Lista Tag Utenti

Pagina 1 di 5 12345 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 49

Discussione: Come si comportano i nostri liquidi da svapo durante il riscaldamento

  1. #1
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di francescostagno
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    lazio/toscana
    Messaggi
    1,302
    P.Vaporizer
    parecchie cose tutte utili... forse.. ;)
    Citato in
    388 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    299
    Thanks ricevuti: 764 in 440 Posts

    Predefinito Come si comportano i nostri liquidi da svapo durante il riscaldamento

    Supponiamo di riscaldare una miscela di composizione M, costituita da due liquidi miscibili, A e B, quando la composizione raggiungera l’ebollizione del liquido A alla temperatura T , la miscela inizierà a bollire ed il vapore emesso - essendo alla stessa temperatura del liquido - ha la composizione M1 ( perche con concentrazioni diverse di liquido a+b dove il liquido più volatile sarà in concentrazione maggiore).
    La miscela liquida, avendo liberato in quantità maggiore il componente A (più volatile), diverrà più concentrata nel componente B e quindi la sua temperatura di ebollizione aumenterà.
    Pertanto, è ovvio che la temperatura di ebollizione della miscela andrà continuamente aumentando fino a che il liquido residuo (sempre più concentrato nel componente B) avrà raggiunto una composizione tale che il suo vapore abbia la stessa composizione M del liquido di partenza : questo accade alla temperatura del punto di ebollizione del liquido col valore piu alto, e pertanto a questa temperatura terminerà l'ebollizione in quanto tutto il liquido è trasformato in vapore. Questa semplice spiegazione dimostra che le miscele di due liquidi non hanno una temperatura di ebollizione, ma un intervallo di ebollizione; in questo caso, compreso tra la temperatura di ebollizione del liquido più volatile e la temperatura di ebollizione del liquido meno volatile.

    I nostri liquidi
    50% glicole propilenico punto di ebollizione 188 gradi

    40% glicerolo punto di ebollizione 290 gradi

    10% acqua. Ebollizione 100 gradi

    Sono tutti liquidi completamente miscibili tra loro.

    Ora torniamo al perche del mio tred cercando di essere di supporto alla temperatura delle resistenze.
    Dovremmo cercare di mantenere la temperatura entro i 290 gradi per evitare il punto di fumo del glicerolo(che si denaturerebbe per idrolisi in ACROLEINA sostanza tossica gia presente nelle puzzone….) e considerando che l’aggiunta di acqua fa si che il punto di fumo aumenti leggermente il suo limite:
    Mi sento di dire che, mantenendo temperature intorno ai 240 gradi non si sviluppi la famosa sostanza tossica sempre ammettendo che la resistenza rimanga ben irrorata di liquido; e che il vapore abbia percentuali di componenti molto simili a quelle del liquido da svapo…
    Ora mi viene un altro dubbio…. Se gli aromi fossero costituiti da oli essenziali… quale sarebbe il punto di fumo?....

  2. I seguenti User ringraziano:


  3. #2
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di tramanike
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Treviso
    Messaggi
    488
    P.Vaporizer
    CE5 - CE2 - Kr510 - Nano - Miniprotank- Genesis - ETernity - vamo v2 - RDAmini - egoV V2 - e-pipe
    Citato in
    33 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    95
    Thanks ricevuti: 126 in 86 Posts

    La #lacarognasullaspalla ha speso: Tutto

  4. #3
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di francescostagno
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    lazio/toscana
    Messaggi
    1,302
    P.Vaporizer
    parecchie cose tutte utili... forse.. ;)
    Citato in
    388 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    299
    Thanks ricevuti: 764 in 440 Posts

    Predefinito

    @tramanike scusami apro il link e mi apre una discussione che non c'entra niente... Non capisco..


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  5. #4
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di azalus
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Amru , citta delle tenebre (Avellino)
    Messaggi
    1,982
    P.Vaporizer
    Aspire nautilus V2 ,Rsst V1, Nemesis 18650,Box mod hammon 1550P meccanica B.F. , Nimbus BF (modato)
    Inserzioni Blog
    3
    Citato in
    642 Post(s)
    Taggato in
    1 Thread(s)
    Thanks
    397
    Thanks ricevuti: 1,005 in 657 Posts

    Predefinito

    Ottimo e ben redatto.
    Ora si ha un punto per decidere meglio su come miscelare i nostri liquidi.
    Non credo che gli aromi siano a base di oli essenziali,maa più che altro a basse alcolenica.
    Ho provato ad usare un aroma alimentare a base di oliesenziali ed Il risultato è stata una emulsione ( una bella schiumetta soffice soffice ) mentre se leggo nei componenti del sroma dedicati (F.A. ,D.K.S. o Quadrato) il componente principale è il P.G. che se ricordo bene è un alcolene .
    Perdonami se ho detto una castroneria, ma non sono un chimico ne un biologo.


  6. Il seguente User ringrazia :


  7. #5
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Trimegisto
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,479
    P.Vaporizer
    Reo mini, Reo Grand
    Citato in
    933 Post(s)
    Taggato in
    18 Thread(s)
    Thanks
    648
    Thanks ricevuti: 3,029 in 1,139 Posts

    Predefinito

    Pessimo e scorretto.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Diagramma_di_fase
    http://it.wikipedia.org/wiki/Azeotropo
    http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_Raoult
    Denaturazione e idrolisi sono altre cose dalla disidratazione.
    L'acroleina non si forma finché c'è liquido, qualunque liquido, non importa a che composizione(igroscopicità di PG e VG, legge dell'azione di massa, principio di Le Chatelier, 1000 discussioni di questo forum, nonché varie analisi sul campo del vapore che dovrebbero chiudere ogni annosa disputa).

  8. I seguenti User ringraziano:


  9. #6
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di francescostagno
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    lazio/toscana
    Messaggi
    1,302
    P.Vaporizer
    parecchie cose tutte utili... forse.. ;)
    Citato in
    388 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    299
    Thanks ricevuti: 764 in 440 Posts

    Predefinito

    @Trimegisto. Cercando di rispondere alle domande che ci siamo posti in un altro 3d. . Il termine che ho usato denaturerebbe... e in senso improprio idrolisi (togliere una moledcola di acqua). Non stiamo facendo un trattato scentifico altrimenti avrei dovuto parlare di pesi molecolari tensioni superficiali e via discorrendo che poco importano in questo forum... ed ho cercato di rendere fruibile a tutti il concetto...
    Non sono molto d'accordo sul fatto che non si formi ACROLEINA solo in mancanza di liquido... una volta raggiunto il punto di fumo si forma comunque .....
    E se vogliamo aprirne un dibattito io sono qua... e se ho commesso qualche errore chiederò scusa. ..

  10. #7
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Yerakon
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Cremona/Milano
    Messaggi
    5,423
    P.Vaporizer
    Reo mini 2.1 + Origen 16mm
    Citato in
    1901 Post(s)
    Taggato in
    35 Thread(s)
    Thanks
    7,687
    Thanks ricevuti: 6,830 in 2,765 Posts

    Predefinito

    Probabilmente @francescostagno ha estrapolato da questo interessante pezzo che tratta di evaporazione (al secondo capitolo): http://dctf.uniroma1.it/galenotech/distillaz2.htm dove però l'esperimento è realizzato all'interno di un recipiente chiuso, in determinate condizioni e l'articolo non tratta di punto di fumo (e/o formazione di acroleina) che resta ancora un punto aperto.

    Siamo comunque in tempo ad aprire l'ennesima accesa discussione
    ...

    Trattando l'argomento miscele, distinguerei almeno tre fenomeni ben distinti altrimenti si rischia di fare un gran minestrone:

    1) evaporazione (che può avvenire tranquillamente prima dell'ebollizione),
    2) punto di ebollizione,
    3) punto di fumo (formazione di acroleina);

    per arrivare a ripetere la domanda fatta da @kerz nell'altro 3D: aumentando la % di acqua si abbassa il punto di evaporazione o ebollizione della nostra miscela (o cosa comunque succede)?

    Qesta domanda di Sergio la trovo molto interessante ed estremamente legata al fatto che dalle miscele (con acqua o senza) si cerchi di produrre vapore utile ai nostri scopi a partire da temperature (range dei punti 1 e 2) lontane dal punto di fumo di alcune componenti (e quindi tenendo relativamente basse le temperature delle resistenze).

    La domanda resta aperta.

    ...

    Non avendo (io) particolari conoscenze in fisica(chimica) posso solo approcciare il tema ponendo a mia volta delle domande (cui non so rispondere) e facendo delle osservazioni intuitive (magari anche sbagliate da avvocato del diavolo).

    Per prima cosa noto che la temperatura di ebollizione di alcune componenti è "troppo" vicina al punto di fumo in particolare se consideriamo il VG (da qui ancora l'interesse della domanda, se dal solo VG o in miscela e ottenibile vapore cospicuo stando a temperature di sicurezza).

    Passiamo alle domande (maieutica applicata):

    Per far incaz... l'amico @Trimegisto (di cui ho stima e la cui competenza non è in dubbio) dico che quei 4 scienziati da strapazzo non mi hanno levato un forte dubbio: perché in una pentola d'olio si forma acroleina? Non stiamo anche qua parlando di roba che bolle? (mi aspetto forse che la risposta sia qualcosa del tipo: il VG non è un olio, l'olio non evapora mentre il VG si... ?)

    Ed ancora: se fosse vero che "finché c'è liquido non si forma acroleina", sarebbe anche vero che si formerebbe acroleina solo in assenza di liquido, ma se non c'è più liquido da dove minkia si formerebbe allora l'acroleina? ( )

    Forma scherzosa a parte, vuol dire che nei nostri liquidi in miscela è impossibile che si formi acroleina perché finché c'è evaporazione la temperatura della componente è sotto controllo?

    A fronte di questa domanda madre penso sia il dubbio che si ha in molti!

    Sappiamo che il fenomeno dell'evaporazione assorbe calore (quindi la nostra miscela evaporando assorbe il calore prodotto dalla resistenza) ma da profano mi chiedo se l'evaporazione del (poco) liquido a contatto del filo basti a tenerne la temperatura sotto controllo. Il filo, se spinto su certi wattaggi, può agevolmente superare la temperatura del punto di fumo? (sicuramente si! ) E quando il filo, in queste condizioni, è a contatto con in liquido il sospetto/domanda è: alcune componenti possano comunque degradare (come nella padella d'olio) prima che evaporino?

    (ovviamente si tratterebbe eventualmente di quantitativi probabilmente irrisori, ma che se c'è modo di evitare, perché non pensarci su ed evitare pure questi?)

    ...

    Bene, fiato alle trombe e buon 25 a tutti
    Ultima modifica di Yerakon; 25-04-2015 alle 11:43

  11. I seguenti User ringraziano:


  12. #8
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di francescostagno
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    lazio/toscana
    Messaggi
    1,302
    P.Vaporizer
    parecchie cose tutte utili... forse.. ;)
    Citato in
    388 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    299
    Thanks ricevuti: 764 in 440 Posts

    Predefinito

    Ed è proposto quello che volevamo capire in base alle ricerche di textina con il suo test sulle temperature. .. ho estrapolato da uniroma certo ... solo perché mi sembra sia molto intuitivo... e di facile comprensione cosa che io non sarei stato in grado di fare da "sporco tecnico" quindi abituato più alla pratica che alla teoria... per rispondere al punto di fumo degli oli hai presente quando si forma quel fumo bianco in una padella di olio di oliva ed ha quell odore pungente ?.... ecco si è arrivati al punto di fumo e non è detto che tutto l olio sia evaporato.....

  13. #9
    Boxettaro Rigenerato
    ESP User
    Very Old Poster
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    3,492
    P.Vaporizer
    un po' di tutto... probabilmente troppo!
    Citato in
    1138 Post(s)
    Taggato in
    8 Thread(s)
    Thanks
    817
    Thanks ricevuti: 1,714 in 1,023 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Yerakon Visualizza Messaggio
    per arrivare a ripetere la domanda fatta da @kerz nell'altro 3D: aumentando la % di acqua si abbassa il punto di evaporazione o ebollizione della nostra miscela (o cosa comunque succede)?
    Ho cercato di darmi una risposta andando a spulciare fra i vecchi post di giangi del 2010 e qualcosa ho trovato (in realtà quel 3d è un condensato di fisica, chimica e magia).
    http://www.esigarettaportal.it/forum...l=1#post179012

    In pratica giangi faceva l'esempio dei panni umidi stesi al sole... i panni si asciugano, l'acqua evapora ovviamente prima del punto di ebollizione.
    detto questo la miscela ottenuta (con acqua) inizia ad evaporare molto presto (temperatura bassa) ed il vapore prodotto sarà formato in maggior parte da acqua e portandosi dietro anche un po' di PG e VG (a seconda della percentuale)... mano a mano che l'acqua si riduce nella miscela, aumenta la temperatura e di conseguenza aumenta la quantità evaporata di PG e VG e così avanti fino a che non rimane preponderanza di VG da evaporare.

    Più acqua c'è nella miscela, più dovremo aspettare (attivazione lunga) per avere un vapore visibile e denso

    La temperatura finale sembra non cambi molto fra 5% o 10% di acqua
    Però una considerazione mi viene di farla. Visto che gli aromi sono di solito in base PG e la nicotina si ha in PG o VG, il fatto di avere "tanta" acqua nella miscela ritarda in pratica il trasporto della nicotina e dell'aroma... con conseguente hit ritardato (o minore) e minor percezione dell'aroma... chissà

    che bello però... anche al terzo anno di svapo scopro ancora cose nuove

    EDIT: un'altra domanda che mi vien da fare per noi che usiamo il BF. Dopo la squonkata la miscela sarà completa (PG VG e H2O) però già dopo la prima attivazione immagino l'acqua si sarà ridotta notevolmente... nella seconda attivazione che succede? temperatura molto più elevata immagino
    Ultima modifica di kerz; 25-04-2015 alle 12:53

  14. Il seguente User ringrazia :


  15. #10
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di textina
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    Verona
    Messaggi
    4,756
    P.Vaporizer
    Prodotti elettronici di qualità... molti senza TC
    Citato in
    1099 Post(s)
    Taggato in
    11 Thread(s)
    Thanks
    2,395
    Thanks ricevuti: 3,561 in 1,556 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Yerakon Visualizza Messaggio

    Siamo comunque in tempo ad aprire l'ennesima accesa discussione

    Bene, fiato alle trombe e buon 25 a tutti
    Niente scorrimento di sangue nè vero

  16. Il seguente User ringrazia :


Pagina 1 di 5 12345 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Caldo estivo come si comportano i liquidi?
    Di Sniper nel forum E-Liquidi Mix e Ricette
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 20-09-2013, 06:15
  2. tosse durante lo svapo è normale?
    Di cucca nel forum Prime Esperienze e Consigli
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 29-08-2012, 21:21

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •