Lista Tag Utenti

Pagina 1 di 17 1234567891011121314151617 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 169

Discussione: Aromi Club der Dampfer: le mie recensioni

  1. #1
    Esperto in Aromi
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Numenor
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Brindisi
    Messaggi
    6,765
    P.Vaporizer
    Elipse, eVic, eGo, eGrip... eAltro!
    Citato in
    2359 Post(s)
    Taggato in
    9 Thread(s)
    Thanks
    3,769
    Thanks ricevuti: 5,030 in 2,433 Posts

    Cool Aromi Club der Dampfer: le mie recensioni

    Ogni tanto si "inciampa" --più per caso che per altro-- in una marca di aromi magari poco conosciuta, ma che poi riserva invece grandi (e piacevoli) sorprese; mi è già successo in passato con gli aromi della Atmos Lab, e mi è capitato recentemente con gli aromi Club der Dampfer.
    Grazie alla loro indovinata scelta di commercializzare mini-flaconcini di test, della capacità di 1ml, mi è stato possibile acquistare con una spesa moderata praticamente l'intera linea di aromi tabaccosi.
    Chi fosse interessato ad altre mie recensioni relative ad altri marchi può trovare tutti i link nella mia firma.

    Ringrazio @art1964 per avermi gentilmente fornito tutti gli aromi recensiti il 19/3/2014

    Ricordo, come sempre, che la recensione di un aroma non può essere obiettiva o universale, in quanto i gusti sono personalissimi e l'hardware utilizzato influenza pesantemente la resa aromatica finale; poiché non posso testare gli aromi con tutti gli hardware, ne devo necessariamente scegliere uno: di conseguenza, l'aroma che a me, con l'HW di riferimento, può sembrare mediocre, ad altri, con altri HW (e altre papille) può sembrare eccellente.
    Si prega inoltre di leggere anche le note "operative" alla fine del post.

    04/02/2014: Pubblicate le prime 5 recensioni (Tabak No. 1, 7, 18, 245 e 247).
    19/03/2014: Pubblicate 5 nuove recensioni (Tabak No. 4, 117, 119, 178 e 708 ).
    25/05/2014: Pubblicate 8 nuove recensioni (Tabak No. 2, 5, 8, 17, 24 Soft, 63, 145 e 158 ) + 1 aggiornamento (No.4).
    25/05/2014: Pubblicato 1 aggiornamento (No.4).
    25/05/2014: Pubblicate 7 nuove recensioni (Tabak No. 13, 14, 15, 16, 19, 20 e 21) + 1 aggiornamento (No.4).
    24/11/2015: Pubblicate 18 nuove recensioni (Tabak No. 22, 23, 32, 44. 45, 114, 118, 150, 204, 243, 246, 704, 705, 707, 709, 715, 717, 718 ).
    20/12/2015: Pubblicate 9 nuove recensioni (Tabak No. 28, 30, 35, 46, 113, 115, 706, 710, 712 ).
    20/02/2016: Pubblicate 4 nuove recensioni (Tabak No. 27, 98, 211, 711 ).




    Club der Dampfer (letteralmente: Club dello Svapatore) è un'azienda tedesca che commercializza i propri aromi concentrati essenzialmente sul proprio sito; anche il sito olandese SaveVape.nl. offre in vendita questi aromi (consiglio di leggere la segnalazione di @art1964 QUI e un feedback sul sito fornito da @teo65 QUI).
    Va inoltre sottolineato che il sito inizialmente utilizzato dal produttore era ezigarette-liquid.de; poi il sito si trasferì all'attuale indirizzo clubderdampfer.de (e quello precedente venne disattivato); infine, per un certo tempo, il vecchio sito fu riattivato, ma da uno shop diverso: evidentemente il dominio è "libero" e quindi consiglio di evitarlo, perché in futuro potrebbe essere utilizzato da chiunque.
    Il sito clubderdampfer.de è solo in tedesco, ma aiutandosi con Google (o con il browser Chrome che ha la funzione di traduzione incorporata) si riesce ad effettuare l'ordine senza problemi. Inizialmente, il sito vendeva solo gli aromi autoprodotti, ma recentemente si è aperto anche ad altri marchi; per raggiungere la pagina dedicata a questi aromi bisogna cliccare, nel menu in alto, Liquids > Flavors > Club Aroma (per la versione inglese) oppure Flussigkeiten > Aromen > Clubaroma (nella versione tedesca).

    L'offerta di aromi è veramente sterminata... Io ho contato: 7 aromi floreali-speziati, 50 fruttati, 12 mentolati, 31 "specialità", 16 dolci, 36 bevande e ben 60 tabaccosi! Tutti questi aromi sono rigorosamente sintetici, compresi i tabaccosi. Purtroppo il loro "marchio di fabbrica" è quello di assegnare ad ogni tabaccoso semplicemente un numero, invece di un nome reale, e questo rende un po' difficoltoso identificarli e memorizzarli. Nonostante l'elevato numero di aromi tabaccosi a listino, le basi tabaccose utilizzate per tutti sono sempre le stesse 3-4, che poi vengono di volta in volta aromatizzate con componenti dolci o speziate. Però queste basi tabaccose sono veramente buone e realistiche e alcuni degli abbinamenti e delle aromatizzazioni sono assolutamente ben riuscite: possiamo certamente affermare che questi signori sanno bene come creare eccellenti tabaccosi!


    Un'altra apprezzabile scelta commerciale di CdD è quella di offrire gli aromi anche nella versione da 1ml, che permette con poca spesa di provare numerosi aromi; considerati i bassi dosaggi necessari per questi aromi, con un solo ml di aroma si riesce ad aromatizzare mediamente più di 50ml di liquido. Se poi un particolare aroma piace molto, è possibile acquistarlo anche nel tradizionale formato da 10ml, con boccetta in vetro e contagocce a caduta, che peraltro consiglio di rimuovere, per poi dosare gli aromi con una pipetta Pasteur.
    Va però segnalato che l'azienda non brilla certo per attenzione al cliente, né per la qualità del prodotto e dei contenitori: boccette senza contagocce, o con nomi errati sull'etichetta, oppure ancora aromi con nomi identici ma dal sapore e colore diversi tra loro. In verità quest'ultimo problema purtroppo pone un grande punto interrogativo anche sulle recensioni che seguono, perché se l'azienda confonde gli aromi o non garantisce la medesima resa organolettica tra diversi lotti di produzione, chi legge una recensione su un particolare aroma non può essere sicuro che, in caso di acquisto, riceverà l'esatto aroma da me recensito.



    ------------------------------------------------------
    Le condizioni di test, per tutti gli aromi, sono state (se non specificato altrimenti):
    * Base utilizzata (PG/VG/H2O): 50/50/0 oppure 60/40/0
    * Concentrazione aroma: normalmente, 1,7% (v. singole recensioni e "Note sulla miscelazione" alla fine del post).
    * Nicotina: 6 mg/ml
    * Hardware utilizzato: Atom Cisco HH.357 (in dripping) su eVic in variwatt, eGrip con coil classica da 1,5ohm; eLeaf GStank con testina da 1,5 ohm.

    ------------------------------------------------------


    Tabak No. 1
    Anche con il basso dosaggio utilizzato (1,7%), il gusto è intenso ed avvolgente. L'aroma che si percepisce sin dal primo tiro è di un tabacco da pipa di alta qualità, dal gusto complesso, rotondo ma non dolce; è un tabacco umido, grasso, con un vago sentore di stallatico, che ad ogni tiro e ad ogni sbuffo riempie la bocca e il naso del suo profumo estremamente realistico. A wattaggi leggermente più alti (>7W) assume anche una fumosità piuttosto "analogica", che persiste sulla lingua anche dopo lo svapo; questa nota "analogica" tende a prendere il sopravvento (un po' sgradevolmente) a wattaggi alti, quando le componenti umide e torbate scompaiono a causa delle alte temperature. Pur avendo un bouquet adatto a reggere livelli anche importanti di nicotina, è un aroma che dà il meglio di sé allo sbuffo, quindi si consiglia a chi intende svaparlo in e-pipe, o comunque non ama il "pizzicorino" della nicotina nel naso, di non eccedere con la gradazione.
    Voto personale: ECCELLENTE




    Tabak No. 2
    Se il termine "tabacco pralinato" ha un senso per chi legge, ecco, il Tabak No.2 è… "pralinato"! Ha un gusto dolce, delicatamente tostato e arricchito da una punta di caramello; durante lo svapo dà anche una sensazione burrosa, tanto che sembra di mangiare un pasticcino aromatizzato al tabacco, più che un tabaccoso dolce. In verità il connubio non è male, e permette a questo aroma di differenziarsi dai numerosi "fratelli"; però non sembra un aroma svapabile a lungo, soprattutto a wattaggi più alti, quando la componente tostata e quella dolce/burrosa si arroccano sulle rispettive posizioni, creando un contrasto che sulle prime può anche piacere, ma alla lunga tende a stancare.
    Voto personale: BUONO




    Tabak No. 4
    NOTA - Durante i test, intorno a questo Tabak No.4 è scoppiato una vero "affaire", non solo perché alcuni acquirenti hanno segnalato un errore sull'etichetta (in cui il nome indicato era "RY4" invece di "No.4"), ma anche perché mi sono pervenuti diversi campioni di No.4 che avevano colore, odore e sapore differenti tra loro; tutti sono stati comprati recentemente direttamente dal produttore, e non sono certo scaduti, ma presentano inspiegabili differenze, anche se mixati esattamente nelle stesse percentuali ed usando la stessa base (v. FOTO, maggiori dettagli QUI). Pertanto, non posso fare altro che pubblicare diverse recensioni, in attesa di poter capire quali aromi effettivamente ci sono stati spediti da CdD.
    Recensione 1 (Conetto da 1ml marchiato "No.4" acquistato da me) - In effetti il contenuto del conetto si è rivelato essere il No.13.
    Recensione 2 (Flacone da 10ml marchiato "No.4" acquistato da art1964) - Il colore del liquido (mixato) è giallo intenso, notevolmente più scuro di quello della Recensione 1 (che invece è quasi trasparente). Il gusto è molto intenso, piuttosto alcoolico, con un nitido sentore "nutty" che -soprattutto in esalazione- tende a risultare un po' rancido. La base tabaccosa è quella tipica Club der Dampfer, ed è sempre buona e piuttosto realistica; in questo aroma è stata però leggermente addolcita, forse per arrotondare meglio le componenti nocciolose, ma l'effetto finale è appunto un gusto vagamente rancido, che al crescere del wattaggio diventa leggermente acidulo.
    Voto personale: DISCRETO
    Recensione 3 (Flacone da 10ml marchiato "No.4" acquistato da F.Krok) - Il colore del liquido (mixato) è di un giallino meno intenso della Recensione 2; anche il profumo, per quanto simile alla Recensione 2, è più alcoolico.
    Allo svapo, il gusto è di tabacco da sigaretta crudo, simile a quello rella Recensione 1, ma qui è caratterizzato da una punta acidula, che diventa più evidente ad alti wattaggi; in aspirazione il sapore sulla lingua è piuttosto blando, quasi insulso (in particolare, non si avverte la componente nocciolosa menzionata nella Recensione 2), ma allo sbuffo ed in esalazione dà una buona sensazione morbidamente tabaccosa, molto lineare e semplice, senza altri retrogusti, e senza quel "guizzo amarostico" riscontrato nella Recensione 1.
    Voto personale: MOLTO BUONO




    Tabak No. 5
    Il gusto è secco tendente all'acidulo, nitido, piuttosto alcoolico, tanto da sembrare un tabacco inumidito con la grappa (ma una grappa non particolarmente realistica, comunque). Rientra in quei tabaccosi che definisco "piacevolmente sgradevoli": aromi tendenzialmente buoni, ma con una nota stonata che dà carattere all'insieme. Non è amaro, ma ha un retrogusto un po' legnoso che ben si accorda con la componente alcoolica, creando l'illusione di una liquore barricato (nel senso di "invecchiato in barrique"). Non regge granché alle alte temperature, perché la componente alcoolica si perde, lasciando troppo spazio alle note acidule.
    Voto personale: DISCRETO




    Tabak No. 7
    Il liquido, dal colore giallo intenso, ha un forte odore di... "etere", dietro al quale si riconosce un blando profumo legnoso. Metto "etere" tra virgolette perché in effetti non conosco il vero odore dell'etere: semplicemente non so come descrivere questo profumo. E' un odore alcoolico, ma non pesante come nei liquori, né chimico come nell'alcool etilico: è leggero e gradevole, quasi dolce. Allo svapo, le parti si invertono: in primo piano si avverte un gusto di tabacco fresco, tipo tabacco da sigaretta (ricorda un pacchetto di sigarette appena aperto), piuttosto semplice ma gustoso; il profumo di "etere" rimane invece sullo sfondo, è avvertibile soprattutto in esalazione e allo sbuffo, ma è presente. Non dà fastidio, anzi, caratterizza il tabacco, conferendogli freschezza e pienezza di gusto. In effetti, alzando il wattaggio, presto la distinzione tra tabacco ed "etere" si annulla, e i duo aromi si fondono in un gusto unico piuttosto "sigarettoso": anche questo aroma infatti, come anche il #1, lascia alla base della lingua un sapore "analogico", anche se stavolta è più blando, meno amarostico. A differenza del #1, questo #7 resiste un po' meglio alle alte temperature: il retrogusto "analogico" diventa più amarostico e più invadente, ma non riesce ad annullare il delicato profumo di pacchetto di sigarette appena aperto che caratterizza questo aroma, nemmeno a 11W. Personalmente preferisco svaparlo a wattaggi di gran lunga inferiori, ma sembra un aroma adatto anche alle gole d'amianto
    Voto personale: OTTIMO




    Tabak No. 8
    Questo tabaccoso è caratterizzato, anche a bassi wattaggi, da un gusto un po' acido, come di tabacco fermentato, che però non è molto realistico, è un po' pesante da svapare e ha un sapore che tende allo stantìo. Al di là di questo, il sapore non è tanto differente dagli altri tabaccosi della stessa casa: la base tabaccosa ricorda sempre gradevolmente il tabacco di sigaretta spento, ma da solo non riesce a rendere piacevole lo svapo.
    Voto personale: MEDIOCRE




    Tabak No. 13
    Tabacco. Inconfondibile, inequivocabile, indimenticabile (eh, si!) tabacco da sigaretta. Non da pipa, non da sigaro: è proprio il profumo intenso e avvolgente di una sigaretta -- ovviamente spenta! Per me era un'abitudine: prima di accendere la sigaretta facevo sempre qualche tiro per gustare il vero aroma del tabacco: questo No.13 mi restituisce finalmente quel piacere, ma stavolta senza dovervi rinunciare dopo pochi tiri. Basta un dosaggio basso, all'1,7% (2 gocce di pipetta Pasteur in 3ml) per ottenere un aroma intenso ma semplice, lineare e diretto: una fugace punta dolce sulla lingua durante il tiro, e poi il naso e la bocca sono pervasi dal morbido aroma del tabacco crudo; infine, un guizzo amarostico che permane alla base della lingua dopo lo svapo e che richiama il ricordo del tabacco combusto (che però -per nostra grande fortuna- qui non è avvertibile). La componente tabaccosa resiste inalterata anche a wattaggi molto alti, ma la punta dolce iniziale diventa più presente e un po' acidula: ad alcuni può piacere, ma io preferisco salvaguardare la rotonda morbidezza che solo uno svapo più fresco può regalare. Ottima resa anche con livelli elevati di nicotina.
    Voto personale: ECCELLENTE




    Tabak No. 14
    E' molto simile al No.13 (praticamente identico, in verità), ma con una punta leggermente dolce e speziata, come di bacche di vaniglia, che si avverte essenzialmente sulla lingua durante il tiro. Sul sito, menzionano i chiodi di garofano, ma personalmente non li ritrovo nel bouquet. A parte questa piccola variazione sul tema (vaniglia o garofano che sia), l'aroma è quello di tabacco crudo da sigaretta tipico di molti CdD ed in particolare del No.13.
    Voto personale: ECCELLENTE




    Tabak No. 15
    L'aroma complessivo, sempre basato sul solito "tabacco CdD", risulta appesantito da una componente aromatica e un po' alcoolica, che sembra una scadente imitazione di un whisky invecchiato. Non male, ma c'è di meglio. A wattaggi elevati il bouquet perde di personalità, stemperandosi in un gusto tabaccoso ma amorfo e tendente al dolce.
    Voto personale: DISCRETO




    Tabak No. 16
    Anche questo No.16 rimane nel solco del tabacco crudo da sigaretta, già visto con il No.13 e il No.14, a cui somiglia tanto da essere praticamente indistinguibile. A voler proprio cavillare, il No.16 potrebbe essere infinitesimamente più secco degli altri due, ma la differenza è veramente poco apprezzabile, per cui anche il giudizio finale non può che essere lo stesso degli altri due.
    Voto personale: ECCELLENTE




    Tabak No. 17
    Meh… Questo non è certo uno dei miei tabaccosi preferiti. Del "tabacco da pipa nella sua forma più pura" (così è scritto sul sito) non trovo traccia. Si avverte invece un gusto di ciliegia da maraschino, piuttosto dolce, che riempie il naso allo sbuffo e domina il bouquet durante il tiro, e risulta ancora più evidente a wattaggi medi e alti. In effetti, il gusto di questo No.17 mi ha fatto pensare al sapore che avrebbe dovuto avere il No.18, che dovrebbe essere appunto un tabacco aromatizzato alla ciliegia, e che invece... sa d'altro. In realtà, vista la scarsa organizzazione dimostrata dal produttore, non si può escludere che abbiano sbagliato ad abbinare numeri e descrizioni sul sito. In ogni caso, questo abbinamento tabacco+ciliegia non è nelle mie corde e non mi sembra ben riuscito.
    Voto personale: MEDIOCRE




    Tabak No. 18
    Non tutte le ciambelle riescono col buco, soprattutto se si abbina, come nel caso di questo #18, un blando aroma tabaccoso con un intenso gusto di fragola "stile chewingum". In verità, dovrebbe essere un tabaccoso fresco aromatizzato alla ciliegia (a leggere la descrizione sul sito), ma il tabacco è praticamente inesistente, e sulla la ciliegia... abbiamo già detto abbastanza.
    Chiarisco che come fruttato in fondo non è male: per quanto poco realistico, è dolce e saporito e resiste anche a wattaggi ai quali normalmente i fruttati soccombono; ma come tabaccoso è decisamente scarso, soprattutto per me che non ho mai amato i mix tra tabacco e frutta. E come se non bastasse, è anche piuttosto impestante per l'atom.
    Voto personale: MEDIOCRE




    Tabak No. 19
    O per l'ennesima volta CdD ha scambiato gli aromi nelle fialette, oppure questo No.19 è praticamente identico al No.15…
    Voto personale: DISCRETO




    Tabak No. 20
    Pur senza discostarsi dalla tradizione CdD, l'aroma del No.20 è piuttosto pieno e complesso, morbidamente aromatico e leggermente speziato. Il produttore lo descrive come un mix di diversi tabacchi, e in effetti il gusto è sfaccettato, anche se più che un'armonia di aromi lo definirei un'accozzaglia di gusti diversi, non sgradevole, ma neanche esaltante.
    Voto personale: DISCRETO




    Tabak No. 21
    Aroma intensamente mentolato, tanto da non sembrare veramente un tabaccoso. Il gusto è estremamente fresco, ma non amaro; al contrario, è gradevolmente dolce. A parte l'incongruenza della classificazione di questo aroma tra i tabaccosi, è un gusto che può piacere a chi apprezza gli aromi mentolati.
    Voto personale: DISCRETO




    Tabak No. 22
    Per via del colore molto scuro dell'aroma, mi attendevo un sapore simile al No.45, mentre con mia grande sorpresa questo No.22 è completamente diverso. Si avverte sulla lingua una nota dolce, che allo sbuffo diventa liquorosa (assomigliando in questo al profumo della boccetta). Ma la caratteristica fondamentale di questo aroma è un nitido sentore di "stallatico", che si avverte sin dall'inalazione, ma ancor di più in esalazione, e domina la persistenza finale. Non so se utilizzo correttamente il termine "stallatico": si tratta di una nota intensa, sapida, che certo non rientra nei canoni tradizionali di "piacevolezza" di un aroma; ed infatti, immagino che ad alcuni potrebbe non piacere, ma a me piace tantissimo. Ricorda molto il Winston di Totally Wicked (per chi lo conosce); ed anzi è ancora più intenso come aroma, nonostante abbia mixato questo No.22 al dosaggio standard dell'1,7%. Questo è un aroma che non teme di "scomparire" quando le papille sono già state ampiamente sollecitate da un lauto pasto o da una buona bevuta, e quindi lo consiglio per le occasioni in cui si desidera un tabaccoso particolare, ma non si può (o non si vuole) andare sui tabaccosi #estratti/macerati.
    Voto personale: OTTIMO





    Tabak No. 23
    Uno dei tanti tabaccosi Club der Dampfer. Buono, ma non certo originale: per quanto mi sforzi, non trovo grosse differenze con altri tabaccosi già recensiti, come per es. il 718; questo No.23 è solo leggermente più intenso come sapore ed è vagamente più dolce ed avvolgente durante il tiro, ma insomma, siamo sempre lì... :P ) In sintesi, questo è un tabaccoso semplice, non aromatizzato, caratterizzato dal tipico gusto di tabacco crudo che costituisce il marchio di fabbrica CdD: niente di nuovo sotto il sole...
    Voto personale: BUONO





    Tabak No. 24 Soft
    Un tabaccoso che -pur rimanendo nel solco della tradizione CdD- risulta piuttosto differente dagli altri. E' un tabacco da pipa, molto profumato, dal gusto pieno e dolce: anche se la componente tabaccosa è quella dominante, si intuisce una punta di vaniglia. E' godibilissimo allo sbuffo, come si conviene ad un tabacco da pipa, e il vapore esalato è profumato e realistico. Il bouquet è molto stabile e si intensifica piacevolmente a temperature più alte, mantenendo intatta la morbidezza del gusto. Non mi è ben chiaro, comunque, come mai sul sito questo sia l'unico tabaccoso nel cui nome è presente l'aggettivo "soft": certo non è un tabaccoso ruvido e amaro, ma nessun CdD lo è, in fondo.
    Voto personale: MOLTO BUONO




    Tabak No. 27 NEW
    L'invitante odore di mele e pere, leggermente alcoolico, di questo aroma lasciava ben sperare; ma purtroppo allo svapo le promesse non vengono mantenute, perché la componente fruttata è indefinita, tanto da risultare più cremosa che fruttata (e in ogni caso dà la sgradevole sensazione di un gusto "innaturale", un po' finto), e non si "incastra" perfettamente con la base tabaccosa, piuttosto secca e spigolosa. Il risultato è un bouquet ibrido che non soddisfa né la voglia di svapare un buon tabaccoso, né quella di gustare un buon aroma fruttato o dolce.
    Voto personale: MEDIOCRE




    Tabak No. 28
    Definire questo aroma "tabaccoso" è impensabile; è dolce, fruttato, con un sottofondo alcoolico ed una sgradevole nota di chewingum che permea il bouquet. Chiude la svapata un retrogusto leggermente più amarostico, che dall'odore della boccetta si potrebbe definire cioccolatoso, ma allo svapo sa... di tutt'altro! Senza tanti giri di parole, questo No.28 è un'ignobile accozzaglia di sapori eterogenei e di scarsa qualità. Da evitare.
    Voto personale: PESSIMO




    Tabak No. 30
    Sulle prime sembra un tabaccoso piuttosto banale, delicatamente aromatizzato alla camomilla; ma appena l'atom si scalda bene, emerge un sentore cioccolatoso, tendenzialmente amaro, con venature alcooliche. La camomilla invece scompare presto, già dopo qualche tiro, riducendosi ad una nota dolce avvertibile soprattutto allo sbuffo e durante le doppiette. Nel complesso, è un mix curioso, piuttosto originale, che sicuramente può piacere a chi apprezza i tabaccosi al cioccolato.
    Voto personale: BUONO




    Tabak No. 32
    Il profumo di chiodi di garofano avvertibile dalla boccetta domina il bouquet anche allo svapo, tanto da lasciare veramente poco spazio alla componente tabaccosa. Si avverte, in verità, un aroma "di contorno", morbido e vagamente dolce, che attenua (per fortuna) il gusto del garofano; ma questa componente aggiuntiva non è comunque sufficiente a rendere nemmeno passabile questo aroma, al palato di chi (come me) non fosse appassionato di chiodi di garofano.
    Voto personale: MEDIOCRE





    Tabak No. 35
    Questo No.35 è una novità nel campo dei CdD, perché allo svapo risulta decisamente più secco degli altri. Si riconosce sempre il classico "imprinting" dei tabacchi CdD, ma stavolta il noto "tabacco crudo" è declinato in una versione "harsh" che concede alla tradizionale morbidezza di gusto solo un fugace accenno sulla lingua durante il tiro; eccettuato questo accenno, il gusto è piacevolmente secco, finanche con delle venature legnose, tanto da grattare un poco in gola in aspirazione. Molto piacevole allo sbuffo, si fa apprezzare anche per la realisticità del profumo rilasciato nell'ambiente.
    Voto personale: ECCELLENTE




    Tabak No. 44
    Questo aroma dal colore giallo carico svela le sue carte già dall'odore della boccetta. Si tratta di un tabacco "stile CdD" (quindi, un tabacco crudo tendenzialmente morbido che richiama il gusto di una sigaretta spenta), piuttosto delicato, arricchito da una nota vagamente cioccolatosa, più dolce sulla lingua durante il tiro e più tendente al tostato in esalazione e nella persistenza. Il bouquet complessivo non è male, anche se a mio giudizio la componente tabaccosa è poco presente, e al crescere della temperatura il gusto vira sgradevolmente verso l'acidulo.
    Voto personale: DISCRETO





    Tabak No. 45
    L'odore della boccetta è piuttosto etilico, e il colore dell'aroma è molto scuro. Allo svapo, questo tabaccoso che si differenzia in modo piuttosto evidente dal tipico gusto di tabacco crudo che molti CdD hanno in comune, Il No. 45 è piuttosto scuro (come aroma, oltre che come colore), caratterizzato da un sentore terroso che ricorda da vicino il Cuban Type TPA e il Cubana di T-Juice. In esalazione si evidenzia una nota "nutty": uso volutamente il termine inglese, invece dell'italiano "noccioloso", perché non è un gusto propriamente di nocciola, è più una nota secca e "calda" che richiama alla lontana la nocciola o altro frutto a guscio. Ogni tanto, soprattutto ad atom ben caldo, fa capolino anche una punta alcoolica, tendenzialmente dolce, come di rum. Nel complesso è un aroma che si fa svapare piacevolmente e che può piacere anche a chi si sta ancora allontanando dalle sigarette; anche se utilizzando un atom molto efficiente, magari in dual coil, il gusto può essere troppo intenso (nonostante io abbia usato il dosaggio consigliato dell'1,7%) per essere svapato a lungo.
    Voto personale: MOLTO BUONO





    Tabak No. 46
    L'odore dell'aroma concentrato presenta evidenti note "custard", che però si riducono ad un'ombra nel gusto. Allo svapo, infatti, si percepisce a stento la componente tabaccosa, delicatissima, dal sapore tendenzialmente secco e decisamente mentolato. Purtroppo la base tabaccosa soccombe sotto le note fresche del mentolo, ed è un peccato, perché non sembra affatto male: una punta dolce sulla lingua dirante il tiro, un accenno cremoso nel naso allo sbuffo e un gusto più secco in inalazione ed esalazione (anzi, in esalazione si aggiunge anche una fugace nota "affumicata" in stile Black Fire / Fotià). Peccato che il mentolo non mi permetta di gustarlo appieno. Comunque, chi ama i tabacchi mentolati (a differenza di me) potrebbe trovare questo Tabak No.46 decisamente buono.
    Voto personale: DISCRETO




    Tabak No. 63
    Il gusto è molto semplice ed è costituito essenzialmente dall'aroma di tabacco crudo che è il marchio di fabbrica CdD; si distingue dagli altri per la sua delicatezza, che lo rende svapabile a lungo, e da una blanda nota dolcemente alcoolica. Non memorabile, ma certamente molto gradevole. Anche se il gusto è differente, richiama l'esperienza di svapo di alcuni Liquidrefill: aromi delicati, al limite del blando, poco caratterizzati ma che non stancano mai. E' un aroma che predilige le temperature medio-alte, ma senza esagerare (diciamo dagli 8W ai 10W).
    Voto personale: BUONO




    Tabak No. 98 NEW
    Club der Dampfer non cessa di stupirmi: dopo ben 54 aromi CdD testati, svapati e recensiti, trovo ancora qualcosa di notevole da segnalare. Questo No. 98 è un tabaccoso invero molto semplice, ma piuttosto realistico, tendenzialmente secco (tanto da grattare piacevolmente in gola) ma con un accenno vagamente dolce ed aromatico avvertibile durante il tiro. La componente dolce è appena accennata, e si limita a smussare alcune asperità della base tabaccosa, senza stravolgerla. L'alternanza tra la punta dolce sulla lingua dirante il tiro e la secchezza di gusto durante inalazione ed esalazione rendono questo aroma un ottimo tabaccoso per tutto il giorno... pasti compresi!
    Voto personale: OTTIMO




    Tabak No. 113
    L'odore di chiodi di garofano ed erbe aromatiche che promana dalla boccetta non promette bene: non solo perché in genere questi gusti sono molto invasivi (soprattutto il garofano), ma anche perché messi insieme fanno scattare nella mia testa la sgradevole associazione con una seduta dentistica. Comunque, allo svapo ci si rende conto che garofano ed erbe sono bilanciati, e non sono malaccio. Tra l'altro, non c'è pericolo che i due aromi principali coprano la componente tabaccosa, perché è già assente di suo. Chi ama il gusto del chiodo di garofano potrebbe trovare questo aroma interessante. Non io.
    Voto personale: MEDIOCRE




    Tabak No. 114
    Come colore, odore ed anche sapore allo svapo, questo No. 114 è in tutto e per tutto analogo al No. 32: molto chiodo di garofano, poco tabacco ed una vaga componente di contorno (in questo caso,più secca e meno dolce di quella presente nel No. 32).
    Voto personale: MEDIOCRE





    Tabak No. 115
    Già dall'odore si riconosce in questo aroma una netta componente mentolata, anche se allo svapo questa componente risulta meno invasiva di quella presente, per es. nel No.46. Però, anche se il gusto mentolato è delicato, la componente tabaccosa lo è ancora di più, tanto da risultare quasi assente. Quel poco che si sente del "tabacco" non è nemmeno particolarmente gradevole: se non fosse fortemente smorzata (o meglio, praticamente annullata) dal mentolo, sarebbe fastidiosamente pesante e aromatica. In conclusione, questo aroma è veramente insulso e -al di là di una generale sensazione di freschezza che si può ritrovare in tanti altri aromi mentolati- non riesce a dare alcun piacere allo svapatore.
    Voto personale: MEDIOCRE




    Tabak No. 117
    Il primo impatto con questo aroma non è dei migliori: l'immagine che per prima si forma nella mente è di… sapone per i piatti! Poi si scopre che questo gusto è però sfaccettato: su una semplice base tabaccosa, si innesta un gusto un po' dolce, come di vaniglia, ma con una componente intensamente amara e acidula, che sulla lingua ed in esalazione si arricchisce di un profumo come di talco (simile a quella, più blanda, che caratterizza anche il Maxx Blend di FA). L'insieme di queste sfaccettature forma quell'idea di sapone per i piatti, artificioso e piuttosto sgradevole, che si nota al primo tiro. E non è un problema di sovradosaggio: il test è stato fatto solo al 1,7% (2 gocce di pipetta Pasteur in 3ml). Impossibile ritrovare nell'esperienza di svapo la descrizione ufficiale di questo aroma: non sembra affatto un tabacco fumoso, amaro e "maschio"; e se si aumenta il wattaggio, la situazione peggiora ulteriormente.
    Voto personale: MEDIOCRE




    Tabak No. 118
    Colore giallo scuro, odore dolce e vanigliato. Il gusto morbidamente tabaccoso nello stile CdD questa volta è declinato nei toni dolci e fruttati. La nota che si avverte nitida durante il tiro, allo sbuffo ed in esalazione non è però solo dolce: è anche morbida, burrosa e con una punta morbidamente speziata. Pur non potendosi riconoscere pienamente i singoli ingredienti, il bouquet sembra comprendere anche una punta di vaniglia (speziata ma non legnosa, come la vaniglia di varietà Tahiti) ed un accenno di cocco, troppo poco per caratterizzare il gusto, ma sufficiente a conferire al gusto una rotondità dai toni dolci e burrosi. Forse la componente tabaccosa è un po' troppo delicata (oserei dire quasi assente), ma direi che questo sia un aroma che può piacere a chi ama i tabacchi vanigliati e tendenzialmente dolci.
    Voto personale: MOLTO BUONO





    Tabak No. 119
    Un tabaccoso particolare, per certi versi simile al "No.1", ma che colpisce per una nota sapida, quasi salata sulla lingua durante il tiro; purtroppo aspirando ed esalando questa componente si perde un po', sostituita dal gusto acre della nicotina. L'impressione generale è quindi di un tabacco stile "French Pipe", anche se forse gli manca quella complessità che dovrebbe caratterizzare un tabacco da e-pipe. Buona resistenza alle alte temperature, anche se sopra i 10W la nota sapida vira verso l'amarostico; l'effetto è tutto sommato piacevole, anche se si perde un po' la caratteristica principale di questo tabacco. Non ho provato, ma secondo me con un dosaggio leggermente maggiore (diciamo il 2%) e con una punta (microscopica) di etilmaltolo è "la morte sua".
    Voto personale: MOLTO BUONO




    Tabak No. 145
    Nonostante nella descrizione ufficiale non se ne faccia menzione, la nota dominante di questo tabaccoso è il cioccolato, ed anche un buon cioccolato (meglio di tanti aromi non tabaccosi al cioccolato anche di marche note): precisamente, lo definirei un cioccolato al latte delicatamente nocciolato. Il bilanciamento è comunque corretto: il cioccolato è chiaramente avvertibile, ma l'aroma rimane sempre tabaccoso, morbido ma presente, tanto da lasciare il caratteristico gusto amarostico alla base della lingua. Personalmente non amo questo tipo di tabaccosi, ma lo definisco comunque un esperimento ben riuscito. Fa del suo meglio per resistere alle alte temperature, ma le note cioccolatose tendono a degradarsi un po' oltre i 10W.
    Voto personale: BUONO




    Tabak No. 150
    Un classico "tabacco CdD": gusto delicato di sigaretta spenta, simile a tanti altri. A voler trovare qualche differenza, in questo No.150 si avverte una nota dolcedurante il tiro e l'inalazione; non è una nota fruttata, né di vaniglia: per quanto assolutamente non stucchevole, è un dolce puro, che fa pensare ai vari sweeteners utilizzati nello svapo. Proprio questa sua purezza di gusto gli permette di resistere anche alle alte temperature senza virare verso l'acidulo o perdersi del tutto, come accade invece con le note vanigliate e fruttate. Adatto a chi ama i tabaccosi dolci, meno adatto a chi nei tabaccosi cerca un gusto ruvido e secco.
    Voto personale: BUONO





    Tabak No. 158
    Ecco un gusto che mi mette un po' in difficoltà, perché le differenze con gli altri tabaccosi CdD ci sono senz'altro, ma sono difficilmente identificabili. E' un tabaccoso essenzialmente non aromatizzato, ma ha un gusto mediamente più "pieno" degli altri CdC, non è semplice tabacco crudo da sigaretta: è più complesso, rientra più nei tabacchi da pipa. Il bouquet è morbido e rotondo, con una punta dolce che si direbbe vaniglia; sulla lingua, durante il tiro, quasi non si sente, ma è più presente allo sbuffo e nel vapore esalato, e lascia un gradevole retrogusto dolce sulla lingua. In linea generale somiglia molto al No. 24, anche se questo è più "completo". Ottima resa anche ai massimi wattaggi, anche se personalmente fisso il suo sweet spot intorno agli 8W.
    Voto personale: OTTIMO




    Tabak No. 178
    Questo "No.178" è un tabacco piuttosto aromatico, forse anche un po' troppo; è caratterizzato da una nota dolce e pesante, che lascia una traccia dolciastra sulla lingua e nel naso. Non è una nota complicatamente floreale, come può essere un tabacco orientale o turco, nè è delicatamente dolce come può essere un tabacco vanigliato. E' piuttosto come un Virginia o un Burley molto carico, con un netto retrogusto quasi di melassa. Anche se si prova a diluire il mix, dimezzando il già basso dosaggio standard dell'1,7%, e portandolo a meno dell'1%, il gusto dolciastro rimane presente e dominante, seppur più blando. Chi ama i tabacchi dolci probabilmente lo può apprezzare, ma personalmente non lo trovo particolarmente piacevole, né svapabile a lungo, in quanto tende a saturare presto le papille gustative.
    Voto personale: DISCRETO




    Tabak No. 204
    L'odore della boccetta, più che il tabacco, richiama più il cioccolato; anzi, per la precisione, un liquore al cioccolato. Allo svapo, la componente cioccolatosa è immediatamente avvertibile: durante il tiro spicca una nota dolce, che si trasforma in un gusto piuttosto buono e convincente di cioccolato durante l'esalazione. Il sentore di cioccolato è arricchito da una nota alcoolica ben riconoscibile allo sbuffo ed in aspirazione, confermando completamente il profumo percepito dalla boccetta di aroma. Però il gusto di liquore al cioccolato non è invasivo o predominante: lascia sufficientemente spazio ad una componente tabaccosa morbida (nel più classico stile CdD) che bilancia molto bene la componente più dolce; in effetti, dopo aver svapato questo aroma a lungo, le papille tendono ad assuefarsi alla componente cioccolatosa, che quindi con il tempo tende ad essere sempre meno avvertibile (anche se in esalazione e nel vapore esalato non manca mai di farsi notare). Nel complesso, è un aroma piacevole, che mostra una sua originalità rispetto agli altri tabaccosi CdD, ma che in sessioni prolungate di svapo può trasformarsi in un tabaccoso "standard" simile a tanti altri della stessa marca.
    Voto personale: BUONO





    Tabak No. 211 NEW
    Per quanto l'odore sia particolare (molto alcoolico, addirittura liquoroso, ma con una nota di fondo "verde"), allo svapo il gusto è estremamente semplice. La base tabaccosa è piuttosto delicata: si avverte più in esalazione, mentre durante il tiro prevale una nota spiccatamente dolce; quest'ultima, però, non è riconducibile né ad un frutto né ad un gusto cremoso o liquoroso: è semplicemente dolce e zuccherina. Nel complesso quindi si tratta di un gusto molto semplice, senza strane derive aromatiche; però la quasi assenza della base tabaccosa rende questo aroma un po' insulso, come bere un po' di acqua e zucchero. In verità non dispiace, se capita di svaparlo per caso, magari la mattina; ma decisamente non è un tabaccoso da far rientrare nella propria rotazione giornaliera.
    Voto personale: DISCRETO




    Tabak No. 243
    L'ennesimo "tabacco CdD", dal gusto di tabacco crudo e sigaretta spenta; però questa volta la classica nota tabaccosa risulta al palato più secca e legnosa, rendendo questo aroma svapabile a lungo senza stancare mai, garantendo altresì un'ottima resistenza agli alti wattaggi. Volendo azzardare un paragone ardito, direi che questo Tabak No.243 può essere un sostituto accettabile del Real Tabs di Eliquidproducer, per coloro che -loro malgrado- ne sono rimasti orfani. Sottolineo infine che il dosaggio standard dell'1,7% in questo caso è un po' debole, e va aumentato fino al 2,2-2,5%.
    Voto personale: OTTIMO





    Tabak No. 245
    L'odore della boccetta fa pensare ad un tabacco piuttosto "cioccolatoso" ed alcoolico; questo, unito al colore piuttosto scuro (spesso abbinato a gusti dolci), non depone a suo favore. Ma non bisogna giudicare un libro dalla copertina (e soprattutto, non bisogna mai fidarsi dell'odore dell'aroma concentrato!). Infatti, allo svapo, la situazione cambia piuttosto radicalmente, perché non si avvertono né la nota cioccolatosa né l'effluvio alcoolico. Emerge invece un tabacco dolce e rotondo, decisamente realistico, che richiama nettamente -soprattutto in esalazione e sbuffando- il sapore che si avverte tirando da una sigaretta spenta; solo durante il tiro si avverte sulla lingua anche una nota dolce, che si aggiunge al gusto tabaccoso predominante. Questo gusto di tabacco crudo permane sulla lingua anche dopo lo svapo, lasciando un persistente retrogusto amarognolo che ricorda veramente molto l'analoga sensazione provata (ormai molto tempo fa) con le sigarette tradizionali. Il difetto di questo aroma è che tende a modificarsi sostanzialmente, e non in meglio, a wattaggi più caldi (sopra gli 8W): la nota dolce diventa più acidula e tende a prendere i sopravvento sul gusto di tabacco, che invece si attenua e diventa più amarostico, creando una distonia, un contrasto che può risultare un po' sgradevole a chi ama svapare a temperature più elevate.
    Nota sulla miscelazione: al dosaggio iniziale del 1,7% l'aroma è risultato piuttosto blando, non molto saporito, poco caratterizzato; raddoppiando il dosaggio (3,3%) il sapore è diventato molto definito e nitido, tanto che per alcuni potrebbe risultare finanche eccessivo. Personalmente, consiglio una miscelazione intorno al 2,5%, massimo 3%.
    Voto personale: OTTIMO




    Tabak No. 246
    Il colore dell'aroma è giallo intenso, come il No.44; l'odore è dolcemente alcoolico, con un accenno cioccolatoso, come il No.44; e anche allo svapo, non è una sorpresa scoprire che il gusto è quasi identico al No.44: moderatamente tabaccoso (fin troppo), dolce sulla lingua e con un guizzo amarostico finale. Niente di eccezionale.
    Voto personale: DISCRETO





    Tabak No. 247
    Questo tabaccoso è descritto sul sito del produttore come "dolce, legnoso e affumicato"; in realtà il gusto risulta invece quello di un tabacco un po' stantìo, dolciastro, pannoso, con una punta di cannella e nocciola sullo sfondo: gusti che su una base tabaccosa fanno piuttosto... contrasto, per usare un eufemismo. Il bouquet, se così lo vogliamo chiamare, resiste benissimo fino ai massimi wattaggi, anche se è tutto da dimostrare che questa sia una buona notizia...
    Voto personale: MEDIOCRE




    Tabak No. 704
    Già dall'odore, questo aroma si presenta dolcissimo, con note di marzapane, che però allo svapo si trasformano in un sentore più speziato. La dolcezza, invece, risulta al palato assolutamente dominante, come all'olfatto. In verità questo No.704 assomiglia moltissimo al No.150, da cui si differenza per la nota delicatamente speziata a cui accennavo sopra e per la generale scarsa potenza aromatica: il dosaggio standard dell'1,7% è decisamente insufficiente, per cui si consiglia di aumentare il dosaggio al 2,2-2,5%. Ma il consiglio vale ovviamente solo per chi ama i tabaccosi molto dolci (anzi, definire questo aroma un tabaccoso è perfino eccessivo); ed anche in questo caso, meglio orientarsi verso il No.150, più equilibrato e piacevole.
    Voto personale: DISCRETO





    Tabak No. 705
    Questo aroma dal colore giallo scuro ha un profumo dolce, di mosto e vino. Allo svapo, la nota dolce è chiaramente avvertibile sulla lingua durante il tiro e nel naso allo sbuffo; quello che sembra mancare quasi del tutto è la componente tabaccosa; ma chi ama gli aromi dolci e fruttati (e magari si sta progressivamente staccando dai tabaccosi) può trovare questo aroma piacevole.
    Voto personale: BUONO





    Tabak No. 706
    Il colore rossiccio ed il profumo leggermente alcoolico con decise note di cuoio, promettono bene. Ed anche il gusto, razionalmente, devo ammettere che non è niente male: un tabaccoso aromatico e "maschio" (ma moderatamente: è pur sempre un CdD...), non dolce ma con una punta vellutata ed un po' alcoolica durante il tiro, forse con una vaghissima nota di chiodi di garofano. Però, per motivi che non saprei dire, l'apprezzamento è solo razionale: questo aroma non mi conquista. Si fa svapare, non viene a noia e non risulta stucchevole, ma al mio palato risulta piacevole e nulla più.
    Voto personale: BUONO




    Tabak No. 707
    Questo aroma dal colore giallo scuro ha un profumo dolce, di mosto e vino. Allo svapo, la nota dolce è chiaramente avvertibile sulla lingua durante il tiro e nel naso allo sbuffo; quello che sembra mancare quasi del tutto è la componente tabaccosa; ma chi ama gli aromi dolci e fruttati (e magari si sta progressivamente staccando dai tabaccosi) può trovare questo aroma piacevole.
    Voto personale: MEDIOCRE





    Tabak No. 708
    Ero piuttosto curioso di assaggiare questo "No.708", per scoprire che cosa si fossero inventati, alla CdD, dopo aver prodotto altri 707 tabaccosi! Ma sono rimasto piuttosto deluso... Si tratta di un tabacco piuttosto semplice, tendenzialmente amarostico, addirittura tendente al "fumoso" (un po' stile Latakia, ma chiaramente di sintesi), dominato però da un'aggiunta piuttosto dolce e delicata di camomilla, che fatica a fondersi con una base così profondamente diversa. Il gusto della camomilla rimane quindi sospeso, separato dalla sua controparte tabaccosa, e nel tentativo di ingentilire il bouquet riesce solo a renderlo insulso.
    Voto personale: MEDIOCRE




    Tabak No. 709
    Questo aroma dal colore giallo scuro ha un profumo dolce, di mosto e vino. Allo svapo, la nota dolce è chiaramente avvertibile sulla lingua durante il tiro e nel naso allo sbuffo; quello che sembra mancare quasi del tutto è la componente tabaccosa; ma chi ama gli aromi dolci e fruttati (e magari si sta progressivamente staccando dai tabaccosi) può trovare questo aroma piacevole.
    Voto personale: PESSIMO





    Tabak No. 710
    Quando comincio a testare un nuovo aroma, per prima cosa faccio diversi sbuffi, per assaporare il profumo del vapore; e già in questo primo approccio non ho dubbi: tabacco morbido "stile CdD", camomilla e una punta di miele. Nonostante mix di questo tipo non siano propriamente nelle mie corde, ho scoperto che questo No.710 non è affatto sgradevole, si fa svapare con piacere; si farebbe svapare con ancora maggior piacere se all'inalazione l'intensità del gusto fosse di livello simile a quello del profumo, ma il gusto è molto blando, al dosaggio standard dell'1,7%: meglio aumentare al 2%, massimo 2,2% (oltre, può diventare stucchevole). Al di là di questo piccolo "intoppo", peraltro facilmente risolvibile, devo dire che trovo questo aroma molto piacevole, soprattutto alzando un po' il wattaggio, causando uno "sbilanciamento" del bouquet verso la componente tabaccosa. Sottolineo che il gusto complessivo, per quanto possa ricordare il Maxx Blend di FA, si differenzia da questo per la presenza di una componente tabaccosa decisamente più presente che nel Maxx. Sono certo che chi apprezza il Maxx Blend, o il Maxxx di Atmos, apprezzerà molto anche questo.
    Voto personale: MOLTO BUONO




    Tabak No. 711 NEW
    Oops, I did it again! Come già per il No. 709, avrei dovuto fidarmi subito del mio istinto e del mio naso; ma stoicamente (o stupidamente, a seconda dei punti di vista) ho deciso di svaparmi un tank anche di questo No. 711. L'odore dell'aroma -amaro, terroso, marcio, piuttosto sgradevole- si ritrova in tutto il suo "splendore" anche nel gusto. La situazione, che già appare traballante durante il tiro, in cui prevalgono note dolciastre e veramente poco tabaccose, precipita velocemente durante l'esalazione, dominata da un sentore di medicinale scaduto. Poiché questa nota aromatica è stata utilizzata più volte da Club der Dampfer, devo arguire che ci sia qualcuno che possa apprezzarlo, ma sinceramente non riesco ad immaginare chi possa essere tanto autolesionista.
    Voto personale: PESSIMO




    Tabak No. 712
    Alla "prova sniffo", l'odore della boccetta è molto invitante: l'aroma si presenta molto fruttato, con note di mela e ciliegia; ma poi, stranamente, allo svapo risulta piuttosto amorfo: la base tabaccosa è appena accennata, e la componente fruttata si riduce ad un gusto piacevolmente dolce ma non ben identificabile. Comunque questo No.712 si fa svapare con gusto, non è invasivo né stucchevole (anzi, suggerisco senz'altro di aumentare il dosaggio almeno al 2%) e rilascia nell'ambiente un dolce profumo pannoso. Certo, non lo si può definire tabaccoso, ma è comunque molto godibile, a patto di rimanere su potenze basse.
    Voto personale: BUONO




    Tabak No. 715
    Tabaccoso delicato, caratterizzato da una lieve nota di camomilla, che però risulta artificiale, addirittura con un retrogusto "plasticoso", come quando si lascia un liquido fruttato troppo a lungo in un boccino di plastica di scarsa qualità. Questo sentore di plastica è maggiormente avvertibile allo sbuffo, e ancor di più in esalazione. Non è tanto sgradevole da rendere l'aroma insvapabile, ma sinceramente c'è molto di meglio in giro per accontentarsi di un aroma come questo.
    Voto personale: MEDIOCRE





    Tabak No. 717
    L'odore è liquoroso, con un tocco che sembra di liquirizia. Allo svapo, il gusto è però piuttosto insulso, senza caratteristiche salienti; una vaga nota dolce (ma sempre "tabaccosamente" dolce) si avverte durante il tiro e in esalazione: fa pensare alla liquirizia, ma non si riconosce un vero gusto di liquirizia, è più una... libera associazione mentale. Certo, non è un aroma che può stancare neanche il più "mono-aromatico" degli svapatori, ma sinceramente c'è di meglio in circolazione...
    Voto personale: DISCRETO





    Tabak No. 718
    Un tabaccoso piuttosto amorfo, con vaghi accenti legnosi. Anche se non ci fosse scritto sull'etichetta, la marca si riconoscerebbe subito, perché al base è sempre quella comune a quasi tutti i tabaccosi CdD; in questo caso, l'aroma ha se no altro il pregio di essere semplice e secco, e quindi non può venire a noia nemmeno svapandolo a lungo (io l'ho svapato in dual coil con l'eGrip per un'intera giornata -per me è un record- senza stancarmene). Adatto a chi non ama i gusto troppo intensi o i tabacchi troppo "morbidi".
    Voto personale: BUONO




    ----------------------------------------------------------------

    NOTA sulla maturazione
    Leggendo i commenti degli utenti sui vari forum, soprattutto esteri, ho ritenuto che una maturazione di almeno una settimana fosse essenziale, per questi aromi (almeno per i tabaccosi). Non ho eseguito test specifici di assaggio durante la maturazione, quindi non posso dire se siano realmente necessari 7 giorni di maturazione; posso solo dire che dopo una settimana i sapori erano ben delineati e definiti, e non si sono modificati significativamente nei giorni successivi.

    NOTA sulla miscelazione
    In base alle informazioni reperite sul sito (soprattutto fornite dagli utenti), la percentuale di aromatizzazione ideale si aggira tra l'1,5% e il 2%. Nei miei test, ho utilizzato con ottimi risultati una percentuale media: 1,7% (corrispondente a 7 gocce di pipetta Pasteur su 10ml di liquido totale). In alcuni casi ho aumentato il dosaggio al 2,5% (10 gocce) o al 3,25% (13 gocce), con gli effetti descritti nelle singole recensioni.

    NOTA per una migliore percezione degli aromi
    Per quanto la mia non sia un'opinione largamente condivisa, personalmente noto un enorme incremento nella percezione degli aromi dolci quando il drip tip ha un foro interno molto piccolo; un foro piccolo limita infatti il flusso d'aria, rendendo il tiro meno arioso e obbligando l'utente a "tirare" più lentamente; inoltre il foro piccolo "spara" il vapore sulla lingua, aumentandone la percezione.
    Sembra una finezza, ma (sempre personalmente) cambiare tip mi trasforma un aroma blando in un aroma addirittura eccessivo.
    Tutto questo però va in parte a scapito dell'hit (che necessita invece di un maggior flusso d'aria), il che spiega come mai molti amino drip tip larghi. Ma a me interessa solo il massimo aroma
    Ultima modifica di Numenor; 10-11-2016 alle 15:02 Motivo: Allineamento con il blog e aggiunta di info sui siti di vendita.
    Il mio Blog!


    LE MIE RECENSIONI:
    RACCOLTA RECENSIONI
    AROMI ED ELIQUIDS


    Archivio Generale




  2. #2
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di art1964
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    4,867
    P.Vaporizer
    Evic vtc, istick 40, Russian 91%, Calix, Ubertoot v2, Tilemahos, Origen Dripper , ecc.
    Citato in
    1156 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    2,200
    Thanks ricevuti: 2,742 in 1,694 Posts

    Predefinito R: Aromi Club der Dampfer: le mie recensioni

    Grande @Numenor ,ti ringrazio e quoto tutto, il n.1 è davvero eccellente.ti consiglio assaggi di 4-119-117. Ciao

    Inviato dal mio MT15i con Tapatalk 2

  3. #3
    Esperto in Aromi
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Numenor
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Brindisi
    Messaggi
    6,765
    P.Vaporizer
    Elipse, eVic, eGo, eGrip... eAltro!
    Citato in
    2359 Post(s)
    Taggato in
    9 Thread(s)
    Thanks
    3,769
    Thanks ricevuti: 5,030 in 2,433 Posts

    Predefinito

    Grazie del consiglio! Il 117 lo avevo già adocchiato e messo in lista per il prossimo acquisto ; ci aggiungo anche gli altri due!
    Il mio Blog!


    LE MIE RECENSIONI:
    RACCOLTA RECENSIONI
    AROMI ED ELIQUIDS


    Archivio Generale



  4. #4
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di zero964
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Southern Italy
    Messaggi
    896
    P.Vaporizer
    GG, Stingray, Orochi, Vaponaute, Panzer, Private V2, Svabox, eGrip
    Citato in
    478 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    684
    Thanks ricevuti: 685 in 328 Posts

    Predefinito

    Meritano subito una prova, almeno il #7 ed il #245 ...
    Quando?

  5. #5
    Doctor WHO svapo!
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di micpie
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Roma e Villa d' Agri
    Messaggi
    1,036
    P.Vaporizer
    Q-Bò,SVD,Chi you,HANA MODZ,Kayfun Lite plus,KayFun 3.1 FT,Fogger,ScrewTank,carto2coils-lanetta
    Citato in
    109 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    413
    Thanks ricevuti: 182 in 156 Posts

    Predefinito

    Tabak No. 247 ottimo! speciale! dato che a me piace la cannella, quella puntina che si avverte rende il liquido delizioso! XD


    D:"Assumeja a sigaretta vera? "
    R:"Comm a nu s... assumeglia a nu babbà".

  6. #6
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di Hulot
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    di qua e di là
    Messaggi
    543
    P.Vaporizer
    Provari 2.5, Dani basic, VTC mini
    Citato in
    111 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    347
    Thanks ricevuti: 144 in 96 Posts

    Predefinito

    Sono proprio contento che ti sia messo a recensire questi aromi. È da un po' che accarezzavo l'idea di ordinarne alcuni, ma non sapevo proprio decidere quali, sono decisamente troppi!

  7. #7
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di 3dc72
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Venezia
    Messaggi
    440
    Citato in
    65 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    243
    Thanks ricevuti: 152 in 91 Posts

    Predefinito

    Sono gli aromi che uso io, seguirò con grande interesse le tue recensioni!

  8. #8
    Member
    ESP User

    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Bologna
    Messaggi
    114
    P.Vaporizer
    SVD-Spinner-Aspire BDC-Magoo-Kanger ProTank-Tumbler Tank
    Citato in
    19 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    20
    Thanks ricevuti: 23 in 19 Posts

    Predefinito

    Quoto @micpie , il 247 lo trovo eccellente.....quando si dice i gusti....

  9. Il seguente User ringrazia :


  10. #9
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di art1964
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    4,867
    P.Vaporizer
    Evic vtc, istick 40, Russian 91%, Calix, Ubertoot v2, Tilemahos, Origen Dripper , ecc.
    Citato in
    1156 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    2,200
    Thanks ricevuti: 2,742 in 1,694 Posts

    Predefinito

    :

  11. #10
    Esperto in Aromi
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Numenor
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Brindisi
    Messaggi
    6,765
    P.Vaporizer
    Elipse, eVic, eGo, eGrip... eAltro!
    Citato in
    2359 Post(s)
    Taggato in
    9 Thread(s)
    Thanks
    3,769
    Thanks ricevuti: 5,030 in 2,433 Posts

    Predefinito

    Arrivati oggi 21 nuovi tabaccosi CdD Praticamente gli ho saccheggiato il magazzino
    Però dovranno aspettare un pochino, perché al momento sono impegnatissimo con una ventina di aromi T-Juice, che sono piuttosto complessi da testare, perché... non si sa a quale percentuale miscelarli
    Finiti quelli, metterò in maturazione i CdD, e mentre maturano... potrete passare il tempo leggendo le recensioni dei T-Juice
    Il mio Blog!


    LE MIE RECENSIONI:
    RACCOLTA RECENSIONI
    AROMI ED ELIQUIDS


    Archivio Generale



  12. I seguenti User ringraziano:


Discussioni Simili

  1. Aromi FlavourArt: le mie recensioni
    Di Numenor nel forum E-Liquidi Mix e Ricette
    Risposte: 300
    Ultimo Messaggio: 29-11-2017, 02:00
  2. Aromi DKS: le mie recensioni
    Di Numenor nel forum E-Liquidi Mix e Ricette
    Risposte: 126
    Ultimo Messaggio: 13-06-2016, 18:54
  3. Aromi Atmos Lab: le mie recensioni
    Di Numenor nel forum E-Liquidi Mix e Ricette
    Risposte: 412
    Ultimo Messaggio: 22-05-2016, 23:51
  4. Aromi DeliceFlavor: le mie recensioni
    Di Numenor nel forum E-Liquidi Mix e Ricette
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 08-05-2015, 10:59
  5. Raccolta recensioni aromi concentrati ed eliquids pronti
    Di pat71 nel forum E-Liquidi Mix e Ricette
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-11-2013, 02:35

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •