Lista Tag Utenti

Pagina 1 di 14 1234567891011121314 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 139

Discussione: Rigenerabili per BF: Io e l' A.R.B. (recensione)

  1. #1
    Box Addicted
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Dinger71
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Faenza (RA)
    Messaggi
    2,902
    P.Vaporizer
    Box, d'antiquariato e non!!
    Citato in
    499 Post(s)
    Taggato in
    5 Thread(s)
    Thanks
    1,412
    Thanks ricevuti: 1,038 in 540 Posts

    Predefinito Rigenerabili per BF: Io e l' A.R.B. (recensione)

    L’A.R.B., ovvero Atomizzatore Rigenerabile per Box Mods ideato e realizzato da @mc0676, è uno di quei pezzi che non volevo assolutamente perdere. Mi ha affascinato fin da quando ho letto ed ho visto le foto del primissimo prototipo postate ad agosto da Michele (e che si possono trovare nella sezione Mods del forum). Successivamente ho cominciato a leggere i commenti dei tester sparsi qua e la in vari topic e la curiosità di provare l’atom. era sempre maggiore.
    Ho scoperto casualmente che era acquistabile e zacchete…me lo sono accaparrato (2 pezzi in verità).
    Quanto segue non vuole essere una recensione, non ho sufficiente esperienza in un settore complesso come i gli atom. rigenerabili, ma solamente il racconto delle mie primissime impressioni alle prese con questo atom.
    Per quanto ho visto finora, i rigen. li ritengo “complessi” perché le variabili che possono contribuire ad ottenere un ottimo risultato, oppure uno penoso, sono molteplici; esse spaziano dalla validità del progetto, alla realizzazione materiale dell’atom., senza dimenticare componenti esterne come wick, fili resistivi e pure non resistivi nel caso dell’A.R.B. ed altri. Non ultimo, anche la capacità manuale di realizzare resistenze il più possibile “fatte bene” gioca un ruolo fondamentale.
    Ora, io in questo settore mi sento il classico “average Joe”, come direbbero i merrigani, ovvero il classico utente comune alle prese con un HW a lui non del tutto familiare. Dico “non del tutto” perché sono svariati mesi che mi diletto con i rigenerabili per BF, ma mi sono sempre cautamente tenuto alla larga da cose che ritenevo troppo complicate per iniziare, come ad es. dover avere a che fare non solo con il filo resistivo, ma anche con quello non resistivo.
    Mercoledì pomeriggio, complice la consegna del pacchetto con il filo non res., non ho resistito e mi sono subito messo all’opera. Avevo a disposizione 1ora ed ½ spaccata, obiettivo: riuscire quantomeno a far funzionare l’atom. e fare qualche tiro di prova.
    Video di Michele in sottofondo (tanto per rinfrescare la teoria…) e mi metto all’opera.
    Avevo davanti a me: “silver wire” (non so di che spessore), wick da 2,5mm., Kanthal 0.20, un A.R.B. aperto come una cozza e tanto ottimismo!!
    Purtroppo ho riscontrato subito che le mie capacità non corrispondono esattamente a quelle di Michele, le pinzette non riesco ad usarle ed in più ho fatto casino con l’unico righello che avevo a portata di mano…misuro in inches invece che in cm.!!!
    Le giunture, fra filo resistivo e non, mi vengono quasi passabili alla prima botta…ma l’avvolgimento non corrisponde affatto a quando vedo nel video. Mi dico:”cacchio con le misure di Michele (circa 20/25mm. di filo res.)col cavolo che riesco a fare solo 3 o 4 spire”…infatti a me ne vengono fuori almeno 8 e non c’è verso di far stare la res. nel bicchierino ceramico!! Disfo tutto e riprovo, ma ancora niente. Oltretutto anche 6/7 cm. di wick mi smembrano un po’ tanti (ovviamente io avevo tagliato 7inches)…nel video il pezzo sembra molto più corto!!! Mi insospettisco ed al terzo tentativo prendo di nuovo le misure…e mi accorgo della cappellata!! Con la giusta unità di misura i conti tornano e riesco, bene o male, ad accrocchiare una res. posizionabile nel bicchierino.
    I restanti passaggi del montaggio sono di una semplicità disarmante, basta seguire le istruzioni ed in pochi secondi l’atom. è assemblato…per la res., viceversa, a me serve molto più di “pochi secondi”!!!
    Monto l’atom. sulla ProVariBox per provare la res…E1 (corto)!!! Due spire si toccavano, fortunatamente non devo rifare tutto da capo. Le separo e riprovo, questa volta tutto ok. Ho azzeccato una res. da 2,3ohm (almeno secondo il ProVari)…e frigge!! È seguita una fugace svapata esplorativa.
    Nei giorni successivi ho costantemente alternato l’A.R.B. all’ERA (l’altro giochino nuovo da poco a mia disposizione).

    Oggi, dopo aver familiarizzato un po’ con l’atom., posso fare alcune considerazioni:
    - L’idea in sé, il progetto, sono a mio modo di vedere eccellenti. Non lo dico perché Michele mi sta simpatico, ma solo perché lo penso davvero. Ammiro incondizionatamente tutte le realizzazioni semplici ed efficaci. Di converso non mi attraggono troppo gli oggetti che reputo troppo complicati. L’A.R.B. è costituito da solo 2 pezzi principali (la base ed il cup), a cui si vanno ad aggiungere il cup ceramico interno e due pezzetti di tubicino al silicone…il tutto montabile e smontabile senza attrezzi specifici. I fori di presa d’aria posizionati sull’attacco atom, nella classica posizione “510”, sono un dettaglio che aumenta, credo non di poco, le prestazioni ottenibili da questo rigen., consentendo all'aria di incanalarsi direttamente sotto la resistenza.
    - Il tiro mi sembra abbastanza bilanciato, né duro né morbido…lo definirei “normale” per le mie abitudini, forse un minimo tendente all’arioso.
    - Il cup interno di ceramica, sicuramente molto utile per quanto riguarda la produzione di calore, comporta insidie non da poco per dei semi impediti come me con le resistenze in cui entra in gioco il filo non resistivo (le mie giunture sono ancora un po’ troppo ingombranti)…è veramente piccolino e sia le giunture che la res. devono trovare posto al suo interno. Per me è sempre una discreta lotta riuscire nell’intento. Con un po’ di pratica, però, il tutto si risolve.
    - Il cup esterno è un po’ “ballerino”, ma ho visto che non sono l’unico ad averlo notato e la soluzione credo che sia già stata trovata (dovrebbe bastare sostituire l’o-ring con uno dal diametro leggermente maggiore); la cosa, comunque, non mi pare pregiudichi la funzionalità dell’atom. e mentre lo uso, francamente, non la noto.
    - Trovato il giusto settaggio (*), sia con la ProVariBox sia con la Betti (il GVV al momento è dedicato all’ERA), l’A.R.B. mi sta dando sensazioni molto positive per quanto riguarda la produzione di vapore, il suo calore e la resa aromatica, anche se in alcune occasioni mi son beccato delle stilettate micidiali in gola…che, per quanto mi riguarda, non sono “hit” (come molti erroneamente credono), ma solo e soltanto stilettate da res. non ben irrorata (perché magari si sta spingendo un po’ con i volts e la wick si secca molto rapidamente).

    (*)dico “trovato il giusto settaggio”, perché specie sulla ProVariBox riscontro uno strano funzionamento; la lettura del valore della resistenza è molto, ma molto altalenante e non si limita solo alla misurazione. Provo a spiegarmi:
    poniamo di realizzare una resistenza ed appena montata il circuito del ProVari la valuta ad 1,6ohm. Bene, setto il voltaggio a 3,9 (tanto per non esagerare alle prime svapate di una res. nuova), bagno come si deve la res., aspetto e poi parto bello tranquillo. Tutto funziona secondo i parametri impostati. Dopo circa 1ml. Alzo un po’ il voltaggio (ma sempre entro i limiti del circuito V1, che infatti non segnala mai “E2”), il calore, il vapore e l’aroma si assestano al giusto regime, direi paragonabile alla resa di un buon atom. di pari resistenza utilizzato sulla medesima box ai medesimi settaggi. Dopo qualche tempo, riprendo la box, senza variare nulla, svapo ed il liquido fatica a vaporizzare è freddo e scarso. Misuro nuovamente la res.: 3,2ohm (!!!!). Alzo finchè posso il voltaggio (problema che non si pone con la Betti) e ristabilisco il giusto rapporto calore/vapore/aroma/hit (“giusto”, ovviamente a gusto mio). Ma dopo qualche svapata, l’aroma cala troppo rapidamente (se insisto scatta “E2”)…riprovo la res.: 1,8ohm (a 6v il VariV1 non li regge). Dopo un’altra pausa, idem come prima…ma la res. me la legge inizialmente addirittura a 4,4ohm, poi dopo qualche svapacchiata fredda e stentata di nuovo il repentino calo di res.!!! Non riesco a spiegarmi questi “salti”…non sono sicuro che sia il circuito che legge male la res., perché l’atom. quando viene letta una res. da 3 e rotti ohm si comporta effettivamente come un atom. di tale resistenza. All’atto pratico, mi limito a prendere atto della variazione e regolo di conseguenza il voltaggio e continuo allegramente a svapare, salvo qualche stilettata nelle prime occasioni al momento del calo. Forse dipende dal diverso spessore fra filo res e non res. e/o da come ho realizzato le giunture???

    Detto questo, un atom concettualmente semplice come l’A.R.B., per l’average Joe dei rigen. può nascondere qualche difficoltà per quanto riguarda la costruzione della resistenza, dal momento che la stessa deve avere necessariamente determinate dimensioni per poter essere alloggiata, giunture comprese, nel cup ceramico. Capisco bene la ragione della scelta di mc0676, ma personalmente avrei preferito la semplicità e l’immediatezza di una res. da realizzare con il solo filo resistivo. Ovviamente questa opzione imporrebbe la rinuncia alla "filosofia di base" del sistema ed alle dimensioni ridotte, che a mio modo di vedere sono un altro dei punti di forza dell’A.R.B.!!
    Devo ancora familiarizzare un altro po’ con questo atom. e le sue res., ma le prestazioni che comunque ho raggiunto in questi pochi giorni mi hanno convinto senza dubbio ad insistere!!


    In queste due immagini si possono notare le piccolissime imperfezioni all'interno del bordo superiore del cup di cui Michele parla nei suoi video di presentazione.



    Ed eccolo sulla Dam'n ProVariBox

    Ultima modifica di Dinger71; 15-01-2013 alle 00:58


  2. #2
    mc0676
    Guest

    Predefinito

    Ciao @Dinger71, ti ringrazio per le belle parole innanzitutto e intervengo solo per segnalare alcune cose:

    1) la lettura della resistenza: anche con il provari v2 fa le bizze, non ho ancora capito da cosa dipende, ma in questi mesi in diverse occasioni ho sempre preso il tester e controllato e lui diceva sempre il valore giusto. Se misurato appena fatta la resistenza si legge un valore che può variare di 0.2 - 0.3 ohm dopo 1-2 ml di utilizzo, ma poi li resta "assestato". Il fatto che però sia altalenante nella prestazione non mi quadra, sembra quasi che non ci sia un "contatto buono" da qualche parte. La prossima resistenza che fai prova a mettere il non resistivo di massa sotto all'oring (come è nato l'atom), in questo modo il tappo risulterà anche + stabile. Potrebbe essere che usi un NR di 0.10 mm anziché 0.20 mm e allora ci sta che il contatto non sia perfetto.

    2) Il tappo ballerino: quello è un difetto della prima mandata purtroppo, un paio di tolleranze del produttore hanno innescato il fastidioso problema che nella seconda mandata è stato risolto equipaggiando gli atom anche con OR108 (diametro interno 8.6 mm, spessore filo 1.78 mm, è un oring standard). Tuttavia se non vuoi perdere tempo a cercarlo o comprarlo se passi il non resistivo di massa sotto all'oring avrai quel decimino di spessore in + che migliorerà parecchio questo aspetto.

    3) La giunzione. Nel video ho illustrato quella giunzione li, ma con il senno di poi mi sono reso conto che forse era meglio fare vedere l'altra variante, che richiede 1 minuto di tempo in + ma assicura un lavoro qualitativamente parlando migliore.

    E' quello che spiego in questo video:


    In quel video ho utilizzato uno spillo, ma in realtà se hai un fermaglio semplicemente lo pieghi in modo da ottenere un oggetto in questo modo, dove in pratica da una parte c'è una specie di "U":



    Come vedi ci passi un pezzettino di khantal o nichel chrome e lo ripieghi e quindi tenendo fermi i 2 fili con le pinzette giri il giraresistenze cosi:



    Poi semplicemente passi dentro ai 2 occhielli i 2 spezzoni di non resistivo e ce li avvolgi, ottenendo una giunzione cosi:



    A dispetto delle immagini e del video è un sistema + veloce di quel che può sembrare ma che assicura un lavoro finale pressoché perfetto e pulito, unica accortezza è quella dopo aver avvolto la wick di girare gli occhielli in modo che siano paralleli sotto alla wick cosi che entrino nella parte passa della ceramica:



    Se hai qualche problemi chiedi pure, dato che ne hai presi 2 sarei ben felici che tu potessi goderteli appieno


  3. #3
    Super Moderator
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Yerakon
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Cremona/Milano
    Messaggi
    5,423
    P.Vaporizer
    Reo mini 2.1 + Origen 16mm
    Citato in
    1901 Post(s)
    Taggato in
    35 Thread(s)
    Thanks
    7,687
    Thanks ricevuti: 6,830 in 2,765 Posts

    Predefinito

    @mc0676, grazie per i dettagli.
    Domanda: non è più semplice fare gli occhielli al filo non resistivo anziché al filo resistivo?
    Facendo gli occhielli al non resistivo forse si avrebbe più facilità nel giocarsi la lunghezza del resistivo... vedi qualche controindicazione?

  4. #4
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di microchip
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Mestre - VE -
    Messaggi
    302
    P.Vaporizer
    provari box- arb - provari v1
    Citato in
    19 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    10
    Thanks ricevuti: 100 in 29 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Yerakon Visualizza Messaggio
    @mc0676, grazie per i dettagli.
    Domanda: non è più semplice fare gli occhielli al filo non resistivo anziché al filo resistivo?
    Facendo gli occhielli al non resistivo forse si avrebbe più facilità nel giocarsi la lunghezza del resistivo... vedi qualche controindicazione?
    A suo tempo anche io, bastian contrario, sono partito al contrario, ed ho fatto gli occhielli al non resistivo. La controindicazione è che quel cavolo di filo ha la tendenza a spezzarsi più facilmente in questo modo.
    Ho adottato un ulteriore tecnica, con dei fili più fini, nickel 0,16 e non resistivo da 0,15 si possono girare assieme con il giraresistenze i due fili, un paio di giri e si infila il non resistivo dentro l'occhiello. Si ottiene un bel nodo fisso e piccolino il giusto, il contro è che si devono usare per forza fili fini, con un kanthal da 0,20 il nodo verrebbe troppo grosso con questo sistema


    E per non rompersi le scatole ogni quattro e quattr'otto meglio dedicare un paio d'ore e preparsene un bel po già pronte


  5. I seguenti User ringraziano:


  6. #5
    mc0676
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Yerakon Visualizza Messaggio
    @mc0676, grazie per i dettagli.
    Domanda: non è più semplice fare gli occhielli al filo non resistivo anziché al filo resistivo?
    Facendo gli occhielli al non resistivo forse si avrebbe più facilità nel giocarsi la lunghezza del resistivo... vedi qualche controindicazione?
    Purtroppo come ha già detto @microchip il problema del silver wire è che se lo guardi male si rompe per dispetto tanto è "morbido".

    Ci vorrebbe al posto del silver wire lo stainless steel wire da 0.20 €, costa molto ma molto meno (tipo 15 € per 2 chilometri) ma è ben + robusto rispetto al silver wire: personalmente non l'ho mai provato nell'arb, l'ho conosciuto solo nei primissimi kit dello iatty ma sarei curioso di riprovarlo.

  7. Il seguente User ringrazia :


  8. #6
    Banned
    ESP User
    Very Old Poster
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Prato
    Messaggi
    3,009
    Citato in
    595 Post(s)
    Taggato in
    7 Thread(s)
    Thanks
    583
    Thanks ricevuti: 1,725 in 557 Posts

    Predefinito

    Tanto per infierire un po' .. Il ProVari oltre al fatto di essere il miglior vv elettronico in commercio ma di fatto rimane un buono a nulla, trovarli un feeder altrettanto valido e funzionale che non sia un tank col cartom e materia da fachiri .. ma a quanto pare non è poi nemmeno affidabile neppure come tester almeno per quanto riguarda i rigenerabili. Che siano atom da BF o atom tank a mesh non dice mai due volte lo stesso valore, ha delle tolleranze equivalenti allo zero ed un pur minimo ed impercettibile spostamento del pin dell'atom od avvitatuta più o meno blanda o minuscolo movimento della resistenza lo spingerà in "E" oppure valori sballati, affidatevi ad un più banale ed economico buon tester da 20€ che non vi deluderà mai

    Sulle resistenze dell'ARB la difficoltà sparisce dopo pochissimo, basta prenderci la mano, chi già era abituato a yatti, Penelope o Odysseus come me neppure se ne accorto
    Onestamente parametrando il costo dell'ARB alla bontà dell'atom stesso credo davvero che quando @mc0676 passerà dalle mie parti una birra omaggio se la merita almeno (così tanto per pigrizia mentre se la beve gli faccio fare una 50ina di resistenze)

  9. I seguenti User ringraziano:


  10. #7
    Box Addicted
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Dinger71
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Faenza (RA)
    Messaggi
    2,902
    P.Vaporizer
    Box, d'antiquariato e non!!
    Citato in
    499 Post(s)
    Taggato in
    5 Thread(s)
    Thanks
    1,412
    Thanks ricevuti: 1,038 in 540 Posts

    Predefinito

    @mc0676, grazie mille dell'intervento super tempestivo...anche perchè, prove alla mano, hai centrato perfettamente il problema!!! Questa mattina, appena arrivato al lavoro, ho montato una res. che avevo preparato domenica sera, naturalmente ho provato ad incastrare il negativo sotto l'o-ring come da te suggerito...magia pura, ora tutto funziona esattamente come dovrebbe anche sulla ProVariBox, con una costanza di resa assolutamente ineccepibile. Non solo, le letture della resisetnza si sono decisamente stabilizzate al pari del comportamento dell'atom (pur con le piccole discrepanze di valori indicate da @Martino...ma ora sono, appunto, piccole discrepamnze; ad es. legge subito 1,5 e dopo pochi sec.1,6...e li si stabilizza) .
    Insomma è tutta la mattina che svapo con completa e totale soddisfazione: vapore caldo e corposo, unito ad un aroma reso in modo davvero notevole. In verità il discorso aroma varia inevitabilmente in base al tipo di wick e di filo res. utilizzati e questa volta, pur mantenendo il Kanthal 0.20 ho optato per una wick da 1mm. raddoppiata come suggerito in altro topic da @smokin_alex.
    Concordo anche con Martino circa il fatto che la difficoltà iniziale nel realizzare la res. con i due tipi di filo, è una difficoltà destinata a sparire con un pò di sana pratica. Sul fatto poi che il ProVari sia un pò scarso come tester e che sarebbe meglio utilizzare un comunissimo multimetro, sono assolutamente d'accordo, solo che il multimetro è a casa e non esiste che me lo porti al lavoro...quindi fuori casa mi devo affidare ad ogni modo al circuito del Vari se voglio sapere quanti ohm misura l'atom.montato. Devo comunque sottolineare che, risolto il problema del contatto neg., tutto ha cominciato funzionare esattamente come dovrebbe!!

    Michele, giusto una domanda: volendo fare le giunture "con le anelle" non diventa difficile/impossibile posizionare la res+wick completamente incassata all'interno del bicchierino (come indichi nei video)?? Voglio dire, le due anelle non potranno mai passare dai buchini del cup ceramico e la res. resterebbe un pò "sospesa".
    Ultima modifica di Dinger71; 15-01-2013 alle 16:05

  11. I seguenti User ringraziano:


  12. #8
    mc0676
    Guest

    Predefinito

    @Dinger71, ottimo è già qualcosa. La stabilità del tappino è sensibilmente migliorata ?

    Gli anelli infatti non devono passare dai forellini, ma se guardi l'interno di una ceramica vedrai che nel mezzo spunta un cilindretto con intorno spazio vuoto fino ai forellini.
    E' li che alloggeranno i 2 anelli, purchè siano paralleli tra di loro, come nella foto sopra.



    Questo è un esempio di wick doppia (wick di etigare da 2 mm, khantal da 0.15 mm, 6 spire, res. 3.5 ohm per Vinci a 7.4v).
    Anche questa con anellini, come vedi le wick arrivano perfettamente in fondo.





    Comunque ti consiglio di provare

    @Martino72, vada per il caffè, ma lascia i fili a casa.

  13. I seguenti User ringraziano:


  14. #9
    Box Addicted
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di Dinger71
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Faenza (RA)
    Messaggi
    2,902
    P.Vaporizer
    Box, d'antiquariato e non!!
    Citato in
    499 Post(s)
    Taggato in
    5 Thread(s)
    Thanks
    1,412
    Thanks ricevuti: 1,038 in 540 Posts

    Predefinito

    Sì, prima ho dimenticato di scriverlo: anche la stabilità del cup esterno è molto migliorata...anche se in realtà non non mi dava un gran fastidio nemmeno prima.
    Quanto alle "anelle", non so se le mie mani riusciranno ad inserire le giunture nel bordino interno del cup, ma questa sera provo...giusto per cultura, perchè ora come ora, lo ripeto, sta funzionando in modo davvero eccellente!!


    P.S. Birra/caffè pagati anche se passi da Faenza (o, in estate, da MilanoMarittima)!!!
    Ultima modifica di Dinger71; 16-01-2013 alle 00:27

  15. Il seguente User ringrazia :


  16. #10
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di Atars
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Località
    Roma
    Messaggi
    648
    P.Vaporizer
    ProVari Mini 2.5, Vamo V2, Vinci, SVA Box Saphira Touch
    Citato in
    73 Post(s)
    Taggato in
    1 Thread(s)
    Thanks
    173
    Thanks ricevuti: 145 in 106 Posts

    Predefinito

    Ragazzi....... in questa mia attesa.... vi seguo con estremo interesse (e tanta paura di non essere all'altezza!)

    Configurazioni atom+batterie per BB meccanici (memento per me stesso)
    eGo varie e Joyetech Twist, Reo Grand VV, Vinci, Vamo V2, ProVari Mini 2.5, SVA Box Saphira Touch (pulsante concavo)
    Cartom Boge LR & SR in Tank - Mc Arb or108 - Cisco 306 e 510 - Evod Bcc - Magoo S

Discussioni Simili

  1. Rigenerabili per BF: E.R.A.
    Di O-WK nel forum Rigenerabili
    Risposte: 372
    Ultimo Messaggio: 23-12-2013, 21:31
  2. Rigenerabili
    Di svapostone nel forum Rigenerabili
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 23-03-2013, 17:53
  3. Rigenerabili si, Rigenerabili no ..
    Di Martino nel forum Rigenerabili
    Risposte: 59
    Ultimo Messaggio: 21-01-2013, 00:30
  4. voglia di rigenerabili
    Di prettybull nel forum Prime Esperienze e Consigli
    Risposte: 32
    Ultimo Messaggio: 29-12-2012, 12:57
  5. LS-E rigenerabili
    Di joeyto nel forum Rigenerabili
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 11-07-2012, 23:05

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •