Lista Tag Utenti

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 25

Discussione: Sulle "doppie batterie" e i pericoli derivanti

  1. #1
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Materico
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    3,261
    P.Vaporizer
    Cambiano più spesso di quanto aggiorni questa informazione
    Citato in
    775 Post(s)
    Taggato in
    10 Thread(s)
    Thanks
    955
    Thanks ricevuti: 942 in 552 Posts

    Predefinito Sulle "doppie batterie" e i pericoli derivanti

    Buondì a tutti!
    E' una domanda che ho in canna da tempo, mesi direi, ma che era andata in oblio e ora torna di prepotenza.
    Vorrei sapere che pericoli ci sono a usare i PV con le "doppie batterie", ovvero due batterie in serie o in parallelo.

    E ora vi racconto la genesi della mia domanda:
    ricordo che quando iniziai a scrivere qui su ESP (novembre 2013) c'era il Vamo che permetteva di usare due 18350 in serie, ma era un'operazione sconsigliata.
    In effetti ci fu qualche caso, sempre qui su ESP, di mezze esplosioni e batterie fuse, con questa configurazione.

    Qualche mese fa hanno iniziato a uscire le varie iPV3, Cloupor T8, Vapor Flask, Sigelei 100W e via dicendo, che usano sempre due batterie, ma non sempre sono in serie (credo che la Flask vada in parallelo, per dire).

    Ed ecco che la domanda torna fuori, dato che all'epoca del Vamo l'avevo presa come "verità e fede", ora vorrei capire meglio la questione, per capire meglio che potenziali rischi si corrono e perchè.

    A sentimento direi che i problemi possono esserci su quelle in serie, più che in parallelo, ma non saprei dire il motivo, e non so nemmeno se la mia sensazione sia giusta.




    Gio'

  2. #2
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Scacchia
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,386
    P.Vaporizer
    REO Mini + Hornet; REO Mini 2.1 LP + Origen Little 16mm
    Citato in
    494 Post(s)
    Taggato in
    3 Thread(s)
    Thanks
    3,472
    Thanks ricevuti: 758 in 546 Posts

    Predefinito

    su questi 2 topic, che comunque credo gia conoscerai, gia ci sono alcune risposte di Giangi:

    Quando si mettono due batterie in serie, il rischio di danni alle batterie aumenta se le batterie non hanno il medesimo “comportamento”. Capita spesso che una delle due batterie si scarichi prima dell’altra: continuando a usare il BB la batteria sana risulta più sollecitata e rischia di rovinarsi, se non peggio. Non usate mai in serie batterie di marche differenti. Sarebbe opportuno controllare che all’inizio le due batterie siano entrambe cariche approssimativamente allo stesso livello di tensione (basta un tester da pochi soldi). Eventualmente “segnate” le coppie e/o distinguete le batterie con un segno col pennarello.
    Ci sono vantaggi nell'utilizzare le batterie in parallelo rispetto all'utilizzarle in serie?

    Sì. Il vantaggio principale che si ottiene è quello di consentire un carico che una singola batteria non sarebbe in grado di sopportare. Connettendole in parallelo, si assicura che le batterie si suddividano il carico, senza sovracaricare nessuna cella del circuito. Un esempio, utilizzando una Trustfire 14500 da 900mAh (con un valore C di 1,5):

    La batteria singola è in grado di svolgere un lavoro da [(900mAh/1000)x(1,5)]: 1,45A;
    La richiesta sulla batteria è di 1,6A da un atomizzatore standard a 2,2 ohm. Considerando che la batteria può garantire 1,45A, la batteria verrà stressata quando sottoposta al carico.
    D'altro canto, se connettessimo due o più batterie in parallelo, raggiungeremmo 2,9A (o 4,35 nel caso di tre batterie), disponendo a questo punto di quanto necessario per reggere un carico di 1,6A, senza stressare nessuna batteria del circuito.


    Usare le batterie in serie garantisce gli stessi risultati?

    No, perché l'amperaggio si ottiene dividendo il voltaggio per la resistenza. I=V/R. Come abbiamo visto in precedenza, quando colleghiamo in serie le nostre batterie, ne moltiplichiamo il voltaggio, mantenendone inalterata la capacità (mAh). Prendiamo sempre la nostra 14500 da 3,7V e 900mAh:

    La batteria singola è in grado di svolgere un lavoro da [(900mAh/1000)x(1,5)]: 1,45A
    Due batterie in serie raddoppierebbero il voltaggio effettivo; 3,7x2 = 7,4V
    Applicando la formula I=V/R, cioè 7,4/2,2 = 3,36A, avremmo un carico pari a circa due volte e mezza la possibilità di scarica della serie di batterie, portandoci a svapare in condizioni di fortissimo sovraccarico, con risultati potenzialmente catastrofici, in special modo in presenza di batterie non protette.


    Esiste un modo per utilizzare con efficacia un simile pacchetto di batterie? Sì, aumentando la resistenza dell'atomizzatore utilizzato per lo svapo.

    Se I=V/R, allora R=V/I o 7,4/1,45= 5,13 ohm
    http://www.esigarettaportal.it/forum...nti-e-non.html
    http://www.esigarettaportal.it/forum...-italiana.html

  3. #3
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Materico
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    3,261
    P.Vaporizer
    Cambiano più spesso di quanto aggiorni questa informazione
    Citato in
    775 Post(s)
    Taggato in
    10 Thread(s)
    Thanks
    955
    Thanks ricevuti: 942 in 552 Posts

    Predefinito

    Ok, sì, questi li avevo letti, infatti già sapevo che metterle in serie è un problema in caso di batterie diverse.

    Il discorso di Giangi però non so se valga ancora quando c'è un circuito di mezzo.
    Chiaramente il caso delle batterie in parallelo è sempre il meno rischioso, mentre per le batterie in serie, nel caso in cui il circuito lavori in step down, non so cosa succeda.




    Gio'

  4. #4
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di fumok
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,154
    P.Vaporizer
    Basta che sia BF
    Citato in
    1305 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    2,849
    Thanks ricevuti: 2,637 in 1,266 Posts

    Predefinito

    Dico la mia senza pretese. Cominciamo dall'ovvio: due è peggio che una (citando a rovescio una famosa pubblicità). A prescindere dalla modalità di collegamento, se in serie piuttosto che in parallelo, devi assicurarti che le entrambe le batterie godano di ottima salute e siano quanto più simili tra loro.

    In serie una batteria tenderà a sforzare un po' di più, poiché vedrà una resistenza leggermente superiore dell'altra, dovuto alla resistenza interna di quest'ultima. In parallelo invece, la batteria più carica, tenderà a trasferire energia a l'altra. Questi sono i due aspetti critici che mi vengono in mente ora. Probabilmente ci sarà molto altro da considerare.

    Nella mia esperienza ho usato due 18350 in serie, sia in regolato con Saphira ed Orione, sia in meccanico. Ho usato piccole accortezze come:

    • segnare la coppia
    • alternare ogni tanto la posizione relativa delle batterie (affidandomi alla legge dei grandi numeri)
    • monitorare lo stato di carica e sopratutto di scarica, in cerca di sbilanciamenti importanti, con strumenti abbastanza affidabili (Xtar VP2)

    Mai avuto problemi o ho notato sintomi strani sulle pile (surriscaldamenti, cadute di tensione repentine, sbilanciamenti).

    Per la configurazione in parallelo non ho esperienze dirette e quindi glisso.

    EDIT: aggiungo un appunto alla luce dei post precedenti. Le 18350 hanno un fattore di scarica molto limitato, ed è bene tenerne a mente, ma questo aspetto esula dalla specificità delle discussione, perché è sempre valido sia si utilizzi una, due o più pile. Quindi occhio al valore della coil e quanti Ampere vengono richiesti.

  5. #5
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Materico
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    3,261
    P.Vaporizer
    Cambiano più spesso di quanto aggiorni questa informazione
    Citato in
    775 Post(s)
    Taggato in
    10 Thread(s)
    Thanks
    955
    Thanks ricevuti: 942 in 552 Posts

    Predefinito

    E' male che l'energia sia traferita da una batteria all'altra? Voglio dire, se sono entrambe a 4.2 non succede niente. Se per caso una delle due, per qualche motivo, si scarica prima (4.1 vs 4.2) la 4.2 porterà la prima a 4.2, passando lei a 4.1, quindi vabbè, si passano l'energia una con l'altra. Non va bene?




    Gio'

  6. #6
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di gigetto
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Nord Piemonte
    Messaggi
    4,460
    P.Vaporizer
    BB VV ego elips c Vinci
    Citato in
    1139 Post(s)
    Taggato in
    8 Thread(s)
    Thanks
    1,253
    Thanks ricevuti: 1,195 in 828 Posts

    Predefinito

    @Materico ricordo che ebbi un 637 per poco tempo. Il motivo del poco tempo fu che quello che comperai io, usato, aveva due pilacce verdine 3v....il bottone scaldava e mi faceva paura. In seguito ebbi da scambio un Akston@Huges sempre con 2 pile 16340 in serie, tale PV venne non prodotto proprio per motivi di sicurezza.....
    Ora sono passati diversi anni ma ho ancora una box con due pile in serie, la VV883 e problemi a oggi con le pile non li ha dati.


    [URL="http://vapit.it/domanda-dadesione/"]/[url]

  7. #7
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di hammond
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    livorno
    Messaggi
    1,577
    P.Vaporizer
    noisy criket 2, pico squeeze, avid able, velocity v3, goon 22 bf, tfv8, iJoy Combo, Kennedy 24/25
    Citato in
    415 Post(s)
    Taggato in
    1 Thread(s)
    Thanks
    447
    Thanks ricevuti: 523 in 362 Posts

    Predefinito

    ... quoto @fumok, sulle precauzioni da adottare quando si usano due batterie in serie.

    Ho tenuto il Vamo (e l'SVD) per molti mesi in tale configurazione.
    Le batterie 18350 utilizzate erano gemelle e contrassegnate, nel senso che le usavo sempre assieme, le caricavo assieme e le custodivo anche assieme, separatamente dalle altre. Mai le ho utilizzate per proprio conto singolarmente.

    Rispetto alla singola 18650 i due tubi spingevano molto di più, in step down.

    Non ho mai avuto strumenti di precisione, e nonostante i primi tempi le caricassi col vituperato trustfire001, non è mai successo niente.

  8. #8
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Materico
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    3,261
    P.Vaporizer
    Cambiano più spesso di quanto aggiorni questa informazione
    Citato in
    775 Post(s)
    Taggato in
    10 Thread(s)
    Thanks
    955
    Thanks ricevuti: 942 in 552 Posts

    Predefinito

    Ok, dunque avere PV con due pile in serie o in parallelo, circuitati, non sembra essere un gran problema, fatto salvo per i problemi derivanti da incuria dell'utente, dico bene?




    Gio'

  9. #9
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Trimegisto
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,479
    P.Vaporizer
    Reo mini, Reo Grand
    Citato in
    933 Post(s)
    Taggato in
    18 Thread(s)
    Thanks
    648
    Thanks ricevuti: 3,029 in 1,139 Posts

    Predefinito

    Il fatto che a nessuno di noi sia mai successo niente di spiacevole non significa nulla: stiamo parlando di eventi, per fortuna rari, ma un rischio basso non è un rischio nullo ed è bene essere sempre prudenti.
    Svapo principalmente con il Reo mini da quasi tre anni, rigorosamente con due pile in serie a 7,4 V.
    All'inizio erano le piccine 14250 Li-ion con PCB: il PCB garantiva la sicurezza, ma, visto il notevole stress delle mie richieste di potenza, scattava ogni due per tre. Scomodo, ma sicuro.
    Prima "moddatura" e il mini diventa capace di ospitare le IMR 15270: un altro pianeta e 15-18 W garantiti. Le IMR sono considerate sicure e non dovrebbero esplodere, inoltre il foro di squonk è uno sfiato notevole. Infine l'alluminio scalda in caso di corto e te ne accorgi. Mai successo nulla, soltanto la durata di queste pile era limitata, visto che chiedevo loro troppo, in termini di corrente, con res da 2,5 Ohm. Anche la tensione sotto carico calava parecchio, ma mai osservato surriscaldamenti e si scaricavano in modo uniforme.
    Infine, ultima moddatura: il buon @Yerakon fa il miracolo, trasformando il mini "classic" in una specie di borsa di Mary Poppins, capace di ospitare le AW IMR 16340. Risultato: fino a 24-27 W, discreta autonomia e una corrente nei limiti ampi di queste batterie.
    Anche il Grand rigorosamente con due AW IMR 18350 in serie.
    Il tutto con le accortezze di cui sopra.
    Secondo me vanno evitate come la morte le Li-ion, specie se senza PCB. Ma anche se ce l'hanno, il fattore di scarica è limitato e la durata è maggiore solo sulla carta.
    Due in parallelo, secondo me, non hanno molto senso: meglio una sola più grande: si guadagna in autonomia.
    Se c'è un circuito non dovrebbero esserci problemi, ma anche in questo caso le IMR rendono meglio. E, checché se ne dica, le AW si comportano meglio di tutte le altre. Parola di tester.

  10. Il seguente User ringrazia :


  11. #10
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Materico
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    3,261
    P.Vaporizer
    Cambiano più spesso di quanto aggiorni questa informazione
    Citato in
    775 Post(s)
    Taggato in
    10 Thread(s)
    Thanks
    955
    Thanks ricevuti: 942 in 552 Posts

    Predefinito

    Uh, ottimo punto di vista caro Trimegisto
    Quindi tu dici che usare due batterie diciamo 18650 sia peggio che una singola 26650, tanto per mettere giù dei nomi?
    Ah, altra cosa che mi sono sempre chiesto: il circuito è abbastanza una garanzia come protezione, o avere una box circuitata vale niente, in caso di rogne? Sto rimettendo tutto in discussione, e ne approfitto per farmi una cultura.




    Gio'

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [REQUEST] Tasto "Mi piace" / "Concordo" / "Quoto!"
    Di Numenor nel forum Consigli, Proposte e Richieste
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-03-2013, 03:04
  2. L'arcano della durata delle batterie in stile "eGo"
    Di Debian nel forum Discussioni Generali
    Risposte: 32
    Ultimo Messaggio: 13-04-2011, 10:12
  3. piccola scoperta sulle "lanette"
    Di ottavio1966 nel forum Discussioni Generali
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22-02-2011, 03:04
  4. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 29-11-2010, 12:42
  5. Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 10-11-2010, 13:53

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •