Lista Tag Utenti

Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: alti wattaggi e wick che si bruciano

  1. #1
    Junior Member
    ESP User

    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    16
    P.Vaporizer
    CE5-U
    Citato in
    1 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    1
    Thanks ricevuti: 2 in 2 Posts

    Predefinito alti wattaggi e wick che si bruciano

    allora, premesso che ho capito (o almeno credo ) il discorso del wattaggio (+ watt= maggior vapore, boccata bella piena, ecc), e che un maggior wattaggio lo si ottiene o aumentando i volt della batteria o diminuendo gli ohm della head, finora avendo batterie ego normali ho cercato di ottenerlo ricorrendo a resistenze più basse, 1.8 Ohm. Ho provato con il Vision CC V3, ma il risultato è stato pessimo (wick bruciate praticamente da subito), con il Kanger T3 (la resistenza 1,8 va benissimo, non si brucia, ma il vapore è tiepidino e lo uso per il mio aroma preferito, il Tobacco C) e con il mini ViviNova, che è quello che mi ha portato a fare le domande che seguono. Col ViviNova (sempre 1,8 ohm) ho usato l'aroma menta, che esalta l'hit (svapo a nico 12): per qualche giorno mi ha dato delle grosse soddisfazioni: una bella boccata piena, ottimo hit ecc. Poi però anche lui ha ceduto e la wick si è annerita con le conseguenze del caso: saporaccio (la menta copre molto... ma non oltre certi limiti).
    Quindi la prima domanda è: ma non c'è modo di avere un alto wattaggio senza bruciare (+/- rapidamente) le wick? O è come chiedere di avere la botte piena e la moglie ubriaca?

    La seconda domanda, che è collegata, è la seguente: mi sta arrivando una batteria a VV (la SLB v1), e sul forum leggo in continuazione "aumenta via via i volt fino a che non senti il saporaccio"... ma io quando arrivo a sentire il saporaccio vuol dire che la wick si è già annerita! Quindi è gia irrecuperabile..... E poi, sempre a proposito di wick annerite (non sò se si è capito: sono la mia bestia nera ) ma SE il bruciarsi della wick dipende da una scarsa irrorazione della stessa (e infatti sul T3 sono ancora come mamma le fece ) PERCHÈ quando si fa un dry burn (quindi con irrorazione = zero) non si anneriscono, anzi ritornano bianche???

  2. #2
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di Kiccolsd
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Perugia
    Messaggi
    559
    P.Vaporizer
    Semovar V3 + Magoo
    Citato in
    55 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    43
    Thanks ricevuti: 61 in 49 Posts

    Predefinito alti wattaggi e wick che si bruciano

    Citazione Originariamente Scritto da sandrovio Visualizza Messaggio
    allora, premesso che ho capito (o almeno credo ) il discorso del wattaggio (+ watt= maggior vapore, boccata bella piena, ecc), e che un maggior wattaggio lo si ottiene o aumentando i volt della batteria o diminuendo gli ohm della head, finora avendo batterie ego normali ho cercato di ottenerlo ricorrendo a resistenze più basse, 1.8 Ohm. Ho provato con il Vision CC V3, ma il risultato è stato pessimo (wick bruciate praticamente da subito), con il Kanger T3 (la resistenza 1,8 va benissimo, non si brucia, ma il vapore è tiepidino e lo uso per il mio aroma preferito, il Tobacco C) e con il mini ViviNova, che è quello che mi ha portato a fare le domande che seguono. Col ViviNova (sempre 1,8 ohm) ho usato l'aroma menta, che esalta l'hit (svapo a nico 12): per qualche giorno mi ha dato delle grosse soddisfazioni: una bella boccata piena, ottimo hit ecc. Poi però anche lui ha ceduto e la wick si è annerita con le conseguenze del caso: saporaccio (la menta copre molto... ma non oltre certi limiti).
    Quindi la prima domanda è: ma non c'è modo di avere un alto wattaggio senza bruciare (+/- rapidamente) le wick? O è come chiedere di avere la botte piena e la moglie ubriaca?

    La seconda domanda, che è collegata, è la seguente: mi sta arrivando una batteria a VV (la SLB v1), e sul forum leggo in continuazione "aumenta via via i volt fino a che non senti il saporaccio"... ma io quando arrivo a sentire il saporaccio vuol dire che la wick si è già annerita! Quindi è gia irrecuperabile..... E poi, sempre a proposito di wick annerite (non sò se si è capito: sono la mia bestia nera ) ma SE il bruciarsi della wick dipende da una scarsa irrorazione della stessa (e infatti sul T3 sono ancora come mamma le fece ) PERCHÈ quando si fa un dry burn (quindi con irrorazione = zero) non si anneriscono, anzi ritornano bianche???
    Se vai nel thread VV e EgoC io ho avuto problemi simili ai tuoi... Probabilmente ho anche una batteria ballerina (da cambiare) appena mi torna continuerò gli esperimenti ma per ora una cosa è sicura le headC sempre a meno di 4v il kanger protank invece fra i 4 e i 4,8 regge bene. Ad ogni modo mi segno il thread così ci si confronta

  3. #3
    Utente con altri interessi economici L'avatar di Bindolo
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Bologna/Imola
    Messaggi
    1,924
    Citato in
    411 Post(s)
    Taggato in
    3 Thread(s)
    Thanks
    1,291
    Thanks ricevuti: 1,252 in 629 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sandrovio Visualizza Messaggio
    Quindi la prima domanda è: ma non c'è modo di avere un alto wattaggio senza bruciare (+/- rapidamente) le wick? O è come chiedere di avere la botte piena e la moglie ubriaca?
    Citazione Originariamente Scritto da sandrovio Visualizza Messaggio
    La seconda domanda, che è collegata, è la seguente: mi sta arrivando una batteria a VV (la SLB v1), e sul forum leggo in continuazione "aumenta via via i volt fino a che non senti il saporaccio"... ma io quando arrivo a sentire il saporaccio vuol dire che la wick si è già annerita! Quindi è gia irrecuperabile.....
    è importante rodare bene wik e resistenza, per questo si parte bassi (magari il primo tank tutto basso) e poi si alza piano piano fino a trovare il giuso voltaggio. Ovviamente in questa fase la svapata sarà leggerissima e il dito pronto a mollare velocemente la pressione sul pulsante al primissimo sentore di bruciato prima di far danni. Con un pò di esperienza vedrai che, se non per testare il limiti di una resistenza (magari autoprodotta), non arriverai neanche a questo punto fermandoti magicamente poco prima, visto che imparerai ad abbinare resistenze, sistemi di svapo e batteria.



    Citazione Originariamente Scritto da sandrovio Visualizza Messaggio
    E poi, sempre a proposito di wick annerite (non sò se si è capito: sono la mia bestia nera ) ma SE il bruciarsi della wick dipende da una scarsa irrorazione della stessa (e infatti sul T3 sono ancora come mamma le fece ) PERCHÈ quando si fa un dry burn (quindi con irrorazione = zero) non si anneriscono, anzi ritornano bianche???
    la wick, ad oggi, è il vero punto debole della questione svapatoria secondo me. Non si sa se rilasci o meno micro particelle nel liquido.
    Detto questo, l'annerimento della wick dipende , oltre che dall'usura/incrostamento, dal tipo di aroma usato, ci sono alcuni liquidi che anneriscono la resistenza dopo 4 svapate
    Il dry burn sbianca perchè fatto con fibre (silice e vetro principalmente) che consentono temperature ben più alte(ci sono anche wick in canapa e cotone ad es con cui non si può fare) disincrosta la resistenza dai residui del liquido.
    Personalmente non lo faccio, anche perchè è più divertente fare una resistenza "come la vuoi tu".
    Poi non reputo la pratica completamente priva di aspetti potenzialmente negativi, IMHO. Ma ci sono milioni di post a riguardo tra favorevoli e contrari, leggi così ti fai un idea tua e provi per fare esperienza

  4. #4
    I <3 Riccetta
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di iLSevo
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Bolzano/Bozen
    Messaggi
    3,594
    P.Vaporizer
    VTC Mini + Phenomeclon / Griffin
    Citato in
    520 Post(s)
    Taggato in
    3 Thread(s)
    Thanks
    706
    Thanks ricevuti: 950 in 791 Posts

    Predefinito

    se trovi un wattaggio/voltaggio che ti va bene tipo sul vivinova, devi comunque stare attento a non bruciare tutto.. devi capovolgere ogni tanto il PV per far irrorare meglio le wick, soprattutto nei tiri ravvicinati. Questo vale per tutti i sistemi a wick lunghe.

    Se senti il saporaccio, non è vero che poi lo sentirai sempre, se usi sistemi a wick.. basta irrorare bene e non lo senti più.. o se proprio persiste, lava tutto in acqua calda e lascia un giorno ad asciugare, torna come nuovo!
    Con i sistemi a lanetta invece butti tutto di solito

  5. #5
    Signore dei cavalli
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Theoden
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Palazzo di Meduseld (Edoras, Rohan)
    Messaggi
    1,658
    Citato in
    227 Post(s)
    Taggato in
    4 Thread(s)
    Thanks
    1,014
    Thanks ricevuti: 712 in 394 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sandrovio Visualizza Messaggio
    allora, premesso che ho capito (o almeno credo ) il discorso del wattaggio (+ watt= maggior vapore, boccata bella piena, ecc), e che un maggior wattaggio lo si ottiene o aumentando i volt della batteria o diminuendo gli ohm della head, finora avendo batterie ego normali ho cercato di ottenerlo ricorrendo a resistenze più basse, 1.8 Ohm. Ho provato con il Vision CC V3, ma il risultato è stato pessimo (wick bruciate praticamente da subito), con il Kanger T3 (la resistenza 1,8 va benissimo, non si brucia, ma il vapore è tiepidino e lo uso per il mio aroma preferito, il Tobacco C) e con il mini ViviNova, che è quello che mi ha portato a fare le domande che seguono. Col ViviNova (sempre 1,8 ohm) ho usato l'aroma menta, che esalta l'hit (svapo a nico 12): per qualche giorno mi ha dato delle grosse soddisfazioni: una bella boccata piena, ottimo hit ecc. Poi però anche lui ha ceduto e la wick si è annerita con le conseguenze del caso: saporaccio (la menta copre molto... ma non oltre certi limiti).
    Quindi la prima domanda è: ma non c'è modo di avere un alto wattaggio senza bruciare (+/- rapidamente) le wick? O è come chiedere di avere la botte piena e la moglie ubriaca?

    La seconda domanda, che è collegata, è la seguente: mi sta arrivando una batteria a VV (la SLB v1), e sul forum leggo in continuazione "aumenta via via i volt fino a che non senti il saporaccio"... ma io quando arrivo a sentire il saporaccio vuol dire che la wick si è già annerita! Quindi è gia irrecuperabile..... E poi, sempre a proposito di wick annerite (non sò se si è capito: sono la mia bestia nera ) ma SE il bruciarsi della wick dipende da una scarsa irrorazione della stessa (e infatti sul T3 sono ancora come mamma le fece ) PERCHÈ quando si fa un dry burn (quindi con irrorazione = zero) non si anneriscono, anzi ritornano bianche???
    C'è un po' di confusione
    Intanto la wick non si brucia. A qualsiasi wattaggio, semplicemente *non* si brucia, del resto è composta di fibra di silice che resiste fino a (circa) 1200 gradi prima di deteriorarsi. Il nero che vedi è dato dai residui di liquido che si formano intorno alla resistenza quando questa si surriscalda perché scarsamente irrorata. O, almeno, scarsamente irrorata *IN RAPPORTO ALLA POTENZA CHE DEVE DISSIPARE*. Infatti, la potenza massima che una resistenza può sopportare prima di rilasciare saporacci di combusto dipende anche (in massima parte, direi) dalla quantità di liquido che riesce a veicolare nell'unità di tempo. Dato un qualsiasi sistema (es. un CE4 o CE5, ma vale per tutti indistintamente), troverai una tensione oltre la quale non puoi andare perché iniziano a comparire i sentori di bruciato. Bene, su quel sistema prova ad allargare le asole dove passa la wick e, magicamente, quel limite si sposterà molto più in alto. Questo perché il liquido impedisce alla resistenza di superare una data soglia di temperatura; anche aumentando i watt, quindi, finché c'è liquido da vaporizzare non ci sarà odore di bruciato. Più aumenti la potenza e più aumenta la quantità di liquido necessaria a mantenerla "fresca".
    Quanto al dryburn, le temperature raggiunte sono elevatissime ed in assenza di liquido, per cui i residui di liquido carbonizzato semplicemente si dissolvono perché vengono bruciati dalla resistenza, restituendoti una wick bianchissima (a riprova del fatto che la wick NON si brucia ma si sporca soltanto durante l'uso)
    Poi il dryburn non è consigliabile per altri motivi, ma già siamo andati lunghini
    "Using non-combustible nicotine products does not increase mortality risk above that of never-smokers."
    (ACSH - American Council on Science and Health) - Thanks @Pat71


  6. #6
    Junior Member
    ESP User

    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    16
    P.Vaporizer
    CE5-U
    Citato in
    1 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    1
    Thanks ricevuti: 2 in 2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Theoden Visualizza Messaggio
    .....
    perbacco, una chiarezza esemplare! Grazie!!!!

    Una cosa ancora non mi è chiara: non ho capito se il nero (quello che dici "residui di liquido che si formano intorno alla resistenza") si "appiccica" subito alla wick o no Dal contesto del discorso direi di no, sbaglio?

  7. Il seguente User ringrazia :


  8. #7
    #19
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di prettybull
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    Roma verso il mare
    Messaggi
    3,018
    P.Vaporizer
    sono collezionista :)
    Inserzioni Blog
    9
    Citato in
    1092 Post(s)
    Taggato in
    20 Thread(s)
    Thanks
    3,926
    Thanks ricevuti: 2,504 in 1,222 Posts

    Predefinito alti wattaggi e wick che si bruciano

    Citazione Originariamente Scritto da sandrovio Visualizza Messaggio
    perbacco, una chiarezza esemplare! Grazie!!!!

    Una cosa ancora non mi è chiara: non ho capito se il nero (quello che dici "residui di liquido che si formano intorno alla resistenza") si "appiccica" subito alla wick o no Dal contesto del discorso direi di no, sbaglio?
    Si @Theoden è sempre molto chiaro

    L'appiccicato che dici è come quando si fa la paella: la padella si sporca e sul fondo mette spessore. L'eliquid vaporizza con tutti i suoi componenti e comunque non sublima (chissà che direbbe @Trimegisto di questa mia?), dunque lascia traccia del suo passaggio e stratifica, stratifica...strati di residui.

    Sulla "cosa dei watt" spinti sulle ego e con atom standard invece non so se ne penso bene: me li sono sempre immaginati come le smart primo tipo, con il limitatore e qualcuno che lo vuol rimuovere- mmh - per andar oltre i 135... hanno la cellula tridion le egotype???


    ..using Tapatalk 2
    calumet & Chalice - con TrippyTips- sostengo lo svapo di alta sartoria

    (possibilmente) solo rigenerabili, in queste mani

  9. Il seguente User ringrazia :


  10. #8
    Signore dei cavalli
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Theoden
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Palazzo di Meduseld (Edoras, Rohan)
    Messaggi
    1,658
    Citato in
    227 Post(s)
    Taggato in
    4 Thread(s)
    Thanks
    1,014
    Thanks ricevuti: 712 in 394 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da prettybull Visualizza Messaggio
    Si @Theoden è sempre molto chiaro


    Citazione Originariamente Scritto da prettybull Visualizza Messaggio
    L'appiccicato che dici è come quando si fa la paella: la padella si sporca e sul fondo mette spessore. L'eliquid vaporizza con tutti i suoi componenti e comunque non sublima (chissà che direbbe @Trimegisto di questa mia?), dunque lascia traccia del suo passaggio e stratifica, stratifica...strati di residui.
    Per quanto si sa è proprio così che succede , e il fenomeno è reso più evidente da certi aromi e/o maggiori percentuali di VG
    @Trimegisto penso ci perdonerà le inevitabili inesattezze nella terminologia, del resto non a caso ci sono i chimici di professione, noi tutt' al più ci si ricorda qualcosa (io niente ) qua e là
    "Using non-combustible nicotine products does not increase mortality risk above that of never-smokers."
    (ACSH - American Council on Science and Health) - Thanks @Pat71

  11. Il seguente User ringrazia :


  12. #9
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Trimegisto
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,479
    P.Vaporizer
    Reo mini, Reo Grand
    Citato in
    933 Post(s)
    Taggato in
    18 Thread(s)
    Thanks
    648
    Thanks ricevuti: 3,029 in 1,139 Posts

    Predefinito

    Non brucia niente, per fortuna, ma qualcosa carbonizza, soprattutto sulla resistenza e sulla wick a contatto con essa. Sulla restante wick, credo, si tratta solo di componenti solidi degli aromi che cristallizzano. La carbonizzazione è come quando bruci un alimento in pentola per evaporazione completa dell'acqua e ciò che viene fuori è più o meno carbonio grafitico( purtroppo niente diamanti in queste condizioni ). Questo è stato confermato dalle analisi effettuate dal mio amico sia sul filo resistivo che sulla wick. Peraltro è anche emerso che non c'è amianto nè fibre inalabili.
    Di solito si associa la carbonizzazione alla formazione di sostanze tossiche e cancerogene come il benzopirene o altri IPA, tuttavia le temperature richieste per tali reazioni sono maggiori di quelle raggiungibili dai nostri atomizzatori, a meno di non mandarli a secco in modo spinto. Penso, tuttavia, che sia buona norma evitare il più possibile di carbonizzare e rigenerare o cambiare l'atom abbastanza spesso.

  13. I seguenti User ringraziano:


  14. #10
    Senior Member
    ESP User

    Data Registrazione
    Apr 2013
    Messaggi
    258
    P.Vaporizer
    Justfog Maxi
    Citato in
    21 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    0
    Thanks ricevuti: 35 in 18 Posts

    Predefinito

    Ma i cartomizzatori potrebero essere piú sicuri a basso voltaggio?

Discussioni Simili

  1. BB e realtivi wattaggi
    Di Gaetano72 nel forum Big Battery
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 28-01-2013, 20:39
  2. dct da 1,5 ohm ad alti voltaggi
    Di axio nel forum Sistemi di Alimentazione
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 02-07-2012, 15:21
  3. calcolatore resistenze, tensioni,wattaggi
    Di BeerBaron nel forum Big Battery
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24-11-2011, 22:07
  4. Dosaggio Aromi...troppo alti?
    Di Darietto nel forum E-Liquidi Mix e Ricette
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 31-10-2010, 03:03
  5. Confronto LR ed alti voltaggi
    Di lordbyron77 nel forum Discussioni Generali
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 15-07-2010, 17:34

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •