Lista Tag Utenti

Risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: Normativa in materia doganale (spedizioni provenienti da Paesi extra UE)

  1. #1
    Utente con altri interessi economici L'avatar di Bindolo
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Bologna/Imola
    Messaggi
    1,924
    Citato in
    411 Post(s)
    Taggato in
    3 Thread(s)
    Thanks
    1,291
    Thanks ricevuti: 1,252 in 629 Posts

    Predefinito Normativa in materia doganale (spedizioni provenienti da Paesi extra UE)

    Continuando la raccolta normativa, sempre per chi fosse interessato, riporto qui alcuni aspetti legislativi riguardanti le spedizioni transnazionali extra UE.

    Apro un secondo 3d, che segue il precedente sulla normativa generale, per rendere più fruibile e leggibile il tutto (lascio agli Amm la scelta di unirli )

    Anche in questo caso, naturalmente, chiedo a tutti di integrare e correggere dove necessario (non sono esattamente le mie materie e può essermi sfuggito qualcosa)

    Spedizioni provenienti da Paesi extra UE


    Tutte le spedizioni che provengono da Paesi extra UE sono regolamentate dal Codice Doganale (che è ha subito ben ventotto modifiche da 2006 ed oggi ed un’altra revisione è già programmata per novembre 2013):

    http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/...070101:EN:HTML

    Ogni spedizione in arrivo deve essere sottoposta al controllo doganale, sia per quanto concerne il contenuto che in relazione al valore dichiarato. Un determinato pacco può essere esentato da controlli esclusivamente a discrezione dell'ufficio doganale competente.

    Di conseguenza, per consentire tali controlli, la normativa prescrive che la merce debba essere accompagnata da apposita dichiarazione da fornirsi a cura dell’importatore
    Agenzia delle Dogane -

    Riporto alcune previsioni del Codice (CD) che ci riguardano in relazione ai due aspetti (contenuto del pacco e valore della merce):

    Articolo 36 bis - Dichiarazione sommaria di ingresso

    […]

    Obbligo di presentare una dichiarazione sommaria di ingresso
    1. Le merci introdotte nel territorio doganale della Comunità sono oggetto di una dichiarazione sommaria, con l'eccezione dei beni trasportati su mezzi di trasporto che si limitano ad attraversare le acque territoriali o lo spazio aereo del territorio doganale senza fare scalo all'interno di tale territorio.
    2. La dichiarazione sommaria deve essere presentata presso l'ufficio doganale di entrata.
    […]
    4. in conformità con le specifiche circostanze e per particolari tipi di beni traffico, mezzi di trasporto e gli operatori economici, o allorché accordi internazionali prevedono misure particolari di sicurezza.

    Articolo 37

    1. Le merci introdotte nel territorio doganale della Comunità sono, dal momento della loro introduzione, a vigilanza doganale. Esse possono essere soggette a controlli doganali in conformità con le disposizioni in vigore.
    2. Esse restano soggette a tale vigilanza per tutto il tempo necessario per determinare la loro posizione doganale e, se del caso, e nel caso di merci non comunitarie e fatto salvo l'articolo 82, fino a quando il loro non cambino posizione doganale, entrano in una libera zona o deposito franco oppure non vengano riesportate o distrutte ai sensi dell'articolo 182.
    Articolo 38

    1. Le merci introdotte nel territorio doganale della Comunità devono essere condotti dalla persona portandoli nella Comunità senza indugio, seguendo la via indicata dalle autorità doganali e in conformità con le istruzioni […]




    L’altra questione di rilievo riguarda il concetto di “Importanza economica trascurabile”.

    il Codice introduce tale dicitura senza però fornire alcun parametro a riguardo;
    Le indicazioni sono state fornite successivamente, a cura della stessa Agenzia delle Dogane, attraverso una Circolare avente il dichiarato scopo di fornire indicazioni e, appunto, parametri certi.
    http://www.agenziadogane.it/wps/wcm/...c9bd4e7aaa0be0

    Le previsioni che ci riguardano sono riassunte dalle schede 1 e 2 Allegate alla circolare:

    SCHEDA 1

    Spedizioni di valore trascurabile
    - Trattamento fiscale: Esente dai diritti doganali (dazio + IVA)
    - Condizioni per la fruizione della franchigia: Sono ammesse in franchigia dai diritti doganali le importazioni da un Paese terzo di merci il cui valore non eccede complessivamente 22 Euro per spedizione, con esclusione dei prodotti alcolici,profumi e acqua di toletta, tabacchi e prodotti del tabacco.
    - Modalità per la concessione della franchigia: Per l’autorizzazione alla franchigia, su richiesta dell’interessato, dispone direttamente l’ufficio doganale periferico competente sul luogo di arrivo delle merci.

    SCHEDA 2

    Spedizioni inviate da un privato ad un altro privato
    - Trattamento fiscale: Esente dai diritti doganali (dazio + IVA)
    - Condizioni per la fruizione della franchigia: Sono ammesse in franchigia dai diritti doganali le merci prive di carattere commerciale oggetto di piccole spedizioni inviate da un privato che si trova in un Paese terzo ad un altro privato che si trova nel territorio doganale della Comunità alle seguenti condizioni:
    -presentino carattere occasionale;
    -riguardino esclusivamente merci riservate all’uso personale e familiare dei destinatari e che, per loro natura e quantità, escludano qualsiasi interesse di ordine commerciale;
    -riguardino merci il cui valore globale non superi i 45 Euro, ivi compreso il valore dei prodotti alcolici,profumi e acqua di toletta, tabacchi e prodotti del tabacco importati nelle quantità fissate dall’art. 31 del Reg. CEE 918/83;
    -non risultino effettuate dietro corrispettivo in qualsiasi forma (dalla lettura dell’art. 32 del Codice Doganale, si evince che anche le spese di spedizione, di assicurazione ed per il packaging debbano essere considerate parte del corrispettivo)*.
    - Modalità per la concessione della franchigia: Per l’autorizzazione alla franchigia, su richiesta dell’interessato, dispone direttamente l’ufficio doganale periferico competente sul luogo di arrivo delle merci.



    Quindi i casi in cui i dazi non sono dovuto sono:

    - spedizioni il cui valore, inclusi i costi di spedizione, siano inferiori ai 22 Euro
    - spedizioni il cui valore sia inferiore ai 45 Euro e provengano da un privato senza vendita


    Naturalmente sempre tenuto conto dei parametri sopra esposti

    per l’individuazione dei criteri generali individuati dall’Agenzia delle Dogane in ordine all’assegnazione del valore delle merci in dogana invito alla lettura del CD Titolo II Capitolo 3 artt. da 28 a 36


    per la normativa generale: http://www.esigarettaportal.it/forum...nsumatori.html
    Ultima modifica di Bindolo; 18-06-2013 alle 10:57

  2. I seguenti User ringraziano:


Discussioni Simili

  1. Paesi in cui sono illegali le sigarette elettroniche
    Di malbeq nel forum La legge e Sigarette elettroniche
    Risposte: 66
    Ultimo Messaggio: 09-10-2017, 08:18
  2. I pessimi Atom 306 provenienti dall'Irlanda
    Di Anubisss nel forum Discussioni Generali
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 12-12-2011, 23:29
  3. Forum per e-cigs in altri paesi europei e non?
    Di Smile nel forum Discussioni Generali
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-08-2011, 02:07
  4. Normativa italiana
    Di astalepro nel forum Sigaretta elettronica in pubblico
    Risposte: 42
    Ultimo Messaggio: 20-04-2010, 12:44

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •