Lista Tag Utenti

Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: !4500 differenze analogie curve di carico scarico.

  1. #1
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di gigetto
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Nord Piemonte
    Messaggi
    4,460
    P.Vaporizer
    BB VV ego elips c Vinci
    Citato in
    1139 Post(s)
    Taggato in
    8 Thread(s)
    Thanks
    1,253
    Thanks ricevuti: 1,195 in 828 Posts

    Predefinito !4500 differenze analogie curve di carico scarico.

    Sullo spunto di un'altra discussione sarà poi @fumok se vuole a spostare lì, ho di primo acchito notato notevoli differenze di resa per cui sabato sera mi è venuta un'idea. Ossia provare a costruire curve di carica non potendo che valutare a spanne con la bocca (e quindi in maniera non scientifica...)le curve di scarica. L'opportunità del confronto mi è stata data da un acquisto non recentissimo, un caricatore efest liuc e dal fatto di avere un tester. Bene grazie a questi due si possono costruire abbastanza omogeneamnte le curve di carica delle pile, il drop ossia la resistenza interna che fanno la vera differenza, e simulare così con la verifica pratica il comportamento delle batterie.

    Ogni prova ha bisogno però di un testimone, come si fa con le prove di anticrittogrammici, ossia se io valuto tre pile 14500 di marche diverse il campione di riferimento è stavolta una 18350 AW 800 mah, la nuova serie insomma.

    Perchè il testimone? Perchè se ho bisogno di parametri devo assumere dei parametri, ossia un comportamento "ideale" e poter così costruire le curve di carico e evidenziarne il comportamento.

    La AW ha qualche mese di vita, parecchie ricariche, è sicuramente originale e curiosamente molto più lunga di quanto dovrebbe essere.

    Le altre sono una AW 600 mah, una efest nipple free, e una sony 640 mah sempre snippolata.

    Testimone AW 18350 tenuta bene, mai sub ohm una quarantina o più di cicli di ricarica, mai discharged.

    AW 14500 vecchia serie sicuramente originale, una cinquantina di cicli di ricarica o più, mai sub ohm mai discharged. Capacità dichiarata 600mah

    Efest nipplefree, una cnquantina di cicli di ricarica uno o più discharged, usata al pelo dell'ohm capacità dichiarata 700mah.

    Sony nipplefree nuova due ricariche mai sub ohm mai discharged capacità dichiarata 680mah sulla pila è scritto 640 mah.

    Per prima cosa mi sono "costruito " una curva di carica sulla AW18350 calcolando in linea teorica i mah ricaricati tra il cut del Provari e i 4,23v dello staccodel caricabatteria cercando sopratutto all'ultimo di non perdere l'intervento dello stacco per calcolare i tempi.

    La formula dei cinquecento mah/H è ricalcolata sulla base della legge di efficienza e joule per cui un caricatore che fornisce 500 mah sarà effettivamente capace di apportare alla pila 385mah effettivi (approssimato per eccesso).

    La AW messa in ricarica segna 3,1v al tester e 3,4v al caricabatterie ben presto dopo circa un quarto di ora è già passato a 3,7v ossia al secondo step che mantiene per un pò i 4v del terzo step subentrano dopo quasi un'ora e dopo 105 minuti circa la pila è carica.
    Quindi la energia reale è di ben 673mah ottima pila direi molto vicina al dichiarato. E anche molto lineare nel charging, non presentava infatti tiepidezze di nota o peggio calore eccessivo.

    Ora passiamo alla prova di contrappunto delle pile 14500.

    Per tutte ho usato il medesimo tubo con un igo dripper a 1,2 ohm da Provari per cui direi un ottimo compromesso per la prova capace di spingere sì ma non estremizza inficiando la richiesta delle pile per cui siamo in ampia specifica. Sulla conduttività del tubo non mi esprimo ma ha contatti rodiati.

    Per la prova in dripping ho misurato la boccetta da 1,8 ml che drippo per cui tre boccette da 1,8 ml goccia più goccia meno e poi vi dico.

    La AW è lineare, dopo 1,8 ml si avverte eccome il calo ma poi alla misura dei fatti il tester dà 3,1v sotto carico nel charger 3,3 però il numero muta quasi subito andando a 3,4 e poi con una progressione degna di un esponenziale puro e progressivo raggiunge la piena carica dopo un ora e un quarto pari a 481 mah reali effettivi calcolati.

    Come si comporta allo svapo? Frizzante anche troppo all'inizio e poi comincia linearmente a decrescere scalda un pò nulla di eccdezionale però il calore si sente anche sul bottone, senza forzare la mano dura un'oretta tirata tirata di dripping soft, più che altro perchè insistendo compulsivamente non solo la resa decadema il calore si fa evidente.

    La Efest è quella che ha dato la prestazione peggiore. Anzi si è quasi autofottuta con gli 1,8 ml.....Parte benone, come la AW ma quello stato di grazia presto lascia e rimane un ricordo assestandosi su un lento ma mica mica troppo declivio e poi morire di botto, sì proprio morire, e lo ha fatto quasi per davvero. Infatti alla fine il tester dava 2,6V e il charger 2,9V ma curiosamente quel primo step è più breve persino rispetto alla Aw che ne mostrava 3,3 ossia dopo i primi secondi 2,9 diventano tre, poi qualche lampeggio e 3,0v e a seguire quasi si può seguire con lo sguardo il salire repentino della ricarica sino al secondo step per poi finire la carica dopo 1h e 11 minuti circa....Nessuna teporizzazione eccessiva nè in carica nè durante la scarica , solo verso la fine della boccetta il bottone era calduccio ma forse meno della AW solo 456 mah teorici effettivi e reali calcolati rispetto ad un dato di targa ben differente, 700 mah per di più partendo anche notevolmente più bassa di voltaggio quindi con un imprinting energetico ben differente almeno a livello teorico. Ecco allora le conferme dei weaking delle efest ossia i vdrop che tanto hanno fatto nomea.......

    La Sony invece è curiosissima. Finisce la prova medesima a ben 3,7v sia di charger che di tester, ossia al secondo step di carica col Liuc. Soliti 1,8 ml.....e si ricarica in ben 1h 18 minuti pari a 501 mah teorici reali calcolati. Ma partendo da 3,7V e mostrando nel discharger un comportamento assai differente dalle due rivali. Ossia non ruzza mai forte, è molto soft e ha un prossimale di scarica talmente lineare che secondo me è anche la più delicata, poichè se và và e ciao bepo, la AW avvisa , La efest muore ma riprende questa invece mi sa tanto che se non si sta attenti và e ci alza il medio per cui attenzione perchè sembra non finire mai ma se finisce...........

    Infatti linearmente và a 4,1v poi fatica assai (più di 20 min a passare da 4,1 a 4,2v e anche lì i 4,23 v dello stacco non sono cosa immediata. In soldoni è una Pila che ha una tensione costante talmente costante che ci si accorge o meglio non ci si accorge del voltage drop poichè vi è da aspettarsi che a 3,6 droppi e poi spenga.....

    Magari se avrò tempo proverò a verificare le tre pile medesime a 1,8 ohm su piccoloide, ma non so se lo farò poichè avrei delle difficoltà col testing del liquido, ossia come parametro la quantità di liquido?


    [URL="http://vapit.it/domanda-dadesione/"]/[url]

  2. Il seguente User ringrazia :


  3. #2
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di fumok
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,145
    P.Vaporizer
    Basta che sia BF
    Citato in
    1300 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    2,838
    Thanks ricevuti: 2,634 in 1,263 Posts

    Predefinito

    Prima di tutto un grazie per il notevole impegno e dedizione alla causa. Mi riservo di rileggere con molta più calma tutto il procedimento, ma penso di aver colto due aspetti che non mi convincono.

    Citazione Originariamente Scritto da gigetto Visualizza Messaggio
    e i 4,23v dello staccodel caricabatteria
    No buono, un charger che si rispetti non deve mai superare i 4,20V. Oltrepassare la soglia anche di poco accorcia la vita delle pile. Ma in questo caso potrebbe essere un errore sperimentale, dato dallo strumento di misura usato.

    Citazione Originariamente Scritto da gigetto Visualizza Messaggio
    La Sony invece è curiosissima. Finisce la prova medesima a ben 3,7v sia di charger che di teste
    Cioè non ha drop-off? Impossibile. Altro errore sperimentale IMHO.

  4. #3
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di gigetto
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Nord Piemonte
    Messaggi
    4,460
    P.Vaporizer
    BB VV ego elips c Vinci
    Citato in
    1139 Post(s)
    Taggato in
    8 Thread(s)
    Thanks
    1,253
    Thanks ricevuti: 1,195 in 828 Posts

    Predefinito

    @fumok nò io ho pensato che lo stacco di default fosse a 4,23v non ho misurato....(poichè nei charger è indicato 4,20+/- 0,02V.)
    Nò la Sony finisce 1,8 ml di liquido e messa in carica e testata mostra 3,7v ossia più della AW e della Efest, poi carica anche qualcosina di più....sempre con i conti.

    Sostanzialmente se volessi fare dei grafici, anche se non ho monitorato e sarebbe difficoltosissimo e lungo e troppo empirico con i mezzi di cui dispongo sarebbero molto difformi da quelli visti in rete....sì sono sensazioni ma anche numeri.....e i numeri non hanno che un dato.....


    [URL="http://vapit.it/domanda-dadesione/"]/[url]

  5. #4
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di gigetto
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Nord Piemonte
    Messaggi
    4,460
    P.Vaporizer
    BB VV ego elips c Vinci
    Citato in
    1139 Post(s)
    Taggato in
    8 Thread(s)
    Thanks
    1,253
    Thanks ricevuti: 1,195 in 828 Posts

    Predefinito

    @fumok scusa il Ns. grafico?


    [URL="http://vapit.it/domanda-dadesione/"]/[url]

  6. #5
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di fumok
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,145
    P.Vaporizer
    Basta che sia BF
    Citato in
    1300 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    2,838
    Thanks ricevuti: 2,634 in 1,263 Posts

    Predefinito

    LOL ero convinto ci pensassi tu. Eccolo


  7. Il seguente User ringrazia :


  8. #6
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di gigetto
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Nord Piemonte
    Messaggi
    4,460
    P.Vaporizer
    BB VV ego elips c Vinci
    Citato in
    1139 Post(s)
    Taggato in
    8 Thread(s)
    Thanks
    1,253
    Thanks ricevuti: 1,195 in 828 Posts

    Predefinito

    Grazie @fumok scusa dell'incomprensione....

    Spiego brevemente il grafico che ha fatto Fumok.

    come ho fatto il grafico? Semplice è più che una curva di scarica una curva di ricarica inversa ossia grazie al charger ho potuto monitorare la ricarica parametrando quindi i diversi comportamenti delle tre pile.

    Se in rete si poteva notare che AW e Sony fossero sostanzialmente equivalenti, nell'uso pratico che è poi quello che ci interessa non è così.

    Campione di linearità è come al solito la AW che a 1,2 ohm e dopo 1,8 ml di liquido si è scaricata progressivamente ed omogeneamente senza drop o discharge.

    La Efest invece ha droppato alla fine con un discharge pericoloso anche se poi si è ripresa bene e la uso tutt'ora ma attenzione che sotto i 3,6v và dopo pochi tiri, insomma è una pila relativamente poco performante e delicata....uno sì ma più di uno potrebbe anzi sicuramente ne và della durata, 1,2 ohm oltretutto sembrano essere un pò il suo limite basso, infatti come si vede dal grafico "muore"

    La Sony dovrebbe essere la copia della AW ma non ci assomiglia neanche truccata......molto meno aggressiva e poi ha una schiena impressionante a 3,7v sembrerebbe quasi una di quelle pile a 4v che c'erano una volta. Cala quasi subito, si vede dal lungo tempo che intercorre tra i 4,1 e 4,2v in ricarica anzi subito e poi non cala più anche dopo 1,8ml è la più carica delle pile ma c'è un ma.....cosa avviene dopo? Secondo me quando poi droppa non si riprende più facilmente come la efest.....


    [URL="http://vapit.it/domanda-dadesione/"]/[url]

  9. #7
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di gigetto
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Nord Piemonte
    Messaggi
    4,460
    P.Vaporizer
    BB VV ego elips c Vinci
    Citato in
    1139 Post(s)
    Taggato in
    8 Thread(s)
    Thanks
    1,253
    Thanks ricevuti: 1,195 in 828 Posts

    Predefinito

    Bene fornisco ora invece alcune impressioni d'uso sulle pile sopracitate con diversi atom a diversa resistività-le pile sono-

    Efest 14500 flat pole ricaricata circa 200 volte con caricatori da 500mah o efest o l'xstar

    AW 14500 ricaricata circa meno della metà delle volte

    Sony 14500 ricaricata meno della AW.

    In teoria la Efest dovrebbe essere ancora pimpante ma non lo è giudico che sia prossima alla pensione che per decreto non arriverà mai per cui tra poco la butto, me lo dirà il caricatore quando. Sony e AW sono invece nel pieno della forma.

    Il primo atom è un fido Genny su promec 14500 con cui si accoppia bene. La res è bassina forse troppo per questo tipo di pile1 ohm 1,1 ohm ma così mi è venuta la res, è stabile e l'ho usato così anche se tale atom rende benone anche con 1,5 ohm res che faccio di solito.

    Il secondo atom è un dripper a cotone a 1,2 ohm sul Precise

    Il terszo è il piccoloide a 1,5 ohm

    Il quarto è l'euforia a 1,9 ohm messo sempre su promec poichè da 18 e sia Precise che Piccolo sono da 16mm e pertanto sembra un ciufolo su Promec stona un pò meno.

    Bene il più impegnativo dovrebbe essere il primo almeno a livello della pila ma così stranamente non è......la Efest parte ancora benino ma dopo poco, troppo poco, già decade per assestarsiqualche tiro, forse cinque, dopo che si è assestata mantiene ma quando sentite che cala, non si deve insistere, pena il discharge, come se muoia. Forse sono i 200 cicli di ricarica circa o la pila fatta così, che se và sotto ai 3,7v circa poi droppa a meno di tre......Il tubo e la pila non sono caldi a fine prova (senza insistere) il charger mostra 3,1v che però subito risalgono.....La pila nonostante i suoi limiti sopporta bene e però non ha nè durata eccelsa nè preavvisa del calo.

    La Sony, anche questa non scalda spinge benino ma sopratutto non finisce mai, sembra però poi quando decide di dire basta lo fa in modo repentino, il charger segna 2,9 ahia ho fatto il danno....e ci mette anche un bel pò a risalire, diciamo che questa pila impone molta cautela rispetto alla efest perchè sembra infinita ma se droppa ciao bepo.....Anche questa se non alla fine non scalda, non sembra soffrire la bassa resistenza. RicaricatA in due tempi sembrerebbe riprendersi....Durata eccezionale se però non si sta attenti.......la qualità di svapo è alta, ossia come detto prima sembra non finire mai....

    La AW è la più ruggente, come spinta le altre due restano indietro forse la efest una centocinquantata di ricariche fa le stava dietro allo start ma poi la AW la sorpassa. Nonostante in teoria sia la più piccola di capacità dura più di Efest e però meno di sony ma ha un discharge progressivo che evita default, colla efest sono abituato, colla sony ero abituato a rimetterla in carica dopo un pò che non segnava mai meno di 3,7 al minimo e adesso per evitare altri danni e proseguire la prova evito di tirare la AW considerato che la AW equivale economicamente parlando a 2 efest o se preferite 2 sony.

    Per la seconda prova uso il precise. di default, cioè di serie, l'unica pila per questo BigBattery, che poi di Big non ha nulla è la AW600 originale (se non entra avete un fake) poichè è studiato per questa. Colle altre due infatti bisogna cambiare lo spessore.
    La AW l'ho sempre usata per cui vi dico che spinge come una bestia sul dripper, non fa rimpiangere potenze e wattaggi maggiori. Unica cosa il tutto si scalda molto a causa del nippolo a bottone, cioè bisogna inserirla alla rovescia nel tubo perchè se nò non fa contatto. Per i patiti del dripping insomma igo-s più precise o precise col bottleneck rappresentano un bello svapare, ovunque comunque e elegantemente.

    Armatomi di pazienza modifico gli spaceframe e metto le due flat pole. Per la Sony chiude giusto giusto per la efest resta comunque un gap ma il tutto fa contatto. Per par condicio anche queste rovesciate. Anche queste scaldano e parecchio. Sopratutto la efest che ad un certo punto rende poco premibile il bottone. Efest non và malaccio ma scalda di più, per cui termino la prova presto dopo una serie di 2,3 recharge col boccino. Il caricatore mostra 3,8 La sony rediviva la testo poichè visto che semra funzionare non vorrei poi scaricarla di nuovo troppo e stavolta lei di verde coperta andrà in una discarica padana....La spinta è minore ma nella breve prova non si avvertono cali, il caricatore segna 4,1v La sony è quella che è più orizzontale nella curva di scarica.

    Ad 1,5v Nel piccoloide vanno tutte bene, solo la efest dura un pò meno delle altre e solo la sony finisce la lanetta, lo so per esperienza infatti asciugo la lanetta (circa 2 ml ) e la metto in carica. Mostra 3,7v attenzione perchè 3,7v per questa pila sono rispetto alle altre due pochini......e se vi scende con qualche tiro.....Le altre segnano 3,7 AW con lanetta ancora umida e 3,3v la efest con lanetta simile alla AW

    A 1,9 ohm col euphoria la efest non si comporta bene, appena dopo qualche tiro la spinta non eccelsa cala la soddisfazione se ne và in più qualcosa scalda sempre su Promec segno che "fatica" ad erogare e lo fa anche la sony e sorpresa il tutto con la AW funziona....bene, sembra che la AW spinga più e meglio delle altre due. Bisogna vedere se la sony ha risentito del discharge.....o se semplicemente la AW eroga costante su qualunque curva di scarico a qualunque impedenza. Beh queste sono sensazioni d'uso a bocca, per la longevità vi aggiornerò. Coll'euforia insomma non lo si gode con due delle tre....
    Ultima modifica di gigetto; 24-05-2015 alle 18:01


    [URL="http://vapit.it/domanda-dadesione/"]/[url]

Discussioni Simili

  1. Batteria eGo 4500 mah
    Di alekkk nel forum Ego Style
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 01-02-2015, 21:10
  2. Batteria eGo 4500 mah
    Di alekkk nel forum Big Battery
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-02-2015, 15:09
  3. Batterie 18350 carico e scarico
    Di Rusty Pinkmann nel forum Celle (18650,26650,18350,16340, etc)
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 05-01-2012, 14:18
  4. analogie colori analogiche
    Di Iannaj nel forum Il Baretto
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 22-04-2010, 14:35

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •