in 6 mesi di svapo e vita sul forum ho fatto una mia piccola casistica, la volevo condividere per migliorarla.
I fumatori li divido in varie categorie, i fumatori incallliti (dalle 15-20 sigarette al giorno in su), i fumatori (dalle 10 alle 15 sigarette al giorno) e i fumatori quasi occasionali.
Passando alla sigaretta elettronica (salvo casi quasi isolati) ognuno ha o almeno dovrebbe avere in testa un fine. Il fine magari è facile da trovare: smettere o quasi azzerare con il fumo tradizionale, il percorso per giungerci quando si è profani o neofiti è arduo da decifrare.

Spesso si commette l'errore di invertire certi ragionamenti. Per esempio: se faccio parte della prima categoria non posso considerare una entry level una simil analogica, semmai a seconda del mio fine la potrei considerare un punto di arrivo. Se il mio fine è, partendo da molto, svapare occasionalmente devo partire da un qualcosa di simile alla bionda per poi quando avrò scalato la nicotina passare ad una simil analogica.
C'è poi chi ha piacere di svapare e non ha intenzione di diminuire (non mi riferisco solo alla nico) allora il percorso è piccola bb e poi BB.
Percorso inverso potrebbe interessare chi fa parte della seconda categoria: parto da una simil, arrivo a poca o niente nico ma mi piacciono vapore e aromi e ne voglio di più e passo ad una piccola BB, o magari rimango così perfezionando la mia (atom, mha delle batterie etc.).
Molto più semplice il caso per il fumatore occasionale dove nel 90% dei casi una simil analogica soddisfa tutti i parametri.