Lista Tag Utenti

Pagina 1 di 37 1234567891011121314151617 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 368

Discussione: Guida al dripping

  1. #1
    Antica Arte del Dripping
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di silva79ch
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    Praticello del Rütli
    Messaggi
    1,525
    P.Vaporizer
    DRIPPING con Cisco su Twist, Provari, Nemesis & Innokin Cool Fire II
    Citato in
    371 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    1,592
    Thanks ricevuti: 1,154 in 557 Posts

    Exclamation Guida al dripping

    Come da titolo presentiamo tutte le info utili e i segreti del Dripping, servendo una completa panoramica di questa pratica svapo-pionieristica che sta tornando ad essere in vertiginosa espansione.
    ____________________

    LE ORIGINI

    Dripping > Sgocciolatura

    Negli anni ‘40 un americano, tale Jackson Pollock, inventò una tecnica pittorica astratta e innovativa che consisteva nello sgocciolare colori materici sulla tela in orizzontale, in armonia con il movimento dell'artista (fonte: @prettybull in Dripping).
    Questa tecnica si chiamava Dripping. Ecco spiegata la derivazione di una delle più affascinanti e influenti realtà di quello che è l’immenso mondo dello svapo.

    Nell’evoluzione dello svapo il Dripping ha giocato un ruolo fondamentale; da esso derivano hardware che oggi giorno rappresentano il top nella categoria. Basti pensare ai meccanici Bottom Feeder LINK che non sono altro che l’evoluzione del Dripping, l’alternativa più comoda e pulita.
    Il principio di base tra i due sistemi è lo stesso, gocciolamento MANUALE del liquido fino a completo allagamento dell’atomizzatore. In poche parole, se in dripping le gocce le carichiamo DA SOPRA, in BF le squonkiamo DA SOTTO (mediante pressione sulla boccetta collegata all’atom con un tubiccino).
    ____________________
    La mia primissima esperienza in Dripping risale al settembre del 2010.
    Ai tempi usavo una primitiva DSE 901: atom montato su una batteria 280mAh (all’epoca considerata una delle più performanti!); senza bottone (l’attivazione della sigaretta consisteva nell’otturare con l’indice un piccolo foro situato sulla parte bassa del copri atom).
    Era più il liquido che perdevo da quel forellino di quello che riuscivo a svapare. Altroché fazzolettino...lì si che c’era da portarsi appresso il rotolo di carta igenica!

    Ora, a distanza di quasi 3 anni, quella sigaretta la custodisco come un tesoretto in una scatolina di latta; ci sono affezionato, ogni tanto la tiro fuori e resumo i miei primitivi svapo-ricordi.
    La DSE 901 rappresenta per me l’inizio, i tempi che furono. Non la cambierei con nulla al mondo, nemmeno con un Reo Grand VV...
    ...perché Lei è la mia Numero 1.
    ____________________

    COME INIZIARE

    Un PV assemblato per Dripping è costituito da 3 componenti:

    Drip Tip > Atomizzatore > Batteria

    Tutto sta nel trovare la perfetta combinazione in queste 3 componenti. Il che è tanto soggettivo quanto fondamentale per l’ottenimento dello svapo perfetto.

    Quando scegliamo di intraprendere questo eccelso percorso svapo-spirituale dobbiamo incentrarci in primo luogo sulle caratteristiche dello svapo che più ci aggradano; dobbiamo fare un ragionamento in base a ciò che prediligiamo maggiormente basandoci sulle nostre personali esperienze con gli hardware da cui proveniamo, che possono essere la resa aromatica, il colpo in gola, la fumosità, la corposità dello svapo...e in base a ciò possiamo stabilire con quali atomizzatori e a quali resistenze cominciare.

    In seguito, una volta stabilito in che modo partire, andremo a scegliere la nostra batteria con le capacità di voltaggio che il nostro atomizzatore necessita.

    Di atom ce ne sono in giro di tutte le salse; è dunque facile incappare in vere ciofeche (e ne girano tante!). Perciò prima di procedere con un aquisto è importante informarsi bene su qualità e marchio: oggi giorno poi abbiamo la fortuna di poter consultare sul web opinioni e testiomonianze su ogni possibilità e alternativa. Il fatto di scegliere un’atom DI QUALITÀ gioca un ruolo fondamentale nella resa complessiva dello svapo. Personalmente su questo particolare io non bado MAI a spese.
    ____________________

    ATOMIZZATORI DI RILIEVO USATI NEL DRIPPING

    - 306 (a detta di molti il migliore in circolazione, ne lcaso degli LR garantisce un’ottimo hit in quanto si scalda subito e più velocemente garantendo performance più immediate, particolare che nel dripping è fondamentale).
    - 510 (un buon compromesso tra hit e resa aromatica)
    - Mega Atom 510 type A (fuori produzione ma che garantiva prestazione straordinarie, chiedetelo a @maxnaldo)
    - 801 (per alcuni rimane ancora il più completo sotto tutti gli aspetti)
    - 901 (atom molto usato in passato; ora un pò dimenticato ma che ha fatto sempre della resa aromatica il suo punto di forza)
    ____________________

    BATTERIE

    La scelta della batteria è fortemente condizionata dall’atom e dalla rispettiva resistenza che scegliamo di svapare.
    È chiaro che se decidiamo di rimanere sulle basse resistenze (1,5 / 1,8ohm), andare a spendere 150€ per un Big Battery è piuttosto inutile.
    Ed è qui che subentrano le Batterie VV (eGo Twist, Vision Spinner), quelle che io tanto elogio per le loro prestazioni: personalmente le trovo assolutamente indicate sia per le basse resistenze (per un discorso di autonomia della batteria stessa che, ad esempio, rispetto alle classiche eGo 650mAh le VV durano quasi il doppio), sia per le resistenze standard (fino a 2,8 ohm) in quanto si sono in grado di sfruttare tutti i loro 4,8 V.
    Gli atomini per dripping cicucciano assai, soprattutto quelli a bassa resistenza, e non solo in termini di liquidi, ma consumano anche molta batteria, perciò è indispensabile avere con se batterie con un’autonomia più che buona (io drippo davvero tanto e una eGo Twist 1100mAh mi dura una giornata intera, mentre una 650mAh rende poco più di mezza giornata).
    Da non sottovalutare il discorso economico visto che per una batteria a voltaggio variabile si vanno a spendere poco più di 20€ la cui speranza di vita si aggira intorno alle 400 ricariche.
    Se vogliamo drippare ad alte resistenze invece (ca. dai 3,0 ohm in su) allora si che possiamo tornare a discutere della praticità nello sfruttare A PIENO le BB nel dripping (esperienza che al momento ho vissuto solo occasionalmente).

    Qui l’utilissima tabella tensioni Ohm/Volt che ci indica tutti i valori dei voltaggi da seguire in base alle resistenze.
    ____________________

    DRIP TIPS

    Qui l’argomento si fa ancor più ampio. Per chi già smanetta con le box meccaniche il discorso è più o meno lo stesso in quanto si usano medesimi DT e atom.

    Per quanto riguarda i DT per 306 vi linko una guida che potrebbe tornarvi utile: DRIP TIPS PER 306
    Il Drip Tip gioca un ruolo di FONDAMENTALE IMPORTANZA sulla qualità complessiva dello svapo in Dripping e non solo, da esso dipendono le nostre gestualità, gli automatismi,
    la risoluzione di problemi molto fastidiosi e molto spesso da esso viene fortemente influenzato l’aroma.
    Possiamo godere di un’infinita di variazioni cromatiche, materiali di ogni tipo (ceramica, alluminio, acciao, vetro), e una notevole gamma di svariate forme più o meno comode che variano dalle più classiche a quelle stilose ed eccentriche; oppure optare per un imboccatura “classica” tonda, o per un imboccatura piatta “Flat”.

    ESEMPI DI DRIP TIPS

    - Drip Tips 306
    - Drip Tips 510/901
    - Drip Tip 801
    ____________________

    LIQUIDI, RESA AROMATICA

    C'è da considerare il fatto che non tutti gli aromi sono adatti al Dripping. Alcuni vengono concepiti per essere usati solo su dispositivi con determinate caratteristiche.
    Ad esempio: io provengo da una lunga esperienza con la eGo-C; l'ho sempre considerato uno dei migliori PV in assoluto; la resa aromatica su questo hardware è assolutamente meravigliosa (parlo di liquidi già pronti), e Chapeau a Ovale che ha fatto dei suoi liquidi uno dei suoi punti di forza. Gli stessi liquidi in Dripping li ho trovati disgustosi. È vero, c'è da dire che i liquidi Ovale sono studiati e preparati per essere consumati su hardware a temperature fredde; infatti li ritengo insvapabili pure su Phantom e Dual Coil.
    Se volete andare sul sicuro potete puntare sui blasonatissimi liquidi Flavourart, io in Dripping mi ci trovo da Dio. ben anche con Flavourland, DKS e Mental.
    Con Ovale e Puff non ce la faccio proprio a drippare. Considerazione assolutamente soggettiva, che sia chiaro...
    ____________________

    CONSIDERAZIONI

    Ce ne sono davvero tanti di aspetti affascinanti riguardo il Dripping (altrimenti non starei certo qui a smaronarvi con le mie considerazioni ). Elenco solo quelli principali:

    - Sicuramente il fascino e la fama che suscita questa selvaggia pratica, e l’influenza che ha avuto in questa realtà, merita tutto il suo rispetto. Basti pensare che il Dripping è padre di hardware che hanno fatto la storia nel settore; come dicevo prima le eccelse Box Meccaniche non sono altri che l’evoluzione del Dripping.

    - Un punto forte è semplicità dei suoi componenti: Drip Tip>Atom>Batteria, nient’altro; ciò comporta un quasi nulla di manutenzione (dico “quasi” perché all’atomino un bagnetto rigenerante nella vodka o nel glicole a metà vita bisogna concederglielo).

    - Se da una parte c’è la scomodità dell’estrema manualità che questa pratica implica, dall’altra c’è la comodità di poter cambiare aromi ogni volta che desideriamo nell’arco di pochissimo tempo in quanto (ovviamente) il dripping è privo di un sistema a serbatoio. Inseriamo quelle 3-4 gocce necessarie per drippare la nostra dozzina di tiri, e una volta che sentiamo che l’atom necessita di essere nuovamente irrorato ci soffiamo dentro un pochettino e ci riversiamo in seguito un’altro aroma, questo per ridurre al minimo il retrogusto del liquido messo precedentemente. Questione di pochi secondi.

    - A seconda dell’atom e della marca che usiamo il dripping offre alte prestazioni di carattere differenti l’una dall’altra. Prendiamo ad esempio il Cisco 306 LR (bassa resistenza), uno dei più blasonati atomizzatori usati nel dripping e non solo: offre hit spaventose (in quanto scalda subito e più velocemente garantendo performance immediate), per rendere l’idea tanto spaventose che (personalmente) nemmeno sul Reo riesco a ricevere. Di contro il 306 ammazza un pochino quella che è la resa aromatica.
    Prestazioni ottime le offre anche l'atom 510, che, a scapito del colpo in gola, offre una corposità e consistenza dello svapo formidabili. L’atom 510 a sua volta, rende di più ad alte resistenze. C’è chi giura che un 510 HR svapato ad alti voltaggi rappresenta la goduria estrema dello svapo.

    - Sono davvero notevoli le possibilità che abbiamo di poter personalizzare a nostro piacimento l’estetica del nostro PV: abbiamo a disposizione un’infinita varietà di Drip Tip colorati, di forme e in materiali di tutti i generi, ai vari accessorietti utili quali Drip Shield, DCA, conetti, o semplici stilosi copri atom, o anche batterie che esteticamente si adattano maggiormente ai nostri gusti.
    ____________________

    DIFFICOLTÀ

    Premetto che quelli elencati qui sotto sono tutti dei problemi che col tempo e con l’esperienza si riducono veramente al minimo, ma contro ai quali ogni neofita si dovrà scontrare.

    - Il Dripping non lo ami subito, anzi... Bisogna conoscerlo, scoprirlo e seguirlo, saperlo interpretare...capirne i meccanismi e la manualità. All’inizio NON è facile, ma a lungo andare regalerà soddisfazioni ineguagliabili. Provare per credere!

    - Il vero tallone d’Achille per chi ama questa pratica consiste nella fastidiosa (e in parte inevitabile) emorragia di liquido dal fondo del Drip Tip, che se non fermato
    in tempo va a inzuppare e sporcare la batteria (il problema è molto marcato in particolar modo con gli atom/DT 306 per il fatto che il DT va a corpire l'atom esternamente, perciò se la sua parte interna non aderisce più che bene al corpo dell’atomizzatore che racchiude, sarà molto facile la perdita di liquido).
    Tuttavia per contenere questo problema ormai possiamo godere di innumerevoli soluzioni, più o meno efficaci: dai Drip Shield copri atom, ai Drip Tips con serbatoio di contenimento antisbrodolamento “incorporato”, a Drip Tips progettati e realizzarti proprio per contenere queste perdite con l’applicazione di efficaci guarnizioni in silicone per far aderire il più possibile il DT al corpo dell’atom.
    Ripeto, questo discorso vale soprattutto per i 306.
    Un'altra causa della perdita da sotto è quando drippiamo con liquidi troppo poco densi (quelli di Ovale ad esempio, che sono studiati e preparati per sistemi tank e quindi non adatti al Dripping).
    Perciò: con un pizzico di esperienza e con un buon Drip Tip, il problema può venire decisamente contenuto se non addirittura eliminato.

    - Le bevute sono frequenti, bagnarsi le labbra quando si allaga eccessivamente l’atom. Il che è piuttosto sgradevole. Accade soprattutto con i Drips Tips corti, quelli dove lo spazio tra la wick dell’atom e il foro d’entrata del DT è ridotto al minimo. Oppure succede quando si va ad allagare l’atom con un numero di gocce eccessivo (c’è da considerare che la media del numero di gocce che si possono mettere alla volta sono 3-4). Io quando mi accorgo di aver inzuppato esageratamente l’atom soffio un pochettino dentro il DT per far scendere un pò il liquido dall’orlo del DT, a costo di farlo sbrodolare da sotto, e...proprio per questo, come dovrebbe sempre essere per questo genere di situazioni... fazzolettino sempre a portata di mano!
    Altro trucco per scongiurare nel limite del possibile le bevute, una volta caricate le gocce, è quello di aspettare qualche secondo prima di ricominciare a svapare, per consentire così al liquido di scendere e di irrorarsi per bene dentro l’atom.
    Inutile ricordare che quando si svapa bisogna sempre farlo con la esig rivolta verso il basso...

    - È un dato di fatto che col Dripping si tende a consumare parecchio liquido, più di quanto lo faccia un qualsiasi sistema tank o clearomizer in quanto le gocce vanno a cadere direttamente sulla wick e bruciano più in fretta. Questo discorso vale soprattutto per chi drippa a bassa resistenza.
    Idem per il consumo della batteria. Ma resta comunque il fatto che il gioco vale la candela.

    - Mentre si drippa bisogna costantemente fare attenzione a non lasciare l’atomizzatore a secco, onde evitare lo sgradevolissimo ritorno del retrogusto di bruciato in bocca o, nel peggiore dei casi, la prematura morte dell’atomizzatore. Non è una novità, è una situazione che vale un pò per tutte quante le categorie di esig; nel nostro caso, logicamente, si è molto più esposti a questo rischio in quanto si tratta sempre di un sistema manuale.

    - Senz’altro un’aspetto fastidioso, come ho già citato, è la scomodità di questo sistema in quanto è necessario alimentare continuamente l’atom, e ciò implica una totale manualità.
    Vero, oggi giorno abbiamo a disposizione dei Signori Drip Tips che ci permettono di sgocciolare sull’atom addiritura fino a 8-9 gocce (quasi l’equivalente di un’analogica), però rimane pur sempre un sistema selvaggio, e bisogna costantemente stargli dietro.
    Quindi, prima di partire per un lungo viaggio armatevi di un PV alternativo e un pochino più autonomo: un tank, un Bottom Feeder, un bel Vinci, oppure un Clearomizer; perché di drippare mentre state guidando scordatevelo! Ne va della vostra incolumità (ve lo dice uno che l’anno scorso in auto mentre in pieno dripping stava asciugando una batteria allagata si è visto portar via lo specchietto da un muro).
    ____________________

    Personalmente considero il Dripping lo svapo più appagante in assoluto. Giuro, per me rappresenta un'autentica passione!

    Avrei voluto arricchire la guida con un pratico collegamento esterno illustrato sul nome di ogni componente ma il sistema non me l'ha permesso (maledetto errore 403).
    Se qualora mi fosse sfuggita qualche cavolata vi prego di non esitare a farmelo notare; ci tengo!
    Grazie mille per l'attenzione.
    Ultima modifica di silva79ch; 23-02-2013 alle 14:51 Motivo: Aggiunta voce LIQUIDI, RESA AROMATICA


  2. #2
    Power Vaper!
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Stevu82
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    vicino a Torino
    Messaggi
    1,263
    P.Vaporizer
    FU RGVV ;(
    Citato in
    220 Post(s)
    Taggato in
    9 Thread(s)
    Thanks
    1,178
    Thanks ricevuti: 654 in 417 Posts

    Predefinito

    Grazie per la guida svapofratellone!

    Bel lavoro
    tre è numero perfetto... modestamente

  3. Il seguente User ringrazia :


  4. #3
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di altair72
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Bari
    Messaggi
    383
    P.Vaporizer
    Reo Mini 2.1 - Provari - Kayfun 3.1 - Ithaka
    Citato in
    33 Post(s)
    Taggato in
    1 Thread(s)
    Thanks
    79
    Thanks ricevuti: 93 in 78 Posts

    Predefinito

    Gran bel lavoro ho sicuramente imparato qualcosa di nuovo....Grazie!

  5. Il seguente User ringrazia :


  6. #4
    Svapo variegato!
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di lùp
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,062
    P.Vaporizer
    RG Woodvill-SVA Box fullcarbon dna20-Nemesis-Chi Sleek e solo rigenerabili!
    Citato in
    280 Post(s)
    Taggato in
    10 Thread(s)
    Thanks
    946
    Thanks ricevuti: 590 in 359 Posts

    Predefinito

    Mi hai fatto venir voglia e ho messo un bel 306 sulla zmax!

  7. Il seguente User ringrazia :


  8. #5
    Junior Member
    ESP User
    L'avatar di sifizzirro
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Ancona/Macerata
    Messaggi
    49
    P.Vaporizer
    eGo CE5 U Style powered by Svapobar
    Citato in
    9 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    102
    Thanks ricevuti: 5 in 5 Posts

    Predefinito

    Bravissimo, ho imparato un sacco di cose che dovrò presto mettere in pratica

    Grazie

  9. Il seguente User ringrazia :


  10. #6
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di VacciPiano
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    522
    P.Vaporizer
    famiglia Svoemesto
    Citato in
    93 Post(s)
    Taggato in
    1 Thread(s)
    Thanks
    126
    Thanks ricevuti: 249 in 139 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da silva79ch Visualizza Messaggio
    - 510 (un buon compromesso tra hit e resa aromatica)
    Grande, questa guida ci voleva proprio!
    Leggendo il forum mi sono fatto un pochino di cultura su vari sistemi, ma non sul dripping..
    Oggi pomeriggio ho comprato delle basi con qualche aroma, e stavo giusto pensando di prendere un atomizzatore da dripping per assaggiare i miei composti prima di impestare un phantom o simili..
    Ho visto la tua guida e sembrava fatta apposta!

    Ho solo un dubbio: pensavo di prendere un atomizzatore 510, e nella descrizione c'è scritto che contiene una lanetta da imbevere con il liquido.. Non so perchè ma nella mia ignoranza ero convinto che voi metteste qualche goccia sopra la resistenza senza niente.. Mi sbagliavo? è giusto imbevere la lanetta?
    Grazie!

  11. Il seguente User ringrazia :


  12. #7
    Boxettaro Rigenerato
    ESP User
    Very Old Poster
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    3,492
    P.Vaporizer
    un po' di tutto... probabilmente troppo!
    Citato in
    1138 Post(s)
    Taggato in
    8 Thread(s)
    Thanks
    817
    Thanks ricevuti: 1,714 in 1,023 Posts

    Predefinito

    Bellissima guida... io ho iniziato con i 306 e lì sono rimasto... innamorato anche se con 4 gocce ci faccio si e no 5 tiri... ma uso liquidi poco densi

    Ma mi hai fatto venir voglia di provare un 510!!!

    In italia è un po' difficile trovare drip tip decenti per il 306 e i DCA306 sono praticamente introvabili anche usati

  13. Il seguente User ringrazia :


  14. #8
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di LIVIOMEX
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Località
    Gallarate
    Messaggi
    3,665
    P.Vaporizer
    Provari Mini & E2 & Reo & 883 & Atomo
    Citato in
    625 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    708
    Thanks ricevuti: 1,822 in 1,163 Posts

    Predefinito

    io il mio drip tip 306 SiamMods l ' ho trovato in Italia senza troppi problemi.
    @silva79ch per drip tip che ti permettono di drippare 9-10 gocce intendi aggeggi come il DCA giusto?
    @VacciPiano gli atom hanno un ponte sopra la resistenza fatto di una maglia metallica che assorbe le gocce drippate e le porta verso la resistenza.
    Le dimensioni di tale ponte fanno in modo che certi Atom possano contenere più liquido di altri ( parliamo sempre di gocce) .
    Tra i più capienti vi sono gli 801 e gli IO6

  15. Il seguente User ringrazia :


  16. #9
    Antica Arte del Dripping
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di silva79ch
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    Praticello del Rütli
    Messaggi
    1,525
    P.Vaporizer
    DRIPPING con Cisco su Twist, Provari, Nemesis & Innokin Cool Fire II
    Citato in
    371 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    1,592
    Thanks ricevuti: 1,154 in 557 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da kerz Visualizza Messaggio
    In italia è un po' difficile trovare drip tip decenti per il 306 e i DCA306 sono praticamente introvabili anche usati
    Si, è vero, in Italia la scelta di Drip Tips per 306 e accessori è molto limitata; da Fumo Digitale e @svapobar comunque ne trovi di materiale di qualità per il Dripping.

    Citazione Originariamente Scritto da LIVIOMEX Visualizza Messaggio
    @silva79ch per drip tip che ti permettono di drippare 9-10 gocce intendi aggeggi come il DCA giusto?
    Sisi, mi riferivo proprio al DCA. Ma facciamo...8-9 gocce; ho un pò esagerato...

    Citazione Originariamente Scritto da LIVIOMEX Visualizza Messaggio
    gli atom hanno un ponte sopra la resistenza fatto di una maglia metallica che assorbe le gocce drippate e le porta verso la resistenza.
    Le dimensioni di tale ponte fanno in modo che certi Atom possano contenere più liquido di altri ( parliamo sempre di gocce) .
    Tra i più capienti vi sono gli 801 e gli IO6
    Descrizione preziosissima, grazie!
    Ultima modifica di silva79ch; 23-02-2013 alle 11:41

  17. Il seguente User ringrazia :


  18. #10
    Esperto in Aromi
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Numenor
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Brindisi
    Messaggi
    6,765
    P.Vaporizer
    Elipse, eVic, eGo, eGrip... eAltro!
    Citato in
    2359 Post(s)
    Taggato in
    9 Thread(s)
    Thanks
    3,769
    Thanks ricevuti: 5,030 in 2,433 Posts

    Predefinito

    Grazie silva79ch! Articolo interessantissimo!
    E' da un po' che pensavo di darmi al dripping (finora, non sono andato al di là del Vision Eternity, ma quello è "simil-dripping" ); sarebbe certamente utile per testare le miscele fai-da-te, ma sarebbe inutile, visto che il tipo di hardware cambia il gusto del liquido, e quindi un mix eccezionale in dripping poi magari non sa di niente nella Elips o in un Kanger T3.
    Però 'sta cosa del dripping "duro e puro" va provata, almeno una volta nella vita Finché non lo faccio, rimarrò sempre un niubbo
    Il mio Blog!


    LE MIE RECENSIONI:
    RACCOLTA RECENSIONI
    AROMI ED ELIQUIDS


    Archivio Generale



  19. Il seguente User ringrazia :


Discussioni Simili

  1. Dripping
    Di lordbyron77 nel forum Il Baretto
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 06-12-2012, 00:41
  2. dripping
    Di Alexander nel forum Prime Esperienze e Consigli
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 14-08-2010, 00:03
  3. Best for dripping.
    Di TheDoc nel forum La vostra Sigaretta Elettronica
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 17-06-2010, 18:53
  4. Dripping evo
    Di Desaparecido nel forum Prime Esperienze e Consigli
    Risposte: 35
    Ultimo Messaggio: 27-05-2010, 12:18

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •