Lista Tag Utenti

Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: ODYSSEUS - Guida dettagliata

  1. #1
    Artigiano
    Artigiano
    L'avatar di Damiano
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    983
    Citato in
    476 Post(s)
    Taggato in
    8 Thread(s)
    Thanks
    151
    Thanks ricevuti: 614 in 205 Posts

    Predefinito ODYSSEUS - Guida dettagliata

    Prima di tutto una "brevissima" premessa che raccoglie alcune mie considerazioni "a monte". Se non vi va di leggere saltate pure a pie' pari fino all'inizio della guida vera e propria... Magari ci tornerete con calma quando e se ne avrete voglia...

    -------------------------------------------

    Ho ricevuto in prova l'Odysseus grazie al mio amico @mad_trix e da scatolettaro convinto ero un po' scettico all'inizio. Arrivato a casa l'Odysseus con upgrade mi e' preso un colpo. Ma checcaspita! Tutti sti pezzi, ma chi ci capisce niente?!? Eppure dopo uno studio approfondito, le prime prove, un nuovo studio e la presa di coscienza che se vuoi usare l'Ody ti ci devi applicare ecco che e' successo... Ne sono rimasto stregato!
    Sono un tipo meticoloso che apprezza gli oggetti da svapo realizzati con cura, precisi, complessi e prestazionali.
    Adesso diro' una cosa che fara' magari storcere il naso a qualcuno: montato come si deve e regolato con cura, l'Odysseus regala la migliore esperienza da svapo che si possa concepire.
    Ho detto piu' e piu' volte che la magia dell'Ody oltre al fatto di sapersi trasformare a seconda dell'atom che si vuole utilizzare (rigenerabile, 510, 306 o perfino cartom) e' la resa.

    Facciamo prima una breve premessa: l'Odysseus diventa un sistema completo ed estremamente articolato solo se acquisti l'upgrade ed io consiglio anche la base del connettore specifica per avvitare il tutto direttamente sul CR e non attraverso il 510.

    Veniamo ora alle regolazioni: l'afflusso del liquido e' regolabile ed e' molto piu' efficace nell'ODYSSEUS rispetto all'UFS (anche se poi chi impara a gestire l'UFS trovera' dapprima poco chiaro come agire sull'Ody).
    Se nell'UFS si agisce avvitando e svitando ossia spostando l'intero gruppo tank su e' giu' all'interno del connettore/CR, ecco che nell'Ody si regola l'afflusso semplicemente agendo sull'avvitamento del boccaglio. A seconda di quello che si utilizza (atom rigenerabile, 510 o 306 moddato) ci sono delle piccole variazioni nella regolazione che si impara a gestire senza problemi.
    La regolazione del tiraggio dell'aria e' possibile ovviamente se avvitiamo l'Ody sul CR (la sezione con anello che va a coprire a piacere i fori che fanno passare l'aria). L'Ody nasce con il raccordo 510 ma e' disponibile come accessorio (lo dicevo poco sopra) la base sostitutiva che permette di avvitarlo direttamente nel CR. Sappiamo bene che si puo' avvitare tramite adattatore CR/510 ma non e' la stessa cosa.

    Il sistema di regolazione del tiraggio dell'aria non consiste solo nei forellini che vengono piu' o meno tappati. L'ODYSSEUS e' studiato in modo tale da incanalare l'aria che giunge dall'esterno facendole fare un percorso che alla nostra percezione ne modifica la qualita'. Io la definisco piu' "cremosa", "liquida", "addolcita"... Ma cio' si ottiene in misura maggiore con l'accessorio che permette di avvitare l'Ody sul CR tramite filettatura interna (che oltretutto risulta meccanicamente piu' solida).

    E' un discorso che tecnicamente non saprei spiegare ma ci provero' quanto a sensazioni.
    Prendete una cannuccia e riempite un bicchiere di coca cola; lasciatela svampire. Bevete qualche sorso attraverso la cannuccia.
    Riempite poi un bicchiere di denso succo di frutta e bevetene qualche sorso sempre attraverso la cannuccia.
    Capito cosa intendo? Il succo e' denso e fluisce in un certo modo attraverso la cannuccia.

    Nell'Odysseus l'aria viene convogliata attraverso i forellini all'interno della sezione del CR. Da qui viene aspirata verso l'alto all'interno dell'ODYSSEUS, attraverso le vie aeree interne. Questo percorso obbligato conferisce all'aria o meglio al suo tiraggio una caratteristica che non ritroviamo in nessun altro atom di Imeo (solo per restare nella sua produzione). E' una resa piu' fluida, piu' simile al succo di frutta attraverso la cannuccia piuttosto che alla cocacola svampita.

    Le differenze con lo iAtty in questi termini (qualunque sia il sistema atom/rigenerabile che si usa) sono evidenti. Lo iAtty e' piu' secco, impalpabile, grezzo.

    Sono perfettamente conscio del fatto che le spese complessive per questo ODYSSEUS elevato alle sue massime potenzialita' diventa improponibile a fronte anche di un sistema che richiede una certa propensione tecnica per gli oggetti di precisione. Ma vi assicuro che l'esperienza svapatoria che ne traete e' qualcosa di inarrivabile da qualsiasi altro sistema mai inventato. Dipende dalle preferenze? Hmm... dipende nel senso che se le preferenze riguardano la complessita' del sistema e' ovvio che una box mod e' molto piu' pratica; ma quanto a resa vi assicuro che un Cisco 306 montato nell'Odysseus e regolato come si deve, innalza le qualita' e la resa del 306 a livelli inimmaginabili.

    Volendo introdurci un po di lirismo direi che svapare con l'ODYSSEUS e' come bere ad una fonte naturale purissima. Densa linfa vitale, dosabile, godibile in tutte le essenze aromatiche. Un tiro morbidissimo, ovattato, a tratti ipnotico che rimanda a ricordi primigeni. Un anelito distillato di purezza.

    -------------------------------------------------------

    Prima di tutto vediamo come si presenta l'ODYSSEUS col suo upgrade (pezzi aggiuntivi) e base per avvitarlo direttamente sul GGTS. Tutto smontato ovviamente tranne qualche oring.



    Paura vero? Sappiate che una volta imparato riuscirete a montare l'Odysseus anche ad occhi chiusi.
    Ultima modifica di giangi; 19-03-2012 alle 02:43

  2. #2
    Artigiano
    Artigiano
    L'avatar di Damiano
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    983
    Citato in
    476 Post(s)
    Taggato in
    8 Thread(s)
    Thanks
    151
    Thanks ricevuti: 614 in 205 Posts

    Predefinito


    GUIDA PER ODYSSEUS IN VERSIONE "FULL MODE" ED ATOM RIGENERABILE


    Cominciamo con il pin centrale che va nel CR. Perche' e' importante montarlo bene? Perche' se tirate fuori il pin centrale dalla sua sede e poi tornate a mettercelo forzando il tutto, gli oring all'interno del ricevente si potrebbero danneggiare. In questo caso il pin ballerebbe, cadrebbe dalla sua sede, non sarebbe piu' a tenuta stagna.

    Ecco le fasi del montaggio:







    Io inserisco due oring sul pin che andra' all'interno del connettore ricevente ma non e' indispensabile, ne basta uno solo.


    Adesso montiamo per benino il pin nel CR avendo cura di stendere un po' di vasellina sulle filettature. Non dimentichiamoci dell'oring!





    Ed ecco il sistema per la regolazione del tiraggio dell'aria pronto. Il pin centrale non deve cadere dalla sua sede.



    Vediamo ora le due basi entro le quali inseriremo il nostro "complesso porta atom". Quella a sinistra e' la base in dotazione con l'Ody mentre quella a destra va acquistata come accessorio e serve ad avvitare l'Ody direttamente sul CR che abbiamo preparato prima.



    ----------------------------------

    Adesso dobbiamo preparare il nostro bell'atom rigenerabile. Non mi dilunghero' sulle questioni della preparazione dei fili resistivi e non, della wick ed il resto perche' se n'e' discusso e si continua a farlo abbondantemente in altri 3d.

    Ecco l'esploso:



    Cominciamo ad avvitare tutto.





    L'oring intermedio e' fondamentale e va cambiato piu' spesso degli altri. Una volta avvitato tutto non bisogna ne' eccedere ne' risparmiare con la coppia di serraggio. Bisogna fare molta attenzione anche con la parte ceramica che e' molto fragile. Non forzate se non e' allineata con il supporto in metallo.



    Ecco come si presenta visto dall'alto.



    Wick, filo resistivo e non alla mano, cominciamo a preparare il cuore dell'atom.





    Controllatina alla resistenza del filo avvolto attorno alla doppia wick



    Adesso arriva la parte in cui dobbiamo stare attenti. Inserita la wick col filo nella parte centrale della ceramica ne piegheremo una parte verso il basso e la avviteremo attorno al pin centrale tra la base e l'anello zigrinato di serraggio che ovviamente stringeremo a dovere nella sua sede.



    Il discorso cambia dall'altra parte per quanto riguarda il filo da fissare al negativo. Molti lamentano trafilaggi del liquido, sbrodolamenti, bevute e simili. Gran parte del problema e' dovuta al fatto che seguendo le varie guide risulta che il filo va piegato sotto all'anello di serraggio e stretto tra lo stesso e la base. Ebbene da quel piccolo spessore viene risucchiato il liquido nella wick e per depressione dovuta allo svapo il liquido comincia ad uscire dal tank ed a sgocciolare dal pin centrale.
    Io suggerisco questo sistema: arrotolare sul lato in due spirali il filo negativo non resistivo in modo che non serva piegarlo sotto all'anello di serraggio e che faccia ugualmente contatto con esso. La wick la tagliamo in modo che non superi in lunghezza la parte ceramica ma possiamo anche tagliarla piu' corta, funzionera' ugualmente. Ma se e' piu' lunga potrebbe fare da spessore sul fondo della base e sgocciolare nel caso non serrassimo a dovere l'atom nella sua sede.





    Avvitiamo ora fino in fondo l'atom rigenerabile e poi serriamo per bene l'anello. Controlliamo che l'oring attorno al pin centrale si veda attraverso il foro sotto alla base. L'anello di serraggio poi differisce lievemente da una parte all'altra. Verificate bene che la parte piu' lineare sia rivolta verso l'alto.





    Avvitiamo il tutto sul GGTS e verifichiamo che funzioni a dovere. La resistenza deve diventare incandescente solo al centro!!! Altrimenti avete fatto un corto sul positivo.



    Ora possiamo scegliere se configurare l'Ody in versione short o full. Scegliamo ora la full mode e prendiamo il boccaglio in foto e lo avvitiamo fino in fondo in battuta all'anello.





    Avvitiamo le varie parti e riempiamo con l'e-liquid di nostro gradimento.



    Inseriamo l'oring nella sua sede facendo attenzione che non si posizioni storto. Questo oring mantiene l'Ody a tenuta stagna se lo ribaltiamo a testa in giu' ma ha anche la funzione di frizionare il boccaglio quando regoleremo l'afflusso del liquido svitandolo o avvitandolo.



    Ed eccolo montato. Aggiungiamo una goccia o due di eliquid sulla wick facendola precipitare dall'alto (in drip). Svitiamo poi il boccaglio per un quarto di giro. Chiudiamo l'anello del CR, quello che regola l'afflusso dell'aria fino a tappare i forellini. Svitiamo anche questo di un quarto di giro.
    Aspiriamo un paio di volte. In questo modo risucchieremo il liquido dalla tank verso la wick.



    Apriamo ora l'afflusso dell'aria portando i forellini sul CR a vista. Normalmente per regolare a dovere l'afflusso di liquido ci vorra' qualche prova di svapo, dipende infatti dalla densita' del liquido quanto dovremo svitare il boccaglio. Non esagerate! Un quarto di giro e' sufficiente ad irrorare la wick in modo ottimale. Se non sentite l'aroma come si deve o in caso di aroma bruciacchiato aprite per gradi. Se esagerate risucchierete liquido al centro dell'atom e questo liquido uscira' dal pin centrale sbrodolando nel CR fuori dei forellini e sulla batteria del GGTS. Se succede, niente di grave. Avvitate fino in fondo il boccaglio, rimuovete l'atom dal CR e pulite tutto. Vi accorgerete se avete allagato perche' ci sara' quel fastidioso effetto gorgogliante.



    Ecco fatto. Spero di esser stato utile. In futuro se vorrete preparero' guide analoghe per le altre configurazioni dell'Odysseus.
    Se mi viene ancora qualcosa in mente o se avete domande...

    Ciao!

    -------------------------------------------------------------------------

    GUIDA PER ODYSSEUS IN VERSIONE "SHORT" ED ATOM RIGENERABILE

    -------------------------------------------------------------------------

    Vogliamo ridurre gli ingombri e fortunatamente grazie al nostromagnifico Odysseus possiamo farlo.

    Vediamo le parti che ci serviranno:



    L'atom rigenerabile lo abbiamo gia' preparato, potete consultare la guida per Ody in versione "Full mode" ed atom rigenerabile ad inizio 3d.
    Proseguiamo avvitando il boccaglio corto sull'atom. Stringiamo fino in fondo.



    Avvitiamo ora una sola sezione intermedia, quella in foto, riempiamo con l'e-liquid di nostro gradimento ed infine avvitiamo il cup superiore con oring e vite di serraggio. Non dimenticate di lubrificare le filettature e gli oring con della vasellina!!!

    Ecco l'Ody in versione corta montato sul CR a confronto con il fratellino UFS.



    Per le regolazioni proseguiamo come riportato nella guida per rigenerabile in versione "Full mode".
    Ultima modifica di giangi; 19-03-2012 alle 02:45

  3. #3
    Artigiano
    Artigiano
    L'avatar di Damiano
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    983
    Citato in
    476 Post(s)
    Taggato in
    8 Thread(s)
    Thanks
    151
    Thanks ricevuti: 614 in 205 Posts

    Predefinito

    -------------------------------------------------------------------------

    GUIDA PER ODYSSEUS IN VERSIONE "FULL MODE" ED ATOM 510

    -------------------------------------------------------------------------

    Ok, vediamo ora come si configura il nostro amatissimo Odysseus per ospitarvi un atom 510. La cosa risulta un po' piu' semplice rispetto all'atom rigenerabile ma anche qui dobbiamo fare attenzione ad alcune cosette che vedro' di illustrarvi per benino al fine di evitarvi il noioso sistema "prova e riprova".

    Iniziamo a vedere gli elementi di cui avremo bisogno:



    Il CR e' gia' montato ma se volete vedere come si fa troverete le varie fasi del suo montaggio nella guida per Ody in versione full per atom rigenerabile ad inizio 3d.

    Veniamo al complesso di elementi sui qual avviteremo il nostro 510. Ecco come appare avvitando prima il raccordo isolante in plastica e poi il pin centrale (positivo). Non dimenticate assolutamente l'oring in testa! E non dimenticate nemmeno di lubrificarlo con la vasellina!!!



    Adesso sceglieremo la base tra quella utilizzata per avvitare l'Ody su un qualsiasi BB con connettore 510 e quella proprietaria per GGTS.



    Per ora prendiamo in considerazione la base per montarlo direttamente sul GGTS. Avviteremo prima il connettore entro la base stringendo per bene fino in fondo. Poi avvitiamo l'anello zigrinato. Adesso fate attenzione a queste due foto; se stringerete come si deve (senza eccedere pero') dovra' esserci tra l'anello e le due asole del connettore piu o meno lo spazio che vedete in questa foto:



    Se stringete troppo poco otterrete qualcosa di simile a quanto vedete nella foto seguente. Il sistema cosi' realizzato neccessitera' di uno svitamento esagerato del boccaglio per regolare l'afflusso di liquido all'atom:



    C'e' pero' un'altra questione che riguarda l'atom che utilizzerete. Non andra' avvitato fino a toccare la base del connettore ma fino a quando non impattera' conto il pin centrale. Faccio un passo indietro per farvi capire perche':


    Se avvitassimo l'atom fino in fondo il pin dovrebbe sporgere sul retro come vedete in questa foto

    Noi pero' dobbiamo ottenere questo al fine di alimentare bene l'atom:


    Questi aspetti vanno capiti per bene ed il connettore va preparato come si deve altrimenti incapperete in problemi di trafilaggio del liquido con conseguenti sbrodolamenti ma anche in problemi di comportamento irregolare con alimentazione troppo grassa o troppo secca e comunque ingestibile.

    Bene, ora proseguiamo prendendo il boccaglio per 510/306, la rondella filettata e l'oring specifico.
    Prima inseriamo l'oring (che avremo preventivamente ravvivato con della vasellina) nel boccaglio e poi vi avvitiamo la rondella con i due incavi rivolti verso il connettore. Avvitate la rondella fino a quando non stringe attorno all'oring!



    Dopo aver avvitato l'atom 510 sul connettore ed aver preparato il boccaglio avvitiamo quest'ultimo sul connettore. Sentirete che l'oring fa un po' di resistenza sull'atom, e' normale e giusto che sia cosi' se vogliamo che il sistema sia a tenuta stagna e funzioni correttamente.



    Su tutti gli oring e sulle filettature e' bene applicare della vasellina al fine di ridurre l'attrito tra le parti metalliche e preservare la durata degli oring. Questi ultimi potrebbero inoltre non risultare completamente a tenuta stagna se non vengono lubrificati!!! Non lesinate con la vasellina ma nemmeno serve esagerare e comunque pulite tutto con un panno che non rilasci polvere o pelucchi.

    Inseriamo ora le varie parti del tank.



    Riempiamo l'Odysseus con l'e-liquid di nostro gradimento e chiudiamo tutto per bene senza dimenticare il solito oring in testa attorno al boccaglio.



    Montiamo anche il CR ed ecco il nostro Ody pronto per iniziare a "carburare".



    Come potete notare ho chiuso completamente la ghiera per la regolazione dell'aria. Girate ora in senso antiorario il boccaglio per aprire l'afflusso di liquido all'atom. In questo caso potremo svitare anche per un giro intero. Facciamo alcune brevi svapate senza attivare l'atom. Apriamo la ghiera dell'aria, avvitiamo l'Ody + CR sul GGTS e cominciamo a svapare.



    Per impostare il corretto afflusso di liquido bisognera' fare qualche prova. Dipende dall'atom in uso; alcuni hanno i fori sui lati del connettore batteria piu' larghi rispetto ad altri. Altri ancora hanno il pin centrale piu' sporgente e fanno sporgere di piu' l'intero atom dalla sua sede. La regolazione del liquido dipendera' anche da quanto abbiamo stretto il connettore dell'Ody all'interno della base. Come vedete ci sono piu' fattori in gioco. Io preferisco anche allargare i fori dell'atom (quelli ai lati) per rendere piu' fruibile l'alimentazione dell'atom.
    Una volta imparato il comportamento dell'atom ospitato nell'Ody, regolare l'afflusso di liquido ed aria del nostro Odysseus diventera' molto semplice ed intuitivo.

    ---------------------------------------------

    Alternativa con base per 510

    ---------------------------------------------

    L'Odysseus puo' venire utilizzato su qualsiasi BB o Box dotata di connettore 510 utilizzando la base apposita. La resa sara' leggermente diversa rispetto al suo utilizzo sulla sezione che rende possibile la regolazione del tiraggio dell'aria ma fornira' ugualmente un'esperienza svapatoria ai vertici.
    Ci sono alcuni accorgimenti da adottare per ottimizzare il sistema ed evitare problemi.

    Vediamo la base nell'utilizzo con atom 510:



    Il complesso "connettore-inserto isolante-pin centrale-oring" verra' avvitato nella base con attacco 510 facendo attenzione a quanto sporgera' il pin centrale. Dipende dal BB o adattatore sul quale vogliamo montare l'Odysseus. Volendo fare quasi corpo unico ad esempio con il Provari, avviteremo il sistema in modo che il pin centrale sia quasi a filo con la filettatura dell'attacco 510 (appena un pelo piu' sporgente altrimenti non fa contatto). Altri BB neccessiteranno magari di un pin centrale piu' o meno sporgente. Il bello e' che potrete regolare anche questo aspetto a vostro piacimento al fine di rendere l'intero Odysseus piu' o meno "corpo unico" con il BB in uso.

    Eccolo col corpo centrale/connettore avvitato al massimo e quindi con pin centrale sporgente



    Odysseus "Full mode" con atom 510 e base con attacco 510 montato su Provari Chrome:



    Odysseus "Short mode" con atom rigenerabile e base con attacco 510 montato su Provari Chrome e confronto dimensionale con lo iAtty:



    Confronto dimensionale UFS, Odysseus "Shorty", iAtty:



    ----------------------------------------------------------------------------------
    Ultima modifica di giangi; 19-03-2012 alle 02:46

  4. #4
    Esperto in Fisica
    ESP User
    Very Old Poster L'avatar di giangi
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    3,414
    P.Vaporizer
    eVic!
    Citato in
    816 Post(s)
    Taggato in
    15 Thread(s)
    Thanks
    664
    Thanks ricevuti: 2,228 in 679 Posts

    Predefinito

    L'ottima guida è messa in rilievo e chiusa.

    Gli utenti possono continuare a commentare QUI

    Nuovi post di @Damiano di prosecuzione della guida saranno copiati in questo 3d.

Discussioni Simili

  1. Risposte: 49
    Ultimo Messaggio: 11-03-2013, 17:06
  2. WICK Odysseus su Phantom
    Di freeze nel forum Sistemi di Alimentazione
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 06-05-2012, 22:39
  3. [pt + sped] cerco odysseus
    Di anidridecarbonica nel forum [Cerco]Mercatino
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 18-03-2012, 00:18
  4. [cerco]odysseus + upgrade
    Di TONTOLO nel forum [Cerco]Mercatino
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17-03-2012, 19:30

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •