Lista Tag Utenti

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12

Discussione: dry burn e manutenzione in generale

  1. #1
    Member L'avatar di Overjet
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    178
    P.Vaporizer
    Ego-T/C
    Citato in
    13 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    5
    Thanks ricevuti: 15 in 10 Posts

    Predefinito dry burn e manutenzione in generale

    ciao ragazzi, ormai sono 5 giorni che svapo ininterrottamente, quindi credo che sarebbe anche quasi ora di cominciare a fare un pò di manutenzione sulla mia Ego-t con tank. Come ho letto da qualche parte sul portale, ogni due giorni, laverò sotto acqua calda corrente gli atom, successivamente soffierò dalla parte della cartuccia per asciugare. Da qualche altra parte ho anche letto di fare del dryburn, ma cosa sarebbe? dalla parola sembrerebbe bruciare a secco, quindi presumo devo accendere la resistenza tramite pulsante ma per quanto tempo, si rischia di bruciare qualcosa!?
    ciao e grazie

  2. #2
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di viggo11
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    3,368
    P.Vaporizer
    Evic vtwo mini
    Citato in
    264 Post(s)
    Taggato in
    7 Thread(s)
    Thanks
    483
    Thanks ricevuti: 957 in 433 Posts

    Predefinito

    Se non hai abbastanza esperienza per farlo ti consiglio di evitarlo perchè potresti danneggiare l'atom, a maggior ragione se si tratta di un atom tank. In effetti il dryburn consiste proprio nell'attivare la batteria a secco, senza che l'atom sia alimentato di liquido. In tal modo la resistenza diventa incandescente e permette di rimuovere tutte le incrostazioni che si formano su di essa. Si tratta di un metodo molto efficace, forse l'unico per rimuovere del tutto i residui, però è altrettanto vero che si tratta di un'operazione che se fatta troppo spesso finisce per rovinare l'atom, ed è particolarmente rischiosa per atom con basse resistenze. Ti consiglio pertanto in questi primi giorni di esperienza di evitare il dryburn e lavare bene sotto acqua corrente molto calda l'atom e lasciarlo asciugare per un intera notte; facendo spesso questa operazione dovresti evitare che si formino residui sulla resistenza. Poi se vuoi provare col dryburn puoi farlo a tuo rischio e pericolo, potrebbe anche darsi che al primo colpo ti va bene la cosa

  3. #3
    Danielino77
    Guest

    Predefinito

    Segui i consigli di Viggo11 e se proprio vuoi cimentarti nel Dry Burn nel forum troverai oltre che guide, anche VIDEOGUIDE che ti faranno vedere come fare...
    Comunque sia, non avere fretta nell'eseguire queste operazioni, se si è inesperti, si inizia per migliorari gli Atom e si finisce per peggiorarli!

  4. #4
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di nicoino
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Ostiglia/Albidona
    Messaggi
    1,569
    P.Vaporizer
    a vaporella
    Citato in
    83 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    142
    Thanks ricevuti: 297 in 163 Posts

    Predefinito

    Ci sono 2 correnti di pensiero:
    1) quelli che soffiano il liquido tutte le sere, e che dry-burnano 1 volta a settimana per far funzionare l'atom il piu' possibile,
    2) quelli che non fanno assolutamente niente per le 2-3 settimane di utilizzo dell'atom, che poi è il periodo diciamo migliore di vita dell'atom, dopo non lo usano piu' anche se ancora funzionante
    Io sono passato dalla prima alla seconda, visto che voglio il massimo dall'atom e che imho nessun dryburn ti riportera' allo step migliore dell'inizio.
    Quando sono usciti magari conveniva il dry-burn, visto che costava piu' del quadruplo del prezzo di adesso, ma i costi di oggi sono sui 7/8€ quindi sempre secondo me.....

  5. #5
    Member L'avatar di Overjet
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    178
    P.Vaporizer
    Ego-T/C
    Citato in
    13 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    5
    Thanks ricevuti: 15 in 10 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da viggo11 Visualizza Messaggio
    Se non hai abbastanza esperienza per farlo ti consiglio di evitarlo perchè potresti danneggiare l'atom, a maggior ragione se si tratta di un atom tank. In effetti il dryburn consiste proprio nell'attivare la batteria a secco, senza che l'atom sia alimentato di liquido....
    il problema è che l'ho già fatto...ma solo su uno dei due atomizzatori che ho...ma proprio su questo, ora sento un gusto PESSIMO quando svapo....com'è possibile? possibile che mi sono giocato un atom? se è così la cosa mi scoccia un pochetto...forse devo ri-rodarlo un pochettino....
    Un'altra cosa che ho notato, non c'entra con l'atom, ma credo che sia comunque la discussione giusta per parlarne, le mie due batterie mi durano poco più di un giorno...è vero che svapo di continuo, ma possibile che non mi reggono di più? se è così dovrò prendere anche una terza batteria, perchè già una volta non pensandoci sono rimasto a piedi....proprio come quando ti si scarica la batteria della macchina

  6. #6
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di viggo11
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    3,368
    P.Vaporizer
    Evic vtwo mini
    Citato in
    264 Post(s)
    Taggato in
    7 Thread(s)
    Thanks
    483
    Thanks ricevuti: 957 in 433 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Overjet Visualizza Messaggio
    il problema è che l'ho già fatto...ma solo su uno dei due atomizzatori che ho...ma proprio su questo, ora sento un gusto PESSIMO quando svapo....com'è possibile? possibile che mi sono giocato un atom? se è così la cosa mi scoccia un pochetto...forse devo ri-rodarlo un pochettino....
    Un'altra cosa che ho notato, non c'entra con l'atom, ma credo che sia comunque la discussione giusta per parlarne, le mie due batterie mi durano poco più di un giorno...è vero che svapo di continuo, ma possibile che non mi reggono di più? se è così dovrò prendere anche una terza batteria, perchè già una volta non pensandoci sono rimasto a piedi....proprio come quando ti si scarica la batteria della macchina
    Beh, considerando più di un giorno la durata complessiva delle tue batterie mi sembrano assolutamente nella norma, soprattutto per i ritmi di svapo che dici di avere. Riguardo al dryburn dell'atom probabilmente il cattivo sapore che avverti è dovuto ai residui che erano sulla resistenza e che sono venuti via col dryburn, ma che non hai rimosso completamente se non hai rilavato successivamente l'atom. Dopo ogni dryburn è buona norma infatti lavare sotto acqua calda corrente l'atom per mandare via i residui che proprio il dryburn fa letteralmente staccare dalla resistenza. Nel caso degli atom tank per fare un buon lavoro si dovrebbe a mio avviso rimuovere il beccuccio dove si inserisce la cartuccia aiutandosi con un semplice cacciavite o vedendo uno dei metodi che vengono proposti nel forum attraverso delle videoguide. In questo modo risulta più agevole sia il lavaggio che l'asciugatura dell'atom.

  7. #7
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di nicoino
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Ostiglia/Albidona
    Messaggi
    1,569
    P.Vaporizer
    a vaporella
    Citato in
    83 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    142
    Thanks ricevuti: 297 in 163 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da viggo11 Visualizza Messaggio
    Beh, considerando più di un giorno la durata complessiva delle tue batterie mi sembrano assolutamente nella norma, soprattutto per i ritmi di svapo che dici di avere. Riguardo al dryburn dell'atom probabilmente il cattivo sapore che avverti è dovuto ai residui che erano sulla resistenza e che sono venuti via col dryburn, ma che non hai rimosso completamente se non hai rilavato successivamente l'atom. Dopo ogni dryburn è buona norma infatti lavare sotto acqua calda corrente l'atom per mandare via i residui che proprio il dryburn fa letteralmente staccare dalla resistenza. Nel caso degli atom tank per fare un buon lavoro si dovrebbe a mio avviso rimuovere il beccuccio dove si inserisce la cartuccia aiutandosi con un semplice cacciavite o vedendo uno dei metodi che vengono proposti nel forum attraverso delle videoguide. In questo modo risulta più agevole sia il lavaggio che l'asciugatura dell'atom.
    potrebbe anche essere l'umidita' che è ancora presente, dagli 3 minuti di phon

  8. #8
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di aldoernesto
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Arezzo
    Messaggi
    331
    P.Vaporizer
    Ego-C type B
    Citato in
    4 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    0
    Thanks ricevuti: 6 in 4 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da viggo11 Visualizza Messaggio
    Beh, considerando più di un giorno la durata complessiva delle tue batterie mi sembrano assolutamente nella norma, soprattutto per i ritmi di svapo che dici di avere. Riguardo al dryburn dell'atom probabilmente il cattivo sapore che avverti è dovuto ai residui che erano sulla resistenza e che sono venuti via col dryburn, ma che non hai rimosso completamente se non hai rilavato successivamente l'atom. Dopo ogni dryburn è buona norma infatti lavare sotto acqua calda corrente l'atom per mandare via i residui che proprio il dryburn fa letteralmente staccare dalla resistenza. Nel caso degli atom tank per fare un buon lavoro si dovrebbe a mio avviso rimuovere il beccuccio dove si inserisce la cartuccia aiutandosi con un semplice cacciavite o vedendo uno dei metodi che vengono proposti nel forum attraverso delle videoguide. In questo modo risulta più agevole sia il lavaggio che l'asciugatura dell'atom.
    Concordo totalmente sul fatto che per eseguire un buon dry burn sugli atom tank sia assolutamente necessario rimuovere il beccuccio. Negli atom cilindrici è abbastaza semplice, basta una piccola pinza. Un pò più complesso negli atom conici (almeno io non ho una pinza talmente piccola da entrare negli atom conici fino al beccuccio).

  9. #9
    Member L'avatar di Overjet
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    178
    P.Vaporizer
    Ego-T/C
    Citato in
    13 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    5
    Thanks ricevuti: 15 in 10 Posts

    Predefinito

    per beccuccio cosa intendete?! cioè..io l'ho passato sotto acqua calda per due minuti così com'è.... ho tolto chiaramente solo la cartuccia dove ci va il liquido... poi ho preso il cono, quello che dentro ha l'atom e l'ho messo per 2 minuti sotto acqua corrente, dopo dichè, ho messo un fazzoletto dalla parte che andrebbe a contatto con la batteria, e ho soffiato per altri due minuti spirando dalla parte dove và la cartuccia....dopodichè ho fatto un dryburn ( schiacciavo il pulsante per due tre secondi, continuando a soffiare dalla parte della cartuccia, per raffreddare l'atom...successivamente ho messo due gocce di e-liquid sull'atom ho premuto di nuovo il pulsante...ho richiuso il tutto è ho cominciato a svapare....tutto questo per un gusto pessimo.

  10. #10
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di viggo11
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    3,368
    P.Vaporizer
    Evic vtwo mini
    Citato in
    264 Post(s)
    Taggato in
    7 Thread(s)
    Thanks
    483
    Thanks ricevuti: 957 in 433 Posts

    Predefinito

    @Overjet Per beccuccio intendiamo quella parte metallica nella quale inserisci la cartuccia e che deflora la cartuccia la prima volta che la inserisci nell'atom. Se guardi con attenzione noterai che il beccuccio è ancorato ad un base; utilizzando una pinza o un cacciavite il beccuccio con la relativa base vengono via e puoi vedere quello che c'è sotto, ossia la resistenza avvolta a del wick. Per capire meglio cosa intendo dai un'occhiata al video riportato in questa discussione: http://www.esigarettaportal.it/forum...ione-wick.html

    @aldoernesto Io lo faccio spessissimo su atom tank conici e ti posso assicurare che è un'operazione di estrema facilità. Anzichè utilizzare una pinza prova ad usare un cacciavite: basta tenerlo poggiato alla base del beccuccio e fare leva sulle pareti dell'atom, vedrai che il beccuccio con la relativa base verranno fuori in men che non si dica.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. A proposito di dry burn
    Di lordbyron77 nel forum Esmoking e Salute
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 21-01-2013, 10:52
  2. vape wash: alternativa al dry burn?
    Di bitnav nel forum Manutenzione sigaretta elettronica
    Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 14-09-2012, 01:15
  3. fai da te generale
    Di manch8 nel forum Discussioni Generali
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 13-02-2010, 11:03

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •