Lista Tag Utenti

Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Iniziare con i dripper

  1. #1
    New Member
    ESP User

    Data Registrazione
    Oct 2016
    Messaggi
    1
    Citato in
    0 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    0
    Thanks ricevuti: 0 in 0 Posts

    Predefinito Iniziare con i dripper

    Ciao a tutti ragazzi, mi piacerebbe molto entrare in questo mondo, iniziando con il clone del velocity v2.
    L'ho rigenerato con acciaio 316l su punta da 3 per una resistenza di circa .25.
    Svapo su wismec 2/3, al che mi sorge una domanda.. come capisco a quanti watt è meglio svapare? Con la legge di ohm che vale anche per i meccanici?
    Chiedo scusa se son domande stupide ma, come tutti, da qualche parte devo pure cominciare a imparare!

    Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

  2. #2
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Yerakon
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Cremona/Milano
    Messaggi
    5,397
    P.Vaporizer
    Reo mini 2.1 + Origen 16mm
    Citato in
    1887 Post(s)
    Taggato in
    35 Thread(s)
    Thanks
    7,570
    Thanks ricevuti: 6,780 in 2,747 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Damon Visualizza Messaggio
    (...)come capisco a quanti watt è meglio svapare? Con la legge di ohm che vale anche per i meccanici?(...)da qualche parte devo pure cominciare a imparare!
    Beh, per certi versi domandare è voglia di ricerca, e ciò è positivo!

    Premetto che non ti darò una risposta pienamente esaustiva e sono pienamente cosciente che talvolta non è semplice trovare delle risposte "immediate" anche dopo aver letto decine di pagine; fa parte dell'affrontare delle nuove tematiche dove si arriva - a piccoli passi - a raggiungere una discreta familiarità e conoscenza.

    I Watt (risultato della relazione tra Volt e Ohm - W=V*V/Ω) indicano la potenza "erogata" dalla tua coil. Per sapere qual'è la potenza ideale di esercizio non occorre la legge di ohm (pur sempre utile da conoscere e tenere a mente); la legge di ohm è particolarmente utile proprio nei meccanici per calibrare la potenza in base alla resistenza in uso ed ai volt erogati dalla batteria. La si usa anche nei regolati VV (VariVolt) per sapere quanti volt erogare per ottenere i Watt (potenza) desiderati, sempre in base alla resistenza impiegata.

    Le legge di Ohm quindi non dice quanti sono i Watt ideali per un certo atomizzatore, dice solo quanti Watt si erogano conoscendo Volt e Ohm della coil.

    ...

    Ci sono invece vari fattori che determinano la potenza (Watt) ideali per un sistema atom/coil; semplificando: un sistema atom/coil può "supportare" determinate potenze in base al tipo di coil (spessore del filo, numero di spire) ed alla bontà della sua alimentazione, ovvero quanto liquido il sistema mette a disposizione della coil per la sua dissipazione ad una determinata potenza.

    In altre parole: un filo sottodimensionato a parità di potenza può erogare troppa energia e bruciare il liquido (pensa alla ruota di una bicicletta alla quale applicare la potenza di una moto GP, brucerebbe il copertone!). Per l'alimentazione immagina semplicemente una coil che non ha (o ha poco) liquido da far evaporare, produce una potenza elevata il cui calore non è assorbito dall'evaporazione e come conseguenza arriva a bruciare liquido e cotone.

    Ipotizzando poi un filo correttamente dimensionato ed una alimentazione adeguata, la potenza ideale di utilizzo è subordinata ad altri fattori, quali: tipologia di atomizzatore, resa aromatica, percezione del calore ed altri, in funzione del gusto personale.

    Non esiste quindi una risposta univoca alla domanda "a quanti watt...", la risposta dipende da queste variabili appena accennate.

    ...

    Riguardo il dimensionamento del filo/spire, calcolatori on-line come Steam Engine (link) ti aiutano a progettare la coil rispettando alcuni parametri atti ad avere i limiti di wattaggio supportati dal filo senza correre il rischio di bruciare il liquido. La corretta alimentazione ovviamente dipende dalla tipologia di atom e dalla bontà della coil... ed in un dripper va da se che l'alimentazione è "manuale".

    L'importante - in sintesi - è non eccedere con la potenza, evitare di bruciare il liquido, e la potenza che andrai ad utilizzare nel rispetto dei parametri sarà poi solo frutto del tuo gusto.

    ...

    Spero di aver introdotto l'argomento; ti consiglio comunque di leggere il più possibile e vedrai che si aggiungeranno tanti elementi utili a raggiungere piena padronanza dei sistemi
    Ultima modifica di Yerakon; 01-10-2016 alle 14:13

  3. I seguenti User ringraziano:


  4. #3
    Artigiano
    ESP User
    L'avatar di Strange
    Data Registrazione
    Nov 2015
    Messaggi
    666
    P.Vaporizer
    Bottom Feeder in ogni sua forma
    Citato in
    281 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    200
    Thanks ricevuti: 664 in 297 Posts

    Predefinito

    Spiegazione elegante e molto chiara da "rubare", copiare e incollare per altre domande simili.
    Chapeau
    Ultima modifica di Strange; 04-10-2016 alle 04:29

  5. Il seguente User ringrazia :


  6. #4
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    1,378
    P.Vaporizer
    pico squueze - target mini - Kayfun mini V3 - Origen little
    Citato in
    452 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    290
    Thanks ricevuti: 165 in 144 Posts

    Predefinito Iniziare con i dripper

    Citazione Originariamente Scritto da Yerakon Visualizza Messaggio
    Riguardo il dimensionamento del filo/spire, calcolatori on-line come Steam Engine (link) ti aiutano a progettare la coil rispettando alcuni parametri atti ad avere i limiti di wattaggio supportati dal filo senza correre il rischio di bruciare il liquido. La corretta alimentazione ovviamente dipende dalla tipologia di atom e dalla bontà della coil... ed in un dripper va da se che l'alimentazione è "manuale".
    Fermo restando l'ottima spiegazione , quali sono questi parametri di cui parli su steam engine ? heat flux ad esempio ?

  7. #5
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Yerakon
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Cremona/Milano
    Messaggi
    5,397
    P.Vaporizer
    Reo mini 2.1 + Origen 16mm
    Citato in
    1887 Post(s)
    Taggato in
    35 Thread(s)
    Thanks
    7,570
    Thanks ricevuti: 6,780 in 2,747 Posts

    Predefinito Iniziare con i dripper

    Si @Dadoo, heat flux lo trovo un comodo indicatore per avere un riferimento sulla potenza applicabile alla coil.

    L'obiettivo che mi pongo - oltre uno svapo appagante e pulito - è limitare al minimo la possibilità di bruciare il liquido.

    Ovvio che il solo heat flux non basta a scongiurare pessimi risultati (una coil alimentata male certamente da pessimi risultati anche con un HF basso).

    Stabilito un punto di partenza (heat flux ad esempio a mio gusto di 230 mW/mm2 per una singola spaced) poi saranno sempre alimentazione e aria a concorrere alla buona resa.

    ...

    (per ciò che riguarda la temperatura ci sono poi approfondimenti a riguardo )
    Ultima modifica di Yerakon; 04-10-2016 alle 17:17

  8. Il seguente User ringrazia :


Discussioni Simili

  1. [VENDO][ITALIA]Ebaron dripper+Smok dripper+extras
    Di aldo.pt nel forum [Vendo]Mercatino
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 27-04-2015, 23:28
  2. Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 11-03-2015, 12:56
  3. Per iniziare... ego
    Di thor91 nel forum Prime Esperienze e Consigli
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 26-12-2013, 20:57
  4. Dripper pro
    Di dani nel forum Recensioni
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-03-2013, 17:04
  5. Kit 510 per iniziare
    Di Boyzone nel forum Prime Esperienze e Consigli
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22-01-2013, 23:33

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •