Ciao a tutti, è un pò di tempo che non mi affaccio al forum per problemi personali.
Purtroppo anche nei momenti poco felici che attraversiamo dobbiamo combattere con le difficoltà che l'hardware ci pone e il rischio di mandare tutto al diavolo c'è !

Io svapo solo col tank e solo eccezionalmente uso il cartom ma senza alcuna soddisfazione, se il tank scomparisse per me sarebbe un grosso problema e per questo ho quindi cercato di ovviare al problema head, che in questi periodi stanno dando parecchie complicazioni, acquistandone da diversi rivenditori sperando di ottenerne qualcuno funzionante. Addirittura ho acquistato un paio di atom-c tipo A che generalmente non uso con la speranza che le wick che montano queste head funzionassero meglio ma niente da fare!

La maggior parte delle head che ho acquistato avevano solo la wick senza la mesh dove le perdite la fanno da padrona, oh ma ne ho trovate alcune senza neanche quella o che era fuoriuscita tanto era fina. Degli acquisti fatti solo quelli da TW e dall’irlandese, della joyetech, erano accettabili ma anche in quelli ho avuto qualche problema con la wick, anche se facilmente superabili.
Ho notato che gli LR durano solo pochissimi giorni, non più di tre, prima di richiedere un intervento di pulizia mentre gli NR il doppio ma dopo un intervento spesso la wick degenera o si sfrange e comunque non si ottiene una vera rinascita dell’atom.

Ho un caramellizzatore per sbiancare la wick ma anche con quello bisogna stare attenti a non bruciarla troppo, e a bagnarla immediatamente dopo, causa eccessivo indurimento e successiva rottura, a parte la perdita della sua funzione.

Ho quindi acquistato della wick e degli atom tank normali dai quali ho ricavato della ottima mesh che mi ha permesso di crearmi il giusto stoppino da inserire nella head ( ho provato a comprare della mesh ma non è assolutamente la stessa e i risultati sono davvero molto scarsi ).
Conviene comprare gli atom di tipo B perché è più semplice far fuoriuscire l’interno: se con un cacciavite battete, aiutati da un martello, dalla parte da dove si avvita l’atom, dall’altra esce il contenuto dove è avvolta la mesh dalla quale, una volta srotolata, e opportunamente tagliata, si potranno ottenere almeno una trentina di “cappelli” per le wick, anche se purtroppo bisognerà farci la mano perché siano della giusta misura e da qui mi rendo conto del perché fino ad oggi abbiamo trovato il primer alquanto grasso negli atom: a loro serve per far scivolare meglio lo stoppino ottenuto con il cappello di mesh che altrimenti crea come minimo grosse perdite di tempo e di materiale, tanto è vero che, nelle head senza cappello di mesh, la wick non è bagnata !! Un consiglio che posso dare a chi vuole prendere questa strada, che consiglio vivamente, è quello di bagnare la wick, prima di avvolgerla con la mesh, col VG per ridurla di spessore e, dopo averla avvolta, bagnare anche quest’ultima. Io ne preparo parecchie insieme e me le conservo in una bustina inumidita e quando le metto nella head bagno sia questa al suo interno che nuovamente lo stoppino per aiutare l'inserimento.

Ho eliminato i lavaggi e uso solo fare un dry-burn alla resistenza. Chiaramente i tempi di durata di una head, prima che questa richieda un intervento, dipendono dal tipo di liquido usato, il mio purtroppo è molto incrostante ma vi garantisco che ho trovato una buona soluzione finchè non usciranno prodotti da svapo degni di questo nome.

P.S. chiaramente gli atom, prima di recuperare la mesh, ve li godete fino alla fine !