Lista Tag Utenti

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 24

Discussione: passaggio analogiche-elettroniche:effetti su attività fisica aerobica/anaerobica

  1. #1
    Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    20
    Citato in
    0 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    0
    Thanks ricevuti: 0 in 0 Posts

    Predefinito passaggio analogiche-elettroniche:effetti su attività fisica aerobica/anaerobica

    Dopo circa 20 anni di fumo analogico (circa 10/14 sigarette al giorno) sono passato da due settimane circa alle sigarette elettroniche. Mi ritengo nonostante i miei 39 anni suonati in discreta forma fisica. Da ragazzo facevo bodybuilding agonistico con buoni risultati a livello nazionale. Famiglia e impegni professionali mi hanno portare ad abbandonare livelli di allenamento e di "integrazione" agonistici. Da alcuni anni faccio solo 3 sedute settimani brevi ma intense di pesi e 2 volte a settimana faccio 12 km in un ora circa. Vengo al dunque. Abbandonando le analogiche per il digitale non ho avuto il temuto "accumulo" di acido lattico nei muscoli che mi avrebbe impedito il recupero tra una seduta e l'altra di pesi ma non ho neanche avuto nessun vantaggio sul piano aerobico. Corro come prima. Nessun guadagno in termini di prestazioni aerobiche!! Eppure so che la capacità polmonare aumenta già solo dopo 24 ore dall'interruzione del fumo! Non sono così stupido da concludere che analogico (magari non superando la decina di sigarette) non sia deleterio oltre che per la salute in generale per la forma fisica ma vorrei che qualcuno che pratichi sport (aerobico) postasse le sue impressioni sul passaggio analogico/digitale.
    Ultima modifica di ilcuratore; 21-04-2010 alle 23:21

  2. #2
    Very Old Poster
    ESP User
    L'avatar di Bacterial
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    792
    P.Vaporizer
    Vinci
    Citato in
    24 Post(s)
    Taggato in
    1 Thread(s)
    Thanks
    75
    Thanks ricevuti: 26 in 23 Posts

    Predefinito

    Stavo scrivendo un post identico al tuo..mi hai praticamente rubato l'idea..o meglio condivisa in tempo reale.

    La mia domanda è diretta a Mordred e agli altri medici o comunque dottori in generale presenti.

    Anch'io ho praticato attività fisica,ma essendo io giovane(25 anni) credo che il fumo abbia fatto ancora pochi danni..ora,dopo 4 anni a poltrire su una sedia in ufficio, mi sono deciso a riprendere l'attività fisica..palestra 3-4 volte a settimana e spero quanto prima di riprendere in mano la mia amata bici da corsa..Però mi piacerebbe sapere che effetti potrebbe avere il fumo elettronico sulla mia attività fisica..ad esempio fumare una analogica dopo aver fatto palestra è distruttivo per i polmoni quanto lo era l'analogica?oppure no?

    Insomma,mi piacerebbe capire che effetti potrebbe avere il fumo digitale sull'attività fisica.

    La mia esperienza immediata dice che dai 6-7 km in un'ora che facevo prima adesso,dopo appena qualche seduta di allenamento ma dopo quasi 4 mesi senza catrame faccio oltre i 10 km in un'ora e soprattutto mi sento meno stanco di prima..il battito cardiaco a regime è decisamente più basso e a riposo segno 15 battiti in meno rispetto a prima..

    Aspetto l'intervento di qualcuno più competente sperando di capirci di più io e sperando che anche gli altri possano trarne vantaggio..

    Saluti.


    Vinci - Galileo - Sigaro G120(VR4) - GGT+AFS - GGSlim - Epipe dse601

  3. #3
    Esperto di Medicina
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di mordr3d
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Catania
    Messaggi
    2,163
    P.Vaporizer
    ProVari
    Citato in
    170 Post(s)
    Taggato in
    5 Thread(s)
    Thanks
    73
    Thanks ricevuti: 827 in 202 Posts

    Predefinito

    il beneficio immediato, che si acquista in pochi giorni, e una quata del 5% di emoglobina che normalmente è saturata da monossido di carbonio.
    quindi una capacità di trasporto di ossigeno, da parte del sangue incrementata del 5%.
    questo non è poco ma non sempre è così evidente.

    per la funzionalità polmonare, il recupero è tanto più lento quanto più lungo è il periodo di fumo che precede.
    e cmq si ragiona in termini di mesi/anni.

    stesso discorso vale per i danni che il fumo arreca in altri distretti oltre a quello polmonare.

    la strada è lunga ma è in lieve discesa...

  4. #4
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di klimt
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Località
    Brescia
    Messaggi
    6,206
    Citato in
    51 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    39
    Thanks ricevuti: 62 in 39 Posts

    Predefinito

    Ma è vero che il fumo danneggia in modo permanente anche se si smette?
    Mio suocero ha avuto il tumore alla prostata ed è stato un grande fumatore che ha smesso da circa vent'anni. Quando glielo hanno riscontrato il dottore gli ha chiesto se era un fumatore e lui ha risposto di si ma che aveva smesso da più di vent'anni, la risposta del dottore è stata che anche se aveva smesso da tanto tempo il fumo può essere stato comunque la causa del tumore.

  5. #5
    Esperto di Medicina
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di mordr3d
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Catania
    Messaggi
    2,163
    P.Vaporizer
    ProVari
    Citato in
    170 Post(s)
    Taggato in
    5 Thread(s)
    Thanks
    73
    Thanks ricevuti: 827 in 202 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da klimt Visualizza Messaggio
    Ma è vero che il fumo danneggia in modo permanente anche se si smette?
    Mio suocero ha avuto il tumore alla prostata ed è stato un grande fumatore che ha smesso da circa vent'anni. Quando glielo hanno riscontrato il dottore gli ha chiesto se era un fumatore e lui ha risposto di si ma che aveva smesso da più di vent'anni, la risposta del dottore è stata che anche se aveva smesso da tanto tempo il fumo può essere stato comunque la causa del tumore.
    si, è vero.

    in base alla letteratura, dopo 5 anni di sospensione si ottiene una riduzione del 20% del rischio di sviluppare un cancro al polmone e una riduzione del 50% del rischio cardiovascolare. tuttavia servono oltre 20 anni perchè il rischio globale diventi sovrapponibile a quello di chi non ha mai fumato.

  6. #6
    Senior Member
    ESP User
    L'avatar di Siriou
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Catania
    Messaggi
    549
    P.Vaporizer
    ego
    Citato in
    0 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    0
    Thanks ricevuti: 2 in 1 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mordr3d Visualizza Messaggio
    si, è vero.
    tuttavia servono oltre 20 anni perchè il rischio globale diventi sovrapponibile a quello di chi non ha mai fumato.
    azz!

    ma ho iniziato a svapare come un matto
    | CATEGORIA con mod AFS | KR808D-1 | DSE901 con batteria da 280 m.| 510 manuale | Tornado |
    Cuban Supreme + Virginia + MTS a ZERO di nico!


  7. #7
    sanguisuga
    Guest

    Predefinito

    mord3d..mi sa che era meglio se taroccavi le percentuali in alto x i
    polmoni, per il morale di noi tutti..
    comunque mi sembra che un utente..idro...diceva che facendo corsa agonistica
    aveva riscontrato degli evidenti miglioramenti con lo svapare..adesso non ricordo
    da quanto tempo non tocca le analogiche..

  8. #8
    Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    6
    Citato in
    0 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    0
    Thanks ricevuti: 0 in 0 Posts

    Predefinito

    Non sono medico, ma so, con certezza che il tumore alla prostata non nasce come causa scatenante del aver fumato o meno, ma è una malattia dei nostri giorni dovuto all'allungamento della vita dell'uomo, è una malattia tipica degli uomini anziani.

  9. #9
    Very Old Poster
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di klimt
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Località
    Brescia
    Messaggi
    6,206
    Citato in
    51 Post(s)
    Taggato in
    0 Thread(s)
    Thanks
    39
    Thanks ricevuti: 62 in 39 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da thaozen Visualizza Messaggio
    Non sono medico, ma so, con certezza che il tumore alla prostata non nasce come causa scatenante del aver fumato o meno, ma è una malattia dei nostri giorni dovuto all'allungamento della vita dell'uomo, è una malattia tipica degli uomini anziani.

    Certamente, purtroppo è un problema che noi masculi prima o poi dobbiamo affrontare, anche se non si arriva al tumore. Evidentemente, dagli studi fatti, il tumore alla prostata si verifica più frequentemente nei fumatori.

  10. #10
    Esperto di Medicina
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di mordr3d
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Catania
    Messaggi
    2,163
    P.Vaporizer
    ProVari
    Citato in
    170 Post(s)
    Taggato in
    5 Thread(s)
    Thanks
    73
    Thanks ricevuti: 827 in 202 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sanguisuga Visualizza Messaggio
    mord3d..mi sa che era meglio se taroccavi le percentuali in alto x i
    polmoni, per il morale di noi tutti..
    comunque mi sembra che un utente..idro...diceva che facendo corsa agonistica
    aveva riscontrato degli evidenti miglioramenti con lo svapare..adesso non ricordo
    da quanto tempo non tocca le analogiche..

    mi rendo conto che magari le percentuali spaventano, ma sono una espressione del danno che il fumo è in grado di produrre e per conseguenza del tempo che il nostro corpo impiega per ripararlo.

    questo non vuol dire che di miglioramenti immediati non ce ne siano, anzi.

    inoltre quella piccola quota di restistenza che si recupera, è spesso un punto di partenza per migliorare il proprio stile di vita, con un po di attività fisica.
    questo nel complesso migliora la performance carciaca e innesca un circolo virtuoso che indubbiamente conduce a risultati notevoli.

    Ps.

    non so come avete collegato lo svapo con l'acido lattico muscolare, ma per chiarire il concetto, vi ricordo che sebbene il glicole propilenico venga metabolizzato in acido lattico, questo non incide minimamente con la performance muscolare o con la tipica sintomatologia dolorosa post allenamento.
    l'acido lattico è un metabolita intermedio, continuamente prodotto nel nostro organismo in piccole quantità e tranquillamente metabolizzato dal fegato.
    le quantità di glicole che vengono inalate giornalmente, non potrebbero produrre quantitativi significativi di acido lattico tali da modificare i livelli ematici di questo metabolita.

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 18-01-2011, 12:37
  2. passaggio livello successivo da tornado a ..........
    Di madonialuca nel forum Discussioni Generali
    Risposte: 141
    Ultimo Messaggio: 21-07-2010, 00:24
  3. VI+sped. Vendo per cessata attività di svapo....
    Di dom nel forum [Vendo]Mercatino
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 06-07-2010, 18:50
  4. Passaggio a 0 nico.
    Di fifty nel forum Discussioni Generali
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 18-05-2010, 21:01
  5. Upgrade: Passaggio a Vbulletin
    Di Esmox nel forum Novità e Aggiornamenti
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 13-05-2010, 22:04

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •