Lista Tag Utenti

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Discussione tecnica sui consumi e sui valori nominali

  1. #1
    Svapatore alieno
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di specie8472
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    Torino
    Messaggi
    4,159
    P.Vaporizer
    Smoant Knight V1/ V2, Zephyrus V2, Ataman V2/V3,Chalice V1,Split
    Citato in
    611 Post(s)
    Taggato in
    4 Thread(s)
    Thanks
    436
    Thanks ricevuti: 1,788 in 1,030 Posts

    Predefinito Discussione tecnica sui consumi e sui valori nominali

    Citazione Originariamente Scritto da Il Ghiro Visualizza Messaggio

    In ogni modo su meccanico meglio evitare di andare sopra 1.2/1.3 ohm, scarichi subito la batteria
    Permettimi una precisazione in realtà sarebbe vero il contrario più bassa è la res maggiore sarà il consumo della batteria...


  2. I seguenti User ringraziano:


  3. #2
    Senior Member
    ESP User

    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    259
    P.Vaporizer
    Troppi... prevalentemente Genisis & Dripper
    Citato in
    9 Post(s)
    Taggato in
    1 Thread(s)
    Thanks
    21
    Thanks ricevuti: 19 in 10 Posts

    Predefinito

    in effetti è anche così', di fatto dipende dal valore di scarica ( valutato in Ampere o "C" ) delle batterie pero' essendo su meccanico e con una resistenza alquanto alta si rimane su valori elevati di voltaggio, ben superiore a quello nominale della cella/batterie che è di c.ca 4,2V ( aumentando il valore della resistenza esponenzialmente aumenta il voltaggio necessario a portarla in incandescenza/temperatura ) per cui se li voltaggio richiesto dalla batteria è superiore al suo valore nominale , la batteria non riesce a spingere a sufficienza di conseguenza si scarica molto velocemente "nel tentativo" di erogare il voltaggio richiesto.

    A tal proposito ricordo la prima legge di Ohm http://ishtar.df.unibo.it/em/elet/resistenza.html

  4. #3
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Yerakon
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Cremona/Milano
    Messaggi
    5,423
    P.Vaporizer
    Reo mini 2.1 + Origen 16mm
    Citato in
    1901 Post(s)
    Taggato in
    35 Thread(s)
    Thanks
    7,687
    Thanks ricevuti: 6,830 in 2,765 Posts

    Predefinito

    @Il Ghiro, concordo sul fatto che sopra un certo valore di resistenza con un meccanico non si ottenga una (cito) "spinta necessaria" per raggiungere un determinato valore in watt, e che al calare della tensione della batteria questa "spinta" sia ancora minore tale da rendere la resa molto debole. Ma propriamente non si parla di "scarica" della batteria quanto piuttosto di voltaggio insufficiente per raggiungere il livello di potenza desiderato (direi che la batteria non "tenta di erogare" ma è la resistenza che tenta di prelevare ).

    Il valore nominale delle celle per lo più utilizzate è di 3,7 volt (anche se la carica massima arriva a circa 4,20 volt); abbassando i valori di resistenza per la legge di ohm che giustamente riporti, aumenta il prelievo di corrente espresso in ampere e di conseguenza la scarica reale della batteria (come inteso da @specie8472); la capacità di scarica C la si apprezza nei meccanici proprio con resistenze basse, cioè quando viene richiesta alla batteria un'alta corrente (in termini di ampere) e con una batteria ad alta capacità di scarica si ha un calo di tensione minore rispetto ad una batteria con bassa capacità di scarica.

  5. I seguenti User ringraziano:


  6. #4
    Senior Member
    ESP User

    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    259
    P.Vaporizer
    Troppi... prevalentemente Genisis & Dripper
    Citato in
    9 Post(s)
    Taggato in
    1 Thread(s)
    Thanks
    21
    Thanks ricevuti: 19 in 10 Posts

    Predefinito

    @Yerakon, permettimi di dissentire su un punto: il valore nominale di una cella non è il valore intermedio tra carica massima e livello minimo di scarica, bensì il "voltaggio" che possiamo misurare ai capi di una batteria carica a vuoto, cioé' senza carichi che assorbano corrente.

    Te lo dico con cognizione di causa: per lavoro mi occupo di riprese video e ultimamente anche di assemblaggio droni per utilizzo professionale, utilizzo batterie di svariato tipo e genere da almeno 35 anni dato che la mia esperienza in materia è pregressa da anni di competizioni di modellismo elettrico.

  7. #5
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Yerakon
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Cremona/Milano
    Messaggi
    5,423
    P.Vaporizer
    Reo mini 2.1 + Origen 16mm
    Citato in
    1901 Post(s)
    Taggato in
    35 Thread(s)
    Thanks
    7,687
    Thanks ricevuti: 6,830 in 2,765 Posts

    Predefinito

    @Il Ghiro, benvenuto ogni contributo che per quel che mi riguarda è sempre gradito (anche senza curriculum ) perché parto dal presupposto che ho sempre da imparare.

    Ho sempre considerato come "tensione nominale" quella indicata sulla batteria e come "tensione massima" quella raggiunta appunto alla massima carica. Spesso si legge "tensione nominale delle celle 3,7 volt" eccetera, non so se queste diciture corrispondono a qualche standard di classificazione...

  8. #6
    Senior Member
    ESP User

    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    259
    P.Vaporizer
    Troppi... prevalentemente Genisis & Dripper
    Citato in
    9 Post(s)
    Taggato in
    1 Thread(s)
    Thanks
    21
    Thanks ricevuti: 19 in 10 Posts

    Predefinito

    Non vorrei portare O.T. la discussione e fare "il testina" ma la citazione sul concetto del valore sui carichi ai poli non è roba mia, non ricordo chi me la disse o dove la lessi ma è una regola ampiamente condivisa tra modellisti che viene usata al fine di proteggere le celle usate in volo e usata per calcolare il miglior valore di impostazione per il cut -off delle batterie senza stressarle ( i pacchi da 6S usati per i droni arrivano a costare minimo 180/200 eurozzi al pacco per 8/10 minuti di autonomia di volo, negli scafi si usano anche delle 12S ) e nel frattempo ottimizzarne l'autonomia. Detto quanto mi scuso per l'O.T. in effetti una discussione su questo tema sarebbe utile e chiarirebbe moltissimi dubbi.

    Comunque il più' delle volte i problemi di alimentazione nei genisis sono dovuti all'eccesso di mesh o di valori della resistenza alti, farli andare oltre 1.2 Ohm rendono male ( Orion v3/ Zenesis docet)

  9. #7
    Administrator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di lordbyron77
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    34,389
    P.Vaporizer
    Betti III
    Citato in
    3222 Post(s)
    Taggato in
    20 Thread(s)
    Thanks
    8,826
    Thanks ricevuti: 16,852 in 6,527 Posts

    Predefinito

    Splittato, giù le carte discutetene pure in questo nuovo 3d.

  10. Il seguente User ringrazia :


  11. #8
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di fumok
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,145
    P.Vaporizer
    Basta che sia BF
    Citato in
    1300 Post(s)
    Taggato in
    6 Thread(s)
    Thanks
    2,838
    Thanks ricevuti: 2,634 in 1,263 Posts

    Predefinito

    @Il Ghiro grazie per i tuoi contributi, è sempre un piacere trovare nuovi iscritti con un background come il tuo. Siamo tutti qui per imparare e condividere .

    Detto ciò sono convinto (magari sbaglio e Verità non ne ho, sono un agnostico ) che la tensione nominale delle LiOn, che normalmente usiamo (quindi escludo dal discorso le LiPo di cui ho solo una conoscenza teorica) sia tra 3,6V e 3,7V. La piccola differenza dipende dall'implementazione specifica del tipo di cella.

    Il voltaggio a vuoto si misura senza apporre un carico resistivo significativo, è chiaramente varia dallo stato di carica della batteria . Tipicamente per una LiOn correttamente usata (quindi non sovra o sotto scaricata) avremo valori tra 3,0V e 4,2V.

    Per lo meno questi sono i termini e l'uso che di norma facciamo in questo forum. Con buona probabilità stiamo dicendo le stesse cose, ma in modi leggermente differenti, da lì le perplessità che si sono palesate.

  12. I seguenti User ringraziano:


  13. #9
    Svapatore alieno
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di specie8472
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    Torino
    Messaggi
    4,159
    P.Vaporizer
    Smoant Knight V1/ V2, Zephyrus V2, Ataman V2/V3,Chalice V1,Split
    Citato in
    611 Post(s)
    Taggato in
    4 Thread(s)
    Thanks
    436
    Thanks ricevuti: 1,788 in 1,030 Posts

    Predefinito

    L'ultimo 3D che ricordo interessante in cui si trattava l'argomento era questo

    http://www.esigarettaportal.it/forum...-batteria.html


  14. #10
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Yerakon
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Cremona/Milano
    Messaggi
    5,423
    P.Vaporizer
    Reo mini 2.1 + Origen 16mm
    Citato in
    1901 Post(s)
    Taggato in
    35 Thread(s)
    Thanks
    7,687
    Thanks ricevuti: 6,830 in 2,765 Posts

    Predefinito

    Grazie Mille Lord per lo split

    @Il Ghiro, perdonami, ma si tratta solo di convenzioni lessicali e forse arriviamo a chiarire il punto su cui non ci stiamo intendendo

    La sottile differenza probabilmente sta semplicemente nella terminologia che stiamo utilizzando:

    • "Valore di tensione nominale" (valore di riferimento, quello che sta scritto sulle batterie);
    • "Tensione di carica nominale" (valore di carica massima per evitare il danneggiamento).


    Applicando agli esempi fatti delle 6S:

    - Un pacco batterie 6S è composto appunto da 6 celle da 3,7 volt; solitamente lo si definisce (anche nell'ambito del modellismo) come un pacco 6S (3,7*6=) da 22,2 volt, quello che intendo come "valore di tensione nominale" è il valore di tensione sempre indicato nel descrivere le 6S (analogamente al valore di 3,7 volt universalmente indicato come valore nominale nelle singole celle 1S ed in quelle che conosciamo di utilizzo nei nostri PV).

    - Definendo il cut off di ricarica per la 6S, per non danneggiarla, si definisce una "tensione di carica nominale" complessiva di 25,2 volt (anche se in realtà i caricatori balance lavorano in parallelo con i canonici 4,2 volt - o 4,25 a seconda dei modelli - su ciascuna singola cella, esattamente come i nostri fidati caricabatterie).

    E' tutto
    Ultima modifica di Yerakon; 01-01-2015 alle 20:14

  15. I seguenti User ringraziano:


Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 07-06-2014, 11:53
  2. valori ohm metro
    Di stelivo nel forum Rigenerabili
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 01-09-2013, 15:37

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •