Lista Tag Utenti

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14

Discussione: Misurazione tensione batteria ego in sicurezza

  1. #1
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di viggo11
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    3,368
    P.Vaporizer
    Evic vtwo mini
    Citato in
    264 Post(s)
    Taggato in
    7 Thread(s)
    Thanks
    483
    Thanks ricevuti: 957 in 433 Posts

    Predefinito Misurazione tensione batteria ego in sicurezza

    Premetto che ho dato un'occhiata sul forum ed effettivamente esistono tanti 3d che trattano l'argomento multimetro, però a me serve capire una cosa specifica che non sono riuscito a trovare. Ma veniamo al dunque, ieri ho acquistato questo multimetro "china style":



    Era da tempo che volevo prenderlo, ma solo dopo l'acquisto di una Riva VV mi sono deciso a farlo perchè vorrei misurare le tensioni effettive in modo da poter fare un confronto con altri tipi di batterie ego. Diciamo che per il costo che ha (8 euro) è un aggeggio che si comporta bene, se si esclude che nella misurazione della resistenza c'è uno scarto di 1.0-1.1 ohm. Non so da cosa possa dipendere, anche perchè la batteria è nuova, probabilmente la qualità dei puntali lascia un pò a desiderare, ma tant'è, quando vedo scritto 2.6 ohm so che ho in mano un atom LR da 1.5ohm Ho provato anche a misurare la tensione di batterie ministilo da 1.5V e anche in tal caso il multimetro si è dimostrato abbastanza preciso. Il problema per il quale chiedo il supporto dei più esperti del settore è che ho un pò paura a misurare la tensione della batteria ego VV, soprattutto perchè è nuova e anche perchè non ho mai fatto una misurazione di questo tipo. Ho fatto anche qualche esame di elettronica ed elettrotecnica all'università, ma in quanto a manualità sono zero Come tutti sanno i 2 poli sulla batteria ego sono vicinissimi e c'è quindi il rischio che i puntali possano venire contemporaneamente in contatto tra loro e con i rispettivi poli della batteria, provocando dei danni alla stessa. Quello che mi/vi chiedo, esiste un metodo più sicuro per poter effettuare tale misurazione? Ho letto da qualche parte che utilizzando dei vecchi atom o dei fili è possibile fare la cosa senza alcun rischio per la batteria. Grazie in anticipo a chi avrà la pazienza di rispondere.

  2. #2
    Esperto in Fisica
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di giangi
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    3,414
    P.Vaporizer
    eVic!
    Citato in
    816 Post(s)
    Taggato in
    15 Thread(s)
    Thanks
    664
    Thanks ricevuti: 2,228 in 679 Posts

    Predefinito

    @viggo11, hai ragione a voler fare le cose con sicurezza perchè rischi di mandare in corto la batteria.
    Un consiglio che ti posso dare è di utilizzare un adattatore (ad esempio il 510-Ego) che abbia il pin centrale forato: in questa maniera, tenendo la batteria in verticale poni il puntale rosso (anch'esso mantenuto verticalmente con la stessa mano) nel foro e questo dovrebbe aiutarti a non farlo scivolare verso i bordi dove andrebbe a far corto, che è il rischio maggiore con il pin "liscio" della ego/riva . Il contatto con il puntale nero lo puoi ottenere all'esterno dell'adattatore. Setta il tester su V= scala 20.
    Il tutto se non soffri di tremarella alle mani.....

  3. I seguenti User ringraziano:


  4. #3
    Esperto:
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di chriseida
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    6,045
    P.Vaporizer
    Sparagnaus V. 3
    Citato in
    512 Post(s)
    Taggato in
    30 Thread(s)
    Thanks
    3,796
    Thanks ricevuti: 1,649 in 905 Posts

    Predefinito

    Un altra soluzione @viggo11 e' farti un cavetto apposito utilizzando un attacco atom prelevato da un atom in disuso a cui andrai a collegare opportunamente due fili positivo e negativo e alle due estremita dei fili due faston per infilare i puntali del multimetro.E' un po piu laborioso ma poi lo potrai utilizzare sempre e con gli opportuni adattatori potrai usarlo anche con altre batterie/atom

    Una cosa del genere per capirci meglio (scusa per la qualita' della foto):
    fotodel171211alle1810.jpg


  5. I seguenti User ringraziano:


  6. #4
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di viggo11
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    3,368
    P.Vaporizer
    Evic vtwo mini
    Citato in
    264 Post(s)
    Taggato in
    7 Thread(s)
    Thanks
    483
    Thanks ricevuti: 957 in 433 Posts

    Predefinito

    Grazie mille ragazzi. Confermate comunque che non avevo tutti i torti a voler fare le cose con estrema calma e in sicurezza. Cercherò di prendere il meglio di quello che mi avete detto per procedere alla misurazione.
    @giangi Come adattatore va bene uno qualsiasi oppure ce ne vuole uno specifico? Io dovrei averne un paio, mi sembra 510-801 e 510-901, penso vadano bene ugualmente.

    @chriseida La tua idea mi sembra molto valida, purtroppo come ti ho detto non sono molto ferrato in queste cose; se mi spiegassi con maggiori dettagli te ne sarei grato.

  7. #5
    Esperto in Fisica
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di giangi
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    3,414
    P.Vaporizer
    eVic!
    Citato in
    816 Post(s)
    Taggato in
    15 Thread(s)
    Thanks
    664
    Thanks ricevuti: 2,228 in 679 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da viggo11 Visualizza Messaggio
    Come adattatore va bene uno qualsiasi oppure ce ne vuole uno specifico? Io dovrei averne un paio, mi sembra 510-801 e 510-901, penso vadano bene ugualmente.
    Va bene qualunque adattatore (che faccia contatto....) che abbia il pin centrale con un foro in cui possa appoggiarsi il puntale senza temere che scivoli di lato. Se hai i puntali "lunghi" e scoperti, puoi aumentare il livello di sicurezza isolando con del nastro (da elettricista ) il gambo metallico e lasciando "scoperto" solo un millimetro in punta, che si infilerà nel foro. Così rischi meno l'eventuale contatto con il corpo dell'adattatore.

    Se riesci a realizzarti una "prolunga" come quella che ti ha proposto Chriseida sarebbe sicuramente meglio, ma per misure al volo puoi provare come ti ho suggerito.

  8. #6
    Esperto:
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di chriseida
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    6,045
    P.Vaporizer
    Sparagnaus V. 3
    Citato in
    512 Post(s)
    Taggato in
    30 Thread(s)
    Thanks
    3,796
    Thanks ricevuti: 1,649 in 905 Posts

    Predefinito

    Certo @viggo11 saldi un filo (che sara' il positivo/rosso) al centrale dell'attacco atom e un filo negativo (nero) alla massa quindi sul bordo dell attacco atom. Utilizza poi volendo un po' di termorestringente vicino alle saldature per evitere contatti , quindi isoli il tutto con del nastro isolante. Dalla parte opposta dei cavi o colleghi direttamente il filo al corrispettivo colore del puntale del multimetro e poi vai di nastro isolante oppure ci metti due faston che siano adatti ad alloggiare i puntali del multimetro in modo da potere staccare la prolunga quando vuoi
    Spero di essere stato chiaro altrimenti smonto il mio e ti posto le foto
    Ultima modifica di chriseida; 18-12-2011 alle 00:35


  9. #7
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di viggo11
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    3,368
    P.Vaporizer
    Evic vtwo mini
    Citato in
    264 Post(s)
    Taggato in
    7 Thread(s)
    Thanks
    483
    Thanks ricevuti: 957 in 433 Posts

    Predefinito

    Allora, diciamo che reputo la soluzione di @chriseida la più efficace e sicura ma anche la più complessa da attuare, in quanto dovrei reperire tutto il materiale necessario, ad eccezione del saldatore che da qualche parte dovrei avere. Per il futuro però e con calma è una cosa che di sicuro farò anche perchè ho diversi vecchi atom dai quali poter ricavare il pezzo che serve.
    La soluzione di @giangi mi sembra la più fattibile, ho reperito un adattatore 510-801 che ha uno spessore molto alto e di conseguenza permetterebbe di fare le operazioni in maniera abbastanza tranquilla. Il pin centrale presenta il foro, l'unico inconveniente è che l'altezza della filettatura è limitata, però la cosa è comunquefattibile a patto che ci sia una seconda persona che attivi il pulsante della batteria perchè altrimenti da soli si rischia davvero di far danni.

  10. #8
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di viggo11
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    3,368
    P.Vaporizer
    Evic vtwo mini
    Citato in
    264 Post(s)
    Taggato in
    7 Thread(s)
    Thanks
    483
    Thanks ricevuti: 957 in 433 Posts

    Predefinito

    @chriseida
    @giangi
    Salve ragazzi, volevo dirvi che grazie ai vostri preziosi consigli sono riuscito a misurare la tensione delle batterie ego senza problemi. Anzi, devo dire che dopo qualche giorno c'ho preso la mano Sto effettuando tante misurazioni perchè sto monitorando il comportamento di una batteria ego varivolt, per capire soprattutto come e di quanto calano le prestazioni man mano che la carica si esaurisce. Quello che vorrei chiedervi però è un'altra curiosità tecnica, per la quale chiedo anticipatamente scusa data la mia ignoranza in materia, è possibile che in una batteria la tensione erogata cambi a seconda dell'atom montato? E ancora è possibile che una batteria con atom montato sia più performante di un'altra, nonostante quest'ultima a vuoto abbia una tensione maggiore della prima? Grazie in anticipo per il supporto

  11. #9
    Esperto in Fisica
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di giangi
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    3,414
    P.Vaporizer
    eVic!
    Citato in
    816 Post(s)
    Taggato in
    15 Thread(s)
    Thanks
    664
    Thanks ricevuti: 2,228 in 679 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da viggo11 Visualizza Messaggio
    ... è possibile che in una batteria la tensione erogata cambi a seconda dell'atom montato? E ancora è possibile che una batteria con atom montato sia più performante di un'altra, nonostante quest'ultima a vuoto abbia una tensione maggiore della prima? Grazie in anticipo per il supporto
    @viggo11
    Si, è possibile. La tensione erogata "sotto carico" (cioè con il circuito chiuso da una resistenza e con erogazione di corrente....in parole povere atom montato e pulsante premuto ) è diversa dalla tensione "a vuoto", a causa della resistenza interna della batteria. L'erogazione di corrente determina una "caduta di tensione" fra i poli della batteria dovuta appunto a questa resistenza interna. Più è elevata la resistenza interna, maggiore sarà questa caduta di tensione e minore sarà la tensione utile all'atom.
    Facciamo un esempio: una batteria ha "a vuoto" una tensione di 4,2 V e la sua resistenza interna è di 100 milliohm (0,1 ohm). Se attacco un atom che assorbe 2 A, nella batteria ci sarà una caduta di tensione di 0,1*2 = 0,2 V quindi la tensione effettiva ai capi dell'atom sarà 4,2 - 0,2 = 4 V (tensione sotto carico).
    La resistenza interna di una batteria dipende: dalla qualità della batteria e dalla "chimica" della stessa (ad es le IMR hanno resistenze interne molto più basse delle normali Li-Ion), dall'anzianità della batteria (all'aumentare dei cicli di carica e scarica aumenta piano piano la resistenza interna) e dalla temperatura (in genere più è fredda minore è la resistenza interna).
    Questo spiega perchè due batterie uguali, con la medesima tensione a vuoto, quando sono collegate ad uno stesso carico potrebbero avere tensioni effettive (durante l'erogazione di corrente) differenti.

  12. I seguenti User ringraziano:


  13. #10
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di viggo11
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    3,368
    P.Vaporizer
    Evic vtwo mini
    Citato in
    264 Post(s)
    Taggato in
    7 Thread(s)
    Thanks
    483
    Thanks ricevuti: 957 in 433 Posts

    Predefinito

    Grazie @giangi, spiegazione impeccabile nonostante mi fossi espresso con un linguaggio che col tecnico non aveva nulla a che vedere Adesso però ti faccio una domanda (per me) da 10 milioni di dollari Volendo, è possibile misurare la tensione erogata sotto carico, cioè con atom montato sulla batteria?

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. misurazione resistenza atom
    Di yanez nel forum Manutenzione sigaretta elettronica
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 24-09-2011, 14:17
  2. misurazione scarica
    Di axio nel forum Celle (18650,26650,18350,16340, etc)
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 31-07-2011, 19:20
  3. atom per alta tensione e fog
    Di ciuccio81 nel forum Discussioni Generali
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-05-2011, 00:35
  4. The terminator: regolatore di tensione per BB
    Di klimt nel forum Fai da te
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 06-09-2010, 11:06

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •