aspetto che manifesta una certa coerenza, è la dimensione dell'area di evaquazione che è passata da un raggio di 10 chilometri iniziali a successivi 20 e adesso sta a 30.
    sono consapevole che probabilmente sono precauzioni ma mi piacerebbe capire meglio e valutare anche i possibili scenari.

    vi prego di evitare le INUTILI polemiche nucleare SI nucleare NO, non c'entrano una mazza.
    cerchiamo di rimanere nell'ambito della compostezza e del distacco scientifico.

    Ps.
    in qualità di esperto in materia, prego @giangi di illuminarmi sui tanti aspetti poco chiari e confusi.

  2. #2
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di diaboliko
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    genoa1893
    Messaggi
    3,041
    P.Vaporizer
    Billet Box
    Citato in
    88 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    461
    Thanks ricevuti: 164 in 132 Posts

    Predefinito

    Sono anche io molto preoccupato di questa situazione che col passare dei giorni sembra peggiorare, hai fatto molto bene ad aprire questo 3d spero che qualcuno possa illuminarci di piu!

  3. #3
    Member
    ESP User
    L'avatar di bertofumava
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Torino
    Messaggi
    100
    Citato in
    0 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    0
    Thanks ricevuti: 0 in 0 Posts

    Predefinito

    Io sono sconvolto. Avevo 18 anni quando ci fu Chernobil e pensavo che quella catastrofe avrebbe fatto scuola, e che tutti si sarebbero mossi per trovare un modo per impedire il ripetersi di sciagure del genere. Evidentemente mi sbagliavo. Non sono affatto un esperto e per tanto non posso esprimere pareri e tantomeno produrre analisi tecniche. Anche tra gli esperti tuttavia mi sembra che regni la confusione. Un po' è comprensibile, siamo in piena emergenza e c'è tanto caos in giro, e si sentono voci discordanti sia sulla vera entità del danno che sulle sue possibili conseguenze. A me comunque una cosa è saltata subito all'occhio e non posso fare a meno di dirla: che il Giappone sia terra sismica si sa da sempre, che ci siano gli tsunami anche (è una parola giapponese! Da noi si diceva "maremoto") e che gli tsunami vengano dalla costa sul pacifico, pure. Ecco, MA PERCHE' MAI SAPENDO TUTTO QUESTO si è deciso di costruire un impianto nucleare su una spiaggia della costa pacifica!!?? Per me è pazzesca questa cosa, se solo la centrale fosse stata un paio di km nell'interno - o avendo necessità di acqua marina per il raffredamento, sull'altra costa - non sarebbe successo niente. Ho letto infatti che quando c'è stata la scossa la centrale è andata in blocco automatico come da procedura di emergenza, e fin lì tutto bene. Gli impianti di raffreddamento forzati si sono messi in moto regolarmente, ma 10 minuti dopo è arrivata l'ondata dal mare che ha spazzato via tutto. Quindi sembra che sia proprio lo tsunami - e non la scossa - la causa principale del disastro.

  4. #4
    Member L'avatar di pikkio86
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Ferrara
    Messaggi
    121
    Citato in
    0 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    0
    Thanks ricevuti: 0 in 0 Posts

    Predefinito

    Vi do un consiglio: se volete apprendere informazioni da fonti giornalistiche, cercate di andare alla fonte: rivolgetevi alle agenzie, es ANSA (che dovrebbe essere la principale italiana)... le notizie vengono poi distorte dai conduttori giornalistici, o ancor meglio dai giornalisti "della carta" per avere più spazio (tempo di tramissione in TV e spazio da riempire sulla carta)!

    ----------------------------------------------------
    Ultimo aggiornamento da ANSA
    Una nuova esplosione in uno dei reattori della centrale atomicadi Fukushima ha gettato nel panico il Giappone. Il premier Naoto Kan ha annunciato in tv che l'esplosione ha provocato una fuoriuscita radioattiva ed ha chiesto agli abitanti nel raggiodi 30 chilometri dalla centrale di non uscire da casa. Le autorità hanno però detto che i contenitori del nocciolo sono integri. Il panico si sta diffondendo in tutto il Paese.
    ----------------------------------------------------

    Guardatevi questo video, dove parla alla tv (finalmente) un esperto del campo nucleare: è il docente di un mio caro amico presso l'università degli studi di ferrara, ed insegna presso l'istituto nazionale di fisica nucleare (quindi uno coi controcazzi!!!)

    La supposizione è la madre di tutte le cazzate!

  5. #5
    Ispiratore di Chrom© ®
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Sturusu
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    roma-palermo
    Messaggi
    6,376
    P.Vaporizer
    tutto ciò che è utile a non dare soldi ai politici e/o anafe
    Citato in
    553 Post(s)
    Taggato in
    5 Thread(s)
    Thanks
    1,007
    Thanks ricevuti: 3,629 in 1,610 Posts

    Predefinito

    in giappone stannoiniziando la distribuzione, per ora solo preventiva, di iodio. in caso di aumento della contaminazione dovrebbe essere dato alla popolazione al fine di ingerirlo per saturare la tiroide al fine di evitare che si possano fissare gli atomi di iodio 131.
    mord3o saprà spiegare meglio magari.
    Uno stato in cui difendersi costa più della pena da cui ci si vorrebbe difendere non è civile.
    Che palle chi dà il benvenuto a tutti i costi


    Quello che sta nel cuore del sobrio è sulla lingua dell'ubriaco.(Plutarco)
    ci sedemmo dalla parte del torto poichè tutti gli altri posti erano occupati B.Brecht

  6. #6
    Junior Member
    ESP User
    L'avatar di lock
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    38
    Citato in
    0 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    0
    Thanks ricevuti: 0 in 0 Posts

    Predefinito

    io seguo dalle tv giapponesi ora per ora, a parte la notte. stamattina verso le 6 ora giapponese si è verificato un nuovo incendio presso il reattore 4 dell'impianto Fukushima Daiichi, reattore che era già spento al momento del disastro e che contiene delle barre in raffreddamento. Dice la TEPCO che questo nuovo incendio si sia sviluppato a partire dai resti di quello di ieri, che secondo loro si era spento "naturalmente". Al momento nell'impianto restano circa 50 tecnici che si stanno occupando del raffreddamento. Per il resto non si sa molto altro, dovrebbero tentare di spegnerlo i vigili del fuoco ma è difficile accedere all'area per via del livello elevato di radiazioni. È stato detto alla popolazione residente tra i 20 e i 30 Km dall'impianto di stare chiusi in casa.
    In precedenza il giapponese che ha costruito la "bara" dell'impianto di chernobyl ha detto che per Fukushima non sarà necessario un lavoro del genere perché a chernobyl è successo che la reazione è accelerata, mentre qui i reattori erano già spenti quando è iniziato il casino.

  7. #7
    Claudio_80
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pikkio86 Visualizza Messaggio
    Il premier Naoto Kan ha annunciato in tv che l'esplosione ha provocato una fuoriuscita radioattiva ed ha chiesto agli abitanti nel raggiodi 30 chilometri dalla centrale di non uscire da casa.
    Secondo te, rimanendo a casa non sono esposti alle radiazioni? Forse hanno case di PIOMBO!

  8. #8
    Esperto in Fisica
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di giangi
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    3,414
    P.Vaporizer
    eVic!
    Citato in
    816 Post(s)
    Taggato in
    15 Thread(s)
    Thanks
    664
    Thanks ricevuti: 2,228 in 679 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mordr3d Visualizza Messaggio
    Sto seguendo con molta attenzione ...
    Siamo in tanti a seguire con attenzione l'evolversi della situazione. A volte purtroppo le notizie, o la maniera con cui alcuni le danno, non aiutano a capire, ma c'è da riconoscere che in una situazione in evoluzione è comunque difficile capire per chiunque.

    Non sono in grado di illuminarti sugli aspetti poco chiari e confusi di queste ore. La mia fonte di notizie è il sito dell'agenzia internazionale per l'energia atomica (International Atomic Energy Agency (IAEA): Earthquake in Japan) a cui consiglio di riferirsi (per chi conosce l'inglese) per avere le poche, al momento, notizie certe e comunque comunicate da fonti ufficiali (principalmente il governo giapponese) senza filtri giornalistici.

    Riguardo la preoccupazione, sono anch'io preoccupato, ma per la popolazione giapponese nelle zone prossime a Fukushima, non per il resto del mondo, che non risentirà di effetti delle radiazioni, per come sta evolvendo finora la situazione.

    Posso dirti questo: qualunque paragone con Chernobyl è fuori luogo: Lì un'esplosione devastante (non termonucleare, comunque, ma chimica, aggravata dall'incendio delle enormi quantità di grafite presenti) in un reattore che in quel momento era praticamente in funzione a potenza ha proiettato grandi quantità di particelle di combustibile (altamente radioattive) a quote talmente elevate da poter essere trasportate a grandi distanze. In Giappone le esplosioni che abbiamo tutti visto dovute alla detonazione dell'idrogeno sono esterne alla struttura di contenimento del reattore e i nuvoloni di polvere sono l'effetto della distruzione dei pannelli di cemento di una struttura progettata per cedere facilmente in questi casi (al fine di salvaguardare la struttura interna). La radiazione emessa è sicuramente quella dei gas nobili radioattivi che provenivano dall'interno del reattore insieme all'idrogeno. L'idrogeno si è formato per la reazione metallo acqua che avviene, per le leghe usate nelle camicie delle barre di combustibile, quando queste raggiungono i 800-900 °C (mi sembra di ricordare) in presenza di vapore (e non liquido). Per questo possono essersi fessurate facendo fuoriuscire i gas nobili (xenon e kripton). Il combistibile (inteso come barre) quindi si è sicuramente "scoperto" (non è stato ribagnato da acqua liquida) e la potenza generata nel combustibile ha determinato il surriscaldamento della superficie esterna a contatto col vapore. Non c'è alcuna "certezza" di fusione di parte del combustibile, questo lo scopriremo fra parecchio tempo quando si riuscirà ad entrare con una microtelecamera all'interno del recipiente in pressione in cui è contenuto il combustibile).

    La situazione è simile (un po' più grave visto che ha coinvolto almeno tre reattori e in questo caso l'idrogeno è esploso) a quella del 1979 a Three Miles Island negli USA. Nocciolo fuso per più del 50% ma all'esterno non è uscito praticamente nulla in quanto il recipiente in pressione non ha avuto perdite se non quella di idrogeno e altri gas dovuta alla valvola di sfiato/sicurezza rimasta bloccata).

    La situazione più critica sembra al momento essere quella del reattore n°4, ma non sono gli incendi (esterni al contenitore, comunque) a preoccupare quanto il fatto che non riescono ancora a iniettare quantità sufficienti di acqua all'interno. Il problema dovrebbe essere ridotto dal fatto che il reattore era fermo e forse non tutto il combustibile era "caricato" (in genere ad ogni fermata si cambia 1/3-1/4 del combustibile irraggiato con combustibile "fresco").

    Riguardo l'evacuazione progressiva prima a 10 km poi a 20 km, questa scatta in automatico secondo il piano di emergenza in base ai livelli di radioattività misurati all'esterno della centrale. Così come la distribuzione di iodio fra i 20 e i 30 km e il divieto di permanere all'esterno fino a nuovo avviso. I criteri sono molto cautelativi per la salute delle popolazioni. Non ricordo ora i livelli di soglia ma in condizioni normali i livelli di radiazione ammessi per le popolazioni (1 milliSievert/anno) sono a volte addirittura più bassi di quelli che si hanno per il fondo radioattivo naturale (in alcune zone compreso, indipendentemente dalla presenza o meno di materiale "nucleare", fra 1 e 10 milliSv/anno e in zone particolari molto più alto). Una radiografia ci fa assorbire dai 0,2 ai 0,4 milli Sv. Per i lavoratori professionalmente esposti è ammessa una dose di 100 milliSv/anno. Queste dosi non determinano effetti sulla salute nè immediati, nè a lungo termine.
    Per avere effetti "immediati" possiamo tener presente che un valore di 5 Sv in brevissimo tempo (5000 milli Sv) provoca la morte del 50% delle persone esposte entro pochi giorni (cosiddetta DL-50, Dose Letal 50). A Chernobyl subirono questa sorte circa 50-60 persone (non ricordo i dati esatti, ma non più di quel numero).
    Dosi di radiazioni inferiori provocano effetti probabilistici a lungo termine, difficilmente quantificabili a priori se non in termini di percentuali rispetto alle persone esposte. Sempre a Chernobyl, dal 1986 fino ad oggi, le Organizzazioni Mondiali hanno quantificato (a posteriori) i decessi correlati a quel terribile evento nell'ordine di 3-4 (forse 5 ) mila persone in tutte le zone interessate dalla nube radioattiva.
    Fermo restando che anche la morte di una sola persona è una tragedia, solo per comparare l'entità dei decessi ad altre tragiche situazioni, è più o meno il numero di decessi in Italia in un solo anno per incidenti stradali.

    Per ora mi fermo qui e seguo l'evoluzione degli eventi come tutti voi. Sperando di non leggere ancora sui giornali e ascoltare nei notiziari titoli come "Apocalisse Nucleare", "Inferno Nucleare", che sono del tutto fuori luogo. Da questo punto di vista il mio pensiero va ancora alle oltre 10mila persone morte in un secondo, senza la possibilità di essere evacuate preventivamente.
    Ultima modifica di giangi; 16-03-2011 alle 03:50

  9. #9
    Ispiratore di Chrom© ®
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Sturusu
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    roma-palermo
    Messaggi
    6,376
    P.Vaporizer
    tutto ciò che è utile a non dare soldi ai politici e/o anafe
    Citato in
    553 Post(s)
    Taggato in
    5 Thread(s)
    Thanks
    1,007
    Thanks ricevuti: 3,629 in 1,610 Posts

    Predefinito

    Giappone, esplosioni e incendi a Fukushima. Radiazioni alte, stop elicotteri sulla centrale
    'Nessun pericolo oltre 20-30 km'. Governo pronto a chiedere l'aiuto militare agli Usa
    PAURA NUCLEARE, ESODO DA TOKYO

    16 marzo, 10:57 ANSA

    Resta critica la situazione alla centrale nucleare di Fukushima, in Giappone, dove si è sfiorata la catastrofe, tra ieri e oggi, con tre esplosioni e due incendi nei reattori 2 e 4. Posto sotto controllo l'incendio nel reattore 4, si è vista una nube di fumo salire dalla centrale, proveniente stavolta dal n.3. Il portavoce del governo, Yukio Edano, ha poi annunciato in una conferenza stampa che tutti i lavoratori nell'impianto sono stati evacuati perché troppo elevato il rischio di contagio.
    I livelli di radioattività sono oggi estremamente fluttuanti, con alti picchi. Sulla costa est c'é stata un'altra forte scossa.

    RADIAZIONI ALTE, STOP ELICOTTERI SU CENTRALE - Sono state sospese a causa delle radiazioni troppo alte le operazioni degli elicotteri dell' esercito giapponese che si erano alzati in volo per versare dall'alto acqua sui reattori della centrale nucleare di Fukushima. Lo ha riferito la televisione Nhk.
    Ma intanto il governo rassicura: le radiazioni oltre un raggio di 20-30 km dalla centrale di Fukushima n1 non costituiscono "immediato rischio per la salute". Lo ha detto il portavoce del governo, Yukio Edano.

    IMPERATORE AKIHITO ESPRIME 'GRANDE TRISTEZZA - L'imperatore giapponese Akihito ha rivolto un messaggio alla nazione trasmesso in tv in cui esprime "grande tristezza" per il sisma e lo tsunami di venerdì scorso, auspicando che sia "salvato il maggior numero di persone". "Provo grande tristezza per le vittime di sisma e tsunami: non si sa quanti saranno, ma spero che ne venga salvato anche uno solo in più", ha detto Akihito, in un raro messaggio alla Nazione trasmesso in tv, a cinque giorni dal potentissimo terremoto che ha innescato un grave incidente alla centrale nucleare di Fukushima, ancora irrisolto. "Adesso, il problema è il nucleare e spero si risolva. I soccorsi vanno avanti, nel freddo. Mancano cibo e carburante e tutti sono in condizioni d'emergenza", ha aggiunto l'imperatore. "Prego per loro e perché si esca dalla catastrofe: sono commosso da chi cerca di resistere e vivere - ha detto Akihito -. Un grazie agli stranieri, alla gente del Giappone e a tutti quelli che continuano a impegnarsi nelle operazioni di soccorso. Sono arrivati messaggi da tutto il mondo: mai rinunciare alla speranza".

    FUKUSHIMA, DANNEGGIATO CONTENITORE REATTORE - Il contenitore di uno dei reattori della centrale di Fukushima potrebbe essere stato danneggiato. Lo ha detto il portavoce governativo Yukio Edano. Il contenitore danneggiato è quello del reattore n.3, secondo l' agenzia Kyodo.

    CALO RADIAZIONI, ESPERTI TORNATI A CENTRALE - Il calo della radioattività ha consentito alle squadre impegnate alla messa in sicurezza della centrale di Fukushima di poter tornare al lavoro. Le operazioni di pompaggio di acqua marina nei reattori n. 1, 2, 3 procedono senza intoppi.

    TOKYO,PRONTI CHIEDERE AIUTO MILITARI USA - Il Giappone è pronto a chiedere la cooperazione delle forze armate Usa negli sforzi per contenere i danni della centrale nucleare di Fukushima n1 dopo sisma e tsunami di venerdì scorso. Lo detto il portavoce del governo, Yukio Edano.

    NUOVA FORTE SCOSSA SU COSTA ORIENTALE - Una scossa di terremoto di grado 6 della scala Richter si è verificata oggi sulla costa orientale del Giappone, nella prefettura di Chiba alla periferia est di Tokyo. Lo afferma le televisione pubblica Nhk.

    PETRONE, AMBASCIATA ITALIANA RESTA APERTA - "L'ambasciata italiana resterà aperta finché ci sarà l'ultimo italiano": è l'ambasciatore Vincenzo Petrone che in collegamento in diretta da Tokyo durante la trasmissione di Porta a Porta ha riferito la situazione dei connazionali presenti nel paese. "Nella zona di esclusione - cioé quella attorno alla centrale, ha rassicurato Petrone - non ci sono comunque più italiani".

    SEIMILA FRA MORTI E DISPERSI - La polizia giapponese ha affermato che sono 2.475 i morti accertati per il terremoto e lo tsunami di venerdì scorso, mentre risultano al momento disperse 3.611 persone. Un bilancio ancora provvisorio, dato che la distruzione seminata dallo tsunami nel nordest del Paese fa ritienere che il conto finale sarà di decine di migliaia di vittime. La polizia ha aggiunto che migliaia di sopravvissuti al doppio disastro non siano ancora stati raggiunti dai soccorsi.
    Uno stato in cui difendersi costa più della pena da cui ci si vorrebbe difendere non è civile.
    Che palle chi dà il benvenuto a tutti i costi


    Quello che sta nel cuore del sobrio è sulla lingua dell'ubriaco.(Plutarco)
    ci sedemmo dalla parte del torto poichè tutti gli altri posti erano occupati B.Brecht

  10. #10
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di Ross85
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Treviso
    Messaggi
    749
    Citato in
    1 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    110
    Thanks ricevuti: 37 in 20 Posts

    Predefinito

    Vi mando in un blog italiano (dove sono autore ma non scrivo più ariticoli da un bel po di tempo) che si chiama LEGA NERD
    Al link qui sotto c'è un articolo che rende un pò l'idea sulle unita di misura delle radiazioni che si sentono nei TG di questi giorni con dei paragoni per rendere meglio l'idea.
    L’unità di misura del pericolo radioattivo
    ""Come al solito però nessuno spiega mai le unità di misura (quanti di voi sanno ad esempio quanto petrolio c’è in un barile?).
    Per fortuna c’è :ln:

    Il Sievert è la misura degli effetti e del danno provocato dalla radiazione su un organismo. I suoi sottomultipli sono il millisievert (un millesimo) e il microsievert (un milionesimo).

    Qualche esempio di assorbimento:
    - 0,005 millisievert: una radiografia dentale.....""

    Secondo tentativo (al primo son durato 7 mesi circa ricontrollando le mail 11 mesi più altri 4/5 mesi con qualche bionda di mezzo)


    SVAPA CONSAPEVOLMENTE! LA NICOTINA È UN VELENO
    GUIDA per nuovi utenti: informazioni di base
    Cominciamo a miscelare: piccola guida uso liquidi di ricarica
    Contatto con Eliquido

Pagina 1 di 5 12345 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Nucleare SI o NO ????
    Di Filippo nel forum Il Baretto
    Risposte: 115
    Ultimo Messaggio: 02-02-2012, 12:46
  2. Moratoria nucleare
    Di mordr3d nel forum Costume e Società
    Risposte: 126
    Ultimo Messaggio: 02-05-2011, 00:07
  3. Terremoto in Giappone, allarme tsunami in tutto il pacifico
    Di Sturusu nel forum Costume e Società
    Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 11-04-2011, 15:50
  4. Il terremoto in giappone: un sisma artificiale
    Di Lonegunman nel forum Il Baretto
    Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 20-03-2011, 03:15
  5. Terremoto
    Di barba nel forum Il Baretto
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 22-01-2010, 20:19

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •