Lista Tag Utenti

Pagina 1 di 4 1234 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 36

Discussione: Milanesi del barlafuss....

  1. #1
    aldo.pt
    Guest

    Predefinito Milanesi del barlafuss....

    ....correvano gli anni settanta e nella terronia guardavamo i programmi di quando mamma rai faceva le cose come si deve.
    io, piccolino, guardavo con ammirazione cochi renato della vita l´é bella o della canzone intelligente. si ascoltava pure un pungente jannacci con il gatto sulle striscie o vengo anche io...
    senza contare il cabaret...
    quando ebbi poccasione di passare un mese a milano, a 18 anni, forse sentivo gli ultimi sospiri della milano da bere che fu.
    mi sentivo sulla luna o come totó e peppino del noio volevam savoir....
    guardavo tutto a bocca aperta, soprattutto il duomo e la galleria.
    non vuole essere una sorta di amarcord guardando al pattume imperante odierno ma non si puó negare che, almeno per me, in quei settanta voi eravate anni luce avanti. quasi quasi serviva il passaporto per andare a milano
    ora voi che siete milanesi con la m, vi rode l´oggi confrontato con ieri??
    solo semplice curiositá
    p.s.: spero sia stato comprensibile

  2. #2
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Drakogian
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,047
    P.Vaporizer
    Molti i chiamati... pochi gli eletti.
    Citato in
    732 Post(s)
    Taggato in
    1 Thread(s)
    Thanks
    1,335
    Thanks ricevuti: 2,943 in 1,310 Posts

    Predefinito

    @aldo.pt. La crisi sia morale che economica ha colpito duro anche qui a Milano. In questi ultimi due anni qualcosa ha cominciato a muoversi. La città mi sembra più vivace sotto tuti gli aspetti. Speriamo che continui cosi.

  3. Il seguente User ringrazia :


  4. #3
    aldo.pt
    Guest

    Predefinito

    quindi anche culturalmente si vede qualcosa di buono?

  5. #4
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di iddiek
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Località
    F205
    Messaggi
    1,170
    P.Vaporizer
    Le zephyr su DNA75
    Citato in
    285 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    661
    Thanks ricevuti: 614 in 363 Posts

    Predefinito

    Ti racconto la mia: nato e cresciuto in periferia milanese. Sono nato nell'83 e non ho vissuto l'era che descrivi. Ciò che vedo oggi è una città frenetica, piena di ingorghi, multirazziale ma male integrata, visto che lo straniero è visto dai più con un generico "marocchino" dal quale tenersi alla larga, complice anche la loro auto ghettizzazione. Il duomo e la galleria lasciano ancora a bocca aperta, sono bellissimi. Brera e i navigli sono spettacolari per la "movida". La crisi economica ha colpito duramente anche qua, in ritardo rispetto a tante altre città, perfino in centro trovi comunque attività che hanno chiuso i battenti e non si parla solo di negozietti.
    Ora mi sembra di vedere una leggera risalita a livello economico ma non ai livelli di 6,7 anni fa.
    Se ti sposti dal centro ti rendi conto della vita di noi milanesi, piccole formichine in macchina in coda in tangenziale per andare in ufficio o per tornare a casa.
    Non è una città che mi piace. In centro ci vado per andare in flavourart e vedo tanti turisti che si godono una città bellissima ma che non è mia.
    Tanti milanesi sono imbruttiti, maleducati, con la presunzione che sia tutto loro. Uno stereotipo del milanese, che poi tanto stereotipo non è, è il "bauscia", il commenda.. Il piccolo imprenditore che si atteggia come se fosse berlusconi che quando torna a casa ordina la pizza dal marocchino perchè te la porta a casa ed è sbatti andarla a prendere.. Che conta le monete del resto. E africa.. Non fare tardi perchè se no non ti chiamo più.
    Milano è bella, è rovinata dai milanesi.
    Te ste ben ti a tomar.. Fidès

    Inviato dal mio MI 3W utilizzando Tapatalk
    Ultima modifica di iddiek; 08-02-2016 alle 03:20

  6. #5
    aldo.pt
    Guest

    Predefinito

    @iddiek purtroppo i navigli non li vidi nonostante stetti un mese
    Quello che mi colpí fu il centro.
    Poi andai a casa dello zio di un amico e attraversai parte della periferia.mi scuró un poco il cuore. Peró fu sempre una bella esperienza. Certo il milanese e il siciliano hanno in comune niente

    Enviado por um destruidor de coil

  7. #6
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Yerakon
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Cremona/Milano
    Messaggi
    5,423
    P.Vaporizer
    Reo mini 2.1 + Origen 16mm
    Citato in
    1901 Post(s)
    Taggato in
    35 Thread(s)
    Thanks
    7,687
    Thanks ricevuti: 6,830 in 2,765 Posts

    Predefinito

    Storie di ordinario inurbamento.


    Una caratteristica di Milano è che di milanesi se ne trovano pochi, i milanesi "da diverse generazioni" sono merce rara.
    L'inurbato o il figlio dell'inurbato (dalla provincia, dalla regione, dalla terronia) rappresenta la stragrande maggioranza degli attuali abitanti della metropoli lombarda completata da chi arriva spot per lavoro e dai cinesi.

    In molti arrivano a Milano con in testa uno stereotipo di milanese che spesso non ha nulla a che vedere col vero milanese (che non hanno mai avuto modo di conoscere) ma, sulla base di questo stereotipo, si comportano da milanesi ed il tutto diventa alquanto divertente, molto peggio del "nous voulevons savoir" di Totò.
    Tanto che poi si arriva a percepire questa città come la città di tutti ma contemporaneamente di nessuno, dove pochi la sentono come la propria città.

    Bacchettoni, intransigenti, perbenisti, freddi, inospitali, tristi, spocchiosi... ecco, questi sono l'esatto contrario del milanese, sono invece solo l'esatta fotografia dell'inurbato che vuole comportarsi come il milanese che hanno conosciuto per falsi stereotipi.

    Tra gli inurbati più stereotipo-dipendenti ci metto coloro che si inurbano dalle zone limitrofe la grande città (non tutti però, eh ), zone dove si subisce l'influenza della grande metropoli ma senza esserne appieno partecipi e se non si riesce ad esserne parte integrante non restano che gli aspetti negativi. Fuori dalla cintura dei 50 chilometri si ha più indipendenza culturale e si è meno deformati dal magnetismo cittadino del quale molti fanno anche a meno ma la sostanza è: o dentro o fuori; ma se fuori allora ben lontano perché vicino proprio non va.

    ...

    Anni fa (troppi) mi "inurbai" a Milano, sono nativo terroninsulare con inurbamenti precedenti, in continente a Torino, Firenze-Roma, per qualche anno cadauna.
    L'inurbamento a Milano lo feci (quasi scontato) per occasioni di lavoro; lavoravo a Roma ma su un progetto realizzato a Milano dove in trasferta abitavo per l'occasione in un residence in Porta Romana.

    Quando un mercoledì a metà dicembre di circa 25 anni fa mi fecero la proposta di "restare" a Milano risposi il classico "ci penso" ma il venerdì avevo già trovato un appartamento in affitto ed il WE lo passai a caricare le mie cose nella Citroen 2CV bianca che mi trasportava all'epoca.
    Viaggiai tutta la notte con la 2CV che toccava terra dal carico, l’Appennino era coperto di neve e nevicava ancora; il lunedì ero al lavoro ed il pomeriggio scaricai i bagagli dalla 2CV... questo fu il mio quinto inurbamento in una nuova città.

    ...

    Appena arrivato ebbi l'occasione di conoscere un collega che si definiva con orgoglio "milanese da 6 generazioni" e con un solo bisavolo più a sud ma comunque sopra la linea del Po.
    Era più grande di me ma mi introdusse comunque nel suo giro di conoscenze il cui zoccolo duro erano una decine di persone, anch'esse milanesi da sempre, amici tra loro da quando erano dei bambini che nel dopoguerra giocavano con i calzoncini corti rattoppati (con le pezze al culo, com’era solito dire Piero) proprio nei cortili in Porta Romana.

    Ciascuno di essi, ora con famiglia, aveva avuto una storia differente, chi impiegato, chi barista, tassista, imprenditore di successo, pubblicitario, psicologo a tempo perso, commerciante… chi con tanti soldi chi con pochi e nonostante le differenze “patrimoniali” uniti da un’amicizia unica, tipica di chi ha vissuto quel tipo di vita di quartiere crescendo insieme. Il pubblicitario (ora buonanima) era proprio quello che aveva creato gli spot della "milano da bere" citati da Aldo.

    Era dicembre, il mese del mio nuovo inurbamento, e mi stupii quando il milanese da generazioni mi invitò in famiglia, in compagnia dei ragazzacci oramai cresciuti di Porta Romana, la notte della vigilia di Natale. Raramente (per non dire mai) ho ricevuto un'accoglienza più sincera da persone così semplici, giocose, cordiali, disponibili e generose nell'offrire un aiuto le caso di necessità…
    Come la volta che mi fiondai a casa di Piero e Anna per chiedere una cravatta in prestito perché accompagnavo una tipa in un locale dov’era obbligatoria; fu Anna a frugare nell’armadio del marito per trovare un colore che mi stesse bene. “Te la riporto domani” ma Piero mi mandò a cagare (va a caghèr, Terrun!… ) lo capii anche perché era l’una di notte

    ...

    La Milano che conobbi è stata questa, molto differente da quella che conoscevo, o meglio, che non conoscevo se non per immagini o stereotipi. Una città per me conosciuta primariamente attraverso l’accoglienza di quelle persone cresciute in un quartiere e fondatori della Milano da bere ma che rappresentavano una Milano completamente diversa da un certo immaginario collettivo.

    La Milano da bere era e resta uno spot pubblicitario che in molti hanno letto come la Milano reale, accattivante e futile nello stesso tempo, che in molti “inurbati” hanno cercato di interpretare credendo a ciò che avevano nel loro immaginario ma a volte dimenticando che una città non è quella che si “immagina” ma è quella che si vive e si crea desiderando che diventi la propria città.

    E quindi ecco che quando si parla di Milano e dei milanesi, tanto dipende da come la si interpreta… in particolare da come gli inurbati la interpretano/interpretiamo.

    ...

    Scritto in scioltezza e rigorosamente IMHO
    Ultima modifica di Yerakon; 08-02-2016 alle 22:02

  8. I seguenti User ringraziano:


  9. #7
    aldo.pt
    Guest

    Predefinito

    @Yerakon chapeau ho letto il tuo scritto con la stessa intensitá di un libro.grazie mille.e mi hai chiarito le idee.facendo uno strano parallelo io penso che gli inglesi siano gente molto distaccata.rimasi sorpreso quando dovetti congedarmi da amici tra cui unaa ragazza di manchester che mi abbracció. Fu un abbraccio sincero, risultato di un paio di giorni passati in allegria.é vero che molte volte guardiamo lo stereotipo

    Enviado por um destruidor de coil

  10. Il seguente User ringrazia :


  11. #8
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di Papi
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Tra prosecco e Piave
    Messaggi
    401
    P.Vaporizer
    CE5USTYLE
    Citato in
    171 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    1,272
    Thanks ricevuti: 200 in 132 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Yerakon Visualizza Messaggio
    Viaggiai tutta la notte con la 2CV che toccava terra dal carico, l’Appennino era coperto di neve e nevicava ancora; il lunedì ero al lavoro ed il pomeriggio scaricai i bagagli dalla 2CV... questo fu il mio quinto inurbamento in una nuova città.
    Io, un giorno, stringerò la mano a @Yerakon
    Fragilità: La fragilità è un bene assoluto, vuol dire che c’è una ricettività maggiore, e questa ricettività dobbiamo assecondarla e farla maturare, farcela amica senza opporre resistenza, senza reagire con armi affilate. La fragilità è un dono dolcissimo, che rende umano l’uomo

    Mauro Corona

  12. I seguenti User ringraziano:


  13. #9
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di svapocozza
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    nella valle del ticino
    Messaggi
    3,020
    P.Vaporizer
    il pipozzo!
    Citato in
    770 Post(s)
    Taggato in
    2 Thread(s)
    Thanks
    2,529
    Thanks ricevuti: 1,994 in 1,091 Posts

    Predefinito

    letta or ora, @Yerakon mi era sfuggita la tua testimonianza: belle bella!






    -----------------------------------------------------------------------------

    volevo mettere una frase moooolto intelligente....ma non l'ho ancora trovata!

  14. Il seguente User ringrazia :


  15. #10
    Artigiano
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di kasco90
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    1,822
    P.Vaporizer
    SHIELD of course!
    Citato in
    536 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    1,031
    Thanks ricevuti: 1,223 in 604 Posts

    Predefinito

    ragazzuoli mi aggancio qua: @iddiek @mablius @Drakogian @Zio
    La vostra roba è pronta, quando volete organizziamo

Pagina 1 di 4 1234 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Svapogruppo Milanese - Barlafüss Group - 17/2/2016
    Di iddiek nel forum Cene,Raduni e Meeting
    Risposte: 412
    Ultimo Messaggio: 01-03-2017, 20:32
  2. Svapatori milanesi e dintorni
    Di ssraaxx nel forum Cene,Raduni e Meeting
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 27-02-2012, 03:21
  3. Svapatori milanesi
    Di den nel forum Testimonianze
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 23-10-2010, 11:52

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •